Category Archives: Attualità

Maddaloni. Tenneriello chiede la riduzione dei tributi comunali per incentivare nuove attività

Il consigliere comunale di opposizione Angelo Tenneriello ha presentato oggi una mozione volta ad incentivare il commercio in città che, attualmente, versa in una situazione drammatica. Le attività continuano a chiudere; il centro storico e le strade adiacenti sono completamente desolate. Poche sono le attività commerciali che sopravvivono faticosamente e spesso con bilanci negativi. Molte di queste paventano una prossima chiusura. Uno scenario apocalittico che renderebbe Maddaloni ancor più abbandonata soprattutto nelle ore serali in cui la vivacità e le luci dei negozi sarebbero un segnale di lenta ma positiva rifrequentazione delle strade della città.

A tal fine Tenneriello propone la mozione che alleghiamo all’articolo. Nella mozione si richiede un alleggerimento dei tributi locali, proprio in virtù di un incentivo per tenere aperte le poche attività che resistono e provare a favorire chi volesse intraprendere un’apertura di esercizio commerciale nella città calatina.

 

Mozione Tributi

L’articolo Maddaloni. Tenneriello chiede la riduzione dei tributi comunali per incentivare nuove attività proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Volalto. Domani sul taraflex del Palavignola ospite il Novara terza in classifica

volalto novara volley A1

Domani, martedì 12 novembre 2019, sul taraflex del Palavignola la Volalto dovrà vedersela con la terza in classifica Igor Gorgonzola Novara. Archiviata la trasferta di Busto Arsizio, dove, nonostante il 3-1 per la Uyba, si sono visti alti e bassi della squadra e cambi del coach Cuccarini, domani i riflettori sono tutti puntati sulla gara casalinga, alle 20.30, al PalaVignola di Caserta.

La squadra è consapevole del fatto che, domani sera, dovrà vedersela con le campionesse d’Europa, in un match che si preannuncia avvincente. La mattinata di domani sarà dedicata alla seduta di rifinitura, dopo di che, avendo già studiato tecnicamente e tatticamente le avversarie, coach Cuccarini deciderà quale sarà il sestetto migliore che dovrà essere schierato. Appuntamento da non perdere, dunque, domani sera al PalaVignola di Caserta alle 20.30.

L’articolo Volalto. Domani sul taraflex del Palavignola ospite il Novara terza in classifica proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caserta e le buche di via S. Antonio

Caserta. Stanno arrivando alla nostra redazione segnalazioni riguardanti le condizioni pietose in cui versa il manto stradale di Via S.Antonio nei pressi di San Benedetto.

La strada, piu’ volte rappezzata, ha bisogno di essere rifatta. Bastano poche gocce d’ acqua infatti e torna ad essere praticamente impercorribile.

Secondo le segnalazioni arrivate alla nostra redazione, sembra che ieri si sono recati sul posto gli agenti della Polizia Municipale che hanno provveduto a transennare la zona.

Provvedimento quest’ ultimo che si e’ reso necessario perche’ alcuni automobilisti ieri, sono finiti con le proprie auto nelle buche coperte dall’ acqua piovana.

L’articolo Caserta e le buche di via S. Antonio proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

LA VILLA COMUNALE”BADEN POWEL” CHIUSA DA ALCUNI MESI INSIEME ALL’OSPEDALE CIVILE” F. PALASCIANO” DI CHI LE RESPONSABILITA?”

Capua- L’amministrazione comunale di centro sinistra, guidata dal sindaco Branco non si prende cura delle aree a verde sull’intero territorio, e su tutto fa scalpore la Villa Baden Powel ove potrebbero giocare grandi e piccini, visto che vi sono altalene, giostrine e tant’altro, lasciato all’incuria. Ma perchè la vecchia amministrazione decise di chiudere questo polmone di verde nei pressi dell’ex ospedale civile, anch’esso chiuso per la mancanza di impegno delle forze politiche locali e di qualche consigliere regionale sessano che nel 2015 prese tante preferenze ed ora si è già dimenticato dei suoi elettori, ex socialisti e ex Pdioti, che sicuramente nel 2020 manderanno in panchina questo pseudo politico che ha fatta tanta strada grazie al grande salto che fece, dal PSI al PD. Un autorevole compagno di San Felice a Cancello che abbiamo incontrato qualche settimana fa, nella sala giunta del comune di Caserta, in occasione della presentazione del Direttorio del PSI. Su Gennarino ci ha detto testualmente:” La mucca non mangia più perchè è finita l’erbetta”. Terra di Lavoro saprà decidere da chi farsi rappresentare sia nel centro destra che nel centro sinistra. Tacco di Ghino

L’articolo LA VILLA COMUNALE”BADEN POWEL” CHIUSA DA ALCUNI MESI INSIEME ALL’OSPEDALE CIVILE” F. PALASCIANO” DI CHI LE RESPONSABILITA?” proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Ferdinando, poliziotto di San Nicola La Strada si toglie la vita

Si chiamava Ferdinando Cecere era figlio di un ex Assessore, il Poliziotto di San Nicola La Strada che si e’ tolto la vita.

Ferdinando stava frequentando un corso per Commissario a Roma ma ha deciso di farla finita.

La notizia ha sconvolto tutti i suoi colleghi e familiari, Ferdinando aveva solo 43 anni, i motivi che l’ hanno spinto a compiere l’ estremo gesto sono ancora sconosciuti.

L’articolo Ferdinando, poliziotto di San Nicola La Strada si toglie la vita proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

DATECI LE MERCI PRENDETEVI I MIGRANTI…

Le Due Sicilie noi ….

DATECI LE MERCI PRENDETEVI I MIGRANTI…

Dopo le ultime sublimazioni, alterazioni dello stato di colonia interna, usati come bancomat a tempo pieno del potere accentrato in mano ad una fascia di ricchi che fanno il bello e cattivo tempo dei nostri territorio, gente, concentrati per la maggiore in un ruolo di prime donne,  situato  dalle parti del norde italico. ( precisamente Torino-Milano-Genova ) In versione standard impresso nella menti offuscate e disorientate dei nostri paesani,  lungi e confezionati volutamente, e allo stesso tempo raggirati come me, di uno squarcio di storia (160 anni) inventata e scritta con sapienza maestria, con appoggio della penna di illustri scrittori storici, e con il salario versato da chi detiene il potere di decidere, il meglio/peggio per noi.

Così che oggi assistiamo al notevole deflusso delle loro panzate, che per lo più possono far sorridere anche i più loquace degli scrittori, presieduti ed ispirati da quale arie non si sa, di smania di alto sbigottimento, il loro subdolo odore acre, che essi stessi emanano??

Riannodiamo i fili del cosiddetto affare  ”migranti”??

Ma si sono dimenticati “ la via della seta “??

Ma ci sarebbe da discutere del ponte Morandi???

Oppure quello da rifare in Sicilia che ha diviso la due città ???

Queste loro assurde castronerie non fanno altro che offendere la nostra intelligenza, solo per comodo ed opportunismo che fa leva nella loro testa deviata, con segnali di fumo che scendono dalle loro sterili Alpi,

“Allora come funziona in Sicilia possono ospitare i profughi, perché ci sono le infrastrutture per quel genere di ospitalità, o affare??”

Ma per le merci che vengono dall’estremo Oriente, per questo tipo di business non ci sono infrastrutture, tanto che hanno pensato bene di lasciare il piatto ricco, cioè i migranti alla Sicilia e al Sud, mentre per le merci provenienti dai paesi del Asia si sono cuccati con destinazione Genova e Trieste…

Mentre il Sud colonia interna usato come bancomat a tempo pieno, aggrappato solo all’esportazione, e con il mercato interno che interamente nella loro mani, ricordiamo qualche numero:

La disoccupazione al 10 % quella reale.

Incipit della crescita da 0,6 al 1,5  % ( si spera, se i nostri Dei nell’Olimpo ci diano le diritte per crescere ) nei relativi anni 20 – 21 – 22.

Gli investimenti sono fermi.

I giovani che lasciano la propria terra scappano dalla miseria più bieca.

In questo scenario e il balletto dei numeri ha una sua perifrasi,  vorrei proporre una sola cosa agli italianos,

DATECI LE MERCI PRENDETEVI I MIGRANTI…

 

 

L’articolo DATECI LE MERCI PRENDETEVI I MIGRANTI… proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caserta – Termina martedì il progetto congiunto Comune-Reggia finanziato dal Mibact

CASERTA – Con l’ultima coppia di eventi in programma martedì 12 novembre 2019 al Museo Michelangelo di Caserta terminerà il progetto congiunto (Comune di Caserta – Reggia di Caserta) finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la valorizzazione.

Afferma Tiziana Petrillo, assessore del Comune di Caserta con deleghe al sito UNESCO e al Sistema Museale “Terra di Lavoro”: <>.

Martedì 12 novembre mattina si terrà la visita laboratoriale gratuita al Museo Michelangelo (riservata alle scolaresche che hanno prenotato) “Giocando con l’acquedotto Carolino”: saranno esplorati (alcuni) strumenti, principi scientifici e tecnologici delle collezioni del museo legate alla grande opera vanvitelliana.

Sempre al Museo “Michelangelo” (Caserta, ITS “Buonarroti”), d alle 17 alle 19 ci saranno la conferenza stampa e l’approfondimento tematico “ Divertirsi col patrimonio: riflessione a più voci sulle azioni ludiche nei musei locali”.

Dopo i saluti del Direttore del Museo Michelangelo Vittoria De Lucia (Dirigente Scolastico del Buonarroti interverrà Ida Gennarelli (Polo Museale della Campania – MiBACT) per raccontare l’esperienza (la prima in Italia in un museo statale) della “Ludoteca nel Museo dell’Antica Capua” di Santa Maria Capua Vetere. A dimostrazione che anche le scuole casertane interagiscono in modo creativo per innovare i servizi accessori nei musei Roberto Papa (dirigente scolastico ISISS Mattei Caserta) racconterà l’esperienza del gioco Il Codice Leuciano svelato realizzato per il Belvedere di San Leucio a luglio scorso. Uno sguardo allargato alle altre aree interne della Campania (Museo del Sannio di Benevento e Museo Irpino di Avellino) sarà offerto nella relazione I musei e l’educazione al patrimonio: l’esperienza di Mediateur di Marianella Pucci, Edvige Bruno, Stefania Picariello (presidente e socie di Mediateur). A dimostrazione che anche l’impresa creativa può dare un significativo contributo al settore Alessia Guardascione (AmáteLAB)
presenterà in anteprima assoluta il progetto Caserta in gioco: un progetto sulla città. Pietro Di Lorenzo (Museo Michelangelo) illustrerà le azioni ludiche messe in atto dal Museo Michelangelo e in particolare il gioco Escape Museum: giocare con la scienza, che si terrà a partire sempre martedì 12 dalle ore 20:15 (iscrizione gratuita obbligatoria entro LUN 11/11 ore 20 su museomichelangelo@yahoo.com).

Agli interventi programmati si aggiungeranno tre brevi testimonianze: Valorizzazione ludica di borghi antichi e musei locali (L. Di Giugno, Ass. Cult. Tempo di Festa), Divertire e incuriosire i più piccoli al Planetario (C. Bassarello, Planetario di Caserta), Urban Games come strumento per valorizzare e rinarrare la città (S. Malorni).

Chiuderà i lavori la relazione Caserta per i giovani e non solo: bilancio delle azioni (Tiziana Petrillo Assessora alla Cultura Comune di Caserta) che offrirà un resoconto analitico del progetto di valorizzazione UNESCO e di quanto sviluppato dal Sistema Museale Terra di Lavoro in questi mesi. E, dopo tanto “cibo per la mente”, prima del gioco escape room al museo potremo finalmente gustare cibo per il palato stando A tavola col re Lazzarone grazie al buffet di cibi storici organizzato da “Gli scacchi”.

L’articolo Caserta – Termina martedì il progetto congiunto Comune-Reggia finanziato dal Mibact proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Al via i preparativi della XXI edizione del mercatino di Natale a San Potito Sannitico (BN)

BENEVENTO – Si è messa in moto la macchina organizzativa in vista della XXI edizione del ‘Mercatino di Natale’ a San Potito Sannitico. Anche quest’anno la Pro Loco, con il patrocinio dell’amministrazione comunale capitanata dal sindaco Francesco Imperadore, ha deciso di rinnovare uno degli appuntamenti tipici del periodo festivo del comprensorio.

Nei prossimi giorni sarà ufficializzato il programma completo della manifestazione che si svolgerà nel weekend tra sabato 30 novembre e domenica 1 dicembre. Si potrà gustare il famoso ‘turcinello’, dolce caratteristico preparato con l’antica ricetta locale.

La manifestazione prevederà la presenza di numerosi stand di artigiani del territorio che proporranno manufatti particolari con l’intenzione di valorizzare le tipicità del territorio.

Il mercatino si terrà nel centro storico del borgo ed in particolare in zona Formose. Per l’occasione sarà aperto anche il piano terra dello storico Palazzo Filangieri de Candida Gonzaga, edificio risalente al XVII secolo. Le eredi della nobile famiglia Sissi e Ivonne Filangieri hanno gentilmente concesso la location di famiglia. Un’occasione imperdibile per visitare uno dei posti più paeseggisticamente affascinanti della provincia di Terra di Lavoro.

L’articolo Al via i preparativi della XXI edizione del mercatino di Natale a San Potito Sannitico (BN) proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Arrestato spacciatore nella movida casertana

E’ stato arrestato nello scorso week end e fermato , il tutto avvenuto lungo la centrale via Vico di Caserta,  per spaccio di sostanza stupefacente D.R.C. cl. 1998, del luogo, sorpreso, davanti ad un locale frequentato da giovani, a cedere una stecca di hashish di gr. 0,1,  in cambio di 5 euro, ad un minore di anni 16 poi segnalato all’Ufficio Territoriale del Governo.

A seguito di perquisizione personale, veicolare e domiciliare al 21enne sono state sequestrate ulteriori 15 stecche di hashish del peso totale di gr. 15 circa, un bilancino di precisione e la somma contante complessiva di € 305,00, in banconote di piccolo taglio. 

L’articolo Arrestato spacciatore nella movida casertana proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

San Prisco – Don Giuseppe Cappabianca: 50 anni di permanenza alla parrocchia di S.S. Maria di Costantinopoli

SAN PRISCO – Don Peppino Cappabianca di Santa Maria Capua Vetere proviene da una famiglia di religiosi, con una sorella suora, e nel 1969 fu destinato dalla Curia di Capua a San Prisco dove il suo collega don Alberto Camusso di Giano Vetusto, scomparso qualche anno fa, era stato per circa 6 anni, a sostituire a don Pasquale Stellato, trasferito nella parrocchia di Caturano-Macerata Campania, anche lui scomparso molti anni fa.

Per la verità dobbiamo anche dire, senza fare distinzioni tra preti, che don Peppino è un sacerdote “VERO” perché in circa 50 anni ha ristrutturato la chiesa S.S. Maria di Costantinopoli, dotandola di campane elettroniche già negli anni 80 e poi costruendo quel centro giovanile, intitolato a San Giovanni Bosco, che tante chiese attigue ci invidiano. Lui si fa voler bene da tutti e da anni ha costituito un gruppo, sia quello dei catechisti con Giuseppe, Costantino, Concetta e la giovane pianista Ciavattone che da anni assiste don Peppino con la qualifica anche di collaboratrice.

La curia di Capua, dopo anni di intesa attività ecclesiastica, ha voluto premiare questo sacerdote, ultraottantenne, affidandogli un incarico di prestigio, quello di curatore dei beni della diocesi. Il cruccio di don Peppino è un altro e lo ha detto più volte ai suoi più stretti collaboratori: “Vorrei realizzare una chiesa più grande all’angolo di Via Gianfrotta e Via Funara”. Da indiscrezioni abbiamo appreso che i saggi sul terreno sono stati già effettuati e che un piccolo intoppo tecnico ha rallentato l’inizio dei lavori, ma l’amministrazione comunale e l’ufficio tecnico, pare stiano mettendo a punto questa modifica per far decollare questo progetto ambizioso.

Ultimamente la ciliegina sulla torta, la scelta del suo probabile successore, un giovane sacerdote di Santa Maria Capua Vetere, don Carlo Pascarella che lo sta aiutando da circa un anno. Don Carlo ha il suo stesso carattere e sta seminando bene tra i suoi parrocchiani quindi il raccolto sicuramente sarà abbondante con il trascorrere degli anni e don Giuseppe Cappabianca può volare in Cielo con la consapevolezza di essersi scelto il suo degno erede. Nelide.

L’articolo San Prisco – Don Giuseppe Cappabianca: 50 anni di permanenza alla parrocchia di S.S. Maria di Costantinopoli proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi