Aversa. Giovedì 7 commemorazione del dottor Giuseppe Capone nel primo anniversario del trapasso

“Il ricordo è ciò che permette di continuare a vivere alle persone che non ci sono più, ma che in vita sono state legate a noi da un grande affetto”.

In ricordo del dottor Giuseppe Capone, investito nei pressi della sua abitazione, i suoi amici e parenti hanno organizzato per le ore 17 di giovedì 7 gennaio, sul luogo del tragico evento, una cerimonia di commemorazione, cui seguirà, il giorno 8 alle 18.30, la Santa Messa presso la Chiesa di Santa Teresa.

La morte di Giuseppe è tragicamente avvenuta la sera del 7 gennaio del 2019 in via Salvo D’Acquisto mentre il giovane medico tornava dalla palestra ed è stato investito da una Minicooper.

Ancora vivo il dolore di parenti e amici che attendono che un processo faccia luce sulla triste vicenda.

La sensibilità di Giuseppe, è impressa nell’animo dei suoi familiari, il
suo amore per gli animali, il suo spirito di sacrificio per i meno fortunati hanno da sempre caratterizzato l’esistenza del giovane medico”.

Aveva tanto e aveva ottenuto tanto dalla vita anche con i suoi studi, ma ciò nonostante continuava ad amare le cose semplici.

Amava molto viaggiare, era un giovane capace di dare tanto affetto anche ai genitori, con i quali viveva e a sua sorella Alessandra.

Specializzato in Agopuntura, dopo aver prestato servizio come medico del 118 a Como, Giuseppe era anche specializzando in Medicina Fisica e Riabilitativa.

Di lì a pochi mesi infatti si sarebbe specializzato anche in questo ambito.

Dopo la specializzazione aveva tra i suoi progetti quello di collaborare con il dottor Peppe Caianiello, per dare il proprio contributo da medico a Buyango in Tanzania.

Questa la motivazione per cui proprio nella località tanzaniana è stato dedicato a Giuseppe un poliambulatorio voluto dal dottor Caianiello, da Padre Paolo, con l’aiuto delle associazioni “Cantiere Missionario” e “Obiettivo Cuore Abc” e che lo stesso Giuseppe aveva contribuito a realizzare.

Sulla porta dell’ambulatorio è stata affissa una targa dedicata a Giuseppe, che sentiva da sempre come sua la professione di medico, esercitata anche dal padre, il ginecologo Gaspare Capone, e, per meglio dire, esercitata da ben cinque generazioni.

Strappato alla vita, ai suoi sogni, ai suoi innumerevoli ottimi propositi -queste le parole della sua mamma, l’insegnante Sandra Motti- aveva appena trentadue anni, si era da poco affacciato alla vita, quella vita che amava tanto e che rispettava come valore non solo proprio ma come valore altrui”.

L’iniziativa della commemorazione che si svolgerà domani è stata di Anna d’Angelo, molto legata alla famiglia di Giuseppe.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati