Caiazzo. Penuria idrica: pollice verso per Giaquinto della minoranza che ne (ri)contesta l’inefficienza

Città “del buon vivere” o “da terzo mondo”?

Leggi tutto

Caiazzo. Penuria idrica ‘precoce’ e mal fronteggiata; insorge il consigliere Mauro Della Rocca

Proprio ora che l’igiene personale rappresenta un tassativo per ostacolare la propagazione del Covid-19,

Leggi tutto

Caiazzo. Penuria idrica: grave denuncia dopo circa due mesi di pene negate dai preposti

Sul “dramma” quotidiano di tantissime famiglie caiatine, soprattutto delle zone rurali. a quanto pare negato dai “responsabili” comunali, interviene con

Leggi tutto

Caiazzo. Penuria idrica in via Acquarelle: la minoranza stigmatizza l’incapacità dei preposti comunali

Nuovo attacco al vetriolo nei confronti della civica amministrazione,

Leggi tutto

Castel Campagnano. Penuria idrica: appello del sindaco per fronteggiare la grave emergenza, proprio con la festa patronale

Ogni cittadino che ha l’acqua la utilizzi in maniera corretta per non creare disagi ad altri.

Leggi tutto

Alife. Penuria idrica: massima attenzione del neo sindaco, già attivo su molteplici fronti

Carenza idrica e progetti strutturali, queste sono le priorità dell’Amministrazione Comunale targata Maria Luisa Di Tommaso….

La Fascia Tricolore in una missiva indirizzata ad Acqua Campania S.p.A. di Napoli ed al Consorzio Idrico Terra di Lavoro di Caserta, in cui lamenta e sottolinea il problema delle famiglie alifane per la carenza del bene primario, ha convocato una riunione tecnica presso la casa comunale per affrontare la problematica. Convocata , dunque, una riunione tecnica d’urgenza per capire e cercare di risolvere l’annoso problema che in passato molto spesso è stato oggetto di scontro tra le fazioni politiche in campagna elettorale e non solo. L’iniziativa ha ricevuto apprezzamenti anche da alcuni componenti della minoranza. Il guasto sovente riguarda sempre la stessa conduttrice principale, che dalla sorgente Maretto che discende lungo la Strada Provinciale 330 ex S.S. 158 per poi servire non solo la città di Alife ma anche altri comuni come Dragoni, Baia e Latina, Sant’Angelo d’Alife. Una condotta in cemento divenuta ormai obsoleta, e che ormai da diverso tempo è in attesa di essere sostituita. Le famiglie alifane si ritrovano nuovamente senza l’importante bene primario con le dovute conseguenze in termini igienici e sanitari e sono in molti a sperare che al di là dei proclami politici vengano studiate soluzioni idonee che possano mettere la parola fine al disagio. Intanto risale ai giorni scorsi la delibera di Giunta in cui comunica l’adesione all’Avviso pubblico regionale per il “finanziamento di misure di politica attiva rivolto agli ex percettori di ammortizzatori sociali…(…) per favorire la permanenza nel mondo del lavoro”; e la delibera per partecipare al progetto di finanziamento per l’installazione di sistemi di videosorveglianza urbana d’intesa con il Ministero dell’Interno.
Leggi tutto

Caiazzo. Penuria idrica: Giaquinto scagiona ed elogia un solo amministratore comunale: chissà quale?!

In merito al problema dell’acqua, riposto quanto detto dall’assessore provinciale

Leggi tutto