Capua. Il grande cinema al ‘Ricciardi’, da Effetto Notte’ a ‘Mulholland Drive’

Dopo Godot, mercoledì 27 ottobre, al teatro Ricciardi è stato possibile entrare nel mondo di Truffaut con la proiezione di “Effetto notte”.

Per gli amanti del cinema d’autore ricordiamo che dal 15 al 17 novembre sarà proiettato Mulholland Drive di David Lynch

François Truffaut, insieme a Jean-Luc Godard, rappresenta senz’altro uno dei registi più rappresentativi del cinema francese. Nel suo cinema, come in quello dell’amico Jean-Luc, si cristallizza la memoria di tutto il cinema del passato.

Memorabile, in questa prospettiva, l’identificazione posta da Truffaut tra felicità e fruizione artistica: “Tre film al giorno, tre libri alla settimana, dei dischi di grande musica basteranno a fare la mia felicità fino alla morte”. Il regista è grande solo se prima è stato spettatore, se conosce cosa il pubblico vuole. Fare cinema, secondo il regista francese, significa imporre la propria follia soggettiva a un pubblico meno folle di lui o soggiogato da una follia diversa.

 

Questo pensiero ci conduce subito al tema portante di uno dei capolavori di Truffaut – sicuramente il film più estremo del regista -: La nuit américaine. Sì, perché il cuore pulsante di uno dei più grandi atti d’amore nei confronti della settima arte è il rapporto fra creazione artistica e verità, fra cinema e vita: “Per voi non è che un film, per me è la vita stessa”.

Effetto Notte, questo il titolo italiano dell’opera, può essere definito a ragione l’8 e mezzo di Truffaut. E, per certi versi, potrebbe essere accostato a un altro grande capolavoro del cinema che funge da summa dell’intera opera registica del suo autore, Vérité et mensonges di Welles.

Questi tre film sono accomunati non solo dal chiaro intento meta-cinematografico che pone come “oggetto” il “soggetto” stesso, ossia il cinema, lo sguardo interrogante di regista e spettatore, la luce che li unisce, ma dall’idea, ben più radicale, della indistinguibilità fra la rappresentazione, la forma, e la vita.

Il cinema, contraddicendo la nota affermazione platonica secondo la quale l’arte non è altro che imitazione dell’imitazione – la realtà sensibile che è, in senso forte, solo in virtù della sua partecipazione al mondo intelligibile delle idee -, è l’unica verità di cui disponiamo.

L’immagine cinematografica non rappresenta un impoverimento della vita, un segno inadeguato che, invano, tenta di esprimere il fondo inattingibile dell’essere, ma è la vita stessa, il modo preminente in cui la vita dice se stessa. Oltre il cinema, oltre il buio e la luce della sala, non c’è altro.

Sovviene, a tal proposito, quanto affermava in maniera lapidaria Ricoeur in Temps et récit. Una vita puramente biologica non esiste. La vita è indisgiungibile dal suo racconto. La vita, che è tempo, divenire, è racconto.

Non è possibile separare il flusso dell’esistenza dal significato soggettivo che noi gli attribuiamo. La forma non sopraggiunge dall’esterno, è il flusso stesso del tempo/vivere che prende la parola, diventando cosciente di sé. Umanesimo integrale e radicale, dunque, quello di Truffaut. E la nuit américaine rappresenta il manifesto più importante di siffatto umanesimo.

Intanto è stata la pubblicata la programmazione di novembre 2021

Freak Out di Gabriele Mainetti

28 ottobre
⏰ore 18.00 e 21.00
(⚠️chiuso 29-30-31 e 1)
2-3 novembre
⏰ore 18.00 e 21.00
⚠️dal 4 al 10 novembre
solo ore 21.00

L’Arminuta
di Giuseppe Bonito
dal 4 al 10 novembre
⚠️solo ore 18.00
domenica 7 novembre [ospite in sala]
⏰ore 18.00

‍A TEATRO CON MAMMA E PAPA’
DOMENICA 7 novembre
⏰ORE 11.00
a cura de
La Mansarda Teatro Dell’Orco
La compagnia “Teatrop”
presenta
Il Pifferaio Magico

Il bambino nascosto
di Roberto Andò
dall’11 al 14 novembre
⏰ore 18.00 e 21.00
dal 15 al 17 novembre
⏰ore 18.00

13 novembre
SERATA DISCO

Mulholland Drive
di David Lynch
dal 15 al 17 novembre
⏰ore 21.00

La scelta di Anne- L’Evénement
[ ‘]
di Audrey Diwan
dal 18 al 21 novembre
⏰ ore 18.00 e 21.00

Resilienza 3.0
di e con
Massimiliano Gallo
Venerdì 19 novembre
⏰ore 20.30

Titane [ ‘]
di Julia Ducournau
22 e 23 novembre
⏰18.00 e 21.00

‍A TEATRO CON MAMMA E PAPA’
Domenica 28 novembre
⏰ore 11.00
a cura de
La Mansarda Teatro Dell’Orco
la compangia “Arterie Teatro”
presenta
“La Bella e la bestia”

www.teatroricciardi.it/programma

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: