In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. Caccia all'Olio diomenica 22 luglio con la Pro Loco per la notte (allungata) della Maddalena

Per la Notte della Maddalena, ricorrente fra sabato 21 e domenica 22 luglio, nel pomeriggio domenicale l'associazione Pro ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Al Centro 'Madre Claudia' sabato i bimbi africani della Onlus 'Laila' per la chiusura del 'Grest'.

Week end speciale per il Centro "Madre Claudia" gestito dalle suore "Povere Figlie della Visitazione"  che si ispirano alla ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 5 Stelle: nuovo gazebo nel week end, stavolta dissuasivo del gioco di azzardo

Ancora una lodevole iniziativa degli "Attivisti in Movimento" caiatini che stavolta puntano alla dissuasione dal gioco d'azzardo. Consapevoli che sempre più ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune: guerra ai fitofarmaci per un'agricoltura 'bio compatibile'

Provvedimento a firma del sindaco Stefano Giaquinto; sanzione amministrativa in caso di violazione e mancato rispetto. Firmata a ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune. Mercoledì 25 primo Consiglio convocato da Ida Sorbo; ultimo per l'attuale segretario?

D'intesa col sindaco Stefano Giaquinto, la nuova presidente Ida Sorbo ha convocato in sessione ordinaria il civico consesso, ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune-Decò: 'Svolta' prevenuta dalla concorrenza, che diffida i preposti comunali!

Comincia a farsi delicata la faccenda inerente il megastore chiuso dal Consiglio di Stato ma che si sarebbe ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Opere Pie, scioglimento scongiurato: riconosciuto il Consiglio nominato da Giaquinto

Pericolo sventato per il commissariamento dell'ente Opere Pie Riunite, che la Regione aveva già predisposto in seguito all'inerzia ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Da città del buon vivere a 'città del cemento selvaggio' per sanare un abuso edilizio di 50 anni?

Accorrete, accorrete (solo) a Caiazzo potrebbero riaprirsi i termini per il condono edilizio del 1985! E' questo il fantasioso ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Meetup 5 Stelle' a Bellona per tutelare l'ambiente e per denunciare l'inerzia istituzionale

Il Meetup Caiazzo 5 Stelle presente, l'altra sera, a Bellona, per essere solidale con i cittadini di un ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Tutti (ad Alvignano) in piscina a prezzo 'politico': siglata convenzione fra Comune e 'Oasi do Sol'

Giaquinto: “Una opportunità per il sociale e le famiglie in difficoltà”- Siglata convenzione tra il Comune di Caiazzo e ...

Leggi tutto >>

BELLONA. Fabbricavano borse e portafogli false con la griffe “Armani”. Smantellato un opificio clandestino e sequestrati 15mila articoli contraffatti.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Sono intervenuti i militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza. Denunciati due lavoratori alla Procura della Repubblica… 
I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nel quadro della costante attività di analisi e controllo economico del territorio con particolare attenzione al fenomeno della contraffazione, hanno individuato in Bellona, una villetta adibita ad opificio clandestino. In particolare, all’interno della struttura i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria hanno scoperto borse e portafogli di alta gamma “neutri”, identici agli originali sui quali veniva apposto il marchio “Armani” contraffatto. Gli articoli erano presumibilmente destinati alla rivendita sul mercato campano ad un prezzo “al dettaglio” di circa 40 euro per le borse e di 25/30 euro per i portafogli. Sequestrati circa 15.000 prodotti, tra borse, portafogli e accessori contraffatti, oltre ai macchinari utilizzati per l’attività illecita nonché la villetta destinata ad opificio. Due cittadini cinesi, sorpresi all’interno dell’immobile intenti alla lavorazione, sono stati denunciati alla competente Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: BELLONA. Fabbricavano borse e portafogli false con la griffe “Armani”. Smantellato un opificio clandestino e sequestrati 15mila articoli contraffatti..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIETRAVAIRANO. Tentativo di cavallo di ritorno in danno ad un 58enne del posto. Arrestato il terzo complice di una gang di specialisti

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’episodio si è verificato lo scorso 29 gennaio, allorquando tre individui rubarono il camion ad un cittadino di Pietravairano e successivamente si fecero sotto per avere i soldi. I Carabinieri arrestarono due estorsori ed il terzo è stato individuato ieri e assicurato alla giustizia…
In Marcianise (CE), i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal g.i.p. del Tribunale di Napoli Nord di Aversa nei confronti di del pregiudicato Arpaia Raffaele, cl. 96, di Arzano (NA). Il provvedimento giudiziario è scaturito dall’attività d’indagine condotta dai militari dell’Arma che ha permesso di individuare Arpaia Raffaele quale terzo componente del gruppo che, in data 29 gennaio 2015, si era reso responsabile di una estorsione ai danni di un cinquantottenne di Pietravairano (CE) al quale avevano già precedentemente rubato il furgone di proprietà per poi offrirne la restituzione in cambio di denaro. In quella circostanza i militari dell’Arma riuscirono a bloccare ed arrestare i due complici. L’Arpaia, pertanto, è stato accompagnato presso la propria abitazione e sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIETRAVAIRANO. Tentativo di cavallo di ritorno in danno ad un 58enne del posto. Arrestato il terzo complice di una gang di specialisti.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. Emanato un avviso a tutti coloro che hanno alberi di alto fusto in giardino a verificarne lo stato di salute dopo i forti venti dei giorni scorsi.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Dopo gli ultimi eventi registrati in città che hanno visto la caduta di diversi alberi ad alto fusto a causa del vento, l’Ente invita tutti coloro che li hanno piantumati nelle aree di pertinenza e proprietà ad intervenire per verificare se siano stati danneggiati dal forte vento degli scorsi giorni.
Il Comune di Piedimonte Matese, ha emanato un avviso ai proprietari ed i responsabili di aree in cui sono piantumati alberi ad alto fusto, invitandoli a verificare se gli stessi sono stati danneggiati dal forte vento dei giorni scorsi, al fine di eliminare rischi per le persone e le cose. Qualora fosse accertato il potenziale pericolo per la pubblica e privata incolumità sarà necessario provvedere a dare comunicazione all’Ufficio Lavori Pubblici – Servizio Manutenzione – della criticità rilevata. Il sindaco di Piedimonte Matese, Vincenzo Cappello, confida nella fattiva collaborazione dei concittadini.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Emanato un avviso a tutti coloro che hanno alberi di alto fusto in giardino a verificarne lo stato di salute dopo i forti venti dei giorni scorsi..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

CAIAZZO. Una bella notizia! Le spese per sostenere i servizi e gli allestimenti degli arredi in occasione delle due giornate FAI, saranno attinte dalle indennità degli amministratori comunali

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il Comune ha stanziato 5mila euro per noleggio navette, servizi ai visitatori e altro ancora. Creato anche un gruppo di lavoro, coordinato dal funzionario comunale Franco Della Rocca…
Fervono i preparativi per la due giorni del FAI – Fondo Ambiente Italiano – per organizzare al meglio l’accoglienza in città dei visitatori. L’evento è teso a promuovere in concreto una cultura di rispetto della natura, dell arte, della storia e delle tradizioni d’Italia e tutelare un patrimonio che è parte fondamentale delle radici e dell identità umana Considerato che FAI è una Fondazione nazionale senza scopo di lucro che, dal 1975 ha salvato, restaurato e aperto al pubblico importanti testimonianze del patrimonio artistico e naturalistico italiano. Tra gli oltre 500 Comuni italiani è stata inserita anche la cittadina di Caiazzo e la “Giornata FAI di Primavera”, rappresenta la più importante manifestazione in ambito nazionale che si svolge puntualmente ogni anno nel corso di un fine settimana del mese di marzo. Quest’anno è giunta alla 23esima edizione e il capoluogo caiatino  nelle giornate del 21 e 22 marzo 2015 sarà la punta di diamante della Provincia di Caserta, per le sue bellezze artistiche, naturalistiche ed architettoniche. Nell’occasione, i numerosissimi visitatori che confluiranno in Caiazzo nei giorni nei due giorni in calendario, potranno ammirare luoghi noti e meno noti con l’ausilio degli studenti del Liceo Pietro Giannone che,come da tradizione, si trasformeranno in ciceroni d eccezione. Anche il Comune, ovviamente, ha aderito alla richiesta della FAI riconoscendo alla manifestazione il Patrocinio Morale dell’Ente, attese le alte finalità storico culturali ed ambientali dell’iniziativa proposta tenuto conto che è una valida occasione per promuovere l’immagine ed il territorio della Città e una concreta opportunità per l’economia cittadina e non solo. Per cui la macchina comunale si è messa in moto disponendo un impegno di spesa di 5mila euro per sostenere spese per le seguenti finalità, indicate in linea di massima e precisamente:
– Sistemazione arredo urbano (fiori cestini ecc );
– Sistemazione verde pubblico;
– SIAE;
– Dépliant illustrativi, materiale pubblicitario cartaceo e video per promozione turistica;
– Acquisto materiale di pulizia per disinfestazione straordinaria immobili di proprietà
– Acquisto carburante e fitto navette per accompagnamento turisti;
– Noleggio pullman;
– Piccoli lavori di attintatura e piccoli lavori di muratura;
– Noleggio bagni chimici;
– Installazione, con strutture mobili, per consentire l’accesso ai portatori di handicap in alcune sedi oggetto di visite nelle giornate FAI, quindi eliminazione barriere architettoniche;
– Allestimento Infopoint e gazebi per prima accoglienza.

Ma un dato di fatto ancor più rilevante e degno di nota emerge da tutto ciò, ovvero che i 5mila euro saranno attinti sui fondi resisi disponibili a seguito della rinuncia dell indennità di carica da parte degli amministratori comunali, giusta deliberazione di G.C. n. 5 del 29/1/2015 e relativi alle finalità di promozione turistica. Nell’occasione viene creato anche il gruppo di lavoro proposto alla buona riuscita dell evento, individuando nei seguenti dipendenti ai quali viene affidata l’organizzazione dell’evento, la logistica, la preparazione dei luoghi e il piano per l’accoglienza dei turisti. I medesimi dipendenti sono pertanto autorizzati a svolgere anche lavoro esterno qualora si rendesse necessario, previa intesa tra i vari responsabili sia durante l’imminenza della manifestazione che nel periodo precedente:
Settore amministrativo: Della Rocca Franco;
Settore Tecnico: Giovini Dario;
Settore Vigilanza: Pietro Del Bene,  Sergio De Luca e Francesco Perillo;
Settore Anagrafe-Commercio: Renzo Mastroianni e Gaetano Chichierchia.
Il coordinatore del gruppo è stato individuato nella persona di Franco Della Rocca.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CAIAZZO. Una bella notizia! Le spese per sostenere i servizi e gli allestimenti degli arredi in occasione delle due giornate FAI, saranno attinte dalle indennità degli amministratori comunali.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. Alla fine è finita a “tarallucci e vino” la paventata “rivolta” di due o tre consiglieri comunali di maggioranza. Tutti in aula a votare l’ingresso delle quote rosa.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Del resto, come ha fatto notare anche il consigliere Alfredo De Rosa, si tratta di un atto imposto dalla legge. E venerdì sera tutti a mangiare la pizza. Oggi era assente in aula per il voto Antonio Ferrante. “E’ influenzato” fa sapere il capogruppo Fabrizio Pepe… 
Della paventata “fronda” contro il sindaco di Piedimonte Matese, Vincenzo Cappello, ne abbiamo parlato in un post ieri, spiegando le manovre che secondo fonti ben attendibili, avrebbero messo in atto i consiglieri comunali Marcellino Iannotta, Fernando Catarcio e, nell’ombra, anche Antonio Ferrante, supportati dal consigliere comunale di minoranza Domenico Santopadre. Sarebbero stati contattati anche i consiglieri comunali di Forza Italia, Gerardo De Rosa e Nicola De Girolamo, i quali però hanno declinato l’invito, soprattutto in virtù del fatto che non ritenevano opportuno fare da stampella ai dissidenti. Poi è avvenuto il miracolo. Oggi pomeriggio in Aula si sono presentati tutti, tranne Antonio Ferrante, giustificato dal capogruppo consiliare Fabrizio Pepe che ha spiegato che lo stesso era influenzato. Ferrante è uno dei consiglieri comunali di maggioranza che più aveva risentimenti in questa vicenda, atteso che è rimasto contrariato dal fatto che era stato fatto il nome di Franca Cinotti, moglie di suo fratello, tra le probabili due quote rosa che a giorni il sindaco Vincenzo Cappello nominerà. Questa azione è stata vista come un netto atto di disturbo, tendente a dividere il nucleo familiare. Ma l’ipotesi Cinotti era una delle tante. Ad ogni buon conto, la pace sembra sia ritornata nel gruppo “Piedimonte Democratica” e venerdì prossimo è prevista una pizza presso un locale del posto per sancire la ritrovata unione. Al sindaco Cappello consigliamo di guardarsi intorno e magari come Nostro Signore, esclamare a voce alta “Qualcuno di voi mi tradirà!” e poi vedere chi intinge il pane nella sua pizza! Intanto l’unico che in questa vicenda è intervenuto, attraverso la stampa, è il consigliere comunale di maggioranza Alfredo De Rosa che ha dichiarato durante un’intervista “si tratta di un adempimento di legge, non possiamo non adeguarci pena il rischio di vedere invalidati gli atti amministrativi nel prossimo futuro. Dispiace per chi rimarrà fuori dall’esecutivo, ma bisognerà guardare avanti e pensare al bene della città”. Mentre il consigliere comunale dell’altra minoranza, Luigi Del Monaco, su questa vicenda non è pervenuto.
Chiara Rosa Dell’Acqua

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Alla fine è finita a “tarallucci e vino” la paventata “rivolta” di due o tre consiglieri comunali di maggioranza. Tutti in aula a votare l’ingresso delle quote rosa..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Sicilia. ‘Canale’ trasformato in cimitero per disperati o illusi: e Renzi dorme?

Ennesima strage di immigrati al largo delle nostre coste:Immigrati-barcone3mai così tanti nei primi due mesi dell’anno.

Tragedia annunciata, l’ennesima quella accaduta martedì nel Canale di Sicilia dove un antro barcone carico di clandestini si è ribaltato.

I morti nel naufragio sono almeno 50 e non 10: lo afferma l’Organizzazione delle migrazioni.

A bordo dell’imbarcazione ribaltatasi poco prima dell’arrivo dei soccorsi c’erano 150 clandestini.

Sarebbero già 400 le persone morte o disperse nell’area dall’inizio del 2015, mai così tante nei primi due mesi dell’anno, tra cui molti le donne e i bambini.

Nel frattempo altri 179 migranti diretti in Italia su due gommoni sono stati tratti in salvo a 40 miglia dalla Libia grazie ad un intervento coordinato da Roma, che ha permesso di dirottare sul posto due rimorchiatori.

Mentre ancora una volta, un barcone pieno di persone è si è ribaltato forse per l’eccessivo carico, forse per le avverse condizioni del mare, e non è mai arrivato in prossimità delle nostre coste, dove era diretto, ed è stato avvistato dagli uomini delle squadre di soccorso, spezzando le speranze di stranieri che scappano via dalle loro drammatiche esistenze nei loro paesi d’origine per trovare rifugio in quelli che vengono definiti “paesi sviluppati”.

In un momento in cui gli sbarchi continuano nel Salento, Sicilia e Calabria, seminando decine e decine di morti nel Mediterraneo, ed è noto che migliaia sono coloro che sulle coste della Libia sono pronti a partire, il Governo Renzi ha calato un velo d’indifferenza sul gravissimo problema.

In particolare, accendendo i riflettori su questi fatti, Giovanni D’Agata, fondatore dello “Sportello dei Diritti”, sottolinea che moltissimi di coloro che sono arrivati oltre un anno fa dalla Libia in guerra, attendono ancora un permesso di soggiorno umanitario.

La gran parte sono cittadini non libici, che da anni vi lavoravano ma erano già fuggiti via dal loro paese, per gravi motivi per cui chiediamo immediate risposte a tutela dei loro diritti ed affinché non si verifichino più tragedie quotidiane come quella accaduta in data odierna

(Giovanni D’Agata)

Archiviato in:Attualità (News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. Votato l’ingresso delle quote rosa nella Giunta Comunale. Presto due nuove ‘assessore’ affiancheranno il sindaco Vincenzo Cappello

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Lo imponeva la legge 215 del 2012 a cui l’Amministrazione Comunale si è attenuta. Infatti c’è l’obbligo di garantire la presenza femminile nell’organismo di governo…
Il Consiglio Comunale di Piedimonte Matese dà il via libera alle quote rosa in Giunta, secondo quanto previsto dalla vigente normativa, e delibera in favore delle modifiche allo Statuto Comunale che introducono la possibilità di far ricorso ad assessori esterni, modifica necessaria per soddisfare l’obbligo di garantire la presenza femminile tra le fila dell’Amministrazione Comunale come previsto dalla legge 215/2012. La decisione è stata presa durante la seduta di questo pomeriggio, in cui tra i punti all’ordine del giorno compariva anche la questione del biodigestore che dovrebbe sorgere sul territorio comunale di Alife. E’ stato il presidente del Consiglio Comunale Benny Iannitti a relazionare brevemente sul lavoro svolto dalla Commissione che è stata formata ad hoc per apportare le modifiche allo Statuto, e che ha licenziato poi il testo sottoposto oggi al voto dei consiglieri. “Un momento importante per il nostro Comune affinché le donne trovino la giusta considerazione e rappresentanza all’interno della Giunta – sostiene Vincenzo Cappello – L’attenzione alla figura femminile non può avere spazio soltanto in poche occasioni come la Festa della donna, ma deve incontrare la concretezza della parità di genere all’interno delle istituzioni, dove si decide della vita della città in cui viviamo. L’atto deliberato oggi dall’Assise, con cui si è andati ad apportare una modifica allo Statuto, era quindi necessario per poter attuare quanto previsto dalla legge, un provvedimento di grande rilevanza perché dà il giusto valore alla donna, anche in linea con quanto sottolineato lo scorso 8 marzo dal Presidente della Repubblica”.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Votato l’ingresso delle quote rosa nella Giunta Comunale. Presto due nuove ‘assessore’ affiancheranno il sindaco Vincenzo Cappello.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Caiazzo. Sabato mattina in Comune prima ‘difetti’ e poi ‘confetti’

Nuova seduta del Consiglio comunale sabato 14 marzo

***VERSO LE REGIONALI***Il sondaggio di Datamedia indica Stefano Caldoro in leggero vantaggio su Enzo De Luca. Ma se SEL si accordo con l’ex sindaco di Salerno, per il Governatore uscente sono guai/TUTTI I DATI

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Intanto emerge anche un altro dato inquietante. Chi vince le elezioni otterrà solo “un quarto” dei consensi degli aventi diritto. L’astensionismo è arrivato a quota 56,1% e se questi continuano così è destinato a salire e non a scendere…
L’appuntamento con le elezioni Regionali in Campania si avvicina. Dopo un iter travagliato che ha interessato il Partito Democratico nella scelta del suo candidato presidente, si delineano sempre di più i nomi dei possibili futuri governatori della Regione e i rapporti di forza tra i vari partiti. 
Ad oggi, secondo il sondaggio pubblicato da Datamedia, il presidente uscente, Stefano Caldoro, otterrebbe il 40,6% dei voti, contro il 36,5% di Vincenzo De Luca. Staccati gli altri candidati, a partire da Valeria Ciarambino (M5S) che si attesta la 14%. 
L’area del non voto, comunque, rimarrebbe ancora la più consistente con un 56,1% complessivo. Guardando il dato delle intenzioni di voto alle liste e ai partiti, fermo restando che la situazione è ancora in evoluzione, il totale delle liste a sostegno di Caldoro, con il 39,2%, al momento sarebbe avanti rispetto a quelle che sostengono lo sfidante De Luca che si fermano al 37,2%. 
Per il candidato del centrodestra, pesano il 17,3% di Forza Italia, il 5,6% di Ncd-Udc, il 6,1% di Fdi-An e il 10,2% raccolti dalla lista Caldoro e da altri del cdx. 
Dall’altra parte troviamo, invece, il Pd al 32,5%, Campania libera al 2,2%, e il Psi all’1,5% (le altre di csx totalizzano l’1,3%). Quindici punti (uno in più rispetto a quelli totalizzati dal suo candidato) per il Movimento 5 Stelle; mentre Sel è ferma la 6% (Nino Daniele avrebbe il 6,5%, ma ha annunciato l’intenzione di ritirarsi), mentre la lista “Mai più Terra dei Fuochi” si fermerebbe al 2,3%

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***VERSO LE REGIONALI***Il sondaggio di Datamedia indica Stefano Caldoro in leggero vantaggio su Enzo De Luca. Ma se SEL si accordo con l’ex sindaco di Salerno, per il Governatore uscente sono guai/TUTTI I DATI.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)