Caiazzo. ‘Festival’, gestione nella bufera: la minoranza adisce anche l’autorità anti corruzione

Sono già cominciati i problemi per l’esecutivo del sindaco ribaltonista e forse per alcuni funzionari comunali che, se non “indotti”, di propria iniziativa hanno deciso di seguire, nella programmazione di “Creazione Festival”, una procedura tanto criticabile da indurre il gruppo consiliare di  minoranza (e pare anche dei soggetti che si ritengono direttamente danneggiati, ma preferiscono temporeggiare) a denunciare anche all’Autorità nazionale Anticorruzione l’inerente operato della pubblica amministrazione, nella gestione del denaro pubblico, come ben si evince dalle seguenti, durissime considerazioni, e dal testo dell’interrogazione consiliare, di seguito riportata quasi testualmente:

Intorno al sindaco il vuoto.

E’ ormai conclamato che le scelte di quest’amministrazione che da due anni ha ribaltato il voto popolare, si traduce in un non coinvolgimento dei cittadini nelle scelte e nella partecipazione.

Sperpero di denaro pubblico per incarichi e prebende per realizzare, con 150.000 euro, manifestazioni delle quali la città neanche si accorge.

Mercoledì al palazzo Mazziotti la prova del vuoto intorno a quest’amministrazione: ad ascoltare Maurizio Casagrande poco più di 50 persone, molte venute da fuori.

Quale ricaduta per i cittadini di Caiazzo, per i commercianti per i contribuenti, per il territorio?

OGGETTO: MANIFESTAZIONE “CREAZIONE FESTIVAL” RICHIESTA CHIARIMENTI.

I sottoscritti consiglieri comunali del gruppo “Uniti per Caiazzo”, Stefano Giaquinto, Antonio Ponsillo, Antonio Di Sorbo e Patrizia Merola,

PREMESSO

-che a seguito di bando Regionale il Comune di Caiazzo ha avuto accesso ad un finanziamento per la realizzazione di un progetto “CreAzione Festival della produzione cinematografica d’autore” per un importo pari ad € 150.000 euro;

-che fra gli obiettivi del progetto finanziato vi è la promozione del territorio e il rilancio delle eccellenze locali, da tempo abbandonate a sé stesse dall’attuale amministrazione ribaltonista;

-che le aspettative erano tante, così come le possibilità di rilancio delle professionalità locali;

-che, al contrario, sono stati elargiti lauti compensi a maestranze di altre province, a danno di quelle locali, mediante un frazionamento di incarichi da “contentino” per le professionalità locali.

Tanto premesso e ritenuto, i predetti Consiglieri Comunali di opposizione,

CHIEDONO:

in primis, come è stato individuato il direttore artistico;

-come mai il predetto direttore, contravvenendo a quanto stabilito con delibera di Giunta comunale numero 125 del 7 novembre 2016, con nota numero 11483 del 30 novembre 2016 ha prevaricato l’indirizzo politico, ottenendo addirittura la modifica della deliberazione di Giunta anzidetta con la successiva 143 del 30 novembre 2016;

-come mai in talune determine di affidamento diretto il direttore artistico figura come tramite nella scelta delle professionalità e addirittura dell’invio dei curriculum, e quale criterio ha adottato nel proporre maestranze ad un ente pubblico;

-come mai ci sono duplicazioni di incarichi (due direttori artistici, due responsabili della comunicazione eccetera);

-chi ha individuato le professionalità e quali sono stati i criteri adottati;

-quali sono i criteri di determinazione dei compensi ai professionisti;

-come sono state individuate le maestranze di altre province o addirittura di altra regione, chi le ha segnalate e quale è stato il criterio adottato per l’affidamento diretto;

-come mai le determine di affidamento, con individuazione specifica delle professionalità e dei compensi, sono state già adottate e pubblicate, nonostante le somme impegnate ancora non siano previste in bilancio (la proposta di variazione è all’ordine del giorno del Consiglio Comunale convocato per il 27 dicembre 2016);

-come mai nelle determinazioni si fa riferimento a “pagamenti compatibili con gli stanziamenti di bilancio” benché la somma finanziata non sia stata ancora prevista in bilancio.

Si chiede inoltre: copia della nota 11483 del 30 novembre 2016 del Direttore Artistico; lettere di segnalazione di professionalità del Direttore Artistico come ad esempio quella del -6 dicembre, di cui alla determinazione numero 88 del 7 dicembre 2016, e successive.

Cliccare su una delle foto per intonare o ascoltare “Pietre” cantata da Antoine 

(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

 

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: