Author Archives: Teleradio News

Caiazzo. ‘International School’: costante crescendo formativo per l’istituto diretto da Lady Almaviva

Si distingue per la varietà di indirizzi proposti

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caiazzo. Dopo liceo e carabinieri, ‘decentrate’ anche le Poste? meno male che Insero c’è

Ufficio postale verso il trasferimento da via Latina presso una nuova struttura situata in via Roma?
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

‘Alvignano corre (in rosa)’: domenica 10 novembre si terrà la ‘stracittadina’, comunque sia il tempo

Si registra notevole apprensione, auspicando la clemenza di “Giove Pluvio”, per domenica 10 novembre

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caiazzo. Comune: ‘guerra legale’ con l’ex assessore Merola: insorge l’opposizione

Si tinge di “giallo” la vicenda delle Opere Pie che già ha determinato la sospensione del sindaco Giaquinto da parte dell’Autorità Anticorruzione

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

La bellezza interiore secondo Biasucci

La fotografia come paesaggio interiore, incontro con Antonio Biasiucci per il progetto La bellezza secondo me

Al Cartastorie | Museo dell’archivio Storico del Banco di Napoli in via dei Tribunali il fotografo Antonio Biasiucci accoglierà il pubblico mercoledì 13 novembre alle ore 16.30 e alle ore 17.30 per il terzo incontro della rassegna La bellezza secondo me, il nuovo progetto organizzato dalla Delegazione FAI di Napoli.

La bellezza secondo me nato per riscoprire la bellezza nell’arte, nella letteratura, nel teatro, nella musica e nella vita attraverso speciali incontri con i protagonisti dell’arte, negli stessi luoghi dove questa nasce e si crea.

La fotografia come paesaggio interiore è il titolo che Biasiucci ha scelto per il suo incontro in cui parlerà dell’approccio personale al mondo dell’arte.

«La mia fotografia è la vita che vivo. Non è quella che vedo attraverso l’obiettivo, lo può diventare solo come conseguenza, come effetto collaterale. Per me non è fondamentale fotografare qualcosa che mi emoziona, al contrario è meglio vivere profondamente ogni cosa, per magari poi ritrovare quell’emozione nei soggetti che scelgo di porre davanti al mio obiettivo.»

Introducendo il tema della rassegna Biasiucci afferma: «La “bellezza” è l’attraversamento dell’incanto che inevitabilmente il soggetto emana, il superamento di un distacco, che definirei “apparente”, in modo da instaurare un dialogo attivo, dove l’empatia, il sentire e il fare – come in ogni relazione – diventino epifanie di un inaspettato, di una scoperta, di una rivelazione, di qualcosa che è già dentro di te e che in quel momento riconosci come tuo.»

La rassegna, ideata da Francesca Vasquez, Capo Delegazione FAI Napoli e Cherubino Gambardella, curatore artistico del progetto, ha inaugurato con Sergio Fermariello (3 ottobre) e Michele Iodice (23 ottobre), e proseguirà fino a maggio 2020 con un calendario di otto appuntamenti in cui i maestri delle diverse arti e discipline esprimeranno la loro personale idea di bellezza, descrivendola e raccontandola nelle sue infinite sfumature ed emozioni.

Per partecipare agli incontri è necessaria la prenotazionall’indirizzo napoli@delegazionefai.fondoambiente.it.

  • Iscritti FAI: 15 euro per un singolo incontro. Abbonamento per 5 incontri 60 euro
  • Non iscritti al FAI: 20  euro per ogni singolo incontro. Abbonamento per 5 incontri 100 euro con iscrizione ordinaria inclusa.                                                                                 

Programma in dettaglio dei prossimi incontri

La bellezza secondo me

Tutti gli incontri sono con posti limitati e con prenotazione obbligatoria via email all’indirizzo napoli@delegazionefai.fondoambiente.it.

Il contributo di partecipazione è:

  • Iscritti FAI: 15 euro per un singolo incontro. Abbonamento per 5 incontri 60euro.
  • Non iscritti al FAI: 20 euro per ogni singolo incontro. Abbonamento per 5 incontri 100 eurpcon iscrizione ordinaria inclusa.

Il contributo di partecipazione richiesto sarà utilizzato per gli scopi istituzionali della Fondazione.

L’articolo La bellezza interiore secondo Biasucci proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

De Crescenzo e i Primati del Sud

Solo chi non ama Napoli nega la verità: Gennaro De Crescenzo e “Il libro dei Primati del Regno delle Due Sicilie”

135 primati documentati, descritti e illustrati: è Il libro dei Primati del Regno delle Due Sicilie, Grimaldi & Co Editori, ultima fatica letteraria del professor Gennaro De Crescenzo, presidente del Movimento Neoborbonico.

Pazzaglia e un giovanissimo De Crescenzo

Era il 7 settembre1993, quando al Borgo Marinaro il compianto Riccardo Pazzaglia gettò le basi di quella che sarebbe diventata l’associazione culturale Movimento Neoborbonico, il più “antico” e più attivo del Meridione. Un Movimento di “cuore”, di passione: non scade però nella nostalgia, non vuole restaurare nulla, ma parte dal passato per dare una svolta al futuro al Sud.

Dal Movimento Neoborbonico sono nate importanti iniziative, come il progetto CompraSud e il Parlamento delle Due Sicilie | Parlamento del Sud (parlamentodelleduesicilie.it), un gruppo di azione civica che vigila su ciò che viene fatto effettivamente per il Meridione.

Gennaro De Crescenzo, napoletano, laurea in lettere, docente a Scampia, ha al suo attivo diverse pubblicazioni:

  • 1799: i fatti (1999);
  • La difesa del Regno (2001);
  • Le industrie del Regno di Napoli (2002, 2012);
  • Contro Garibaldi (2007, 2013);
  • Ferdinando II di Borbone (2009);
  • Storia di una città (Scolastica, 2009);
  • Malaunità. 150 anni portati male (2011);
  • I peggiori 150 anni della nostra storia (2012);
  • per Magenes ha pubblicato Il Sud dalla Borbonia Felix al carcere di Fenestrelle (2014).

Con Il libro dei Primati del Regno delle Due Sicilie De Crescenzo approfondisce e analizza il risveglio identitario del Sud, certamente più capillare e sentito di quello del Nord: il Meridione sta infatti prendendo coscienza delle condizioni inaccettabili in cui versa. E questo lo dice anche l’Europa, che contesta le tante, troppe mancanze di un governo “nordicentrico”.

Il libro dei Primati del Regno delle Due Sicilie è perciò un grande lavoro che fornisce un alto strumento di verità. Una verità storica che De Crescenzo è impegnato a ristabilire sin dal ‘93, combattendo soprusi e inesattezze, confutando con determinazione e contezza esternazioni offensive, cattive e, perché no, ignoranti, e soprattutto le bugie di storici nonché professori universitari o presunti conduttori televisivi e radiofonici.

Gennaro De Crescenzo, Pino Aprile e Carlo di Borbone Duca di Castro

Dice De Crescenzo della sua ultima opera: «Forse il mio libro più “faticoso”, forse il mio libro più bello… Economia e finanze, industrie e commercio, opere pubbliche, arte, scienze e welfare: sono tanti i settori nei quali si concretizzarono i 135 primati descritti, analizzati e illustrati in questo libro. Era questo, era anche questo il Regno delle Due Sicilie durante il governo dei Borbone di Napoli. Sintesi di scelte politiche e di orgoglio, frutto di un clima culturale che fondeva, in armonia, governati e governanti, i primati forniscono diversi spunti di riflessione riferibili all’attualità e, con fonti archivistiche e bibliografiche spesso inedite, anche spunti per ulteriori ricerche e approfondimenti, tra racconti di personalità geniali, notizie storiche e curiosità. In sintesi: il quadro di un’epoca ricostruita anche grazie alle tante immagini (oltre 100) ritrovate e presentate, in una elegante e curatissima edizione, ai lettori appassionati di una storia ancora tutta da ritrovare e da valorizzare

Il libro dei Primati del Regno delle Due Sicilie, 330 pagine, oltre 100 illustrazioni a cura di Marzio Alfonso Grimaldi nell’elegante volume telato della Grimaldi Edizioni di Napoli, è disponibile in tutte le librerie, alla sede della Fondazione Il Giglio e online, oppure direttamente sul sito http://www.grimaldilibri.it/?g=Libreria-Autori-A-Z&tid=34371

L’articolo De Crescenzo e i Primati del Sud proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Figli di Portici famosi: fra Federico Spiezia

di Stanislao Scognamiglio

Si sente spesso parlare di personaggi di Portici per nascita o d’elezione dei quali si sta perdendo la memoria … Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Nicola Spiezia è nato a Portici il 2 febbraio 1914.

Deciso di indossare l’abito francescano, nel 1929, appena sedicenne, è entrato nell’Ordine dei Frati Minori della Provincia Napoletana del SS. Cuore di Gesù.

Pronunciata la professione solenne, ha preso il nome di Federico.

Nell’anno 1936, ordinato sacerdote, ha cominciato a esercitare il suo ministero pastorale.

Immagine dall’archivio privato di salvatore Imperato

Negli anni passati in comunità al convento di San Pietro d’Alcantara al Granatello di Portici, è stato coordinatore dei giovanissimi appartenenti al Terzo Ordine Francescano.

Sensibile all’educazione dei giovani, coinvolgendo anche i loro familiari, ha organizzato attività ludico-sportive, gite e ogni altra attività utile a indirizzarli nelle loro future scelte.

Buon suonatore di piano, ha costituito nel convento una piccola scuola di canto.

Nel corso dei settant’anni di vita francescana e sessantatrè di sacerdozio è stato «… sempre esempio di dedizione schiettamente francescana» per diverse generazioni di frati e tantissimi fedeli.

Ammalatosi gravemente, è stato ricoverato alla «… Infermeria Provinciale “La Palma”» a Napoli.

All’età di ottantacinque anni e sei mesi, durante la degenza in ospedale, fra Federico Spiezia ha reso l’anima a Dio, il 22 agosto 1999.

Articolo correlato:

https://wp.me/p60RNT-3TH

L’articolo Figli di Portici famosi: fra Federico Spiezia proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Capua. Colecistectomia Laparoscopica, prevenzione delle complicanze: venerdì 8 corso di perfezionamento alla clinica Villa Fiorita.

Diretti dal professor Crescenzo Muto, trenta chirurghi provenienti da tutta Italia si ritroveranno

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caiazzo. Teatro ‘Jovinelli’: pienone per ‘l’Anfitrione’ al primo spettacolo della nuova stagione

La stagione 2019/2020 del Teatro Jovinelli di Caiazzo ha avuto ufficialmente inizio domenica 3 novembre.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caiazzo. ‘Anfitrione’ al teatro Jovinelli domenica 3 apre la nuova stagione teatrale

Primo appuntamento della stagione 2019/2020 domenica 3 novembre con “L’Anfitrione”.

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi