Author Archives: Redazione

Criticità estive, convegno di formazione per la Polizia locale a Cellole

Si terrà venerdì 28 giugno 2019 alle ore 9.00, nella sala conferenze della biblioteca comunale in piazza Compasso, il I° convegno Polizia Locale “stagione estiva – criticità per la polizia locale” organizzato dal comune di Cellole, nella persona del Responsabile Area Polizia Municipale, dott. Pierluigi Casale.

L’inizio dei lavori è previsto alle 9.15, dopo i saluti istituzionali della sindaca Cristina Compasso e del comandante Polizia Municipale di Cellole Pierluigi Casale. Sarà una mattinata di formazione e aggiornamento sulle materie d’interesse per il personale della Polizia locale. Il comandante Di Nardo, della PM di Minturno si occuperà di Daspo Urbano.

Polizia locale e contrasto all’abuso dell’alcool, saranno trattati dal comandante PM di Pescia, Giordano Luigi. Il vice comandante generale della Polizia di Roma Capitale, Ancillotti Massimo, di consumo sul posto di alimenti, somministrazione e disturbo della quiete pubblica. Michele Federico, della Polizia locale di Pescia, di trasporto merci e trasporto passeggeri. Le ultime novità sulla circolazione con targhe straniere, saranno discettate dal Comandante De Michelis e dall’ispettore Natalini.

Sul decreto ministeriale micromobilità, ultime novità dal codice della strada, chiuderà il convegno il vice comandante di Roma Capitale. Un’ottima iniziativa di formazione con importanti contributi gratuiti, di soggetti con specifiche competenze maturate nel settore, provenienti dai comuni di Pescia (PT), Cisterna di Latina e Roma Capitale.

L’articolo Criticità estive, convegno di formazione per la Polizia locale a Cellole proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

I LIONS DI “CASERTA VILLA REALE” PER “CASA SAN FRANCESCO”: FINANZIATO IL CORSO DI PATTINAGGIO ESTIVO.

Continua la sinergia tra il Lions Club Caserta Villa Reale New Century e ‘Casa San Francesco’ che accoglie a Caserta bambini e ragazzi che hanno bisogno di essere sostenuti ed aiutati. Per questa estate la collaborazione tra il Club presieduto dall’avvocato Gianmarco Carozza e l’associazione di volontariato, di cui è capo guardiano l’avvocato Maddalena Russo, si è concretizzata nel finanziamento di una parte del campo estivo organizzato per i ragazzi.

Nello specifico i Lions hanno sponsorizzato, insieme a Gaetano Ciontoli, proprietario di BarbeQ, un corso di pattinaggio che si svolge il martedì pomeriggio. “E’ una gioia – ha dichiarato il presidente del L.C. Gianmarco Carozza – sostenere le iniziative che Casa San Francesco organizza per i ragazzi: un legame stretto anni fa che con il tempo si consolida attraverso forme sempre diverse di collaborazione e che continuerà ancora”.

L’articolo I LIONS DI “CASERTA VILLA REALE” PER “CASA SAN FRANCESCO”: FINANZIATO IL CORSO DI PATTINAGGIO ESTIVO. proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

IMMINENTE PRESENTAZIONE DEL NUOVO LIBRO DI MATILDE MAISTO “DIECI ANNI INSIEME”

(Elisa Cacciapuoti) – Innanzitutto cercherò di spiegare chi è Matilde Maisto e che cosa lei ama fare nella vita. Dico che cosa ama fare perché il suo costante lavoro quotidiano non ha alcun scopo di lucro, lei ha l’hobby della scrittura, della lettura, dell’informazione. In effetti, iscritta all’Ordine dei Giornalisti della Campania, ha maturato una lunga esperienza nel campo dei mass-media e dell’informazione. Dopo aver intrapreso attività autonome e lavorato presso Enti Pubblici, dal 2007 è Direttore Responsabile del periodico online “Cancello ed Arnone News.it”, testata giornalistica del territorio provinciale casertano e, in particolare, del Basso Volturno.

Da diversi anni (esattamente dieci) ha dato vita ad un sodalizio culturale: “Letteratitudini”, a cui partecipano persone amanti della letteratura, che s’incontrano una volta al mese per affrontare tematiche inerenti poeti, scrittori italiani e stranieri, promuovendo iniziative culturali ed eventi sociali. Ecco, quindi, da dove ha origine “Dieci anni insieme” il libro scritto dalla Maisto, edito dalla Mediterraneo Editrice, in occasione del decennale del cenacolo letterario.

Ciò che maggiormente colpisce di questa autrice (che per la verità è la mia mamma) é la sua semplicità e schiettezza, lei ritiene di non essere una scrittrice, ma ammette di amare scrivere. Ha al suo attivo: Ho bisogno di sognare, una raccolta di racconti brevi; Storie… Tante Storie, favole per bambini. Nel 2018, con la Mediterraneo Editrice, pubblica Dal mio cuore al tuo, una raccolta di poesie e racconti, che ha riscosso un grande successo di pubblico, dove risaltano con forza i sentimenti e le emozioni del cuore.

La famiglia, l’amore, l’amicizia, la religione occupano posti di primo piano nella sua esistenza, serena e felice, al pari della passione verso ogni genere d’espressione artistica. Ora, sabato prossimo 29 Giugno 2019, alle ore 19,00, c’è la presentazione di “Dieci anni insieme”. Per l’occasione sono state invitate tutte le persone che in questi lunghi dieci anni hanno fatto un pezzo di strada insieme con “Letteratitudini”.

Sarà una festa tra amici, dice la Maisto, augurandosi che nessuno manchi all’appello, anche per dimostrare che Cancello ed Arnone è una cittadina dove si cerca di seminare e di far germogliare in ogni cuore il seme della cultura ricordandoci che: ‘Cultura non è possedere un magazzino ben fornito di notizie, ma è la capacità che la nostra mente ha di comprendere la vita, il posto che vi teniamo, i nostri rapporti con gli altri uomini. Ha cultura chi ha coscienza di sé e del tutto, chi sente la relazione con tutti gli altri esseri’(Antonio Gramsci).

L’articolo IMMINENTE PRESENTAZIONE DEL NUOVO LIBRO DI MATILDE MAISTO “DIECI ANNI INSIEME” proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SEI AZIENDE CAMPANE IN NOMINATION PER IL LEONE D’ORO DI VENEZIA PER L’IMPRENDITORIA

Sono sei, le aziende campane premiate e in nomination per il Leone d’Oro di Venezia per l’Imprenditoria: MagicStore, Liu Jo Luxury, Poppella, Molino Falco, Donna Luisella, P&C S.r.l. Tra le personalità di spicco, invece, è stato scelto Rosario LOPA, portavoce della Consulta nazionale dell’Agricoltura. La notizia è stata diffusa martedì 25 giugno 2019, durante la conferenza stampa tenutasi presso il Polo Flegreo ad Agnano. Coraggio, lavoro di squadra, creatività, tradizione e innovazione sono i valori che le caratterizzano e che probabilmente, a una di loro, consentiranno di vincere il premio tanto ambito. Un leone d’oro zecchino 24kt, prezioso non solo per la composizione, ma soprattutto per il riconoscimento di migliore azienda italiana 2019.

Negli anni precedenti è andato a Giovanni Rana, Barilla, Beretta, solo per citarne alcuni. “Attraverso questo premio nascerà Numeri 1 club” – dichiara Sileno CANDELARESI, presidente dell’Ordine del Leone d’Oro di Venezia – “metteremo in rete le 100 migliori e super selezionate aziende italiane, che potranno collaborare tra loro partendo da una stretta di mano. Come si faceva un tempo, quando l’onestà e la serietà erano valori condivisi da tutti gli imprenditori”. Queste imprese potranno fregiarsi dello storico marchio, ed esibirlo accanto al proprio brand. “Non è facile fare impresa ed emergere, in un Paese dove l’economia è in calo” – commenta Svetlana NESTERENKO, responsabile delle nomination campane al premio – “ma l’Ordine del Leone d’Oro di Venezia è una grandissima squadra.

Pronta a supportare grandi e piccole imprese, che da decenni dimostrano sul campo la propria solidità. Perché fare gruppo è davvero importante”. A farle eco anche Rosa PRATICÒ, presidente dell’associazione Officina delle Idee, e responsabile della sezione imprenditoria femminile di Confesercenti. “Purtroppo, per gli imprenditori meridionali è ancora difficile fare gruppo – dice –. Eppure, è l’unico vero modo per creare sviluppo e opportunità. Sono certa che una squadra composta da tutti i presenti a questo tavolo, realizzerebbe qualcosa di davvero unico e raro, forse esplosivo”.

Ecco i commenti delle aziende campane in nomination per il Leone d’Oro di Venezia per l’Imprenditoria. Liu Jo Luxury, è la società che fa capo al brand carpigiano ma con sede a Napoli, dedicata alla produzione di gioielli e orologi. Un vero fiore all’occhiello per la città partenopea, perché nasce dall’idea di una delle più grandi famiglie produttrici di preziosi, la Nardelli Gioielli. “Il più grande successo lo abbiamo raggiunto quest’anno, grazie alla fusione della nostra azienda con il brand Liu Jo” – dichiara Bruno NARDELLI – “dopo 12 anni di licensing. Questo premio è uno stimolo a fare sempre di più”. MagicStore è una società leader del mercato IT italiano. La qualità e l’affidabilità è testimoniata dagli oltre 3600 clienti in tutta Italia. Pensata nel 1990 dai fratelli Paolo, Enrico e Pina TAMBURRINO, tenaci e lungimiranti, è da allora un progetto che non smette di progredire e perfezionarsi.

Il piccolo ufficio, affittato in periferia, è oggi un’azienda di circa mille mq, con oltre 50 risorse tra dipendenti e consulenti esterni. Un team saldato da principi e valori, come onestà, rispetto ed efficienza, che da anni si dedica anima e corpo allo sviluppo della prima piattaforma omnicanale per la vendita al dettaglio, che integra negozi fisici, marketplace e shop online. “Condivido questo premio con tutte le persone pietra viva dell’azienda” – commenta Giuseppina Tamburrino, direttore commerciale e marketing di MagicStore – “è grazie a loro che siamo stati capaci di interpretare il cambiamento e a trasformare in opportunità, le fasi negative che l’economia italiana ha attraversato in questi anni”. Nel prossimo futuro la pubblicazione di un libro che racconterà tutte le storie di eccellenza, supportate o addirittura create grazie a MagicStore. Poppella, uno storico marchio della pasticceria napoletana, consacrato nel 2015, grazie a un dolce semplice, ma dal gusto inebriante.

Il “fiocco di neve”, una piccola brioche dal gusto leggero, ripiena di una crema a base di ricotta di pecora e latte fresco e ricoperta da zucchero a velo. Oggi, questo dolce è uno dei simboli di Napoli e ancor di più di uno dei quartieri più conosciuti, il Rione Sanità, dove Ciro POPPELLA iniziato la sua attività. “Questo premio mi emoziona e ringrazio la mia famiglia, perché è stata davvero dura emergere e continuare” – dice Ciro Poppella – “In più occasioni hanno provato a schiacciarci, ma il nostro coraggio è più forte di qualsiasi violenza”. Progetti futuri? Un negozio a Roma. Antico Mulino Falco nasce in una terra di grandi maestri pastai. Un’azienda che ha saputo farsi strada grazie alla determinazione e alla conoscenza profonda della materia prima. Giovanni FALCO, aveva 25 anni quando ha ripreso in mano le redini del vecchio mulino dei nonni, trasformandolo nel pastificio Antico Mulino. Un’impresa risorta come un’araba fenice, tra mille difficoltà, molte di queste dovute anche a una cattiva gestione politica e burocratica del territorio.

“È stato davvero molto complicato emergere” – racconta il giovane imprenditore – “Dopo aver rilevato l’attività dei miei nonni, che si occupavano principalmente della molitura dei cereali, nel 2011 ho acquistato un terreno, in quella che doveva essere la zona industriale di Saviano. Un investimento a oggi ancora infruttuoso, visto che solo da poco mi è stato concesso il permesso a costruire. E in tutti questi anni, per dare vita al mio progetto, sono stato costretto a pagare un affitto mensile di 10mila euro, per un capannone, nel quale ho addirittura dormito… su di un materassino di quindici centimetri” – continua con la voce interrotta dall’emozione – “Ho attraversato anni davvero difficili. Ma ho resistito e vinto la mia sfida, grazie alla mia famiglia e a grandi professionisti che non mi hanno abbandonato, anzi! È a loro che dedico questo premio”. Luisa LA MATTA meglio conosciuta come Donna Luisella, è un’imprenditrice in continua evoluzione.

Cultrice e portavoce della tradizione culinaria napoletana, è titolare di tre ristoranti “Benvenuti al Sud”, due a Secondigliano e uno ad Aversa. Donna di grande sensibilità, ha saputo offrire opportunità di integrazione e occasioni di riscatto, in territori dove il disagio sociale dilaga. Tra i suoi 40 dipendenti, immigrati e giovani con vite difficili. “La mia forza è sempre stata la famiglia” – commenta Donna Luisella – “e questo premio è il riconoscimento di tutti i sacrifici fatti, insieme a mio marito Claudio e ai nostri figli”. Rosario LOPA, portavoce della Consulta Nazionale dell’Agricoltura, componente del Dipartimento Nazionale Agroalimentare Ambiente Agricoltura Acqua Ristorazione Servizi e Turismo del MNS. “Il premio Leone d’Oro per l’imprenditoria è innanzitutto una suggestione dell’Italia che produce.

E il suo grande merito in Campania, è di aver dato risalto ad aziende presidi di legalità, oltre che di produzione e sviluppo” – dice – “Il dott. Sileno ha dimostrato grande coraggio, perché ha fatto emergere imprese d’eccellenza, che fino a oggi hanno operato all’ombra di storie assolutamente lontane dal reale coraggio e dalla dignità di questi imprenditori. Da sempre è la qualità a fare la differenza”. P&C Srl, l’azienda della famiglia Giaquinto, espressione della tradizione italiana nel campo della lavorazione di articoli in pelle. Tradizione e passione che Gennaro GIAQUINTO ha coltivato e perfezionato per oltre trent’anni, e che ha trasmesso ai figli. Da sempre, alla competenza dei Giaquinto si affidano prestigiose firme del settore italiano e internazionale.

L’insediamento produttivo della P. & C., è nella zona industriale di Arzano (NA) e conta su 127 addetti, impiegati nell’intero ciclo di produzione di borse. La prossima frontiera l’ottimizzazione del ciclo produttivo e l’implementazione della Lean Production, che mira a minimizzare gli sprechi fino ad annullarli.

L’articolo SEI AZIENDE CAMPANE IN NOMINATION PER IL LEONE D’ORO DI VENEZIA PER L’IMPRENDITORIA proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

ARNALDO GADOLA PRONTO ALLA LISTA DEL PARTITO REPUBBLICANO PER LE PROSSIME REGIONALI IN CAMPANIA, CASERTA

Notizia dell’ultima ora. Arnaldo Gadola, Segretario Provinviale di Caserta e Membro del Direttivo Nazionale annuncia che guiderà la lista del Partito Repubblicano Italiano a Caserta nelle prossime elezioni Regionali 2020 in Campania. “Non è una novità-afferma l’avvocato Arnaldo Gadola-infatti dopo tanti anni di successo politico con i grandi Spadolini e La Malfa il Partito Repubblicano non ha mai smesso di restare nell’ombra. Infatti dopo le liste presentate alle politiche del 4 marzo 2018, anche alle Europee del 26 maggio scorso il PRI ha voluto essere presente con cinque candidati di cui anche il sottoscritto nelle cinque circoscrizioni. Per le Regionali 2020, in Campania saranno stilate le liste in tutte e cinque le Province della Campania. Oltre il capoluogo, Napoli, Salerno, Avellino e Benevento, anche Caserta avrà la sua lista. Segretario il PRI con quale candidato presidente si collegherà ?? “Una domanda difficile per rispondere già adesso. Voglio precisare che noi siamo liberali nè a sinistra nè a destra. Comunque saremo competitivi e speranzosi per ottenere un buon risultato per ridare lustro alla nostra amata Campania”. Intanto uno dei Vice segretari Provinciali, Luca Napoletano entusiasta e soddisfatto. “Il Partito Repubblicano è la storia, una storia positiva. Tutti ricordano quando i Repubblicani erano al Governo e l’Italia era una Nazione dove non esistevano i problemi di oggi, il nostro obiettivo è di portare uno dei nostri Repubblicani Campani, tra cui il nostro Arnaldo Gadola alla Regione Campania. L’ avvocato merita. Si è sempre impegnato per la Comunità ed anche quando lo vedremo eletto aiuterà tanto e tutti Noi”.

L’articolo ARNALDO GADOLA PRONTO ALLA LISTA DEL PARTITO REPUBBLICANO PER LE PROSSIME REGIONALI IN CAMPANIA, CASERTA proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Nasce una RETE PER CALATIA

L’unione fa la forza si sa. E su questo principio le Dirigenti di alcuni istituti di Maddaloni e Santa Maria a Vico hanno creato una rete di scopo, così come previsto dalla legge 107. Infatti la normativa delle reti tra istituzioni scolastiche, rintracciabile nei commi 70, 71, 72 e 74 dell’art.1 della Legge 107 del 2015, ma la cui costituzione delle reti di scuole ha già un suo antecedente nell’art. 7 del DPR n.275 del 1999, Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, prevede la possibilità di creare reti tra istituzioni scolastiche al fine di realizzazione di progetti o di iniziative didattiche, educative, sportive o culturali di interesse territoriale. in base a questi presupposti normativi è nata questa rete, denominata appunto una Rete per Calatia, che ha come istituto capofila il Liceo “Don Gnocchi” diretto dalla Dirigente Annamaria Lettieri. Ne fanno parte gli istituti comprensivi “Maddaloni 2 – Valle di Maddaloni diretto dalla preside Rosa Suppa,  “Aldo Moro” diretto dalla preside Ione Renga, “L. Settembrini” con la preside Tiziana D’Errico e “Giovanni XXIII” di Santa Maria a Vico con la preside Carmen Crisci. Sono quindi coinvolti bene 3 comuni: Maddaloni, Valle di Maddaloni e Santa Maria a Vico, la Reggia di Caserta come ente museale e diverse associazioni ed ONLUS del territorio.

Per realizzare questo mega progetto, che vedrà il coinvolgimento degli alunni di scuola Primaria, Secondaria di I e II grado sono stati finanziati ben 119.000,00 euro con fondi PON-FSE della Comunità Europea, che sono stati investiti per realizzare 24 moduli distribuiti tra i vari istituti.

Le tematiche trattate nei moduli hanno tutte come filo conduttore la riscoperta e valorizzazione del territorio partendo dalla tradizione coniugandole con l’innovazione e le nuove tecnologie. Con il supporto di esperti e professionisti dei vari settori interessati, i giovani studenti partiranno dalla riscoperta di antichi mestieri della tradizione locale quali la creazione delle pignatte e delle sporte, per trasferire alcune di queste tecniche in altri ambiti come la realizzazione di abiti con la tecnica dell’intreccio, ad esempio.Un altra area di interesse riguarderà il teatro : teatro popolare in primis, ma anche in lingua straniera.

Obiettivo finale sarà la creazione di una guida turistica del territorio, corredata di immagini e riprese aeree.

“Quella che fino a poco fa era la vision, oggi è diventata una vera e propria mission” dichiara la dott.ssa Lettieri a nome della rete.

L’articolo Nasce una RETE PER CALATIA proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

MADDALONI. Impianto di compostaggio, parola all’assessore Liccardo

MADDALONI- Nell’ultimo consiglio comunale il Sindaco De Filippo ha espresso la posizione della maggioranza rispetto alla realizzazione di un impianto per il conferimento della frazione umida.L’ assessore all’ambiente Salvatore Liccardo ribadisce,  che è indispensabile, oggi più che mai, pianificare la realizzazione di un impianto, in concerto con gli altri enti coinvolti, cosa già affermato in ATO nell’incontro con gli altri comuni. La gestione della filiera deve passare dal privato al pubblico: una gestione pubblica porterebbe non solo dei vantaggi economici, ma eviterebbe problematiche di vario tipo , come quelle relative allo scarico, a cui stiamo assistendo proprio in questi giorni.

Il Comune di Maddaloni, con i giusti presupposti e le condizioni adeguate , non si sottrarrà dal fare la propria parte, seguendo ovviamente l’iter che passa dall’ente di ambito, l’ATO rifiuti, la Regione Campania per i finanziamenti per la realizzazione e, concludendo, un ristoro per la comunità locale. A queste condizioni l’amministrazione conferma una disponibilità ad accogliere un impianto di conferimento della frazione umida che dovrà essere sovracomunale, seppur allocato sul territorio di Maddaloni.

L’articolo MADDALONI. Impianto di compostaggio, parola all’assessore Liccardo proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

MADDALONI. OSPEDALE, Città di Idee: La mancanza di personale resta un problema irrisolto

“L’Ospedale di Maddaloni necessità di rispetto, non possiamo più essere subalterni al volere di qualche personaggio in cerca d’autore”. Interviene cosi Giacomo Silvestro, esponente di Città di Idee e operatore del nosocomio. “E’stata installata la nuova Tac e di questo ne sono contento, fornire un servizio moderno vuol dire più qualità per i pazienti. Mi auguro che la vecchia Tac non venga destinata ad altro Ospedale, ma possa rimanere in struttura soprattutto per destinarla alle emergenze che il Pronto Soccorso deve quotidianamente affrontare. Il punto nevralgico delle criticità dell’Ospedale resta la mancanza di personale, operiamo in organico ridotto e nonostante le tante richieste alla Dirigenza dell’Asl non ci sono giunte novità positive. Il livello di assistenza deve essere sempre al massimo, il bacino di utenza che si rivolge all’Ospedale è notevole e non si può essere in eterna emergenza. Inoltre, continua a persistere sia la riduzione delle ore di lavoro delle addette al servizio di pulizia che il mancato rafforzamento degli operatori di sicurezza. Il mio invito è che tutte le forze politiche si adoperino per cercare di migliorare il nostro Ospedale, troppo spesso abbiamo ricevuto promesse che non sono state mantenute. E’ giunto il momento di non perderci in divisioni inutili, ma di costruire un percorso rivolto al miglioramento dei servizi”.

L’articolo MADDALONI. OSPEDALE, Città di Idee: La mancanza di personale resta un problema irrisolto proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Castel Campagnano. Randagismo, problema ignorato da varie settimane: chi se ne frega?

cani-randagi-13-615x410

Lettera aperta al Consiglio, al Sindaco e alla Giunta Comunale di Castel Campagnano (protocollata anche dai Vigili).

Caserta. Reggia: Tiziana Maffei direttrice ‘riabilitata’ dallo stesso TAR che aveva sospeso la sua nominia

Sembra giunta al termine la vicenda che il 12 giugno aveva determinato la sospensione,

Call Now Button