Author Archives: io

Sardine? Mistero scoperto: svelati retroscena, sostenitori occulti e giri di affari multi milionari?!

evoluzione polittica sinistra-615x410 evoluzione-polittica-sinistra.jpg

Mattia Santori il leader delle sardine. Ecco chi è, cosa pensa e per chi lavora:

Due giornalisti aggrediti mentre effettuavano le riprese nell’ex Cava Giglio di San Felice a Cancello

SAN FELICE A CANCELLO – È un vero e proprio “lago” di rifiuti quello scoperto lunedì, 13 gennaio 2020, dai Vigili del Fuoco a San Felice a Cancello (CE), all’interno dell’ex Cava Giglio, cava dismessa da anni. Sacchetti, tanta plastica, ingombranti come elettrodomestici, carcasse d’auto galleggiano sulla superficie, segno che il bacino è stato usato come sversatoio abusivo; sul fondale melmoso che arriva fino a quattro metri di profondità, dove la visibilità è nulla, i sub dei vigili stanno usando delle telecamere. Il laghetto è situato circa dieci metri in basso rispetto alla superficie della cava. L’operazione è stata ordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, che ha iniziato ad indagare, delegando la Polizia Metropolitana di Napoli, in seguito ad una denuncia.

‘Lago’ di rifiuti scoperto da pompieri nel Casertano

E mentre la notizia della incredibile scoperta incominciava a circolare, arrivavano i primi giornalisti per effettuare riprese sul luogo. Il direttore dell’Agenzia giornalistica “Videoinformazioni” Pierpaolo PETINO ed il videomaker Alessandro JOVANE, sono stati aggrediti mentre stavano effettuando le riprese della discarica sotterranea individuata nell’ex Cava Giglio a San Felice a Cancello (CE), dove erano in corso dei rilievi. Ma davanti alla Polizia Provinciale ed ai Vigili del Fuoco sono stati aggrediti da due energumeni che prima hanno chiesto loro di uscire dalla proprietà della cava e, una volta fuori, li hanno aggrediti. Il direttore Pierpaolo Petino è caduto in terra, mentre il videomaker Alessandro Jovane è stato colpito da un pugno in pieno viso. Per fortuna, l’intervento repentino delle forze di polizia presenti ha evitato il peggio. Jovane è stato trasportato immediatamente presso l’ospedale di Maddaloni dal 118.

Sono quattro i giornalisti aggrediti negli ultimi cinque giorni; quella della Campania è una situazione di emergenza per l’informazione come ha evidenziato Il Segretario Generale della Fnsi, Raffaele LORUSSO, al Ministro dell’Interno Luciana LAMORGESE, durante la riunione di venerdì scorso. Il Sindacato offrirà tutta l’assistenza possibile ai colleghi aggrediti, ai quali va la nostra solidarietà, e si costituirà parte civile nel processo contro i loro aggressori. Ma è evidente che sono necessarie iniziative forti sul territorio, dove a rischio c’è l’agibilità stessa della professione”, è quanto affermano in un comunicato congiunto la Fnsi, il Sugc e l’Unione cronisti della Campania. Sull’accaduto è intervenuto anche Domenico FALCO, Presidente del Corecom Campania: “L’aggressione subita da Pier Paolo Petino, direttore dell’agenzia giornalistica “Videoinformazioni”, e dal giornalista Alessandro Carlos Jovane, all’esterno dell’ex cava Giglio a San Felice a Cancello, mentre svolgevano il loro lavoro, è un fatto di inaudita gravità. Bisogna individuare e punire gli autori di questo gesto, tanto vile quanto brutale, con la massima severità. Chi si scaglia contro i giornalisti attenta alla libertà di informazione e in Campania, purtroppo, si sono registrati diversi episodi analoghi negli ultimi tempi che mi inducono ad esprimere viva preoccupazione per tutti gli operatori che quotidianamente lavorano tra mille difficoltà e senza tutele di fronte alla violenza e alla prepotenza di questi soggetti.

Una situazione insostenibile – ha aggiunto – per la quale ritengo opportuno che le massime istituzioni della sicurezza pubblica avviino un focus mirato alla tutela degli operatori della comunicazione. Ai due giornalisti” – ha concluso Falco – “va tutta la mia solidarietà e, conoscendoli, so che da subito si rimetteranno al lavoro per continuare a fare un’informazione di qualità al servizio di tutti”.

Anche tutta la Redazione e la direzione di BELVEDERE NEWS esprime tutta la propria solidarietà ai due colleghi per l’incredibile ed ingiustificata aggressione che hanno subito. Il lavoro di tanti giornalisti, che sono impegnati in un territorio difficile come la Campania, non si dovrà mai piegare ad alcun tentativo di condizionare o di impedire la libertà di stampa. Un episodio assurdo e inammissibile, come qualsiasi atto di violenza, ancor di più ingiustificabile perché volto a minare, attraverso l’intimidazione, il diritto fondamentale all’informazione che prima ancora che diritto del giornalista a informare è diritto del cittadino a essere informato.

L’articolo Due giornalisti aggrediti mentre effettuavano le riprese nell’ex Cava Giglio di San Felice a Cancello proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Giornalisti aggrediti, Falco (Corecom): In Campania situazione insostenibile, a rischio libera informazione

NAPOLI – “L’aggressione subita da Pier Paolo Petino, direttore dell’agenzia giornalistica “Videoinformazioni”, e dal giornalista Alessandro Carlos Jovane, all’esterno dell’ex cava Giglio a San Felice a Cancello (CE), mentre svolgevano il loro lavoro, è un fatto di inaudita gravità. Bisogna individuare e punire gli autori di questo gesto, tanto vile quanto brutale, con la massima severità”. Lo ha detto Domenico Falco, Presidente del Corecom Campania, commentando l’aggressione subita da due giornalisti nel casertano.

“Chi si scaglia contro i giornalisti attenta alla libertà di informazione e in Campania, purtroppo, si sono registrati diversi episodi analoghi negli ultimi tempi che mi inducono ad esprimere viva preoccupazione per tutti gli operatori che quotidianamente lavorano tra mille difficoltà e senza tutele di fronte alla violenza e alla prepotenza di questi soggetti.

Una situazione insostenibile” – ha aggiunto – “per la quale ritengo opportuno che le massime istituzioni della sicurezza pubblica avviino un focus mirato alla tutela degli operatori della comunicazione”.

Ai due giornalisti” – ha concluso Falco – “va tutta la mia solidarietà e, conoscendoli, so che da subito si rimetteranno al lavoro per continuare a fare un’informazione di qualità al servizio di tutti”.

L’articolo Giornalisti aggrediti, Falco (Corecom): In Campania situazione insostenibile, a rischio libera informazione proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Senza Rossetto: la prima volta delle donne al voto

L’associazione Toponomastica femminile Caserta organizza per il prossimo 17 gennaio 2020 alle ore 17:00, presso la Sala Conferenze del Centro Culturale Sant’Agostino in Caserta via Mazzini n. 16, la proiezione del documentario Senza Rossetto.

L’evento si articolerà in: presentazione a cura di Nadia Marra, referente provinciale Toponomastica femminile Caserta, proiezione del docufilm Senza Rossetto (colore e b/n, durata 52’), momento di dibattito e conclusioni affidate a Fosca Pizzaroni, Toponomastica femminile Caserta.

Senza Rossetto rappresenta una ricerca sull’immaginario pubblico femminile e racconta l’importanza simbolica e politica che il voto – vissuto come concessione o conquista, o naturale conseguenza dei tempi, come diritto o dovere, ebbe sulla percezione di sé – alla vigilia del 1946, per le elezioni amministrative del marzo-aprile e successivamente, il 2 giugno 1946, per l’elezione dell’Assemblea costituente e la scelta della forma istituzionale dello Stato, se Repubblica o Monarchia.

Un progetto avviato nel 2016 da Silvana Profeta, antropologa visuale, ed Emanuela Mazzina, archivista, con il nome di Senza Rossetto, per il riferimento alla raccomandazione impartita alle elettrici, che per la prima volta esercitavano il diritto di voto, di evitare il rossetto per non sporcare la scheda al momento di umettarla ed incollarla chiudendola, pena l’invalidazione.

Il film, prodotto da regesta.exe in collaborazione con la Fondazione dell’Archivio audiovisivo del movimento operaio e democratico e dall’archivio Luce Cinecittà, costruisce una narrazione polifonica e complessa, volendo raccogliere le storie personali ed intime di tante donne: di Elena, Marisa, delle gemelle Silvia e Monalda, di Luigina, di Angela e di altre ancoradistanti per classi sociali e geografiche, per ideali e visioni del mondo –, richiamando i ricordi del passato su alcuni temi scelti – la dittatura, la guerra, l’antifascismo, la libertà raggiunta –, ed innescando riflessioni sul presente e sul futuro che ancora le attende, permettendo una rilettura della memoria collettiva attraverso il dipanarsi di memorie minute, emotive e nascoste, mai completamente date una volta per tutte e sempre interrogabili nel tempo.

Il film Senza Rossetto è stato proiettato per la prima volta il 22 novembre 2018 al Festival di Cinema e Donne di Firenze, a due anni dalla presentazione, sempre al Festival, della versione pilota.

Toponomastica femminile gruppo casertano – Referente provinciale Nadia Marratf.caserta@virgilio.it
Cinzia Battista – Concetta Bologna – Maria Calandra – Rosa Maria Clemente – Olga Coleti
Fernanda D’Ambrogio – Anna Di Marco – Gina Ferraiuolo – Orsola Ferraro – Claudia Frisoni – Olimpia Gallicola
Giovanna Gentile – Lidia Luberto – Lisa Masotta – Rosaria Monaco – Katia Nicosia – Dolores Peduto – Lucia Principe
Rosamaria Petrella – Fosca Pizzaroni – Angela Raucci – Antonietta Santoro – Nadia Verdile

L’articolo Senza Rossetto: la prima volta delle donne al voto proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Naim e Apperti pretendono risposte sulla cava Luserta

Riceviamo e pubblichiamo la seguente nota stampa del Movimento Speranza per Caserta.

Un vero e proprio mistero quello che riguarda la dismissione e la riqualificazione della cava Luserta di cui si stanno occupando, da tempo, i Consiglieri di Speranza per Caserta Norma Naim e Francesco Apperti, che avevano infatti presentato più di un anno fa una interrogazione a risposta scritta all’Amministrazione per conoscere lo ‘stato  dell’arte’ della dismissione dell’area di cava.

Infatti, dopo la conferenza dei servizi e l’accordo raggiunto tra istituzioni e impresa, era stato annunciato un ricorso al TAR dalla stessa azienda. Quella interrogazione non ha mai ricevuto risposta, neanche dopo un sollecito inoltrato a marzo alla Presidenza del Consiglio Comunale.

“Ad un anno di distanza dobbiamo prendere atto dello sgarbo istituzionale dell’Amministrazione
sottolinea la Capogruppo Norma Naim – che si sottrae dal fornire ai consiglieri comunali e alla
cittadinanza documenti e notizie su un argomento riguardante la salute pubblica dei casertani in
dispregio del Regolamento delle Attività Consiliari.

Per questo motivo siamo tornati a protocollare una nuova richiesta affinché l’interrogazione possa
essere discussa, stavolta oralmente, al primo Consiglio Comunale utile”.

L’argomento è peraltro tornato prepotentemente di attualità in quanto il Sindaco Marino, nella qualità di Presidente Anci Campania, ha inviato secondo quanto riferito dalla stampa una lettera a vari rappresentanti di Giunta e Consiglio Regionale, nella quale si chiede che i singoli comuni possano occuparsi direttamente delle attività estrattive, consentendo anche “la coltivazione di tutte le cave abbandonate in disponibilità dei privati al fine del conseguimento delle esigenze di conservazione dei livelli occupazionali delle aziende”.

L’eterna dicotomia tra lavoro e salutecommenta il Consigliere Apperti – che evidentemente il nostro Sindaco dopo tante belle chiacchiere, come quelle sulla volontà di chiudere tutti i cementifici sul territorio comunale espressa a margine di un intervento sul Macrico, vuole risolvere ancora una
volta a danno della salute pubblica”.

 

L’articolo Naim e Apperti pretendono risposte sulla cava Luserta proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Ennesima aggressione ai danni di una guardia carceraria

Nella giornata del 12 gennaio, all’interno della Casa circondariale di Poggioreale, un detenuto ha aggredito un agente della Polizia Penitenziaria dopo che gli era stato impedito di accedere in un‘area specifica, dato che il detenuto in questione era un soggetto sotto osservazione, per la propria incolumità.

Il detenuto trentenne napoletano dopo il divieto della guarda gli si è scagliata contro spintonandola e prendendola a calci, in seguito ha provato a strangolarla. Solo l’intervento di altri agenti della Penitenziaria hanno evitato il peggio.

Gestire la realtà delle carceri è molto difficile a causa dell’elevato numero di detenuti e anche perché molti credono di poter trasferire all’interno di esse le regole della strada, le proprie regole, facendo ciò che gli pare. A loro va la nostra solidarietà e ci meraviglia che il neo garante dei detenuti il pluripregiudicato Pietro Ioia non abbia preso le distanze da questi comportamenti violenti e criminali. A Poggioreale la situazione è critica e gli agenti svolgono un lavoro difficile e pericoloso per cui dovrebbero essere dotati dei mezzi tecnologi, Taser e Jamme, che consentirebbero loro di tenere la situazione sotto controllo. ”-ha spiegato il Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

L’articolo Ennesima aggressione ai danni di una guardia carceraria proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Alife. Tra gli studenti dell’IPIA il giornalista casertano Giuseppe Russo racconta la WW2 con i fumetti

Dopo i ripetuti successi della trilogiaI Caduti di Pietra”, il giornalista e scrittore casertano Giuseppe Russo riprende a divulgare la sua interessante storia della Campania e del nostro Paese, durante la Seconda guerra mondiale, grazie al lancio di OPERAZIONE 51, primo numero della sua nuova avventura editoriale che, stavolta, parla luniversale e affascinante linguaggio del fumetto. La particolare prospettiva danalisi del tremendo periodo bellico, che lo ha visto protagonista in numerose città italiane tra cui Ferrara, Padova, Roma, Subbiano (Ar), Cassino (Fr), San Pietro Infine (Ce), Mignano Monte Lungo (Ce), Lagonegro (Pz), Napoli, Afragola (Na), Caserta, Benevento, Avellino, tra l’altro in luoghi davvero eccezionali come la Scuola Militare Nunziatella di Napoli o il QGI di Giugliano-Lago Patria (NATO), è da tempo segno distintivo dei seguitissimie interessanti seminari tenuti da uno dei più apprezzati scrittori indipendenti del nostro territorio. In attesa della pubblicazione dell’ultimo conclusivo testo della citata trilogia, che si intitolerà significativamente IL PRIMO FRONTE e sarà pubblicato il prossimo autunno, Giuseppe Russo sbarca all’IPIA di Alife, storico istituto superiore del territorio casertano, per raccontare agli studenti la rocambolesca operazione militare che i tedeschi organizzarono durante lo sgombero dell’Abbazia di Montecassino, nell’autunno del ’43, per trafugare dueimportanti tele partenopee, la “Danae di Tiziano” e la “Parabola dei ciechi di Bruegel il Vecchio”, per portarle indono ad un alto gerarca del regime nazista. Il grande merito del giornalista casertano, che si va imponendo sempre più come ricercatore e divulgatore storico di grande rilievo e oggettività scientifica, attenzionato anche da radio,televisione, magazines e quotidiani nazionali, è quello di riuscire a coinvolgere i lettori grazie a sconosciuti episodi riguardanti l’onerosa battaglia che i nostri beni culturali, le nostre tradizioni ed i nostri paesaggi furono costretti a subire durante i duri anni della seconda grande guerra. Oltre ai bombardamenti degli angloamericani, che in Campania colpirono tragicamente regge, teatri, scavi archeologici, chiese, stadi, palazzi nobiliari, attività commerciali, industrie e caffè storici, i suoi testi sviscerano i micidiali cambiamenti sociali ed economici che le ritorsioni naziste e la successiva occupazione alleata arrecarono soprattutto al già martoriato sud Italia e soprattutto alla Campania, agnello sacrificale e territorio di sperimentazione di atti barbarici poi riproposti in tutto il resto del Paese fino al termine della guerra. Attraverso l’amichevole racconto di curiose questioni sportive, piccole guerre familiari, rinascite economiche, fenomeni turistici e tanti altri episodi vicini alla reale vita quotidiana di un popolo, soprattutto quello campano, letteralmente ingurgitato dalla Seconda guerra mondiale, l’Autore casertano coinvolge i lettori catapultandoli in punta di piedi nella realtà di un brutale conflitto e rendendoli partecipi di uno dei momenti più particolari della nostra storia. Da oggi, quindi, la “storia diversa della Seconda guerra mondiale in Campania e in Italia” sarà fruibile sia grazie ai libri della trilogia “I Caduti di Pietra”, sia attraverso la serie a fumetti I Caduti di Pietra – The Comicbook Series da scoprire anche partecipando ai numerosi seminari, assolutamente gratuiti, cui l’Autore ècostantemente invitato a presenziare in tutta Italia per raccontarci la storia del nostro Paese e contribuire a mantenere vivo il ricordo di un passato su cui costruire un futuro di pace e convivenza civile.

L’appuntamento è, quindi, per il prossimo 18 gennaio 2020, alle ore 10:30, presso l’Auditorium dell’Istituto IPIA di Alife. Non mancate.

Info sul sito ufficiale www.icadutidipietra.com (anche .it) e sui profili social cercando I Caduti di Pietra.

L’articolo Alife. Tra gli studenti dell’IPIA il giornalista casertano Giuseppe Russo racconta la WW2 con i fumetti proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Magliocca: prosegue il programma di messa in sicurezza degli edifici scolastici in Terra di Lavoro

Prosegue il programma di messa in sicurezza degli edifici scolastici di Terra di Lavoro.

Il MIUR ha approvato la graduatoria relativa ai contributi per la progettazione finalizzata alle indagini ed alle verifiche dei solai e controsoffitti degli edifici scolastici pubblici per prevenire eventi di crollo. L’erogazione dei contributi – previsti per un importo complessivo su scala nazionale di 40 milioni di euro – sarà assegnato sulla base di una procedura pubblica nazionale in esecuzione del Decreto 8 agosto 2019, prot. n. 734.

Giorgio Magliocca – Presidente della Provincia di Caserta
Nei prossimi mesi gli uffici del Settore Edilizia dell’Ente metteranno in essere le procedure per l’assegnazione degli incarichi ai professionisti per la progettazione di indagini e verifiche.

Sono 71 gli interventi tecnici in previsione da effettuarsi su 45 Istituti scolastici superiori della nostra Provincia, dal momento che alcuni di tali interventi si effettueranno su più plessi di un medesimo Istituto.

Procediamo nel programma di messa in sicurezza e di ammodernamento per gli istituti scolastici superiori della provincia di Terra di Lavoroha dichiarato il Presidente Magliocca – avvalendoci di ogni forma di finanziamento a nostra disposizione. Questo ultimo intervento, finanziato dal Miur, in particolare, riguarderà le verifiche dei solai e controsoffitti di 45 nostri Istituti scolastici”.

 

 

L’articolo Magliocca: prosegue il programma di messa in sicurezza degli edifici scolastici in Terra di Lavoro proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Aggressioni a carico degli operatori sanitari : Conferenza di Servizio del 118

Napoli. Attivita’ territoriali per contrastare il rischio delle aggressioni a carico degli operatori sanitari : di questo si parlera’ nella conferenza di servizio del 118 che si svolgera’  mercoledì 15 gennaio 2020
P.O.  Ospedale del mare palazzina direzionale (aula conferenze)

Questo il programma:

10,00 -. visione dell’ambulanza prototipo dotata di tutti i nuovi sistemi video e
geolocalizzazione
saranno presentati gli allestimenti video e di geolocalizzazione sulla prima ambulanza, già
operativa

 visita alla Centrale Operativa Territoriale 118 Napoli 1
si accede alla C.O.T. (accesso limitato, attività lavorativa in corso)

10,30 -INIZIO CONFERENZA
P.O. Ospedale del mare, aula conferenze – palazzina direzionale

10,30 -Ciro Verdoliva – Direttore Generale ASL Napoli 1 Centro
dettaglio sulle attività del Servizio 118 e sulle attività territoriali movimentazione pazienti
saranno presentati i dati relativi ai mezzi, alle risorse umane, i “dati fattuali” delle
chiamate/interventi/, i tempi di intervento
dettaglio delle azioni messe in campo per ridurre il rischio aggressioni
saranno presentate le telecamere bordo mezzo e bordo uomo, il sistema di geolocalizzazione,
il sistema di controllo telemetria, il pulsante “my day”, collegamento punto-punto Pronto
Soccorso / Forze dell’Ordine
presentazione del cronoprogramma relativo a dotare l’intero parco automezzi di tali nuovi sistemi e ulteriori azioni di  miglioramento dotazione mezzi e risorse umane presentazione in diretta delle immagini e della geolocalizzazione in collegamento diretto con l’ambulanza prototipo

10,55 -Giuseppe Galano – Direttore UO.C. Servizio 118 e attività territoriali – ASL Napoli 1 Centro
considerazioni generali e dettaglio sulle tipologie di intervento (reti tempodipendenti)
si provvederà ad analizzare l’organizzazione con particolare riferimento alla
movimentazione pazienti con patologie tempodipendenti (rete IMA, rete STROKE, rete
POLITRAUMA)

11,10 -Vincenzo De Luca Presidente Giunta Regione Campania
conclusioni
11,40 -fine

L’articolo Aggressioni a carico degli operatori sanitari : Conferenza di Servizio del 118 proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


AVVISO IMPORTANTE. Differenziata: mercoledi’ 15 gennaio non verra’ svolta la differenziata

Caserta. L‘Amministrazione comunale invita la cittadinanza, le imprese e le grandi utenze a non esporre in strada martedì 14gennaio la frazione differenziata “carta e cartone”.

L‘Amministrazione ha infatti appreso che mercoledì 15 gennaio Ecocar non potrà svolgere la raccolta di tale frazione a causa di difficoltà operative dell’impianto di conferimento finale.

L’articolo AVVISO IMPORTANTE. Differenziata: mercoledi’ 15 gennaio non verra’ svolta la differenziata proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi
error: Copiare è vietato, ma puoi chiederci tutto gratis!