Napoli. Disabili, il Garante Colombo: per le terapie non possono esserci ‘tetti di spesa’

Il giudice unico Rosa Molè della terza unità della sezione Lavoro del tribunale

 di Napoli, con una sentenza ha stabilito:

«Le 18 ore settimanali di ABA (Applied Behavorial Analys, Analisi comportamentale applicata), erogate dall’Asl a un bambino autistico in forza di una ordinanza collegiale pronunciata in via d’urgenza nel marzo 2020 vanno, allo stato, confermate fino al 31 dicembre 2022, ferma restando la necessità di monitorare costantemente le modalità di svolgimento del trattamento seguito dal minore e gli eventuali nuovi bisogni terapeutici».

Non c’è, insomma, sforamento di budget che tenga: la sentenza, di fatto, cancella la delibera di giunta regionale numero 131 del 31 marzo 2021, che stabiliva, puntando al contenimento della spesa, un massimo di 12 ore settimanali per la fascia d’età 0-6 anni e 11 mesi, e un massimo di 8 ore settimanali per i minori tra i 7 anni ed i 13 anni e 11 mesi.

Il Garante dei diritti delle persone con disabilità della Regione Campania, avv. Paolo Colombo, dichiara: Occorre costituire subito un tavolo tecnico con tutti i soggetti interessati alla tematica (istituzioni e associazioni) per avviare un confronto sereno e risolutivo su una problematica così delicata.

L’occasione giusta perché si arrivi all’ emanazione di una legge regionale sull’ autismo che definisca le terapie adeguate, integri i trattamenti sanitari con quelli sociali, determini le ore necessarie e uniformi i trattamenti in tutte le ASL della Regione”.

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: