Corpo Forestale: legittimo il transito nell’Arma dei carabinieri: ‘parola’ della Corte Costituzionale

È legittimo l’assorbimento del Corpo Forestale nell’Arma dei Carabinieri. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale, che si è riunita martedì, 16 aprile 2019, in camera di consiglio per discutere le questioni sollevate da tre Tribunali amministrativi regionali (Abruzzo, Veneto, Molise) sulla legittimità della riforma che nel 2016 ha soppresso il Corpo forestale dello Stato (CfS) […]

L’articolo Legittimo l’assorbimento del Corpo Forestale nell’Arma dei carabinieri. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale proviene da BelvedereNews.

Leggi tutto

Gallo Matese. Doppio furto in due giorni alla nota artista italo-americana Rosa Chiodi: indaga la Benemerita

Sapevano bene dove “mettere mano” i “ladri d’arte” che a distanza di poche ore

Leggi tutto

Carabinieri, caserma contesa: contro la sentenza favorevole a Ruviano, il Comune di Caiazzo adisce il Consiglio di Stato

L’amministrazione Comunale non demorde sulla questione del trasferimento della Caserma dei Carabinieri nel vicino paese di Ruviano, e ricorre al Consiglio di Stato per appellarsi al rigetto della sospensiva dell’istanza cautelare concernente il trasferimento della Stazione Carabinieri da parte del Tribunale Amministrativo Regione della Campania. L’ esecutivo comunale, dunque, a tutela degli interessi dell’ ente locale ha stabilito di agire in giudizio avanti ai giudici amministrativi della suprema Corte e di affidarsi nuovamente al legale Pasquale Marotta. Lo stesso difensore dell’ente, ritiene infatti, non idonei i locali predisposti dal Comune di Ruviano presso una scuola ristrutturata con finanziamenti comunitari dalla destinazione d’imuso espressamente vincolata. Il Comune di Caiazzo, infatti, nell’osservanza e nella puntuale applicazione delle norme relative all’accesso agli atti amministrativi, nei mesi scorsi ha delegato, con nota sindacale, i dipendenti dell’Ente Sig.ra Carmelina Russo e Sig. Gaetano Chichierchia, affinchè provvedessero a realizzare l’accesso agli atti afferenti la questione in esame, presso il Comune di Ruviano. L’ente comunale ruvianese tuttavia ha ribadito e affermato la legittimità dei propri provvedimenti facendosi rappresentare in giudizio dall’Avv. Felice Laudadio. La battaglia dunque continuerà ora nelle aule del tribunale della giustizia amministrativa considerato che l’ente locale del Medio Volturno vuole utilizzare tutte i tentativi a propria disposizione per evitare il trasferimento del presidio di legalità del paese. Nei giorni scorsi l’esecutivo comunale ha inoltrato al Dipartimento affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno le richieste di finanziamenti per opere che riguardano interventi di messa in sicurezza di edifici da realizzare nel triennio 2018/2020 tra cui il completamento dell’ex mattatoio predestinato a diventare nel prossimo futuro con molta probabilità la nuova sede del principale presidio di legalità.
Leggi tutto

Alvignano. Auto officina e carrozzeria abusiva sequestrata dai Carabinieri; deferito il titolare

Giuseppe Terminiello| ALVIGNANO. Scoperta una autocarrozzeria e autofficina meccanica che operava senza alcuna autorizzazione amministrativa. Per questo motivo  i carabinieri della locale stazione di Alvignano, guidata dal Comandante Giancarlo Sangiovanni, hanno provveduto al sequestro amministrativo della struttura utilizzata e di tutte  le attrezzature presenti nella carrozzeria costituite da attrezzi meccanici vari e materiale per la verniciatura degli automezzi. Il titolare dell’attività è stato, inoltre, deferito  alla competente Autorità Giudiziaria.  L’azione di servizio conferma, ancora una volta, il costante presidio e controllo economico attutato sul territorio dagli uomini della benemerita  a difesa della legalità, a beneficio degli artigiani e delle attività commerciali  che operano nel rispetto della legalità. (Comunicato Stampa – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

Dragoni. Discarica abusiva vicino alla chiesa di S.Marco scoperta e sequestrata dalla Benemerita

 Giuseppre Garibaldi. DRAGONI. Sequestrato nell’ territorio di Dragoni dai carabinieri della locale stazione di Alvignano retta dal comandante Giancarlo Sangiovanni nell’ambito dell’attività di controllo del territorio e contrasto al fenomeno dei reati ambientali, un cassone scarrabile colmo di rifiuti ingombranti e vari cumuli di rifiuti di vario genere presso l’area comunale, antistante la Chiesa di San Marco, ubicata presso l’omonima frazione. Il motivo del sequestro sarebbe stato causato dalla mancanza delle necessarie autorizzazioni previste dalla normativa vigente in materia di raccolta e trasporto dei rifiuti. Nel corso dell’attività, gli uomini dell’Arma hanno rilevato, inoltre, la presenza di rifiuti speciali, quali possono essere apparecchiature elettroniche non trattate, ovvero non private delle componenti pericolose. Sul caso indagano i militari coordinati dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.(Foto rep.)   (Comunicato Stampa – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

Caiazzo-Ruviano. Carabinieri: finisce in tribunale la contesa per la stazione, udienza fra pochi giorni

Non paghi del circostanziato esposto prodotto dall’ex sindaco Nicola Sorbo,

Leggi tutto

Caiazzo. Decò, condono: ‘terremoto’ al Comune: atti acquisiti dai Carabinieri; vuol vederci chiaro la Procura?

Quando si dice “terremoto presagito”: è durata meno del previsto la festosa sicumera

Leggi tutto

Piana M.Verna. Arrestato per omicidio pregiudicato serbo, latitante ma già ‘ai domiciliari’ nel ‘BelPaese’

PIANA DI MONTEVERNA.Nell’ambito della sempre più consolidata interoperabilità con le banche dati estere e l’alto livello di collaborazione raggiunto con i collaterali organi di Polizia da parte dello SCIP della Direzione Centrale della Polizia Criminale, anche oggi si è registrato l’arresto di un latitante presente in Italia.I Carabinieri della Stazione di Caiazzo (Ce), in località Piana di Monte Verna (Ce), a seguito degli accertamenti effettuati attraverso la Divisione Interpol del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia della Criminalpol, hanno arrestato  PETROVIC Predrag, cl. 71, serbo-montenegrino.L’uomo, già agli arresti domiciliari per numerosi reati commessi in Italia, è risultato essere ricercato a livello internazionale ai fini estradizionali verso la Serbia, poiché colpito da provvedimento di cattura, emesso dal Tribunale di Belgrado, per il reato di omicidio commesso in patria.Petrovic è stato immediatamente condotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere in attesa della conseguente estradizione.         (Comunicato Stampa – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: