Sessa Aurunca. ‘Scacco’ al clan dei ‘Muzzoni’: 4 arresti per estorsione con metodi mafiosii

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sessa Aurunca, unitamente ai colleghi della Stazione locale, nelle prime ore di martedì 7 novembre hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Napoli su conforme richiesta della locale Procura Distrettuale Antimafia, nei confronti di quattro indagati, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di estorsione, tentata estorsione e porto abusivo di arma da fuoco, tutti aggravati dal metodo mafioso.

Il provvedimento cautelare recepisce gli esiti di un’articolata attività d’indagine, condotta tra i mesi di aprile e novembre, volta ad acclarare le attività criminose poste in essere dagli indagati, tutti appartenenti al clan camorristico degli Esposito, cosiddetti “muzzoni”, storicamente operante sui territori di Sessa Aurunca, Cellole e Baia Domizia.

Le indagini, coordinate dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, hanno permesso di individuare i componenti del sodalizio ai quali il clan aveva affidato la riscossione delle estorsioni nel territorio del Comune di Sessa Aurunca, necessarie e sostentare il clan e specificamente le famiglie dei sodali detenuti.

La particolare attività investigativa ha consentito, inoltre, di confermare l’ipotesi degli inquirenti circa l’operatività attuale della consorteria criminale degli Esposito, particolarmente attiva nella commissione di attività estorsive.
In totale sono stati documentati una dozzina di episodi estorsivi, commessi tra il mese di giugno e di settembre del corrente anno, in danno di alcuni commercianti dell’area di Sessa Aurunca.

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: