In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo-Ruviano: comunità ecclesiastica in festa per le nozze 'diamantate' col Signore di monsignor Chichierchia

A circa un mese dai riti preparatori e funzioni tenute nella chiesa madre di Ruviano, venerdì 19 luglio ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Guerra' fra Supermercati e Comune: ma a chi conviene e perché?

Buongiorno a tutti i caiatini e non io sono un ex caiatino purtroppo ma sono sorpreso per quanto, ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Fiera della Maddalena, ecco il programma ma 'che cavolo ci azzecca'??

A una settimana dall'inizio della fiera, quest'anno imperniata su tre giorni, cioè da sabato 20 a lunedì 22 ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'No Plastic Free': attivisti 5 Stelle iperattivi promuovono campagna eco-logica-nomica

Il modo più sciocco di usare la plastica è quello di usarla una volta sola. La plastica è ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Buon vivere' senz'acqua col termometro a 40 gradi? ma chi sene frega al comune?

In via Starza stiamo senza acqua stiamo chiamando sopra il comune e nessuno rispondema il sindaco dove sta? ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Leonardo Neoplatonico-Gli Arcani Occultati': sabato 13 al 'Mazziotti' conferenza sul genio 'da Vinci'

In occasione del cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo Da Vinci, sabato 13 luglio, alle ore 17.30, presso ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Toponomastica: Giaquinto fa 'il finto tonto'? e Insero lo 'ammonisce': impara!

Si vede costretto a tornare sulla vicenda di vico "Cattedrale" che, in palese spregio non solo di norme ...

Leggi tutto >>

SS.Giovanni e Paolo. Sindaco assente alla festa ma 'onnipresente': forse nei 'cazziatoni'?

Non fanno sconti al sindaco gli attivisti 5 Stelle caiatini, replicando a una sua pomposa asserzione di onnipresenza ...

Leggi tutto >>

Limatola (BN). Ufficio postale 'interdetto' perché ubicato in strada privata e sbarrata ma non segnalata!?

Riportiamo integralmente la cronaca della sconcertante esperienza vissuta da un noto quanto stimato professionista caiatino, scacciato in malo ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Ancora 'rogne' per il sindaco: dopo la sospensione, Giaquinto dovrà spiegare pubblicamente cosa aveva'combinato'

Seduta consiliare "occulta" per celare grosse irregolarità perpetrate dal sindaco? è quanto pare ipotizzi la minoranza, assicurando però ...

Leggi tutto >>

LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE. Mercoledì 24 luglio l’incontro presso la Prefettura di Caserta

LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE. Mercoledì 24 luglio l'incontro presso la Prefettura di Caserta

CASERTA – Nell’ambito del Protocollo per la lotta alla contraffazione tra il MISE e le Prefetture della Regione Campania, firmato il 21 marzo scorso, nella cornice del Piano di azione per il contrasto dei roghi dei rifiuti, la Direzione Generale per la lotta alla contraffazione del predetto Ministero ha delineato gli aspetti più rilevanti connessi all’evoluzione della contraffazione e le conseguenti linee di azione lungo le quali declinare le iniziative sul territorio della provincia di Caserta nel prossimo biennio.

Tra gli interventi individuati, particolare rilevanza riveste quello che prevede il coinvolgimento dei media locali nelle attività di diffusione e promozione delle attività di contrasto al fenomeno.

Pertanto, mercoledì 24 luglio, si terrà un incontro presso la Prefettura di Caserta, alla presenza del Direttore Generale del MISE dottor Teti, unitamente al Coordinatore della cabina di regia nazionale “Terra dei Fuochi” presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri Ing. Curcio.

L’articolo LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE. Mercoledì 24 luglio l’incontro presso la Prefettura di Caserta proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Camorra. La metamorfosi dei Casalesi: due nuovi gruppi a Maddaloni ed equilibri ribaltati a Marcianise

Caserta. Dal rapporto DIA riferito alla seconda parte del 2018 emerge la metamorfosi dei Casalesi, che starebbero cercando nuove alleanze in provincia di Caserta e in Italia.

Emergono due nuovi gruppi a Maddaloni e si ribaltono gli equilibri a Marcinise.I Casalesi che cambiano pelle e cercano nuove alleanze, due gruppi emergenti a Maddaloni e il ribaltamento degli equilibri a Marcianise.

Lo scenario nazionale

Il maggior numero di operazioni finanziarie sospette riguardanti il nord Italia “può essere indicativo di una mafia liquida che investe in questa parte del paese in maniera occulta, utilizzando per i propri scopi criminali delle teste di legno. Una mafia latente che potrebbe, in prospettiva, manifestarsi con caratteri più evidenti”. E’ quanto emerge dall’ultima relazione della Dia, riferita al secondo semestre 2018. Sempre più spesso – si legge nel documento – si individuano soggetti esterni alle organizzazioni criminali, professionisti che “prestano la loro opera proprio per schermare e moltiplicare gli interessi economico-finanziari del gruppi criminali”. La Dia li definisce “facilitatori”, “artisti del riciclaggio”, capaci di gestire transazioni internazionali da località off shore, offrendo riservatezza e una vasta gamma di servizi finanziari. Queste nuove modalità d’intervento consentono ai mafiosi di radicarsi nelle altre regioni italiane e nel mondo, “legando i propri interessi con quelli della realtà economica locale”.

Secondo la relazione della Dia, che si riferisce al secondo semestre 2018, la ‘ndrangheta resta un’organizzazione “fortemente strutturata su base territoriale, ancorata ai tradizionali vincoli familiari e articolata su più livelli” con una “spiccata vocazione imprenditoriale” favorita dalle “ingenti risorse economiche” ottenute ‘investendo in diversi settori: droga e appalti pubblici, estorsioni e giochi e scommesse. La Dia sottolinea inoltre come la ‘Ndrangheta sia ormai presente stabilmente in quasi tutto il mondo, con locali anche in diversi paesi d’Europa e negli Stati Uniti, in Canada, sud America e Australia. Sebbene ridimensionata e pur mantenendo un basso profilo in linea con la politica di “mimetizzazione” avviata già da qualche anno, ‘Cosa Nostra’ resta “pervasiva e dotata di dinamismo e potenzialità offensiva” che esercita sia mantenendo il controllo del territorio sia infiltrandosi negli ambienti imprenditoriali e finanziari in Italia e all’estero, “per riciclare capitali, accaparrarsi appalti, catalizzare sovvenzioni pubbliche e indirizzare scelte industriali”.

Cosa Nostra, dice la Dia “si fa impresa” in Italia e all’estero. Quella delle organizzazioni camorristiche è una realtà più complessa e variegata di quella delle altre organizzazioni. Nelle stesse zone infatti, accanto a gruppi minori che gestiscono le attività illecite nel proprio territorio (per lo più spaccio ed estorsioni) vi sono le storiche organizzazioni “sempre più proiettate ad estendere il loro raggio d’azione in altre regioni e all’estero”. Il “sistema camorra” dice la Dia, è dunque un insieme di sottosistemi molto diversi tra loro, dove convivono organizzazioni vere e proprie, gruppi di gangsterismo urbano e bande di giovani delinquenti.(

La metamoforsi dei Casalesi in atto

Nell’area casertana permane il forte radicamento delle principali consorterie federate nel cartello dei CASALESI (con al vertice le famiglie SCHIAVONE, ZAGARIA, IOVINE, BIDOGNETTI), che mantengono il controllo territorio facendo ricorso a sempre nuove modalità operative per la gestione delle estorsioni, dell’usura, del traffico di stupefacenti, del gioco e delle scommesse d’azzardo. A tali illeciti “tradizionali”, il cartello è riuscito, nel tempo, ad affiancare forme di condizionamento della realtà politica locale. I CASALESI risultano legati ad altri due potenti gruppi napoletani, i MOCCIA di Afragola e i MALLARDO diGiugliano in Campania. Un importante elemento di novità rispetto agli assetti criminali dell’area è da individuarsi nella scelta, nel mese di luglio 2018, del figlio del capo del gruppo SCHIAVONE di collaborare con l’A.G.. Questi, dopo l’arresto del padre, era divenuto esponente di una nuova generazione criminale, garantendo la continuità della consorteria camorristica .

 

La Dia delinea un vero e proprio impero, in grado di produrre profitti e di acquisire consenso sociale attraverso l’impiego in attività commerciali di riferimento del sodalizio. La vastità di tale impero è attestata dai numerosi provvedimenti di sequestro emessi negli anni a carico di imprenditori che hanno messo a disposizione del cartello le loro aziende. A questa presenza così radicata dei CASALESI, si somma quella di altri sodalizi, che fanno comunque riferimento ai primi sparsi su tutto il territorio provinciale.

 

L’articolo Camorra. La metamorfosi dei Casalesi: due nuovi gruppi a Maddaloni ed equilibri ribaltati a Marcianise proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta. La Reggia cade a pezzi

Caserta.  Indagini in corso da parte dei vigili del fuoco per quanto accaduto nella tarda mattinata di oggi alla Reggia di Caserta.

I caschi rossi sono dovuti intervenire a seguito di un crollo improvviso di calcinacci dalla facciata prospiciente al Parco Reale.

Sono finiti in strada pezzi di intonaco, che hanno invaso l’area a poca distanza dall’ingresso che dal Cannocchiale direziona verso il Parco.

I vigili del fuoco ora starebbero appurando l’agibilità dei “blocchi” da cui si è appunto staccato l’intonaco.

 

L’articolo Caserta. La Reggia cade a pezzi proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Sequestrata azienda di trattamento e recupero a Casal di Principe, avrebbe smaltito rifiuti speciali illegalmente

“In merito al sequestro a Casal di Principe di un’azienda di trattamento dei rifiuti che avrebbe smaltito rifiuti speciali illegalmente torniamo a sottolineare, come già abbiamo fatto in passato, che le ecomafie continuano a fare affari d’oro, avvelenando i territori. Il fenomeno dello smaltimento illegale dei rifiuti non è debellato ma continua a prosperare con numerosi impianti che vengono usati in maniera del tutto impropria”. Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il co-portavoce provinciale del Sole che Ride di Caserta Giovanni Petrillo. “I tre milioni di euro sequestrati all’imprenditore proprietario dell’azienda testimonia come i proventi provenienti da tali attività siano consistenti. La giustizia faccia il suo corso e vada a fondo sulla vicenda, in caso di colpevolezza auspichiamo pene esemplari. Non deve esserci alcun tipo di accondiscendenza nei confronti di chi inquina i territori”.

L’articolo Sequestrata azienda di trattamento e recupero a Casal di Principe, avrebbe smaltito rifiuti speciali illegalmente proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Maltrattava la moglie davanti ai figli, arrestato a Castel Volturno

Nella giornata di giovedì, 18 luglio 2019, all’esito di una indagine diretta dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, i Carabinieri della Stazione di Castel Volturno Pineta Mare, hanno dato esecuzione all’ordinanza applicativa della misura della custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di E.T. (cl. 82), ritenuto responsabile del delitto di maltrattamenti commessi in danno della moglie, anche alla presenza delle due figlie minori della coppia, le quali, quasi quotidianamente, assistevano alle violenze.

Le indagini espletate, consistite principalmente nelle reiterate escussioni della persona offesa e delle persone informate sui fatti, hanno consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico dell’indagato, il quale – anche sotto effetto di sostanze stupefacenti -, percuoteva la moglie con cadenza quotidiana, con pugni e schiaffi al volto, la ingiuriava e la minacciava di morte.

L’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere ha, quindi, condiviso l’impianto accusatorio a carico del prevenuto ed ha accolto la richiesta dell’Ufficio di Procura, inoltrata al Giudice per le indagini preliminari appena otto giorni dopo la ricezione della prima denuncia della persona offesa, ad ulteriore conferma dell’impegno e della tempestività nella trattazione dei fatti di violenza domestica da parte della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

L’articolo Maltrattava la moglie davanti ai figli, arrestato a Castel Volturno proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta. La Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare risponde all’appello per la donazione di sangue

Caserta. La Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare ancora una volta in campo per contribuire alla raccolta di sangue e concorrere a fronteggiare il problema della esiguità delle scorte ematiche che è ancora più evidente durante la stagione estiva.

La raccolta di sangue è stata organizzata con l’indispensabile contributo dell’AVIS (Associazione Volontari Italiani Sangue) – Sez. di Caserta, che ha operato direttamente con un’autoemoteca allestita presso l’infermeria dell’istituto di formazione militare.

Questa iniziativa della Scuola Specialisti, posta in essere con lo spirito di aiutare chi più ha bisogno, testimonia la vicinanza concreta del personale, militare e civile, dell’Istituto e dei frequentatori di corso – provenienti da ogni parte d’Italia – ai cittadini e al territorio casertano. In questa occasione le sacche di sangue sono state destinate al Centro Trasfusionale dell’Azienda Ospedaliera “Sant’Anna e San Sebastiano” di Caserta.

La Scuola Specialisti è un Istituto militare di istruzione per le attività di formazione basica iniziale, formazione tecnica specialistica, addestramento, aggiornamento, specializzazione, qualificazione e ricondizionamento del personale dell’Aeronautica Militare, delle Altre Forze Armate, Corpi Armati e non dello Stato, nonché di personale di Forze Armate estere. Dipende gerarchicamente dal Comando Scuole A.M./3^ Regione Aerea di Bari.

 

 

L’articolo Caserta. La Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare risponde all’appello per la donazione di sangue proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Cesa. Gita per anziani aFirenze

 

L’Amministrazione Comunale, su proposta del vice sindaco Antonio Esposito, ha deciso di organizzare un soggiorno turistico culturale in favore degli anziani residenti a Cesa presso la città d’arte di Firenze nei giorni 5 e 6 settembre 2019.

In tal senso l’esecutivo ha deliberato, con un atto di indirizzo, cui seguirà un bando, i criteri di acceso all’iniziativa. “Il progetto – spiega il vice sindaco Esposito – è rivolto ai cittadini residenti a Cesa di età superiore a 65 anni, autosufficienti e con capacità di viaggiare da soli su ogni mezzo. I partecipanti devono produrre l’attestazione ISEE in corso di validità qualora dovesse essere necessario stilare una graduatoria, in quanto i partecipanti da ammettere sono massimo 50. Prevista anche una quota di compartecipazione a carico dell’utente pari a 20,00 euro”. La gita, inoltre, prevede un pernottamento, la sistemazione in camere doppie contrattamento di pensione completa e visita guidata alla città.
Nei prossimi giorni dovrebbe essere pubblicato il relativo bando per presentare le domande.

L’articolo Cesa. Gita per anziani aFirenze proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

School Movie di Giffoni, gli studenti di Portici vincono il Premio Territorio

Piccoli giffoners crescono: la rassegna cinematografica School Movie, organizzata nell’ambito del GFF, assegna il Premio Territorio ai cinque istituti comprensivi di Portici

di Maurizio Longhi

Quante sfaccettature può avere la bellezza? Una miriade, è un concetto vastissimo intorno al quale sono nate teorie, studi e filosofie. Cosa succede se degli studenti sono chiamati a realizzare un cortometraggio proprio sulla bellezza? Questo è il tema che è stato proposto per la VII edizione dello School Movie, una rassegna cinematografica ideata da Enza Ruggiero e alla quale, quest’anno, hanno partecipato ben 52 comuni della Campania, mentre Portici ha aderito per il secondo anno. Per gli studenti dei cinque istituti comprensivi di Portici, il risultato è stato straordinario, dal momento che, nella finale di Giffoni Valle Piana in una sala gremita di gente, si sono aggiudicati il Premio della categoria Territorio.

Una soddisfazione immensa per i ragazzi, ma anche per gli insegnanti e i genitori, che hanno fornito un contributo fondamentale alla buona riuscita del lavoro che ha richiesto impegno, dedizione, passione e tanto amore. Nell’occasione, a rappresentare il Comune di Portici era presente l’Assessore alla Pubblica Istruzione, la dottoressa Mariarosaria Cirillo. Una giuria decretava i migliori lavori, tanta professionalità da parte degli organizzatori e tanta emozione per gli studenti: ciò testimonia l’importanza di coinvolgerli nei progetti, le risposte possono rivelarsi sensazionali.

Forti e significative le parole che la professoressa Carla Campese ha affidato al web facendo riferimento ai suoi alunni: «Temevo di non poter regalare loro la soddisfazione che meritavano. Così un secondo prima della proclamazione, ignara di tutto, ho guardato negli occhi i miei bimbi e ho chiesto:Se oggi dovessimo tornare a casa senza nessun premio…ci siamo divertiti, rifareste di nuovo questa esperienza?”. Il loro SI’ è stato il mio premio». Proviamo ad immaginare la scena, non vengono i brividi? È in quel momento che si era iniziata a sentire aria di vittoria e, quando dal palco c’è stato l’annuncio ufficiale, la commozione l’ha fatta da padrona.

