Category Archives: Attualità

Poliziotti recuperano cavallo abbandonato e se ne prendono cura

Nella mattinata di martedì 3 dicembre 2019, gli agenti del commissariato di Polizia di Chiaiano sono intervenuti in via Vecchia Napoli, dove un cittadino aveva segnalato la presenza di un cavallo vagante. Gli agenti hanno individuato il mammifero e sono riusciti a condurlo presso il commissariato dove lo hanno affidato a personale veterinario dell’ASL. Successivamente è stato individuato il proprietario del cavallo, un uomo di 27 anni, che è stato denunciato per omessa custodia e mal governo di animali.

L’articolo Poliziotti recuperano cavallo abbandonato e se ne prendono cura proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Opere pubbliche: persi circa 8 milioni di euro

Casoria. Maggioranza e opposizione non se ne accorgono. Le compagini politiche, che dovrebbero amministrare e controllare le attività del comune, collezionano l’ennesimo record negativo.

Dal sito della Città Metropolitana di Napoli infatti, si rileva che il comune di Casoria non è stato inserito nel piano strategico metropolitano che prevede il finanziamento dei progetti di interesse comune su scala metropolitana presentati dai comuni.

I progetti del comune di Casoria non sono stati inseriti in quanto presentati oltre il termine ultimo previsto per lo scorso 15 ottobre. In effetti, la delibera con la quale la Città Metropolitana ha approvato i progetti inseriti nel piano strategico è dell’11.11.2019, mentre il comune di Casoria ha approvato i progetti in giunta solo l‘8/11/2019.

Altresì, sempre dal sito della citta Metropolitana, si rileva che al bando di Città Metropolitana avente ad oggetto il finanziamento per “l’adeguamento e il miglioramento delle sale ospitanti spettacoli”, è valso iI contributo di 4 milioni di euro alla citta di Cardito per la realizzazione del teatro comunale, mentre il progetto presentato dal Comune di Casoria non si e’ neanche classificato tra quelli finanziati. Infatti, dalla determina n. 8695 del 27 novembre, si evince che sebbene il progetto del Comune di Casoria era ammissibile al finanziamento, non e stato inserito in graduatoria in quanto non ha raggiunto il punteggio minimo richiesto per l’inserimento nella graduatoria.

Insomma, di fronte alla possibilità di ottenere milioni di euro regalati dalla Città Metropolitana di Napoli non essere in grado nemmeno di formulare neppure la documentazione richiesta per finanziare progetti di interesse per la comunità è veramente paradossale. Eppure stavolta i fondi erano a portata di mano, riservati direttamente a ciascun comune. Ma a fronte di una incapacità gestionale, si affacciano anche diversi dubbi sugli affidamenti dei lavori che avverrebbero sempre ad alcune specifiche ditte direttamente o in sub-appalto. A finire nel mirino le ditte Castaldo e Ferrara.

 

L’articolo Opere pubbliche: persi circa 8 milioni di euro proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Dimissioni Maddalena Corvino , Centro Democratico sostiene l’ ex Assessore e rilancia : attenderemo la Giunta Marino al Varco

 Le annunciate Dimissioni dell’assessore Maddalena Corvino al Comune di Caserta certificano la sconfitta ed il fallimento della già tormentata gestione politico-amministrativa del sindaco Carlo Marino alla guida della città capoluogo alimentano il clima di sfiducia nei confronti di quella classe politica che con passione, competenza e sacrificio ha inteso ed  intende svolgere il proprio mandato come impegno sociale a favore della comunità.Pregiudicano i rapporti con il PD e la coalizione del centrosinistra alle soglie della imminente campagna elettorale per il rinnovo del parlamentino campano.  

 L’assessore Maddalena Corvino, alla quale va, fin da subito, riconosciuto il coraggio e la coerenza politica del suo gesto, in questi anni, ha operato senza mai risparmiarsi, rappresentando una bella pagina scritta da una donna, una madre, una professionista, che ha scelto di mettere la propria faccia a servizio della sua città, contribuendo negli ultimi tempi alla costituzione del Forum Giovani, della Commissione pari opportunità ed al Consiglio Comunale dei ragazzi.

Esprimiamo quindi la profonda delusione per non essere più rappresentati nell’amministrazione cittadina di Caserta, dopo che il Centro Democratico ha  fortemente contributo alla vittoria del Sindaco Carlo Marino e serie preoccupazioni per il governo della città sempre di più compromesso. 

Attendiamo la giunta Marino al varco sugli impegni che riguardano bilancio, tributi, servizi sociali, Pubblica istruzione, cultura, trasporti, rifiuti, non desistendo dall’idea che sia possibile costruire scelte diverse e innovative.

 Chiederemo a Maddalena Corvino, di spendere ancora un po’ del suo tempo e delle sue competenze, del lavoro di questi anni a servizio della comunità cittadina anche al di fuori delle mura del Palazzo.

L’articolo Dimissioni Maddalena Corvino , Centro Democratico sostiene l’ ex Assessore e rilancia : attenderemo la Giunta Marino al Varco proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Mafia e corruzione: l’associazione nazionale antiracket incontra il procuratore Francesco Greco

SAN MARCELLINO. Nella mattinata di martedì 3 dicembre, presso la Procura di Napoli Nord in Aversa, l’avvocato Francesco Di Girolamo, coordinatore provinciale dell’Associazione Nazionale antiracket “I cittadini contro le mafie e la corruzione”, ha incontrato il procuratore capo della Repubblica di Napoli Nord, Dott. Francesco Greco.

Durante l’audizione, sono stati affrontati diversi temi tra cui i reati nella pubblica amministrazione. Riguardo a questo argomento delicato, il procuratore ha chiesto all’associazione una nota specifica per costituirsi parte civile all’interno dei processi. Al centro il contrasto alla criminalità in tutte le sue forme, che può passare tramite il raccoglimento delle istanze.

Sono soddisfatto e onorato per l’esito dell’audizione col procuratore – afferma Di Girolamo -. La collaborazione con le pubbliche amministrazioni è alla base di un’azione concreta di opposizione alla criminalità. Riteniamo, pertanto, sia indispensabile l’apertura dei comuni nei nostri confronti, a cominciare dai primi cittadini dell’agro aversano. Vogliamo far sì che la provincia di Caserta – conclude – diventi una delle più sicure d’Italia”.

 

 

L’articolo Mafia e corruzione: l’associazione nazionale antiracket incontra il procuratore Francesco Greco proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


GRAZZANISE: ECCO L’ORIENTEERING DELL’IC E LA GIMKANA DI ADS VOLTURNIA

GRAZZANISE (Raffaele Raimondo) – Finalmente una giornata di sport istituzionalmente sostenuta a Grazzanise! Infatti, giovedì 5 dicembre, dalle ore 14,30 alle 16,30, si svolgerà la manifestazione “Orienteering” sottotitolata “Allenamento per testa e gambe” che vedrà protagonisti gli studenti della scuola secondaria di 1° grado del locale Istituto comprensivo. L’appuntamento, che la cittadinanza potrà piacevolmente seguire, è fissato a Piazzetta Montevergine. Queste le fasi previste: accoglienza atleti; apertura manifestazione; “Shake it of” Gruppo Cheerleaders secondaria di Grazzanise; gara di orienteering per le vie del centro; “Waka Step” Cheerleaders; “Gimkana in bici“ASD Volturnia”; consegna attestati e premiazione; saluto delle Autorità.
Il prof. Federico Parente, autentico campione di competenza e passione sportiva, così spiega l’evento: “La manifestazione arriva al termine di un progetto PON “Orienteering – allenamento per testa e gambe”. L’orienteering è uno sport fondamentale non solo per il fisico ma anche per la mente. Di solito si pratica nei boschi, dove gli atleti con il solo utilizzo di una cartina e della bussola devono “Orientarsi” e trovare, senza alcun percorso segnalato, dei punti “Lanterne”. La disciplina si può praticare anche nei centri storici delle città e anche con varianti, usando biciclette o sci. In questo sport l’atleta non deve solo correre, ma anche e soprattutto osservare, ragionare e decidere. La gara si svolgerà attraverso alcune strade e vicoli del nostro paese, dove i nostri alunni dovranno cercare le famose “Lanterne”. Al meeting è prevista la partecipazione dell’ASD Volturnia, la quale ha collaborato al progetto e la stessa preparerà una Gimkana in piazzetta Montevergine per far esibire i nostri alunni. Una “menzione speciale” va alla Prof.ssa Anna Paola Rendina e alle sue ragazze “Le Cheerleaders” della scuola secondaria I° Grado, le quali faranno due esibizioni. Inoltre ringrazio la Dirigente Prof.ssa Di Iorio, in quanto appoggia e sostiene tutte le attività sportive, il Commissario Prefettizio Dott. Aldo Aldi e gli addetti per la concessione e la chiusura delle strade interessate… ma soprattutto ringrazio gli alunni partecipanti e le famiglie. E Grazie a tutte le persone che verranno ad assistere a questa piccola ma per noi importante manifestazione”.
In un Comune in cui lo sport agonistico è ridotto al lumicino e con le strutture “azzoppate” (comprese le palestre scolastiche attualmente inagibili), l’iniziativa assume un ulteriore valore sociale e culturale.

L’articolo GRAZZANISE: ECCO L’ORIENTEERING DELL’IC E LA GIMKANA DI ADS VOLTURNIA proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Figli di Portici famosi: il professore e scienziato Arturo Palombi

di Stanislao Scognamiglio

Si sente spesso parlare di personaggi di Portici per nascita o d’elezione dei quali si sta perdendo la memoria … Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Arturo Palombi è nato a Benevento, il 25 agosto 1899, da Vincenzo Palombi e da Vincenza Galasso.

Giovanissimo, perso entrambi i genitori, è rimasto orfano.

Appena diciottenne, chiamato alle armi, è stato uno dei ragazzi del ’99, che hanno partecipato alle ultime operazioni della prima guerra mondiale.

Congedatosi,ha ripreso gli studi di Scienze naturali alla Regia Università degli Studi di Napoli.

A ventidue anni, si è laureato a pieni voti e la lode, discutendo una tesi sperimentale di zoologia, «… sotto la guida dl prof. Saverio Monticelli».

Dopo le prime esperienze d’insegnamento in campo universitario, dal 1925 al 1930, è stato docente scolastico di Scienze nel Liceo scientifico di Avellino.

In questi stessi anni, ha condotto ricerche nel campo dell’elmintologia (= studio dei vermi parassiti (elminti) e dell’effetto che essi hanno sui loro ospiti).

Questi lavori «… gli valsero il conferimento del 1° premio «G. Grassi» della R. Accademia dei Lincei (1928), e di un secondo premio della stessa fondazione nel 1935».

Nell’anno 1930, conseguita la libera docenza in Zoologia, ottenuta la cattedra al Liceo Scientifico, si è straferito a Napoli.

Nel capoluogo partenopeo, oltre all’insegnamento, frequentando la Stazione Zoologica Anton Dohrn, popolarmente detta Aquarium, ha potuto dedicarsi completamente ai suoi studi.

Presso il predetto Istituto, ha avuto modo di disporre dei mezzi di indagine e di laboratorio e, allo steso tempo, di prendere contatto con gli esponenti del mondo internazionale della ricerca.

All’Aquarium di Napoli, vi ha lavorato «… per oltre un ventennio con straordinaria alacrità sui modi di vita degli animali marini e dei loro parassiti.»

In questo periodo, ha portato avanti con successo buona parte dei suoi lavori sperimentali sulla biologia marina.

Grazie alle sue ricerche sui Trematodi, che si sviluppano «… attraverso ospitatori intermedi marini», ha scoperto il ciclo biologico di questi vermi, fino ad allora sconosciuto.

Nell’anno accademico 1935-36, senza abbandonare l’insegnamento nella scuola superiore, ha ottenuto l’incarico dell’insegnamento della Zoologia generale alla Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli – Portici.

Nel 1942, ha partecipato al concorso a cattedre di Zoologia.

Al termine delle prove d’esame «… dichiarato maturo all’unanimità dalla Commissione, ma non venne incluso nella terna dei vincitori».

Deluso, pur allontanatosi per sempre dalla carriera universitaria, ha mantenuto l’incarico di libero docente a Portici fino al 1969.

Dal 1942, per quanto «... provato dalla vicissitudini della II Guerra mondiale, e per l’impossibilità di continuare gli studi in laboratorio», non solo ha proseguito lavorare con assiduità alle sue ricerche scientifiche, ma si è indirizzato anche a seguire i problemi connessi alla didattica delle Scienze.

Nel 1965, ha dato «… alle stampe un ampio trattato il “Compendio di zoologia generale e agraria”.»

Nello stesso anno, ha pubblicato «… un volume, in collaborazione con Mario Santarelli, conservatore dell’Acquario di Napoli», «“Gli animali commestibili dei mari d’Italia” che ebbe ampia diffusione e ben quattro edizioni

Con profondo impegno e scrupolo ha collaborato «… al rilevamento dei periodici scientifici esistenti nella Biblioteche di Napoli, per la compilazione del grande catalogo edito dalla Società nazionale di Scienze, Lettere ed Arti di Napoli

Nel 1955, ha partecipato al concorso per ispettore centrale del Ministero della Pubblica Istruzione.

Acquista la carica ministeriale, si è occupato dell’introduzione della didattica sperimentale delle Scienze Naturali nelle Scuole.

Chiamato al Centro didattico Nazionale per la Scuola media, ha diretto e tenuto lezioni in «… numerosi corsi di aggiornamento, al livello nazionale e provinciale, destinati ai Docenti di Scienze naturali ed Osservazioni scientifiche.

Componente del Comitato Nazionale per l’Educazione scientifica del Ministero alla pubblica istruzione (CNES) ha operaro «… per l’organizzazione e la programmazione della nuova didattica delle Scienze

È stato, in tale ottica, tra i precursori dei «… pionieristici Corsi di Osservazioni scientifiche per la Scuola media di Telescuola, organizzati a Roma dalla Radio televisione Italiana

Il 4 dicembre del 1969, «… forte della sua esperienza didattica, della conoscenza dei problemi della Scuola acquisiti nell’esercizio delle sue funzioni di Ispettore centrale , e con il tenace impegno di contribuire al rinnovamento della scuola», ha promosso a Napoli la costituzione dell’Associazione Campana Insegnanti Scienze Naturali, con sede presso la Società dei Naturalisti.

L’associazione, agli insegnanti di Scienze naturali oltre a «… una presa di coscienza professionale unitaria […] ed una loro pubblica rappresentatività», ha offerto anche «… la possibilità di lavorare insieme, di comunicare tra loro, di scambiare idee ed esperienze, ed un continuo aggiornamento e promozione nel campo didattico e professionale.»

Dieci anni dopo, nel 1979, avendo inglobato le altre consorelle nate successivamente, l’Associazione da regionale è divenuta nazionale (ANISN).

Nel corso del I Congresso Nazionale degli Insegnanti di Scienze Naturali, tenuto nel marzo del 1979 a Sorrento, in segno di doveroso riconoscimento della sua opera, dall’assemblea dei soci, all’unanimità, è stato designato presidente onorario a vita.

Conservando tale carica, è stato sempre legato «… affettivamente all’Associazione, di cui fu sollecito nume tutelare.»

I risultati delle sue ricerche, «… prevalentemente dedicate allo studio della Parassitologia, e in particolare ai cicli di sviluppo dei Platelminti e dei Trematodi, ai parassiti di alcuni Lamellibranchi», hanno dato origine a numerose pubblicazioni.

I suoi scritti, possono essere racchiusi in cinque gruppi di argomenti: Lavori di zoologia; Libri di testo per l?Università e per la Scuola secondaria; Articoli di divulgazione, di cultura e didattica della Biologia; Articoli sulla didattica e sull’organizzazione scolastica; Commemorazioni.

Per i suoi meriti scientifici, ha ricoperto la carica di presidente della Società dei Naturalisti di Napoli ed è stato membro dell’Accademia Pontoniana di Napoli, dell’Accademia Gioenia di Catania, dell’Accademia Teatina di Chieti.

Inoltre è stato insignito dell’onorificenza di Commendatore al Merito della Repubblica Italiana e decorato con Medaglia d’Oro ai Benemeriti della cultura e dell’arte.

All’età di 88 anni, il 7 aprile 1987, il professore e lo scienziato, Arturo Palombi pone fine alla sua vita operosa in Napoli, «… lasciando il rimpianto unanime tra i suoi ex-allievi, estimatori, e tra quanti lo conobbero».

Nastrini dell’onorificenza e della decorazione attribuitegli:

Commendatore al Merito della Repubblica Italiana

Medaglia d’Oro ai Benemeriti della Cultura e dell’arte

Profili precedenti 1

Profili precedenti 2

L’articolo Figli di Portici famosi: il professore e scienziato Arturo Palombi proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Vesevus de Gustibus 2019

Appuntamento a San Giuseppe Vesuviano e Massa di Somma venerdì 6 e sabato 7 dicembre con la rassegna dedicata al gusto e alla musica

Vesevus de Gustibus | le arti, i sapori, le tradizioni, San Giuseppe Vesuviano e Massa di Somma saranno i due comuni che ospiteranno le prossime tappe dell’iniziativa, rispettivamente venerdì 6 e sabato 7 dicembre.

Vesevus de Gustibus è promosso dalla Città Metropolitana di Napoli con il Parco Nazionale del Vesuvio, il Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli, i comuni del Parco Nazionale del Vesuvio, la Fondazione Cives che gestisce il Museo archeologico virtuale e gli istituti alberghieri dell’area vesuviana.

Il fine di Vesevus de Gustibus è diffondere e promuovere le eccellenze del territorio dell’area Parco, che vanta una produzione agricola unica per varietà di sapori, tradizioni e artigianato locale

Per venerdì 6 dicembre l’appuntamento a San Giuseppe Vesuviano dove, a partire dalle ore 19in Piazza Garibaldi, si esibiranno gli alunni della sezione musicale dell’Isis Rosmini di Palma Campania. Dopo il concerto è prevista la degustazione curata dagli alunni dell’Istituto Alberghiero de’ Medici di Ottaviano.

Sabato 7 dicembre, sempre a partire dalle ore 19, Vesevus de Gustibus farà tappa a Massa di Somma. Protagonisti, in questa occasione, a Palazzo Capracotta in via Marini, gli alunni del Liceo Musicale di Sant’Antimo. A seguire, spazio al “gusto” con le proposte culinarie dell’Istituto Alberghiero Tilgher di Ercolano.

«Continuano i nostri appuntamenti con Vesevus de Gustibus in giro per il 13 comuni del Parco Nazionale del Vesuvio – ha spiegato Michele Maddaloni, consigliere della Città Metropolitana di Napoli, delegato al Parco del Vesuvio e promotore del progetto – Ancora una volta protagonisti saranno gli alunni degli istituti superiori della Città Metropolitana di Napoli che avranno l’opportunità di potersi confrontare con la realizzazione di un evento che, complice il clima natalizio, regala un’emozione ancora più grande

Entrambi gli appuntamenti sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

L’articolo Vesevus de Gustibus 2019 proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Il Natale alla Cappella Sansevero

A Cappella Sansevero Ambrogio Sparagna e Peppe Servillo e i canti religiosi popolari di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori. Il ricavato della serata sarà devoluto all’A.S.D. Star Judo Club di Scampia.

NAPOLI – Un evento speciale per salutare le festività natalizie alla Cappella Sansevero, in programma martedì 10 dicembre alle ore 20: nel monumento barocco che custodisce il celebre Cristo velato si terrò lo spettacolo musicale Fermarono i Cieli.

La kermesse musicale ripropone canti popolari religiosi del ‘700 e altri appositamente composti da Ambrogio Sparagna, affidandoli all’originale interpretazione di Peppe Servillo e alla musica di Erasmo Treglia (ciaramella, ghironda, torototela), Marco Tomassi (zampogna gigante) e Marco Iamele (zampogna melodica, ciaramella).

Intorno alla metà del Settecento Alfonso Maria de’ Liguori, fondatore dell’ordine dei Padri Redentoristi, cominciò a integrare il suo lavoro pastorale fra i poveri del Regno di Napoli con la pratica di alcune canzoncine spirituali composte sia in dialetto che in italiano.

Si trattava di canti dall’impianto semplice, che traevano spunto melodico da temi popolari che in breve tempo si diffusero in tutto il territorio ed entrarono a far parte della liturgia ecclesiastica legata alle festività mariane e natalizie. Il successo dei componimenti favorì lo sviluppo di un vasto repertorio di canti popolari religiosi, ancora oggi molto diffusi, come i celebri Tu scendi dalle stelle, Quanno nascette Ninno e Fermarono i Cieli.

Dopo il concerto la serata proseguirà con una cena buffet alle ore 21.30, all’Atelier del Maestro Lello Esposito, nelle Scuderie di Palazzo Sansevero in piazza San Domenico Maggiore.

La partecipazione all’evento è a pagamento.

I biglietti hanno un costo di € 33,00 + € 2,00 di diritti di prevendita, e sono acquistabili solo online (info e modalità di acquisto su www.museosansevero.it, nella sezione Acquista il ticket online/Eventi speciali).

La disponibilità è limitata a 80 posti.

Come ogni anno, l’intero ricavato della serata sarà devoluto in beneficenza e, per il 2019, il Museo Cappella Sansevero ha scelto di sostenere l’associazione A.S.D. Star Judo Club di Scampia di Giovanni Maddaloni, maestro judoka e padre di Pino, vincitore dell’oro a Sydney nel 2000, e di Laura e Marco, anche loro campioni di judo a livello europeo e italiano. L’associazione da anni contribuisce con la sua attività a tenere lontani dall’illegalità i ragazzi del quartiere, impegnandosi inoltre nel recupero, attraverso lo sport, di giovani in difficoltà, immigrati e bambini diversamente abili (www.starjudo.com).

Quest’anno la proposta del Museo Cappella Sansevero tocca le periferie urbane, non solo geografiche, ma umane e sociali come quella di Scampia. Una serata per offrire un omaggio alla musica e alle sue contaminazioni con l’augurio che tutti possano coltivare la speranza di un futuro migliore.

 

 

L’articolo Il Natale alla Cappella Sansevero proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Teano – Al via il corso di scacchi per gli alunni dell’I.C. “Laurenza”

TEANO – Martedì 3 dicembre 2019 parte il corso di scacchi per gli alunni dell’Istituto Comprensivo “Vincenzo Laurenza”. L’iniziativa si svolgerà in orario curriculare tutti i martedì e mercoledì fino al termine dell’anno scolastico. Al corso di scacchi sono interessate le classi terze e quarte dei plessi di scuola Primaria “Garibaldi”, Scalo, Versano e la pluriclasse seconda/terza del plesso “San Marco”.

Si tratta di un corso promosso dal Circolo “Matidia” di Sessa Aurunca presieduto dall’Ing. Arturo MATANO e sarà svolto dal Sig. Pietro DE BIASIO, socio del circolo e appassionato divulgatore del gioco degli scacchi. Il corso prevede lezioni di un’ora ciascuna con l’obiettivo di sviluppare concretamente i concetti teorico pratici elementari del gioco degli scacchi. Sarà utilizzata anche una scacchiera grande magnetica murale per la fase didattica con esercizi vari e pratica del gioco di volta in volta arricchita secondo le nuove conoscenze acquisite. Ogni lezione sarà articolata in tre momenti: esposizione teorica su scacchiera magnetica, partite tra gli alunni sotto la supervisione dell’istruttore per la correttezza delle mosse e del comportamento, esercizi di approfondimento.

Il corso, inoltre, prevede anche alcuni divertenti “gioco – quiz” e geometria e logica applicata agli scacchi e accenni all’attualità e alla storia degli scacchi. Con un linguaggio stimolante e metodo molto chiaro, Pietro De Biasio metterà i giovani alunni in condizione di poter giocare autonomamente il più presto possibile. “Gli scacchi sono un gioco ottimo per allenare la mente” – ha dichiarato il responsabile del progetto Pietro De Biasio – “tanto che in alcuni stati dell’Unione Europea sono già materia scolastica obbligatoria. L’esperienza dello scorso anno, quando il corso è partito in maniera sperimentale, era sicuramente da replicare visto il successo ottenuto tra gli alunni, genitori e le maestre.

Abbiamo particolarmente bisogno, anche a Teano, di iniziative come questa” – ha aggiunto De Biasio – “che possano sviluppare le capacità dei bambini e favorire la socialità impiegando il tempo in un’attività sicuramente proficua anche a casa, dove possono giocare coi genitori invece che coi videogiochi. Ringrazio il Dirigente Scolastico Ing. Michele DI TOMMASO, la Segretaria Dott.ssa Rosetta DE GIGLIO e la Maestra Antonietta GRANATA che con professionalità e sensibilità hanno portato gli scacchi sui banchi degli alunni”.

L’articolo Teano – Al via il corso di scacchi per gli alunni dell’I.C. “Laurenza” proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Teano – “Mettiamoci in gioco con gli strumenti musicali”, gemellaggio fra studenti di Teano e Sessa Aurunca

TEANO – Martedì, 10 dicembre 2019, alle ore 17:30, presso l’Auditorium “Francesco Tommasiello” di Teano si terrà il “gemellaggio” fra gli alunni dell’I.C. “Laurenza” di Teano e gli alunni dell’I.C. “Lucilio” di Sessa Aurunca. Si tratta, in pratica, di un percorso di incontro musicale tra i due istituti comprensivi vista la necessità di diffondere, migliorare e potenziare i percorsi di formazione e di pratica musicale dei due istituti che tengano conto della complessità e globalità dell’esperienza musicale in tutti i suoi molteplici aspetti.

Il progetto così inteso diventerà una partitura polifonica che conterrà, orchestra e scambio culturale tra le due diverse scuole e pone le basi per una futura collaborazione in un’ottica di rete di scuola, anche attraverso le collaborazioni esterne con Istituzioni, Enti Locali, Associazioni musicali e culturali del territorio. La “mission” del progetto è la crescita personale degli alunni attraverso l’ampliamento degli orizzonti musicali, culturali e l’educazione alla comprensione ed all’accettazione delle diversità. È quindi occasione di attività formativa e culturale, parte integrante del piano educativo-didattico della scuola. Inoltre le attività connesse a tale progetto sono un importante stimolo per potenziare la qualità dell’insegnamento dello strumento musicale, con reciproci scambi di materiali e informazioni tra alunni e docenti.

I destinatari del progetto sono gli alunni e le alunne dei corsi ad indirizzo musicale della scuola d’istruzione secondaria di 1°grado con un solo unico obiettivo: 1) Comunicazione e socializzazione: creare la consapevolezza delle proprie capacità comunicative attraverso l’espressione musicale; 2) Attivazione e consolidamento del potenziale espressivo di ciascuno, nei momenti di incontro tra gli alunni di varie fasce d’età e di diversi livelli di competenza musicale delle due scuole; 3) Rinforzo di un interesse e della consapevolezza delle proprie attitudini musicali anche in un’eventuale ottica professionale futura; 4) Potenziamento dello studio individuale strumentale; 5) Fornire le occasioni di studio di nuovi repertori musicali; 6) Favorire la conoscenza di strumenti dell’organico orchestrale; 7) Fornire competenze di tipo esecutivo nell’ambito di una situazione orchestrale complessa; 8) Stimolare la capacità di ascolto degli altri e di auto-ascolto; 9) Ampliare la conoscenza attraverso l’ascolto di strumenti musicali non presenti nell’organico della propria scuola.

Il progetto dei due istituti è avere della attività comuni di musica d’insieme per la preparazione e le prove dei brani musicali scelti dai docenti di strumento delle due scuole, prove comuni di orchestra da organizzarsi nelle due diverse scuole, con eventuale visita guidata delle bellezze storico-culturali delle città ed, infine, la presentazione del lavoro svolto insieme attraverso un evento finale pubblico da tenersi, a Natale, in entrambe le città o in una di esse, possibilmente in un Auditorium.

L’articolo Teano – “Mettiamoci in gioco con gli strumenti musicali”, gemellaggio fra studenti di Teano e Sessa Aurunca proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi