TERZIGNO: GIOVANE 20ENNE FA ESPLODERE ORDIGNO DAVANTI CASA

TERZIGNO – Sono bastate divergenze sulla gestione economica del padre a far esplodere tutta la rabbia di un giovane 20enne.

La sua reazione non si è fermata ad un diverbio solo verbale, ma si è concretizzata in un gesto davvero del tutto inusuale ed estremo, attraverso il quale dare una vera e propria lezione al padre, quello di far deflagrare una bomba davanti la sua abitazione.

Una esplosione davvero potente, la scorsa notte, che ha procurato ingenti danni alla facciata dell’edificio, danneggiando al contempo ben quattro auto parcheggiate e una che in quel momento passava di li

Il fortissimo boato avvertito ha fatto letteralmente precipitare sul luogo incriminato alcune pattuglie dei carabinieri, le quali al loro arrivo hanno notato il ventenne ed un amico che si stavano allontanando su uno scooter con la targa nascosta con un adesivo.

Gli uomini della benemerita hanno capito immediatamente che i fuggitivi avevano a che fare con la bomba e li hanno bloccati.

Il ragazzo non ci ha messo molto ad ammettere il suo coinvolgimento nell’eclatante gesto, spiegandone anche il motivo; ad aiutarlo l’amico un 19enne incensurato di Poggiomarino.

Entrambi sono stati arrestati. Lo stabile è stato dichiarato inagibile dai vigili del fuoco.

L’articolo TERZIGNO: GIOVANE 20ENNE FA ESPLODERE ORDIGNO DAVANTI CASA proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Castaldo resta con la Casertana . Lo annuncia direttamente il Presidente D’ Agostino

A poche ore dalla presentazione ufficiale della squadra alla città’, il padron D’ Agostino scioglie il nodo e annuncia ufficialmente che il bomber Gigi Castaldo resta a Caserta.

Nei giorni scorsi si era temuto il peggio, in tanti davano per certo il passaggio di Castaldo all’ Avellino, anche perché’ il bomber non ha mai nascosto il legame con quella città’ che l’ aveva già’ visto protagonista negli scorsi anni.

Castaldo – ha dichiarato il Presidente D’ Agostino – e’ ufficialmente fuori mercato, c’ e’ lo teniamo stretto. Il giocatore ha dimostrato attaccamento alla città’- conclude- rifiutando almeno tre offerte da altre squadre. L’ unica che, per una questione affettiva,  Gigi Castaldo aveva preso seriamente in considerazione per un eventuale trasferimento  e’ stata  l‘ Avellino. Ora pero’ e’ tardi anche per loro. Ufficialmente Castaldo resta con la casacca rossoblu

L’articolo Castaldo resta con la Casertana . Lo annuncia direttamente il Presidente D’ Agostino proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Persiste l’inquinamento del Ferragosto sul litorale casertano

Persiste l'inquinamento del Ferragosto sul litorale casertano - di Alessandro Fedele

La febbre del Ferragosto come ogni anno lascia la sua scia indelebile sulle spiagge della Campania. Lì dove i controlli a volte avvengono in modo blando e quindi per niente efficace, i tanti falò si trasformano in discariche a cielo aperto la mattina seguente.

Iniziano già dalle nove del mattino i ragazzi di ogni età, dai 13 fino ai 30 o 40 anni, a scavare la sabbia dando vita a voragini in cui accendere fuochi più simili a “lampe di Sant’Antuono” . Continuano gli scavi a cui partecipano prevalentemente i ragazzi incoraggiati dalle amiche fino alle sei del pomeriggio circa.

La movida finisce in barzelletta

Dunque una giornata impegnativa per realizzare opere di grande ingegneria, per modo di dire. Alla fine arriva il momento di trasportare in spiaggia viveri di ogni genere, sopratutto alcolici pesanti. E infatti al momento della festa notturna per la vigilia del Ferragosto tra fumi di carne carbonizzata, urla, musica e coppiette appartate, ci sono anche ubriachi molesti schiaffeggiati, di tanto in tanto, dagli stessi compagni di falò.

Giunta la mezzanotte è il momento dei giochi pirotecnici, spettacoli bellissimi da guardare sotto le stelle con quella speciale brezza notturna che tira sulle bellissime coste del casertano e del salernitano, ad esempio. La vigilia è allora terminata tocca perciò alla festa delle prime ore del mattino per dare finalmente il benvenuto al Ferragosto. E qui  chi sonnecchia e chi si si sbronza ancora, si balla fino alle quattro del mattino.

Chi ha dormito in spiaggia avvolti in sacchi a pelo, chi non ha dormito proprio, verso le sette è ora di fare colazione. Qui viene il bello. Gente che vomita a destra e sinistra ecco il vero quadro della disperazione post festicciola. Per i più anziani che non hanno partecipato alla notte di movida il 15 agosto è il momento perfetto per assaporare l’estate, se solo non fosse per la sorpresa indecente.

Al risveglio la visione della spiaggia, dopo essere stata abbandonata dai giovani festaioli, è a dir poco stomachevole. La sabbia ha assunto l’odore della sambuca alla frutta versata in momenti d’ebrezza in terra e la spiaggia è totalmente ricoperta di immondizia.

La Polizia Municipale con le mani legate e i Lidi vicini in conflitto per la pulizia

Così si presenta il litorale domitio, come del resto è stato ampiamente documentato in foto. Ma ora vediamo in cosa consiste e come si dovrà risolvere il disastro ambientale generato dopo il Ferragosto scorso, che ancora degrada le coste vicine.

Abbiamo voluto documentare il litorale di Sessa Aurunca (CE), in località Baia Domizia. Qui il maggior disastro persiste dal 15 agosto scorso e ripulito solo per il 10 per cento dallo staff di un dei lidi vicini.
È infatti compito degli stabilimenti balneari ripulire per il 50 per centro ciascuno il disastro lasciato sulle spiagge libere. Ce lo spiega proprio il responsabile del Nucleo Ambientale della Municipale, facendo riferimento ad una convenzione nazionale che parla della cura dello spazio libero da parte di coloro che hanno in concessione parte di spiaggia.

Perciò a dover provvedere non sono i vandali autori del crimine ambientale, ma gli onesti commercianti.
In questo caso specifico, a differenza di Gaeta, in provincia di Latina, gli operatori degli organi preposti alla vigilanza delle spiagge sono soltanto due. Solitamente, di fatto, c’è un solo operatore di Polizia locale a provvedere alle questioni ambientali. Ragion per cui, non avendo pianificato per bene un tavolo interforze per il controllo del territorio, viene meno il decoro delle spiagge.

Nonostante l’ordinanza di divieto di tutti i Comuni marittimi di accendere falò e fuochi artificiali puntualmente, come ogni anno, le spiagge del litorale casertano vengono devastate.
Ebbene bisognerà a questo punto capire quale sarà lo svolto di questa situazione, dal momento che nessuno vigila e nessuno si attiene alle regole. Il mare e la sua battigia intanto rimangono in una situazione critica sotto ogni punto di vista. Se come dicono gli ambientalisti “sono i piccoli gesti a migliorare il pianeta” di certo questa non ne è una chiara dimostrazione. Si al divertimento. No all’inquinamento.

L’articolo Persiste l’inquinamento del Ferragosto sul litorale casertano proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Viabilita, l’amministrazione di Casapulla vara il nuovo piano

L’amministrazione comunale di Casapulla, diretta dal sindaco Renzo Lillo, vara il nuovo piano per garantire una maggiore sicurezza stradale. Sull’importante novità il primo cittadino ha affermato: «Ascoltando molti cittadini sulla problematica degli incidenti stradali che si verificano molto spesso nell’incrocio tra via Fermi e via Quasimodo (tra cui si conta anche uno schianto mortale avvenuto non molto tempo fa, rif. vigili urbani) e nell’incrocio tra via Natale-via Fermi e via Forte (ultimo incidente una quindicina di giorni fa), si è reso necessario modificare la viabilità della zona interessata, in modo da prevenire futuri sinistri».

Le novità consistono nel rendere percorribili via Kennedy e via Forte-Natale a senso unico in modo inverso: via Kennedy senso unico da via Circumvallazione verso via IV Novembre (compreso l’inversione del senso di marcia attuale tra piazza Giovanni XXIII e via Peccerillo); via Natale-Fermi senso unico dall’incrocio di via De Curtis fino a via Circumvallazione; via Forte senso unico a partire dall’incrocio tra via Fermi-Natale fino all’incrocio con via Iannotta-via B. Natale.

«Le modifiche alla viabilità – continua il sindaco – oltre a scongiurare gli eventuali incidenti, consentiranno una più agevole viabilità sia su via Kennedy che in via Fermi; inoltre disciplineranno in modo definitivo il traffico nei pressi dell’istituto scolastico di via Kennedy dove attualmente il senso unico di marcia esiste solo nelle fasce orarie di ingresso ed uscita degli alunni, puntualmente non rispettato, e consentirà di raggiungere piazza Giovanni XXIII, quindi la Chiesa di Sant’Elpidio, in modo più agevole e non attraverso la sinuosa via Anna Frank. Sappiamo che qualsiasi modifica alla viabilità comporterà un cambiamento alle abitudini dei cittadini, ma la sicurezza stradale è più importante. Le consuetudini possono essere cambiate, purtroppo le conseguenze di incidenti stradali, il più delle volte, sono irreversibili. Confidiamo nella collaborazione di tutti e nel caso, dopo una prima fare di rodaggio, saranno valutati eventuali adeguamenti. Sono allo studio – conclude Lillo – ulteriori interventi alla viabilità per migliorare i punti critici con pericolo di incidenti e per il miglioramento della viabilità stessa».

L’articolo Viabilita, l’amministrazione di Casapulla vara il nuovo piano proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Crisi di Governo. Salvini non spacca, ma aggrega il Pd. Zingaretti : ” Io ci sto se c’e’ un governo solido e di ampio respiro

Giuseppe Conte ha rassegnato ieri le proprie dimissioni di fronte al Senato, sancendo la fine del governo gialloverde. Oggi, alle 16, avranno inizio le consultazioni che continueranno domani.

In seguito ai recenti risvolti, con la formale apertura della crisi, domani non avrà luogo l’esame della proposta di legge costituzionale sul taglio dei parlamentari. Nel frattempo, le forze politiche sono in agitazione, in cerca di una possibile soluzione.

Crisi di governo, i cinque punti elencati da Zingaretti

Il segretario del Pd, Nicola Zingaretti, ha elencato i cinque punti sui quali discutere per la formazione di un nuovo governo: “Appartenenza leale all’Unione europea; pieno riconoscimento della democrazia rappresentativa, a partire dalla centralità del parlamento; sviluppo basto sulla sostenibilità ambientale; cambio nella gestione di flussi migratori,con pieno protagonismo dell’Europa; svolta delle ricette economiche e sociale, in chiave redistributiva, che apra una stagione di investimenti”.

Zingaretti ha poi aggiunto al termine della direzione del partito: “Sono molto contento e molto soddisfatto per il livello di unità e compattezza che abbiamo trovato nella direzione del partito che per la prima volta dopo moltissimi anni ha votato dandomi un mandato all’unanimità. Noi siamo pronti per riferire al presidente Mattarella la nostra piena disponibilità a verificare le condizioni di un governo di svolta utile al paese”.

Crisi di governo, cosa dicono i capigruppi della Lega

capigruppo della Lega Massimiliano Romeo e Riccardo Molinari, secondo quanto riporta l’Ansa, hanno dichiarato: “La Lega è già tutta al lavoro per costruire l’Italia dei SÌ, fondata su un taglio di tasse per 10 milioni di cittadini, investimenti pubblici, infrastrutture, processi giusti e veloci, certezza della pena e bambini che tornano a nascere. Altri stanno pensando al governo dei NO e delle poltrone? Andiamo a elezioni e facciamo scegliere gli Italiani! Chi scappa dalle urne ha la coscienza sporca”.

Crisi di governo, cosa dicono i capigruppi del M5S

Francesco D’Uva e Stefano Patuanelli, capigruppo M5S, hanno invece affermato: “Sono ore molto importanti per il futuro del nostro Paese. Il MoVimento 5 Stelle si affiderà alla volontà del presidente Sergio Mattarellache segnerà la strada da seguire dopo che Matteo Salvini ha aperto un’assurda crisi di governo in pieno agosto. Il MoVimento è unito e compatto intorno al capo politico Luigi Di Maio. Siamo un monolite. E adesso siamo concentrati sulle consultazioni”.

Renzi sul governo istituzionale e di legislatura

Ai microfoni di Radio Anch’io, stamattina Matteo Renzi ha detto la sua sulla formazione di un nuovo governo: “Mi pare che il Pd abbia una posizione molto chiara sul governo di legislatura. La mia proposta di governo istituzionale è stata rilanciata da alcuni, Bettini e altri, ma mi pare che Zingaretti abbia detto una cosa molto chiara. Ha detto: io ci sto se c’è un governo solido, forte, di ampio respiro. Questo però se la devono vedere il Pd e i 5 Stelle, io non sono più il segretario del Pd”. Poi ha precisato: “Credo che l’alternativa oggi non sia tra queste due cose, ma tra elezioni (un’ipotesi ancora in campo) o governo. Si tratta di scegliere​”.

 

 

L’articolo Crisi di Governo. Salvini non spacca, ma aggrega il Pd. Zingaretti : ” Io ci sto se c’e’ un governo solido e di ampio respiro proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)