L’anniversario…la bellezza dell’amore, così era intitolato il cortometraggio curato dagli studenti di Portici, che hanno realizzato un lavoro eccezionale girando le scene tra alcune zone più caratteristiche della città. Il protagonista della storia è un uomo anziano che, uscendo di casa, decide di ripercorrere i luoghi che lo legano alla donna della sua vita. Ogni luogo ha rappresentato un momento importante della loro storia d’amore. Il flusso dei ricordi che travolge l’uomo è emozionante: la scuola gli ricorda l’ambiente in cui si sono conosciuti, il museo di Pietrarsa, la scena in cui le propose di sposarlo, piazza San Ciro il giorno del matrimonio, via Università e il percorso di studi e la laurea alla facoltà di Agraria.

Un viaggio nel tempo per un uomo che non ha smesso d’amare e lo dimostra recandosi al cimitero posando una rosa sulla tomba della donna della sua vita.

Un lavoro curato nei minimi dettagli e che ha trattato il bello della vita dal punto di vista del cuore, che quando ama trasuda una bellezza unica e impareggiabile. Lode a questi ragazzi che hanno meritato l’orgoglio di essere premiati in quello che è ormai da considerare un evento come lo School Movie di Giffoni Film Festival. Onore al merito anche ad insegnanti e genitori che li hanno indirizzati, seguiti e motivati. Il lavoro di squadra, quando è sorretto da tanto amore, ottiene sempre importanti riconoscimenti.

Fai clic qui per vedere lo slideshow.

L’articolo School Movie di Giffoni, gli studenti di Portici vincono il Premio Territorio proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SCOPERTO AMIANTO A CASERTAVECCHIA

CASERTAVECCHIA – Non si trova più un cancello sparito nel nulla però in compenso viene fuori una discarica di amianto a Casertavecchia.

Brutta sorpesa al momento in cui una squadra di ‘operai’ si è messa all’opera per ripulire il manto erboso ed un appezzamento di terreno nei pressi di Casertavecchia.

Queste le reazioni di alcuni ‘esponenti politici’ ecco ad es. Domenico Maietta ‘Nei giorni scorsi-spiega il consigliere comunale di zona-si è dato corso alle pulizie nelle antiche vestigia del castello, al fine di consentire agli archieologi ed ai ricercatori dell’Università della Vanvitelli di riprendere il campo archeologico iniziato lo scorso anno. In tali circostanze abbiamo abuto delle pessime sorprese, tubi di amianto e non solo abbandonati nella fortezza e la sparizione di un cancello di ferro del varco posto ad ovest del maniero. Abbiamo allertato le ‘autorità’ la polizia municipale che ha messo sotto custodia tutta l’area’.

L’amianto è stato riconosciuto come cancerogeno gia’ in passato dall’anno 1992 è stato addirittura bandito in Italia.

Materiale costituito da fibre minerali presenti in determinate rocce, spesso è chiamato eternit derivante dal nome dellaindustria che trattava e produceva cemento questo materiale e che produceva cemento ed amianto per lastre. La suà pericolosità sta nel rilascio di fibre potenzialmente inalabili e che possono giungere a provocare anceh ingenti danni o lesioni. Abbandonare amianto è reato.

 

 

 

L’articolo SCOPERTO AMIANTO A CASERTAVECCHIA proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

MARATONA SULLE MONTAGNE DEL MATESE, SKY MARATHON

VII MARATONA DEL MATESANNIO - GRAN FONDO IN PROGRAMMA IL 30 GIUGNO 2019

LA sky marathon avverrà sulle montagne del Matese con un percorso di circa 40 km, organizzazione ‘curata’ dalla Matese Mountain Marathon presieduta da A. Esposito,  con il patrocinio di alcuni Comuni del circondario di Caserta,ci saranno oltre 33 km di sentieri e non solo, sembra che saranno una dozzina le donne in gara ma potrebbero essere anche di più.

Nel pomeriggio ennesima scalata al Castello delborgo medioevale diRiardo vicino Teano,  con evento podistico che partirà dalle ore 18e30 dalla Villa comunale.

Alla corsa o manifestazione podistica hanno aderito una cinquatina di squadre podistiche.

L’articolo MARATONA SULLE MONTAGNE DEL MATESE, SKY MARATHON proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Call Now Button