Category Archives: Cronaca

S.Nicola la Strada – Causa forte maltempo il Sindaco Vito Marotta ha deciso di chiudere le scuole per lunedì 18 novembre 2019

SAN NICOLA LA STRADA – Abbiamo appena ricevuto direttamente dal Sindaco di San Nicola la Strada, Vito MAROTTA, la notizia che, causa il forte maltempo di queste ultime ore, le scuole di ogni ordine e grado ricadenti sul territorio cittadino resteranno chiuse e, in assenza di di diversa comunicazione, le scuole riapriranno martedì.

La notizia è stata data annunciata direttamente dal primo cittadino con un post pubblicato sulla propria pagine facebook: “Lunedì 18 novembre 2019 chiuse le scuole pubbliche di ogni ordine e grado. In coordinamento con la provincia di Caserta, si è deciso di interrompere l’attivitá didattica per procedere alle opportune verifiche dei luoghi interni ed esterni di tutti i plessi cittadini.

In assenza di diversa comunicazione, l’attivitá didattica si svolgerà regolarmente nella giornata di martedì.

L’articolo S.Nicola la Strada – Causa forte maltempo il Sindaco Vito Marotta ha deciso di chiudere le scuole per lunedì 18 novembre 2019 proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Emergenza Castel Volturno: l’abbandono delle istituzioni denunciato dal maltempo

Castel Volturno in ginocchio a causa del maltempo che sta stringendo in una morsa tutta la provincia di Caserta.

Indubbiamente, il comune rivierasco, da molto tempo ormai abbandonato dalle istituzioni, e’ stato la vittima privilegiata della violenta perturbazione  atmosferica che si e’ abbattuta nel nostro territorio come una mannaia.

Gran parte del territorio cittadino di Castel Volturno e’ allagato : l’acqua piovana attraversa le strade c solcando le abitazioni private come un fiume straripato.

Una vera e propria emergenza aggravata dalla notizia del crollo di una parte delle mura del Castello sito in via Fiume. Il tutto a causa del maltempo; il tutto a causa di una politica statale e regionale che, nel corso dei decenni,  ha deliberatamente voluto trasformare Castel Volturno nel ghetto,economico e sociale, di tutta la provincia di Caserta.

Ricordiamo, soprattutto alla politica incolta, quella che tanto proclama di voler riqualificare il territorio,  che il castello di Castel Volturno era la principale struttura difensiva di Castel Volturno, situata sull’ultima ansa disegnata dal fiume Volturno prima di sfociare nel Mar Tirreno. Al nucleo originario, probabilmente dell’XI secolo, si sono aggiunte nei secoli numerose strutture, unite a rifacimenti spesso pesanti: attualmente, il castello si presenta con la veste assunta durante i restauri del Seicento e del Settecento.

Oggi il Castello di Castel Volturno e’ solo un rudere.

In piena emergenza anche  la situazione dei Regi Lagni. Il sindaco Luigi Petrella, nominato dalla Procura di Santa Maria Capua Vetere custode dell’impianto, e’ andato sul posto per verificare la situazione. “I tecnici della Sma – ha dichiarato il Primo Cittadino–  stanno facendo il possibile per tenere sotto controllo il livello delle acque, che e’ molto alto”.

Forti allagamenti sono segnalati anche nelle localita’ di Destra Volturno e Bagnara, dove le piogge o il mare grosso creano spesso  danni a cause di sistemi fognari inadeguati e di un’inarrestabile erosione della costa, con l’acqua che arriva facilmente ai primi piani delle case.

Distrutti lunghi tratti di spiaggia ,  molti stabilimenti balneari e private abitazioni.

Da tre giorni – conclude il Sindaco  Petrella – stiamo lavorando con le motopompe della protezione civile per ridurre i disagi alla popolazione, ma il maltempo non ci da’ tregua. Abbiamo pero’ pronti sette milioni di euro di fondi regionali per risistemare le fogne sia a Bagnara che a Destra Volturno”.

Danneggiata in più punti anche la passeggiata, il camminamento in sabbia che collega l’intero arenile da un capo all’altro.

 

 

L’articolo Emergenza Castel Volturno: l’abbandono delle istituzioni denunciato dal maltempo proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Mondragone. Furto sventato in una azienda edile

Mondragone.  Fermato nel suo intento criminoso un cittadino albanese R.L. di anni 18, in Italia senza fissa dimora.

Il giovane e’ stato arrestato dai  carabinieri della Stazione di Baia Domizia , a Mondragone , e precisamente lungo la SS. Domiziana km. 14 + 200, in località Levagnole, nel corso di un servizio di controllo del territorio.

I militari dell’Arma hanno intercettato due persone, con volto travisato, che stavano scavalcando il muro di recinzione di un laboratorio di manufatti in gesso del posto, riuscendo, nell’immediato, a bloccare R.L., mentre il suo complice è riuscito a scappare facendo perdere le proprie tracce.

I due avevano appena forzato la porta d’ingresso dell’attività commerciale impossessandosi di alcuni attrezzi da lavoro elettrici.

A seguito di perquisizione personale, l’arrestato, è stato trovato in possesso di una pistola ad aria compressa priva tappo rosso, e di attrezzi atti allo scasso.

Quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro.

La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita all’avente diritto.

R.L. è stato trattenuto presso le camere di sicurezza dell’Arma, a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

 

L’articolo Mondragone. Furto sventato in una azienda edile proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Pericoloso detenuto evade dal carcere: ricercato in provincia di Caserta

Un detenuto e’ evaso dal carcere di Frosinone e le ricerche sono state avviate anche  in  provincia di Caserta. 

L’uomo si chiama Rade Nikolic, 38enne, ed e’  nato in Serbia. Si tratta di un detenuto che ha sempre evidenziato pericolosita’ e non e’ nuovo a tentativi di fuga: per tali ragioni, nel carcere di Secondigliano, dove pure e’ stato recluso, gli vennero sospesi i permessi.

La fuga e’ avvenuta nel corso di un permesso nel corso di un permesso concesso per far visita a un familiare nel campo rom di Secondigliano. Il serbo avrebbe  agito in modo da eludere la sorveglianza.

Il pericoloso detenuto era scortato da sette uomini, quattro del carcere di Frosinone da cui era stato tradotto, e tre di supporto dal carcere di Secondigliano.

Dalle prime indiscrezioni parrebbe che nel campo rom sia stato inscenato un malore a un bimbo per consentire al detenuto di fuggire.

La vicenda sta alimentando numerose polemiche sulla opportunita’ di concedere o meno permessi ai detenuti . 

È ora di smetterla – dichiarano i sindacati–  con questo buonismo nella concessione di permessi dai quali scaturisce un elevato indice di evasione”.

L’articolo Pericoloso detenuto evade dal carcere: ricercato in provincia di Caserta proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Capua. Beccato dalle telecamere mentre “buttava” i rifiuti

CAPUA – Un uomo, qualche giorno fa, ha abbandonato i rifiuti lungo via Galatina. L’uomo, non sapendo di essere ripreso con non calanche getta i rifiuti nel tratto della rotatoria. L’uomo è stato successivamente multato per un importo di 500 euro. Il primo cittadino di Capua afferma: “Abbiamo installato telecamere su gran parte del territorio cittadino che ci permettono di monitorare l’operato cittadino sul conferimento dei rifiuti. La videosorveglianza e l’applicazione delle sanzioni sono stati affidate al Comando di Polizia Locale, il quale attraverso la centrale operativa preposta, sta già operando in tal senso applicando multe ai trasgressori (come quella postata) di importante rilevanza economica pari a 500 euro”.

L’articolo Capua. Beccato dalle telecamere mentre “buttava” i rifiuti proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Tentato furto a Capua

CAPUA – Ieri pomeriggio, intorno alle 18:30, è dei malviventi hanno tentato un furto. Il tutto è avvenuto in via Brezza, nei pressi dell’ex Ristorante Garden. La banda era formata da 3 uomini i quali, tutti con il passamontagna, hanno scavalcato il cancello dell’abitazione e si sono intrufolati al piano terra. Il furto è stato sventato per un soffio. Il proprietario, allertato dai cani, si è letteralmente precipitato all’esterno e ha colto in flagranza i tre uomini. La banda si è data alla fuga.
Secondo le testimonianze, i tre banditi si allontanavano nella traversa attigua nei pressi del sottopassaggio pedonale che sbuca in direzione della Scuola Elementare di via Fuori Porta Roma. Chiaro l’identikit fornito: alti, magri e presumibilmente di origine straniera, in quanto, mentre si davano alla fuga, parlavano tra di loro in una lingua non ben identificata. Il proprietario ha dato immediata comunicazione alle forze dell’ordine che stanno ancora cercando i malviventi.

L’articolo Tentato furto a Capua proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Sicurezza degli edifici scolastici:chiusura delle scuole anche ad Aversa e Teverola

CASERTA– anche il comune di Caserta ,guidato da Carlo Marino,dopo Santa Maria Capua Vetere ha deciso di firmare l’ordinanza di chiusura delle scuole per la giornata di lunedì 18 novembre. I tecnici dei comuni dovranno,attraverso controlli negli istituti, verificare se il maltempo ha causato dei danni. Intanto,Dino D’Andrea, sindaco di Teano,ha predisposto la chiusura solo per la scuola di San Leo, colpita da un fulmine. Per quanto riguarda l’agro aversano anche il sindaco di Aversa, Alfonso Golia, ha deciso di chiudere le scuole

Lunedì 18 novembre 2019 scuole, cimitero e parchi chiusi ad Aversa. Alla luce della forte perturbazione in atto e delle precipitazioni ben oltre la media stagionale, in coordinamento con la provincia di Caserta, si è deciso di interrompere l’attivitá didattica per procedere a verifiche strutturali nei plessi. A causa delle forti raffiche di vento, in via precauzionale, resteranno chiusi anche parchi e cimitero.In assenza di diversa comunicazione, l’attivitá didattica si svolgerà regolarmente nella giornata di martedì”

Chiusura delle scuole anche a Teverola

Considerate le avverse condizioni meteo che hanno provocato danni in alcune zone del territorio;
al fine di garantire la sicurezza pubblica, per la giornata di domani (18 Novembre 2019), con ordinanza sindacale (allegata alla presente), si dispone la chiusura delle scuole, parco pubblico e cimitero perprovvedere al ripristino delle condizioni di sicurezza.Vi terremo aggiornati per altre informazioni

Seguite gli aggiornamenti.

L’articolo Sicurezza degli edifici scolastici:chiusura delle scuole anche ad Aversa e Teverola proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Matera:alla Capitale della cultura né treni,né fondi

LA7,attraverso codice iban e su iniziativa di Enrico Mentana, ha promosso una raccolta fondi per la regione Veneto, in particolare per Venezia. La sponsorizzazione è partita dalla pagina Facebook del direttore, che ha dichiarato

Aiutare è un atto spontaneo, non un obbligo o una tassa. Se non sentite il desiderio di farlo, in favore di chi in zone meno note della laguna ha perso tutto, passate oltre, perché il post non vi riguarda. Evitate però i soliti commenti impastati di odio e di rancore. Non è il giorno, non è l’argomento

Il governatore Zaia non ha fatto attendere i suoi ringraziamenti

Grazie al direttore del Tg La7 News Enrico Mentana che anche in questa occasione sta al fianco dei veneti”

Solidarietà anche sui social, seguita però anche da tanta rabbia per il consueto squilibrio avutosi nella ripartizione dei fondi per le città colpite dalle avverse condizioni climatiche.A chi fa notare che a Matera non è stata attivata nessuna raccolta fondi, Mentana risponde

Qualcuno le ha impedito di fare donazioni per Matera? Lo denunci. O forse sta facendo la solita polemica sterile, per cui ogni azione è sempre sbagliata e parziale? Si attivi e faccia la sua donazione per Matera, senza ulteriori piagnistei

Al netto di Mentana, che rimane libero ovviamente di scegliere per chi destinare la propria raccolta fondi, sembra che la rabbia dei meridionali sia da attribuire al fatto che i fondi per il Veneto siano già stati stanziati, mentre per Matera non ancora. A ciò si aggiunge anche il rancore nei confronti del Presidente Zaia che, fino a non molto tempo fa, premeva per l’attuazione dell’autonomia differenziata, mentre in queste ore nessuno sta parlando dell’eventuale “secessione”. Anzi, omaggi sono rivolti alla stato centrale che, giustamente, ha sbloccato 20 milioni di euro per gli interventi più urgenti, destinando, come ha riportato il Premier Conte, che ha avviato la delibera in Cdm dello stato di emergenza per Venezia, 5.000 euro ai privati cittadini e 20.000 euro agli esercenti commercianti che hanno subìto un danno. Evidentemente, il tema dell’autonomia regionale ha solo un’evidente motivazione propagandistica da usare all’occorrenza.

Dal canto suo, Di Maio ha dichiarato che

“nonostante sia arrivato il momento di star a fianco ai veneti, non  è possibile far finta di non vedere che qualcuno ha delle colpe,opere come il Mose sono nate vecchie e infarcite di tangenti e corruzione, ma ora, benché non sia la migliore soluzione possibile, va terminata”. Al TG3, pochi minuti fa, ha poi sottolinearlo che bisogna tener presenti anche le esigenze di altre zone alluvionate, come Matera

Sul Mose, prima di Di Maio, è intervenuto anche l’ex sindaco di Venezia, Massimo Cacciari , che ha dichiarato all’Espresso:

Questa storia è politica, tecnica e amministrativa. Quella giudiziaria e penale ne deriva per certi aspetti logicamente; senza conoscere la prima, sulla seconda non si potrà che giocare al poliziotto e al magistrato o, peggio, ridurre il tutto alla famosa “questione morale”,che da quarant’anni si predica, senza che nullamuti. Due decisioni fatali, strettamente connesse, segnano il peccato d’origine della “grande opera” Mose. Decisioni tutte politiche e forse, prima ancora, culturali. Contro le quali il sottoscritto, con pochissimi altri, ha combattuto fin dal primo giorno, restando perfettamente inascoltato non appena la sede del confronto si “alzava” da quella amministrativo-locale a quella dei governi regionale e nazionale”.

 

Tornando a Matera ,nonostante il “fiume in piena” che ha portato basoli e tanti frammenti di edifici in tutta la città, ancora non sarebbe stato approntato un sistema di aiuti pubblici e privati. Ciò riapre una ferita mai rimarginata sul divario tra nord e sud esistente dai tempi dell’Unità d’Italia. Ed è per questo che il Movimento Neoborbonico ha lanciato attraverso due appelli l’invito di lanciare un codice IBAN da parte dei sindaci delle città del Sud, colpite dagli eventi climatici, con danni come quelli di Matera, e l’invito al governo di far godere almeno per una volta il Sud di una “par condicio” sui fondi, tenendo conto di quelli già spesi fino ad oggi per le città del nord.

Anche la pagina Sudexit ha lanciato un appello sui social:

“Se aspettiamo che lo stato italiano si accorga delle emergenze al Sud, passano altri 158 anni…se stiamo ad aspettare sottoscrizioni tramite banche italiane promosse da media italiani, pure peggio.Il Pacco Terrone è un piccolo e-commerce della Basilicata che vende prodotti del Sud, ecco la nostra idea: SVUOTARGLI IL MAGAZZINO. Ma danni ce ne sono stati anche a Licata, e nel Salento.In fondo al posto abbiamo messi i link, ordinati per regione, di aziende di e – commerce di Basilicata, Sicilia e Puglia. Se ce ne sono altre che non conosciamo, ce li segnalate e li aggiungiamo.”

L’articolo Matera:alla Capitale della cultura né treni,né fondi proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Maltempo. Scuole chiuse non solo a Caserta

Il sindaco di Caserta, Carlo Marino, a seguito degli eccezionali eventi atmosferici che hanno colpito il capoluogo e la provincia tutta, non escludendo possibili danni alle strutture scolastiche e per consentire la verifica di eventuali danni, ordina la chiusura per la giornata del 18 novembre 2019, delle scuole cittadine pubbliche e private di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido, per permettere a tutti i soggetti competenti (pubblici e privati) alla sicurezza degli edifici scolastici, le opportune verifiche dei luoghi interni ed esterni degli stessi edifici, al fine di assicurare la permanenza delle condizioni di sicurezza per l’esercizio dell’attività scolastica. Ordina alla amministrazione Provinciale di Caserta di disporre analoghe verifiche su tutti gli edifici scolastici di propria pertinenza. Ai dirigenti scolastici di assicurare l’apertura dei plessi scolastici per consentire l’accesso negli stessi a tutti i soggetti deputati e necessari per le suddette verifiche. Ai responsabili delle scuole ed istituti privati di provvedere ad effettuare le verifiche tecniche per valutare l’eventuale presenza di danni alle strutture.

Scuole chiuse a Santa Maria Capua Vetere

Scuole chiuse per domani anche nella città del Foro, dove il sindaco Antonio Mirra, in considerazione degli ultimi eventi meteorologici ed in particolare del vento e soprattutto della notevole quantità di pioggia caduta in città, ha ordinato la sospensione delle attività didattiche in tutti i plessi al fine di consentire rispettivamente, ai tecnici comunali per gli Istituti Comprensivi di competenza, alla Provincia per gli Istituti Superiori e ai proprietari degli istituti privati, le verifiche su eventuali danni e per i consequenziali interventi di manutenzione.

Nel resto della provincia di Caserta, a Sessa Aurunca rimarrà chiusa causa ingenti danni provocati da un fulmine la scuola San Leo. Il sindaco Sasso ha disposto la chiusura dell’istituto per la giornata di domani, lunedì 18 novembre. Anche a Teano, dove il sindaco D’Andrea ha ordinato la chiusura per domani.

L’articolo Maltempo. Scuole chiuse non solo a Caserta proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caserta. Piove al Buonarroti.

Caserta. Continua l’ allerta maltempo nel Capoluogo di Provincia .

Questa mattina le conseguenze si sono fatte sentire presso l’ Istituto Tecnico Michelangelo Buonarroti dove era in corso un torneo giovanile di Basket.

L’ evento, purtroppo, è stato interrotto a causa delle infiltrazioni d’ acqua nella palestra all’ interno della quale , praticamente , è iniziato a piovere. Per onore di cronaca è giusto ricordare che l’ edilizia scolastica del Buonarroti , come di tutti gli istituti secondari di II grado è di competenza dell’ amministrazione Provinciale di Caserta.

L’articolo Caserta. Piove al Buonarroti. proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi