Category Archives: Attualità

Carinaro: dura replica di “Carinaro nel cuore” al vice sindaco Moretti

Carinaro– Carinaro nel cuore replica al vice sindaco Moretti in merito alla questione inerente a Via Piave. Di seguito la dichiarazione. 

“Signor vicesindaco, caro Mr. Preferenze, ricordati che rappresenti tutto il paese!

In ordine alla risposta fornita all’interrogazione avente ad oggetto il ripristino del doppio senso di via Piave, potremmo esordire, parafrasandovi, che uno dei più grossi inconvenienti per il nostro comune è avere un’amministrazione come la vostra!! Voi che siete professionisti impegnati, appagati e soddisfatti (ma de che?!) e che vi confrontate tutti i giorni con il traffico delle grandi metropoli (Roma o Napoli) come potete paragonare dette situazioni a quella di Carinaro? Evidentemente se traffico c’è su via Piave è perché l’avete creato voi con le vostre scelte dettate da un “pactum sceleris”, ossia da un patto scellerato fondato sul voto di scambio con alcuni famigerati cittadini di via Mameli che, ormai, partecipano anche ai tavoli istituzionali tirando per la giacchetta sindaco ed assessori.
In realtà da un’amministrazione che in sei mesi è costata ai Carinaresi circa 40mila euro, ci aspettavamo migliore risposta. Se non dal punto di vista politico, quantomeno della sintassi! Ma veniamo al merito: sorvolando sul fatto che le nostre strade non sono state concepite per le automobili e rimandiamo ad altra occasione il dibattito sulle relative responsabilità (il sindaco da oltre 40 anni), vorremmo chiedere: “dal 2014 (anno d’istituzione del senso unico di via Piave) al settembre 2019 (mese in cui è stato ripristinato il doppio senso di marcia) quanti sono stati gli incidenti su via Mameli? E quanti sono stati gli incidenti registrati nell’intero territorio comunale? “
Non ci sembra, infatti, che le caratteristiche di via Mameli, per conformazione urbanistica, siano molto dissimili da quelle di via Piave o in generale dalle altre strade di Carinaro. E allora, ancora una volta chiediamo: “in base a quale assunto via Piave potrebbe sostenere il doppio senso di circolazione al fine di alleggerire il traffico su via Mameli? “
Quando, addirittura pochi giorni fa, si è verificato sulla stessa strada un grave incidente che solo il caso ha voluto che non avesse tragiche conseguenze.
Tutto ciò ci conferma, dunque, sempre di più la convinzione che non ci sia alcuna valutazione urbanistica ma solo ed unicamente una maggiore accondiscendenza alle lamentele dei cittadini di via Mameli. Infine, vorremmo conoscere con certezza i tempi per l’apertura al traffico di via Carmignola visto che dal locale ufficio PM viene raccontato ai cittadini di via Piave, per rabbonirli, che entro due mesi tale progetto sarà realizzato. Ringraziamo il vicesindaco Mario Moretti per la risposta, Mr. preferenza, ma da chi dichiara di agire per spirito di servizio e, soprattutto, rappresenta per consensi ricevuti circa il 10% dell’elettorato Carinarese ci saremmo aspettati una relazione più onnicomprensiva dei bisogni di tutta la cittadinanza e non tesa soltanto ad arroccarsi nella difesa di un provvedimento preso soltanto nell’interesse di pochi elettori”

Carinaro nel cuore.

 

Per sapere di sulla questione “Via Piave” leggi qui

Carinaro: strisce sì, strisce no. L’ironia di Annamaria Dell’Aprovitola

L’articolo Carinaro: dura replica di “Carinaro nel cuore” al vice sindaco Moretti proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Cinema, informazione e deontologia: la rinascita di Castel Volturno grazie al cinema

Cinema, informazione e deontologia: la rinascita di Castel Volturno grazie al cinema

Si è aperto, con un lungo applauso in ricordo di Carlo Croccolo, il secondo evento d’anteprima del Festival del Cinema di Castel Volturno, tenutosi sabato 9 novembre al centro di Aggregazione di Castel Volturno. L’evento, dal titolo “Cinema, informazione e deontologia”, si è svolto sotto forma di dibattito aperto tra gli ospiti e il pubblico; argomento centrale della discussione è stato il “riscatto” del territorio domitio favorito dalla scelta di registi di cinema e tv di usare questo luogo, troppo spesso citato per notizie negative di cronaca, come set per i propri lavori. Alla manifestazione, moderata dal giornalista Vincenzo Ammaliato, sono intervenuti: Ottavio Lucarelli, presidente dell’ordine dei giornalisti della Campania, il regista Edoardo De Angelis, il documentarista Marco Ciriello, l’attrice Daniela Cenciotti Croccolo, il location manager Raffaele Cortile e il giornalista Geo Nocchetti.

Il cinema – spiega Raffaele Cortile – ha creato un’inversione di tendenza: negli ultimi cinque anni il Castel Volturno è cambiata positivamente e non si può negare che questo è dovuto in parte anche al cinema che ha portato lavoro e professionalità sul territorio. E’ evidente –  prosegue il location manager- che qui sta nascendo una vera e propria industria cinematografica visto che negli ultimi anni numerosi registi di cinema e televisione deciso di girarvi film, fiction e documentari”.

“Questo territorio – spiega il regista De Angelis – si presta a fare cinema di impegno civile perché è un luogo non luogo  che può essere detonatore di storie di uomini e donne che potrebbero vivere ovunque; inoltre – prosegue il regista casertano – questa terra si presta a raccontare qualsiasi storia perché contiene tutti gli elementi della natura che la rendono una location unica nel suo genere”

Dopo questo evento d’anteprima, da lunedì 11 novembre, avrà ufficialmente inizio la rassegna cinematografica di questa seconda edizione del Festival del Cinema di Castel Volturno.

Il  programma dell’11 prevede alle ore 18:00 la proiezione del film “The Uncle” di Hyoung -jin Kim(Repubblica di Corea)e, alle ore 20:30 quella del film “So sempre chille” di Romano Montesarchio a cui seguirà un dibattito che vedrà ospite il cantate Franco Ricciardi.

Le proiezioni saranno ad ingresso libero e si terranno presso la sala Consiliare del Comune di Castel Volturno. Per il programma completo del festival è possibile consultare sito internet www.festivaldelcinemadicastelvolturno.it

L’articolo Cinema, informazione e deontologia: la rinascita di Castel Volturno grazie al cinema proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Castel Volturno: In città Maurizio Landini per ricordare Jerry Maslo

Castel Volturno – Sono ormai passati 30 Anni dalla morte di Jerry Essan Maslo, il rifugiato sud africano che si battè per i diritti dei migranti. In sua memoria la Flai Cgil ha organizzato, per il prossimo 15 novembre, una serie di iniziative che vedranno come protagoniste le città di Caserta, Villa Literno, Castel Volturno e Mondragone.

Maslo giunse in Italia il 25 agosto 1989 per cercare lavoro e individuo proprio la Provincia di Caserta, più precisamente Villa Literno dove divenne uno dei tanti braccianti. Il giovane però pago a caro prezzo questo suo impegno perchè fu ucciso proprio mentre lavorava.

La serie di iniziative prenderà il via al Teatro comunale di Caserta alle 9 con il convegno sul tema “Contrasto allo sfruttamento lavorativo e prospettive d’inclusione dei migranti: la sinergia tra sindacato e comunità di fede” con l’apertura dei lavori affidata a Matteo Coppola, segretario generale CGIL Caserta e l’introduzione di Igor Prata, segretario generale FLAI CGIL Caserta ed i saluti di Carlo Marino, sindaco di Caserta. Interverranno Giovanni Mininni, segretario generale FLAI CGIL Nazionale e i professori Aldo Amirante Michele Lanna dell’Università degli Studi “Luigi Vanvitelli” di Caserta. Le conclusioni saranno affidate a Maurizio Landini, segretario generale CGIL.

Vogliamo ricordare con una intensa giornata di incontri e iniziative i trent’anni dalla morte di Jerry Masslo, lo facciamo – questo le parole del segretario generale FLAI CGIL Nazionale, Giovanni Mininni – per lasciare memoria di chi fosse quel giovane che era venuto in Italia per cercare un futuro migliore, mentre trovò la morte, una morte che in quel momento parve scuotere le coscienze, risvegliarle ad una nuova umanità e solidarietà. Oggi ci sembra che tante coscienze siano tornate sopite in facili slogan, in paure, intolleranza e razzismo, il tutto indirizzato verso persone che sono qui per lavorare e spesso trovano una occupazione che si trasforma in sfruttamento, ricatto, salari e orari di lavoro fuori da ogni regola. Dedicare una giornata a Jerry Masslo – conclude– per noi significa, ancora una volta, affrontare questi temi, far conoscere quello che accade in un mercato del lavoro agricolo che non risponde alle regole; ma significa anche intervenire con istituzioni, politica, società civile affinché le regole e le norme esistenti siano applicate fino in fondo nel nome del diritto e della giustizia”.

Nel trentennale della morte di Jerry Essan Masslo – afferma invece Matteo Coppola, segretario generale CGIL Caserta – va rilanciata l’idea di una provincia che sia “Terra di Lavoro ” e “Terra di accoglienza”, contrastando l’idea di una società costruita sul rancore, sull’odio e sulla paura. È necessario rivendicare un sistema di integrazione e di inclusione che sia proprio dell’accoglienza e cancellare i decreti della “disumanità” di Salvini. Nel ricordo di Jerry Masslo, oggi come trenta anni fa, – conclude – è necessario mantenere alta l’attenzione sui temi dell’immigrazione, della legalità, del caporalato, del razzismo e dello sfruttamento”.

 

L’articolo Castel Volturno: In città Maurizio Landini per ricordare Jerry Maslo proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Maddaloni. Grande successo per l’iniziativa Io sono plastic free

Ieri in tante piazze della provincia di Caserta si sono svolti una serie di eventi, che hanno coinvolto adulti e bambini, mirati a sensibilizzare sull’utilizzo di materiali eco-compatibili per evitare la plastica monouso. Anche il Movimento 5 Stelle Maddaloni ha aderito al tour #IoSonoPlasticFree con successo, regalando, grazie ai Parlamentari del Movimento, una borraccia di alluminio a tutti i bambini, in cambio di una bottiglietta di plastica vuota e spiegando il motivo dell’iniziativa.
Oltre alla sensibilizzazione dei cittadini, il Movimento 5 Stelle, in data 24 ottobre 2019, ha depositato la Mozione “Plastic Free Challege” con lo scopo di ridurre l’uso della plastica dalle sedi istituzionali.
La Mozione segue l’iniziativa del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che ha lanciato la campagna di sensibilizzazione “Plastic Free” che aveva come primo obiettivo quello di liberare dalla plastica il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, a partire dagli articoli monouso. Ha poi esteso l’appello ad altri Ministeri e a tutte le istituzioni, compreso i Comuni.
Anche l’Europa sta dando forti segnali: l’Ufficio di Presidenza della Commissione Europea, ad esempio, ha vietato, a partire dalla prossima legislatura, l’utilizzo di bottiglie di plastica monouso da tutti gli edifici dell’Europarlamento di Strasburgo e Bruxelles.
Il problema del riciclaggio e del riutilizzo della plastica è ormai uno dei principali temi ambientali di tutto il mondo.
Inoltre, la Mozione cammina di pari passo con l’Ordinanza (dimenticata) n 18 del 15/02/2019 emanata dal Sindaco De Filippo con il seguente oggetto: Ordinanza e disposizione per gli esercenti le attività commerciali e non, insistenti sul territorio comunale, per la minimizzazione dei rifiuti, l’incremento della raccolta differenziata e la riduzione dell’impatto ambientale.
Divieto di commercializzazione degli shopper (sacchetti asporto merci) in polietilene.
Divieto esplicito di uso di contenitori e delle stoviglie monouso non biodegradabili, non solo in occasione di feste pubbliche e sagre.
Il messaggio lanciato dal Ministro è quello che “ognuno di noi deve dare qualcosa a questo paese” e le istituzioni devono dare il buon esempio, coinvolgendo, oltre gli uffici comunali, anche le Scuole e le aziende/cooperative che lavorano per il Comune, introducendo sistemi premianti e/o agevolazioni nelle tariffe comunali.

L’articolo Maddaloni. Grande successo per l’iniziativa Io sono plastic free proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

S.Nicola la Strada: piano anti allagamenti: ecco gli interventi in programma

SAN NICOLA LA STRADA – Le abbondanti piogge di questi giorni, maltempo che non darà tregua fino ai prossimi giorni della settimana, stanno causando problemi alla rete fognaria con conseguente allagamento di diverse strade, vedi, ad esempio una parte della Rotonda Ovest, di Via De Gasperi e della parte iniziale di Via Appia che dal Viale Carlo III^ arriva alla Motorizzazione Civile, nonché la zona di Via Paul Harris con Via Appia. L’Ufficio di Gabinetto del Sindaco Vito Marotta ha inviato un comunicato stampa che ci apprestiamo a pubblicare, rimarcando che questi problemi erano già noti da dieci anni e che si poteva intervenire prima dell’arrivo delle piogge.

Ora si dirà che siamo disfattisti e che non siamo mai contenti. Resta il fatto, assolutamente incontrovertibile, che si poteva, anzi si DOVEVA INTERVENIRE PRIMA per evitare maggiori problemi alla cittadinanza ed incazzature varie. “Partiranno a breve i lavori per evitare gli allagamenti in alcune zone della Città quando si verificano temporali o piogge abbondanti. Su impulso dell’Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Vito Marotta, gli uffici preposti hanno lavorato per risolvere gli inconvenienti che si verificavano in presenza di temporali. Il primo inconveniente ad essere affrontato sarà quello relativo agli allagamenti che si verificano all’incrocio tra Via Appia, via Paul Harris e Via Le Taglie. Tutto l’iter è stato seguito dall’assessore ai lavori pubblici Antonio Megaro.

È in corso, infatti, una minuziosa verifica dei tracciati e posizionamento delle quote di rete stradale al fine di ottenere un quadro completo della situazione, con il rilievo plano altimetrico, il rilievo topografico ed il monitoraggio delle piogge e delle portate, propedeutiche all’intervento. A breve invece inizieranno i lavori per la sistemazione dell’impianto fognario in Via Appia, nel tratto compreso fra Via Cimitero e Via Monti. Anche in questa zona si verificavano spesso allagamenti a causa di caditoie non collocate nella zanella laterale che peraltro presentava lesioni in più punti compromettendo il normale deflusso delle acque.

I lavori consisteranno nel ripristino delle caditoie, con nuovi tubi di collegamento, griglie e chiusini e la completa pulizia della zona. Per due inconvenienti che saranno risolti a breve, per un terzo, la pulizia dell’impianto fognario del galoppatoio est, è stata espletata la gara per i rilievi e si partirà successivamente con i lavori. Infatti la condotta fognaria sita lungo la scarpata del Galoppatoio Est – che riceve acque da Via De Gasperi e Via Adone Zoli – quando ci sono temporali si allaga per l’intasamento di detriti e fango. Anche in questo caso i lavori consisteranno nella pulizia dell’impianto sito lungo il galoppatoio est e nel suo completo ripristino con espurgo e lavaggio”.

Come recita un proverbio partenopeo, tradotto nella lingua italiana: “Dopo che hanno rubato misero i cancelli”, cioè dopo gli allagamenti in numerose parti della Città sono corsi ai ripari.

L’articolo S.Nicola la Strada: piano anti allagamenti: ecco gli interventi in programma proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

S.Nicola la Strada – Il consigliere Tullio Vaccari chiede l’accesso agli atti del Salone Borbonico e del Teatro Plauto

SAN NICOLA LA STRADA – Con istanza protocollata l’11 novembre 2019, con numero di protocollo nr. 23289, ed indirizzata al Dirigente dell’Ufficio Tecnico e, per conoscenza al Segretario Generale del Comune di San Nicola la Strada, il Consigliere comunale “Indipendente”, ma negli ultimi tempi si è avvicinato al Gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle che ha per portavoce in Consiglio Comunale Federico DE MATTEIS, Tullio VACCARI, ai sensi dell’art. 43 comma 2 del Testo Unico degli EE.LL. nr. 267/2000, ha chiesto l’accesso agli riguardanti:
a) Le convenzioni degli immobili comunale “NON SPORTIVI” in prossimità del Salone borbonico;
b) La convenzione e lo stato attuale dei pagamenti relativi al Teatro “PLAUTO”.

Le due richieste di accesso agli atti sono molto importanti anche per verificare che tutto sia stato fatto in modo assolutamente trasparente, soprattutto per quanto riguarda la concessione del Teatro Plauto e per verifica che la FOYER stia pagando regolarmente quanto dovuto.

In proposito ricordiamo che il Teatro Plauto a San Nicola la Strada fu inaugurato, in pompa magna, dall’ex sindaco, Angelo Antonio Pascariello alla presenza di centinaia di sannicolesi. La gestione del plesso nel 2013 veniva, poi, affidata con una scrittura privata autenticata alla Foyer s.r.l. “Sarà il contenitore di tutte le istanze culturali dei cittadini sannicolesi”, annunciava, inaugurando la struttura, con soddisfazione Angelo Pascariello. Tuttavia il contenitore culturale è rimasto negli anni sostanzialmente vuoto. Successivamente, il 19 gennaio 2017 il Movimento 5 Stelle di San Nicola la Strada faceva pervenire all’amministrazione comunale una prima richiesta di chiarimento in merito, cui seguitavano risposte parziali o incomplete.

In essa contestavano come alla scrittura privata non abbia fatto poi seguito alcun contratto di servizio. L’interpellanza proseguiva, poi, sottolineando l’incompatibilità tra scrittura privata e linee di indirizzo dettate dal Consiglio Comunale il 29/05/2012 e da delibera di Giunta Comunale il 07/02/2013. Tale incompatibilità si manifestava in numerosi aspetti tra cui la mancata realizzazione d’una programmazione di manifestazioni teatrali, musicali e culturali per un minimo di 8 eventi l’anno. Dato il negato accesso agli atti, i pentastellati ipotizzarono, inoltre, il mancato pagamento del canone annuo di 15.000 euro da parte della Foyer al Comune.

Nei quattro anni di gestione Foyer, pare, inoltre, che al comune non siano pervenute le fatture attestanti il versamento al comune di 25.000 euro annui per servizio pubblicitario, come da contratto. Perplessità più o meno simili a quelle espresse nell’interpellanza dai Cinque Stelle furono già esposte nel 2015 dal Comitato Cittadino “San Nicola – Città Partecipata”. Questi, infatti, richiedeva all’amministrazione comunale la copia di documenti, rientranti nell’accordo stipulato tra il comune e la Foyer s.r.l.

Da anni il teatro è privo d’una qualsivoglia programmazione, ma di tanto in tanto il desolante silenzio a cui è stato destinato, è rotto da manifestazioni di cui la cittadinanza sannicolese non è informata.

L’articolo S.Nicola la Strada – Il consigliere Tullio Vaccari chiede l’accesso agli atti del Salone Borbonico e del Teatro Plauto proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caserta: Grandi disagi nel cappellone comunale

CASERTA – Ancora una volta ci troviamo a dover segnalare lo stato di incuria in cui versa il cimitero della nostra Città. In questo caso ci riferiamo a ciò che sta succedendo nel cappellone comunale, L’evento di cui vi parliamo, in seguito a diverse segnalazioni che ci sono pervenute, si può definire una vera e propria “pioggia” a cielo aperto che scende da alcune volte.

Ci auguriamo che chi dovere possa, nel più breve tempo possibile, ridare il giusto decoro ad un luogo che merita tutto il rispetto e l’attenzione delle autorità competenti e dei cittadini che lo frequentano.

Sempre i cittadini ci riferiscono che “L’amministrazione comunale prende 15 euro a loculo per la manutenzione ordinaria”. “È un furto – dice una signora che  usufruisce del servizio – io Pago 15 euro a loculo x 5 loculi (che al momento sono vuoti), e gli uffici preposti con una battuta spiritosa rispondono: è il condominio signora,ci sono spese di pulizia e manutenzione. È veramente vergognoso”.

 

           

L’articolo Caserta: Grandi disagi nel cappellone comunale proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Juvecaserta. Nevola: “Deluso da sponsor e tessuto imprenditoriale casertano”

Juvecaserta. Nevola: "Deluso da sponsor e tessuto imprenditoriali casertano"

Lettera aperta di Antonello Nevola, amministratore unico Juvecaserta: Voglio fare innanzitutto una premessa, che non è un alibi, ma una ricostruzione della realtà: abbiamo allestito un roster per la serie B che, con l’ammissione in Legadue, abbiamo dovuto modificare in una fase avanzata del mercato senza lesinare investimenti, grazie al supporto dei pochi imprenditori da tempo vicini al nostro sodalizio.

Oggi siamo sicuramente al di sotto dei risultati che ci aspettavamo, anche per Il budget investito. Ma ribadisco la fiducia della società sullo staff tecnico e sulla squadra allestita. Sono consapevole che i nostri sostenitori possano essere delusi per il nostro inizio di campionato, ma questa squadra e questa società vanno sostenuti, ancor più in questo momento di difficoltà.

Ritengo doveroso sottolineare che, nonostante gli sforzi fatti dal punto di vista economico e di impegno per arrivare dopo un anno e mezzo dall’acquisizione della società di Venafro in Legadue, le presenze al palasport e la vicinanza degli sponsor e del tessuto imprenditoriale casertano non è stata quella che ci aspettavamo, tenuto conto che ad oggi non abbiamo un main sponsor e le presenze al palasport non sono consone alla tradizione cestistica casertana.

Su queste premesse, ribadisco l’Invito a tutti di dimostrare, soprattutto in questo momento di difficoltà, la vicinanza ad una realtà sportiva importante e che ha scritto nel passato pagine indelebili nella pallacanestro italiana. Voglio anche ricordare e sollecitare le forze economiche di questa provincia a sostenere questo progetto sportivo, perché per costruire c’è necessità di investimenti e non bisogna consentire che la storia cestistica casertana finisca, ma invece cogliere l’occasione che la partecipazione ad un campionato di Legadue ci ha dato per continuare questa storia e per costruire, casomai, un futuro ricco di nuovi successi. Forza Juvecaserta

L’articolo Juvecaserta. Nevola: “Deluso da sponsor e tessuto imprenditoriale casertano” proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Alvignano. Alvignano Corre che bella la V edizione: si impongono Lamghali e Di Blasio

 

Alvignano CE 10Nov.19

L’’ EVENTO: A supportare la kermesse sport, preparata dall’Associazione Sportiva “Alvignano Running” del presidente D’Argenzio Luigi per la buona riuscita hanno partecipato varie Associazioni del territorio, Forze dell’Ordine e un tiepido sole per “scongiurare la prevista pioggia”. L’appuntamento, si è svolto con Egida A.S.I., hanno rappresentato l’Ente di Promozione Sportiva il presidente del C.R. Nicola Scarinci e Sandro Giorgi della Lega Atletica. La manifestazione fatta per un “Podismo Insieme” si è svolta con il patrocinio del Comune di Alvignano e della L.I.L.T. (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori) rappresentata dalla Dott.ssa Angela Maffeo. Gradita dai partecipanti  l’avvertita cordialità e la presenza del Sindaco “Angelo Francesco Marcucci”.

LA GARA: Con partenza e arrivo in Piazza Notarpaoli, la colorate canotte hanno corso il percorso di gara (unico giro) per le vie del centro abitato e nelle adiacenti campagne degne di nota, alla fine i dieci chilometri si sono presentati “ondulati” la distanza, è stata raggiunta con il tempo finale di 34’29”, protagonista della gara Mohamed Lamghali “Podistica Sammaritana”. Con 13” di distacco Raffaele Mozzillo “Atletica Marcianise” conquista il secondo posto, mentre al terzo si legge Francesco Feola “Tifata Runners Caserta” 35’01” il suo tempo. La prima donna ad arrivare al traguardo in 51° posizione è stata Annamaria Di Blasio “Road Runners Maddaloni” 41’22” il suo tempo finale. Ela Stabile “NapoliRun” è seconda con 09” di distacco, completa il podio femminile Orawin Iwona Agnieszka “Amici Keniani” in 35’01” La classifica riservata ai settanta Team presenti, vede al primo posto la “Road Runners Maddaloni” con a capo Michele Campolattano La manifestazione di tradizione si è conclusa con la tradizionale medaglia, una magica festa e con i sorrisi di tutti i presenti. Ha presentato l’evento Anna Nargiso. Classifica e tempi sono stati curati da Cronometro Gara.

 

L’articolo Alvignano. Alvignano Corre che bella la V edizione: si impongono Lamghali e Di Blasio proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caserta. Cambiamo!: Marzo alla Regione e Zinzi Sindaco di Caserta per sconfiggere il centro sinistra

La citta’ di Caserta e’ entrata, ormai, a pieno ritmo nella campagna elettorale per le Regionali 2020 dal cui esito dipenderanno alleanze e coalizioni politiche in vista del  rinnovo del Consiglio Comunale previsto per il 2021.

Una situazione nella quale, nonostante non siano stati ancora ufficializzati i candidati Presidenti a Palazzo Santa Lucia, i vari schieramenti, di destra e di sinistra, stanno affilando le armi per collocare un rappresentante cittadino nel governo regionale. Circolano gia’ i vari nomi dei probabili candidati cittadini al Consiglio Regionale: molti sono gli esponenti locali dei vari partiti intenzionati a traghettare Caserta nella politica regionale.

In questi giorni, tuttavia, noi abbiamo avuto modo di soffermarci su di una situazione che, se andasse a buon fine , potrebbe cambiare la politica casertana, sia a livello regionale che cittadino.

Protagonisti del nostro focus il Consigliere Comunale Massimiliano Marzo e il Consigliere Regionale Gianpiero Zinzi.

Ma procediamo con ordine.

Massimiliano Marzo e’ stato il Consigliere Comunale di Caserta  piu’ eletto alle amministrative del 2016, nelle file di Forza Italia: con ben oltre 800 preferenze, Marzo siede nei banchi dell’opposizione non avendo mai nascosto l’intenzione di candidarsi alla carica di Consigliere Regionale alla luce dei consensi elettorali sempre ottenuti.

Nel corso della consiliatura Marino ,Massimiliano Marzo, libero da ogni vincolo con FI, ha aderito al gruppo consiliare ” Caserta nel Cuore”, composto da Nicola Garofalo, Alessio Dello Stritto ed Emilianna Credentino, e che ha come referente politico il Consigliere Regionale Gianpiero Zinzi.

Anche Gianpiero Zinzi, nel 2018, ha lasciato Forza Italia, partito con il quale era stato eletto alla Regione Campania nel 2015, e, dopo essersi reso indipendente, ha aderito a” CAMBIAMO!“, movimento politico che a livello nazionale  fa riferimento al governatore della Liguria, Giovanni Toti.

A seguire Zinzi nel nuovo partito, fra gli altri, anche il gruppo consiliare ” Caserta nel Cuore”, e, dunque, anche Massimiliano Marzo.

Il legame tra Gianpiero Zinzi e Massimiliano Marzo potrebbe diventare una vera e propria alleanza alle prossime elezioni, sia quelle regionali che comunali, in grado di ribaltare gli attuali assetti politici.

Sono in tanti a pensare,infatti, che Gianpiero Zinzi sia molto interessato alla candidatura a Sindaco di Caserta per il 2021. Del resto, il summit  che egli ha tenuto sabato scorso presso l’hotel Royal di Caserta, nel quale ha  incontrato amministratori e quadri per dare avvio sui territori alla fase di organizzazione di CAMBIAMO!, induce a ritenere che questi rumors siano molto fondati.

E se cosi’ fosse Massimiliano Marzo, forte della sua solida posizione elettorale, potrebbe essere proprio il candidato di CAMBIAMO! alle elezioni regionali del 2020.

La consistenza elettorale di Massimiliano Marzo lo pone come il naturale erede di Gianpiero Zinzi alla carica di Consigliere Regionale in una staffetta politica  che , se si rivelasse vincente, porterebbe Marzo, una volta eletto a Palazzo Santa Lucia, a  sostenere Zinzi nella sua candidatura a Sindaco di Caserta.

Da noi contattato, il Consigliere Massimiliano Marzo ha dichiarato di avere tra i suoi  obiettivi la  candidatura al Consiglio Regionale della Campania e , soprattutto, in un‘area moderata che  da  tempo non ha  spazi di rappresentanza adeguati.

Del resto anche Gianpiero Zinzi, al summit  che si e’ tenuto sabato sera, presso l’hotel Royal di Caserta, ha parlato di “Cambiamo ” come di un area moderata sottolineando che a Caserta la classe dirigente e’ pronta al rilancio del centrodestra.

Che proprio questo sia l‘humus  dell’alleanza Zinzi -Marzo finalizzata ad espugnare  Palazzo Santa Lucia e Palazzo Castropignano?

Non ci resta che attendere i prossimi sviluppi su questa vicenda.

Per il momento, pero’,  possiamo solo concludere nel modo che spesso spiega l’incomprensibile , ovvero ” vox populi, vox dei”.

 

 

 

 

 

 

 

 

L’articolo Caserta. Cambiamo!: Marzo alla Regione e Zinzi Sindaco di Caserta per sconfiggere il centro sinistra proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi