Category Archives: Politica, economia, giustizia

Dirigenti scolastici, concorso sospeso: apprensione in attesa della sentenza del Consiglio di Stato

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

Si è tenuta regolarmente nella mattinata di giovedì 11 luglio 2019,

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Palermo: operazione Disconnection Zone

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

La Polizia di Stato di Palermo ha eseguito un provvedimento di fermo di indiziato di delitto, a carico di cittadini extracomunitari nigeriani  per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso, con la commissione di delitti contro la persona, soprattutto in occasione di scontri con i cult rivali per il controllo del territorio e la supremazia all’interno della comunità nigeriana. Le indagini, condotte dai poliziotti della squadra mobile hanno permesso di sgominare una cosca criminale, “Cult”, denominata “Viking”, ben strutturata su tutto il territorio nazionale, avente a Palermo, una base operativa a Ballarò, caratterizzata da una forte struttura gerarchicamente organizzata, con una forte capacità intimidatoria. Le indagini hanno accertato, inoltre, la presenza di numerose case di prostituzione nel centro storico di Palermo, cc.dd. “connection house”, e registrato nuemrosi episodi di spaccio di stupefacenti. (Polizia di Stato -Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Andria: operazione Cocaine

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

La Polizia di Stato di Andria ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal GIP del Tribunale di Trani, nei confronti di 10 persone, ritenute responsabili, a vario titolo, delle violazioni degli artt. 110 C.P. e 73 D.P.R. Nr. 309/90; in concorso tra loro, hanno commesso numerosi delitti concernenti l’acquisto, il trasporto, la detenzione e la vendita di sostanze stupefacenti del tipo “cocaina”. L’attività d’indagine ha avuto origine e si è sviluppata a seguito di una mirata ed articolata attività investigativa, condotta dai poliziotti della Squadra di P.G., finalizzata a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti o psicotrope nel centro della Città di Andria (zona Villa Comunale in primis); individuata una consorteria criminale, ben organizzata, composta da pregiudicati andriesi dall’elevato spessore criminale i quali, in esecuzione del medesimo disegno criminoso ed avvalendosi della forza intimidatrice e delle minacce in danno di acquirenti della sostanza stupefacente, ha posto in essere, dal mese di Maggio 2018 al mese di Luglio 2018, un’ininterrotta serie di gravi condotte illecite inerenti lo spaccio di cocaina. A seguito di prolungati servizi di osservazione e pedinamento appiedato nei luoghi solitamente frequentati da spacciatori e tossicodipendenti (in particolar modo nell’area pedonale compresa tra viale Crispi, via Regina Margherita, corso Cavour e strade limitrofe e presso la Villa Comunale), i poliziotti hanno accertato l’esistenza di un agguerrito gruppo di ragazzi, senza scrupoli e di varia estrazione sociale, responsabili di gravi condotte illecite inerenti lo spaccio di sostanze stupefacenti. E’ stata scoperta una fitta rete di spacciatori, con ruoli distribuiti e ben definiti: organizzatori dell’attività di spaccio, addetti al rifornimento dello stupefacente, gestori dello stupefacente da immettere giornalmente sul mercato e procacciatori di clientela. A seguito di attività tecnica d’intercettazione, integrata da servizi operati sul territorio dai poliziotti, e grazie ad escussioni a sommarie informazioni di potenziali acquirenti identificati durante l’attività d’indagine, è stata ricostruita l’attività delle 10 persone. Notevole il contributo fornito al sodalizio criminoso da ciascun partecipante, finalizzato alla commissione di una condotta illecita caratterizzata da colloqui tra i vari soggetti indagati che utilizzavano termini criptici derivanti da veri e propri “protocolli” istituiti per lo svolgimento dell’attività di spaccio; particolarità, questa, estesa anche agli acquirenti che utilizzavano gli stessi termini per concordare i luoghi ove poter portare a termine l’acquisto dello stupefacente. Al vertice dell’organizzazione, in qualità di organizzatori e promotori, gli indagati hanno tentato di depistare eventuali intercettazioni telefoniche utilizzando numerosi pseudonimi che, tuttavia, sono stati compresi dagli agenti impegnati nell’ascolto ininterrotto delle conversazioni intercettate Nel corso dell’attività d’indagine sono stati effettuati 6 arresti per spaccio; sequestrati mezzo kilo di cocaina pura (da tagliare e suddividere in dosi) e centinaia di euro in contanti, ritenuti provento dell’attività illecita. Gli elementi di prova acquisiti e le risultanze investigative raccolte hanno supportato chiare ed inequivocabili responsabilità penali a carico degli indagati. (Polizia di Stato -Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Napoli. Nuovo successo dell’avvocato Vannetiello: annullato ordine di carcerazione per il ‘boss di Castellammare’

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

Accogliendo in pieno le argomentazioni giuridiche dell’avvocato Dario Vannetiello,

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Roccamonfina. Da paese tipico a città improbabile e sporca? stoico appello della collega Anna Izzo

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

Accorato appello di una giornalista “maiuscola” contro lo stravolgimento del centro antico roccano:

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Presidi, concorso sospeso: Marotta contro il Ministero, giovedì decide il Consiglio di Stato

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

Sembra di rileggere la biblica storia di Davide contro Golia,

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Latina: fermati due richiedenti asilo

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

La Polizia di Stato di Latina ha rintracciato e sottoposto a fermo di P.G. due stranieri, un 20enne di origini irachene e un 30enne egiziano, resisi responsabili dei reati di violenza sessuale e rapina in concorso ai danni di una donna italiana. I fatti si sono verificati a Terracina, nei pressi della centrale pinetina, zona turistica e molto frequentata nella stagione estiva. All’interno dell’area verde, due amiche si stavano intrattenendo quando, con il pretesto di una sigaretta, due stranieri le approcciavano e con modi gentili avviavano una conversazione con le stesse. Di lì a poco le due donne accettavano un passaggio a bordo dell’autovettura in uso ai predetti, i quali proponevano un breve giro con una sosta presso una discesa al mare alla periferia sud di Terracina. Sul posto, una delle due donne raggiungeva gli scogli attraverso un sentiero con l’intento di rinfrescarsi. Appena giunta tra gli scogli si accorgeva di essere stata seguita da uno dei due stranieri che, senza indugi, le si avvicinava tentando di prenderla sessualmente contro la sua volontà. L’uomo la bloccava impedendole di allontanarsi noncurante delle implorazioni della malcapitata che lo esortava a lasciarla andare. La donna riusciva a riguadagnare il sentiero e ad allontanarsi e raggiungere quindi l’autovettura, ove ad attenderla però, trovava solo l’altro straniero, in quanto la sua amica si era allontanata. La donna veniva quindi costretta a salire a bordo dell’automobile all’interno della quale rimaneva in balia dei propositi violenti dei due uomini, che la palpeggiavano e la percuotevano con pugni per vincerne la resistenza. La vittima riusciva però ad estrarre dalla propria borsetta uno spray urticante, che azionava all’interno del veicolo, proiettandone il getto in direzione dei due malviventi. La reazione dei due era a questo punto di estrema violenza.  I due percuotevano la donna ed uno di essi, quello che non guidava il veicolo, apriva lo sportello posteriore, e con l’auto in corsa, la scaraventava all’esterno del veicolo, facendola rovinare a terra. Nella circostanza la donna veniva anche rapinata della propria borsetta e del suo telefono cellulare. Ormai ferita e a terra, privata della possibilità di formulare richiesta di soccorso, la donna attirava l’attenzione di alcuni passanti, i quali notavano il ritorno in retromarcia del veicolo utilizzato dai due malviventi, che si dirigeva pericolosamente verso di lei, giacente a terra, nel tentativo di investirla. Un rapido spostamento della stessa, che si adagiava sul marciapiede, le evitava il peggio. Gli uomini del Commissariato di Terracina, a cui venivano segnalati i gravi fatti, si attivavano immediatamente per garantire le cure mediche alla donna che, tramite il 118, veniva trasportata presso il locale Pronto soccorso. Gli investigatori del locale Commissariato raccoglievano le dichiarazioni dei testimoni ed acquisivano estratti di video registrazioni dagli impianti di videosorveglianza comunali e privati. Alcuni particolari sulla carrozzeria del veicolo e sulla targa consentivano di individuare in un altro Comune un’autovettura che presentava le stesse caratteristiche di quella utilizzata dai malfattori. Gli autori della violenza sono stati individuati all’interno di un appartamento proprio mentre i due, bagagli alla mano, stavano per darsi alla fuga. Gli accertamenti sulla titolarità dei due stranieri a soggiornare sul territorio italiano facevano emergere che erano entrambi richiedenti asilo. In particolare, per l’egiziano è stato appurato come in passato abbia fornito diverse generalità allo scopo di eludere i controlli di polizia. I due stranieri sono stati ristretti presso la Casa Circondariale di Latina a disposizione dell’A.G.. (Polizia di Stato -Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caserta. Traffico di stupefacenti con metodi mafiosi: 10 arresti in tutta la provincia

Nella mattinata di martedì 9 luglio, in diversi comuni

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Torino: sequestri e perquisizioni nell’area dell’estrema destra piemontese

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

La Polizia di Stato di Torino, nell’ambito di una più articolata attività di indagine sui sodalizi dell’estrema destra oltranzista piemontese, ha eseguito 11 perquisizioni delegate dalla locale Autorità Giudiziaria presso le abitazioni ed i luoghi in disponibilità di militanti di Forza Nuova e dell’associazione “Legio Subalpina” di Torino e del sodalizio “Rebel Firm” di Ivrea. L’attività di indagine per il reato di apologia del fascismo – scaturita a seguito dell’esposizione lo scorso 22 maggio, in questo corso Unità d’Italia, di uno striscione recante la scritta “spezza le catene dell’usura vota fascista vota forza nuova” (seguita dal simbolo del fascio littorio), la cui foto ritraente l’azione criminosa era stata anche postata sul profilo facebook di Forza Nuova Torino – ha trovato ulteriori risvolti probatori e spunti investigativi dopo il rinvenimento, lo scorso 20 giugno, nel corso di analoghe perquisizioni, di diverso materiale d’area inneggiante al fascismo e al nazismo, nonché al sequestro presso la sede di Forza Nuova di mazze da baseball e di 25 scudi in plexiglass con simbologie di estrema destra.  L’attività investigativa è stata, poi, estesa anche al sodalizio eporediese “Rebel Firm” (contiguo a Forza Nuova) e all’associazione d’area Skin, “Legio Subalpia” (evidenziatasi in questo capoluogo già nel dicembre 2015, la cui nuova sede è stata ufficialmente inaugurata lo scorso 2 marzo con la partecipazione di militanti d’area provenienti anche da altri contesti territoriali) inserita in un più ampio progetto dell’estrema destra nazionale denominato “FEDErAZIONE”, che si prefigge l’obiettivo di coalizzare e rafforzare le varie realtà della destra extraparlamentare presenti sul territorio italiano.Nel corso delle perquisizioni è stato rinvenuto e sequestrato materiale inneggiante al fascismo e al nazismo (quadri, poster, libri, bandiere, oggetti, cimeli, capi di abbigliamento ecc.) nonché diversi coltelli anche a scatto, mazze, tirapugni, un machete, proiettili, manganelli telescopici, elmi nazisti, pistole giocattolo senza tappo rosso e diversi fucili e pistole per soft air. E’ stato altresì rinvenuto materiale (vestiti, adesivi, stendardi, caschi) riconducibile ai gruppi ultrà della Juventus (con particolare riferimento al sodalizio di estrema destra “Drughi Giovinezza” e al gruppo “Tradizione Antichi Valori”) nonché inneggiante alla violenza. Dalla tipologia del materiale sequestrato e stato  possibile riscontrare alcuni collegamenti con omologhe formazioni oltranziste, quali “Generazione Identitaria” ed il movimento anglosassone “Combat 18 (I Combattenti di Adolf Hitler)”.   (Polizia di Stato -Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Parma: operazione Hope and Destiny

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

La Polizia di Stato di Parma ha ultimato un’operazione denominata “Hope and Destiny”. Destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare sono 9 cittadini nigeriani, indagati a vario titolo di far parte di due distinte associazione a delinquere localizzate a Parma e Bologna, finalizzate al traffico di esseri umani dalla Nigeria. I poliziotti della squadra mobile, con l’ausilio del personale delle Squadre Mobili di Bologna, Reggio Emilia e Verona e del Reparto Prevenzione Crimine “Emilia Romagna Occidentale hanno eseguito i provvedimenti di cattura a Parma ed a Bologna e delle perquisizioni. Le indagini partite nel 2016 hanno permesso di disarticolare una complessa struttura organizzativa che faceva leva sull’intimidazione e sulla violenza per convincere a prostituirsi quelle giovani ragazze che, in alcuni casi, venivano sottoposte a rituali juju ed obbligate a prestare giuramento di obbedienza nei confronti della propria madame. (Polizia di Stato -Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi