In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. Arti marziali: anche in gabbia Flavio Corraro fa onore al maestro Palazzo battendo un professionista!

Combattere nelle M.M.A. è la sua passione e l'obiettivo è quello di diventare un professionista. Flavio Corraro, dopo la ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune, ufficio tecnico: basta sprechi! Insero (mr. 400 voti) diffida dal 'nominare' i soliti noti

Il capolista di "Bene Comune", avvocato Amedeo Insero, altrimenti detto "mister 400 preferenze" in quanto più votato in assoluto tra i ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Centro storico, meno restrizioni: Giaquinto mantiene le promesse, esultano i 'grillni'

Non ha perso tempo Stefano Giaquinto a dar seguito a una delle promesse fatte dai palchi, molto sentite dagli ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Funzione 'rinviata per comizio': Giaquinto rinnega ogni vagheggiata strumentilizzazione

A proposito della funzione liturgica programmata in località "Cappella" per la serata di mercoledì 13 giugno dopo il ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune: ecco la composizione del nuovo Consiglio, che entro il mese dovrà riunirsi per la convalida

Con la vittoria della lista "Uniti per Caiazzo", è tornato al comando della civica amministrazionel'ex sindaco (vittima del ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Elezioni locali. Sconfitto ma soddisfatto Ruggieri ringrazia e promette battaglia dall'opposizione

Battuto si, ma "di misura", è pronto a guidare con fermezza l'opposizioneil leader di "Bene Comune", Michele Ruggieri, a ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Full immersion' nel medioevo con musica, prodotti tipici e cultura il 16 e 17 giugno

"Medievocando" 2018: terza edizione speciale per l’anno della musica. Anche quest’anno l’Associazione culturale “Medievocando” di Caiazzo, ameno e ridente centro ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Sabato ‘rovente’ al Comune: dalla sfiducia per il sindaco al riconoscimento dei meriti per suo nipote

Sessione straordinaria del Consiglio comunale alle ore 10 di sabato 14 marzo.

GIOIA SANNITICA. “Miss Mamma Italiana Simpatia” Nerina Romano approda alle pre finali del concorso nazionale “Miss Mamma Italiana”

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

E’ l’unica, insieme a Marzia Tammaro di Puccianiello, ad aver superato le prove svoltesi a Telese Terme per la selezione delle finaliste della 22esima edizione di “Miss Mamma Italiana 2015″. Approda in finale…
Proseguono in tutta Italia le selezioni relative alla nuova edizione del Concorso nazionale di bellezza – simpatia “Miss Mamma Italiana”, evento curato dalla Te.Ma Spettacoli di Paolo Teti (ideatore del concorso) giunto quest’anno alla sua 22° edizione e riservato a tutte le mamme aventi un’età tra i 25 ed i 45 anni, con fascia “Gold” per le mamme dai 46 ai 55 anni. Lo scorso fine settimana, nell’area spettacoli del “Work in Progress Club” di Benevento, in collaborazione con il settimanale Confidenze, Betakon Group, Elly calze e collant, Poupy e Commercianti Indipendenti Associati Conad si è svolta una selezione valevole per l’elezione di “Miss Mamma Italiana 2015”. Le mamme partecipanti, hanno sfilato in passerella ed hanno sostenuto una prova di abilità come cantare, ballare, illustrare ricette gastronomiche, cimentarsi in esercizi ginnici ed in varie prove creative a loro scelta, coinvolgendo il marito ed i figli. 
La giuria ha proclamato vincitrice della selezione con la fascia di “Miss Mamma Italiana” Sara Esposito, 26 anni, casalinga, di Telese Terme (BN), mamma di Christian Antonio Pisano di 6 anni. Sara è una dolce e simpatica mamma con lunghi capelli castani e occhi marroni, con l’hobby del ballo. Altre le mamme premiate, che si sono aggiudicate il pass di accesso alle Pre Finali di “Miss Mamma Italiana 2015″:
“Miss Mamma Italiana Arianne” Magda Mancuso, 39 anni, cantante di piano bar, di Acerra (NA), mamma di Antonio, Luciano ed Alessandro di 14, 12 e 10 anni; “Miss Mamma Italiana Dolcezza” Marzia Tammaro, 42 anni, casalinga, di Puccianiello (CE), mamma di Riccardo e Livia di 17 e 15 anni; “Miss Mamma Italiana in Gambissima” Giovanna D’Aiello, 39 anni, casalinga, di Guardia Sanframondi (BN), mamma di Shari e Desireé di 13 ed 11 anni; “Miss Mamma Italiana Radiosa” Rita Romano, 29 anni, cameriera, di Napoli, mamma di Mattia di 7 anni; “Miss Mamma Italiana Moderna” Elisabetta Montano, 45 anni, casalinga, di Acerra (NA), mamma di Petra e Marialuna di 16 e 10 anni; “Miss Mamma Italiana Simpatia” Nerina Romano (nella foto), 36 anni, istruttrice, di Gioia Sannitica (CE), mamma di Giorgia di 6 anni. 
Per la categoria “Miss Mamma Italiana GOLD”, riservata alle mamme dai 46 ai 55 anni, la vittoria è andata a Katia Gambino, 49 anni, casalinga, di Cerveteri (RM), mamma di Alberto, Andrea ed Alessandro di 26, 21 e 15 anni; mentre la fascia “Miss Mamma Italiana GOLD Sorriso” se l’è aggiudicata Elena Madonna, 49 anni, casalinga, di Telese Terme (BN), mamma di Raffaele, Denise e Manuel di 20, 17 e 4 anni. La manifestazione è stata presentata dalla napoletana Monica Pignataro vincitrice assoluta nazionale del titolo “Miss Mamma Italiana 2013”, ospite di serata il cabarettista Francesco Pantaleo. “Miss Mamma Italiana”, sostiene “Arianne” Associazione Onlus per la lotta all’Endometriosi, una malattia ancora poco conosciuta, che colpisce 3 milioni di donne italiane in età fertile.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: GIOIA SANNITICA. “Miss Mamma Italiana Simpatia” Nerina Romano approda alle pre finali del concorso nazionale “Miss Mamma Italiana”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

ALVIGNANO. E il sindaco Angelo Di Costanzo finisce nelle maglie di qualche delinquente!

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Presentata stamani la denuncia alla Polizia Postale perchè qualcuno ha usato la sua foto e creato un falso profilo Facebook per inviare filmati e foto porno… 
Non è dato sapere se si tratta di un’azione premeditata in vista delle elezioni regionali, oppure di qualche altro tipo di ritorsione nei confronti del sindaco di Alvignano Angelo Di Costanzo (nella foto). Fatto sta che stamani il primo cittadino si è recato presso gli uffici della Polizia Postale per denunciare un attacco nei confronti della sua persona, attraverso il noto social network Facebook. Qualche delinquente ha creato un falso profilo con la foto del sindaco, invitando molti frequentatori del social ad accettare l’amicizia, salvo poi inviar loro foto e filmati porno. Nell’attesa che la legge faccia il suo corso, Angelo Di Costanzo ha rivolto il seguente invito a tutti: “””A tutti gli amici di facebook, sono vittima di un attacco hacker che ho denunciato questa mattina alla polizia postale. Ignoti hanno costruito video e immagini pornografiche usando il mio volto, chiunque dovesse ricevere tali immagini è pregato di contattarmi.”””

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ALVIGNANO. E il sindaco Angelo Di Costanzo finisce nelle maglie di qualche delinquente!.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

***PIANA DI MONTE VERNA*** Era premeditata la “fuga” di Maria Rosaria De Matteo. Parla la sorella Angelina che lancia un appello: “Facci almeno sapere che stai bene!”

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Ancora nessuna notizia della giovane 23enne scomparsa improvvisamente giovedì cinque marzo verso le dieci del mattino. “Può vivere come meglio crede ma almeno vogliamo sapere che sta bene…” spiega la germana Angelina…
Ancora nessuna notizia a Piana di Monte Verna e in tutto l’Alto Casertano, per la scomparsa avvenuta giovedì scorso di Maria Rosaria De Matteo, giovane 23enne del piccolo paesino collinare di cui non si hanno notizie dalle 10,00 circa di giovedì scorso. La sorella Angelina ha spiegato che Maria Rosaria “è svanita nel nulla portando con se una valigia già preparata in precedenza.” Oltre alla premeditazione è stato letto anche un messaggio, l’unico inviato alla sua famiglia, attraverso un sms “volevo vivere con un ragazzo che lavora al nord”. Così ha scritto la 23enne sparita. Poi più nessuna notizia. “Il telefono cellulare che risulta spento  e i contati su facebook disattivati”. Spiega ancora la sorella Angelina. Ma ciò che crea più tensione e dolore al padre Agostino, fabbro molto bravo nel suo mestiere, e sua moglie Francesca Penna, che lavora come collaboratrice domestica è il lungo e protratto silenzio da parte della loro figlia. La famiglia abita in via degli Eroi nel centro del piccolo Comune pianese. “Non mi risulta che vi fosse storia sentimentale in atto” ha ancora spiegato Angelina, divenuta vera e propria factotum per ciò che attiene la comunicazione con le tante persone che stanno contattando la famiglia anche per solidarietà. Maria Rosaria aveva frequentato l’Istituto Statale d’arte di San Leucio, dove aveva conseguito il diploma. Ed attualmente era in attesa di un lavoro. “Dai genitori nessuna richiesta particolare – chiosa ancora Angelina – Vogliono sapere che sta bene per rasserenarsi. Poi è lei che deve scegliere come vuole vivere la sua vita. Solamente un appello a chi avesse notizie di riferirle al numero 3913050657. Oppure ai carabinieri che sono stati avvertiti venerdì scorso”. Anche il sindaco di Piana di Monte Verna, Giustino Castellano, ha chiamato i familiari della ragazza scomparsa, per manifestar loro massimo sostegno e solidarietà, “nei confronti di una famiglia che vive momenti di angoscia ed è da sempre ben voluta in un piccolo paese di 2300 anime qual è Piana di Monte Verna”. 
Nella foto la strada dove vive Maria Rosaria De Matteo con la sua famiglia e a dx la giovane sparita

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***PIANA DI MONTE VERNA*** Era premeditata la “fuga” di Maria Rosaria De Matteo. Parla la sorella Angelina che lancia un appello: “Facci almeno sapere che stai bene!”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

***SAN GREGORIO MATESE*** Incidente con il veicolo, un 40enne riporta gravi lesioni agli arti inferiori. E’ stato operato d’urgenza stamani all’alba.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Sergio T. con la sua vettura si è scontrato con un altro veicolo, il cui conducente è dovuto ricorrere anche esso alle cure ospedaliere… 
Un brutto incidente è avvenuto questa notte alle porte di San Gregorio Matese, laddove un 40enne del posto, Sergio T., alla guida del suo veicolo si è scontrato con un altra vettura, riportando gravi lesioni agli arti inferiori. L’uomo è stato trasportato di corsa in ospedale, laddove appena giunto, il personale del Pronto Soccorso ha immediatamente allertato i medici del reparto di Ortopedia, diretto dal professore Bruno Di Maggio. La diagnosi è abbastanza seria, poichè Sergio T. ha riportato un grave danno all’arte inferiore per cui si è reso necessario un lungo intervento chirurgico e, successivamente, immobilizzare anche la gamba. Ma oltre ad intervenire sull’arto traumatizzato i medici hanno il fondato sospetto che il ferito abbia riportato anche delle lesioni muscolari, arteriose e nervose. Fortunatamente non è in pericolo di vita, ma le lesioni riportate lo terranno fermo per diversi mesi. Sulla vicenda e sulla dinamica dell’incidente si attende l’esito degli accertamenti espletati dalle Autorità intervenute.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***SAN GREGORIO MATESE*** Incidente con il veicolo, un 40enne riporta gravi lesioni agli arti inferiori. E’ stato operato d’urgenza stamani all’alba..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

***GUERRA DI NERVI TRA ZINZI E FORZA ITALIA*** I sindaci del partito azzurro non si presentano per votare il bilancio del Consorzio Idrico. Caiazzo ha delegato Francesco Cervo.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Stamani si è svolta l’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio 2013 alla quale hanno partecipato solo una parte dei soci. Presa una posizione contraria a quella di Domenico Zinzi e passa “di fatto” la linea dettata da Carlo Sarro, Commissario Provinciale a Caserta di Forza Italia… 
Terminata la fase di schermaglie per le nomine al Consorzio Asi, adesso nell’ agenda di Forza Italia, c’è il tentativo di rinnovare il Consorzio Idrico “Terra di Lavoro”. Però il partito coordinato dal deputato Carlo Sarro (foto a sx) ha preso una posizione netta per ciò che attiene il Consorzio guidato dal presidente Pasquale Di Biasio. Questa mattina si è svolta l’assemblea dei soci per l’approvazione del bilancio 2013 alla quale hanno partecipato solo una parte dei soci. La Provincia di Caserta (che è socio di maggioranza) era rappresentata da Giancarlo L’Arco (che aveva la delega anche del Comune di Rocchetta e Croce). Invece i comuni di Caiazzo e San Marcellino, hanno delegato Francesco Cervo, Carinaro, Maria Grazia De Chiara, Macerata Campania e Casapesenna erano rappresentanti dal sindaco Pd di Macerata Luigi Munno. Poi ancora Curti, rappresentata da Antonio Grimaldi, Pastorano e Villa di Briano, rappresentati da Pasquale Di Biasio, Portico da Gerardo Massaro, per Recale c’era Tommaso Orballo, Tora e Piccilli il sindaco Natascia Valentino e Vairano Patenora il sindaco Bartolomeo Cantelmo. Non si sono, invece, presentati i sindaci di Forza Italia, partendo proprio dal capoluogo “zinziano” Marcianise e il comune di Maddaloni che, di fatto, hanno assunto una posizione netta e contraria rispetto a quella di Domenico Zinzi (foto a dx), presidente della Provincia di Caserta ed acuendo la disparità di posizioni all’interno dello stesso partito. La decisione dei sindaci di Forza Italia di non votare il bilancio 2013 è legata ad alcuni dubbi collegati al documento contabile di un organismo che, è bene ricordarlo, è scaduto da ormai oltre tre anni e per il quale ancora non si è proceduto al rinnovo delle cariche. Cosa che, adesso, potrebbe avvenire in tempi brevi se Zinzi chiuderà l’accordo col Partito democratico ed il Nuovo Centro Destra al quale sta lavorando e, grazie al quale, è riuscito a far approvare il bilancio 2013.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***GUERRA DI NERVI TRA ZINZI E FORZA ITALIA*** I sindaci del partito azzurro non si presentano per votare il bilancio del Consorzio Idrico. Caiazzo ha delegato Francesco Cervo..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. Giovedì prossimo in città arriva Aleida, figlia di Ernesto “Che” Guevara. Interverrà nel convegno “Ernesto Che Guevara e Papa Francesco, dalla paura alla speranza”.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

La 54enne è una Pediatra molto impegnata nel sociale. Ha lavorato anche in paesi come Angola, Ecuador e Nicaragua… 
Evento straordinario giovedì prossimo a Piedimonte Matese. Infatti nell’ambito di un convegno – dibattito, è stata invitata ed ha accettato anche la figlia di Ernesto “Che” Guevara, il rivoluzionario cubano che insieme a Fidel Castro ha fatto la storia del mondo negli anni 60′, prima di morire in Bolivia il 9 novembre 1967 per mano dei soldati del governo locale. La città quindi ospiterà Aleida Guevara March, prima di quattro figli che il “Che” ha avuto con la moglie Aleida March. Aleida è un medico pediatra e, come suo padre, di “fede” marxista. Lavora presso l’Ospedale “Soler Children William” all’Avana, Cuba, ed ha lavorato anche come medico in Angola, Ecuador e Nicaragua. Aleida è stata intervistata, per carpirne la filosofia e i suoi tanti interventi nel sociale nel film di Michael Moore “Sicko”. Il convegno – intervento ha una tematica ben precisa”Ernesto Che Guevara e Papa Francesco, dalla paura alla speranza”. Interverranno oltre ad Aleida, il sindaco Vincenzo Cappello, il vicesindaco Costantino Leuci, Ermanno Minotti, di Rete Radié Resch (Associazione di solidarietà) e Antonio Vermigli, Direttore della rivista “In dialogo”.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Giovedì prossimo in città arriva Aleida, figlia di Ernesto “Che” Guevara. Interverrà nel convegno “Ernesto Che Guevara e Papa Francesco, dalla paura alla speranza”..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. il vecchio ospedale di via Scorciarini Coppola presto tornerà ad ospitare attività socio – sanitarie. Lo rende noto il gruppo consiliare di Forza Italia

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il consigliere comunale Gerardo De Rosa: “Doveva già avvenire da tempo questo passaggio. Ora speriamo che così si rilanci anche l’intero quartiere Vallata…”
Il vecchio ospedale di via Annunziata (nella foto) potrebbe presto tornare ad ospitare attività socio-sanitarie. Ad annunciare con soddisfazione la possibilità di dare una nuova destinazione all’edificio ubicato nel cuore del centro storico cittadino è il gruppo consiliare di Forza Italia che svela uno scambio epistolare intercorso nelle ultime settimane tra il direttore del distretto sanitario 15 Emilio Filetti ed il sindaco Vincenzo Cappello per allocare nell’ex presidio di via Scorciarini Coppola un centro di erogazione di servizi sanitari. Una soluzione questa più volte auspicata in passata dalla minoranza di centrodestra che, in più di un’occasione, aveva chiesto all’amministrazione comunale di sapere che fine avesse fatto il progetto di riqualificazione dell’immobile storico e, soprattutto, la sua conversione a fini sociali al fine di garantirne la piena fruibilità da parte della popolazione piedimontese. “Meglio tardi che mai”, esordiscono gli azzurri, che prendono spunto dalla richiesta della Direzione Sanitaria dell’Asl Distretto 15 prot. n° 828 del 18 febbraio scorso, con la quale il responsabile Filetti ha rappresentato al sindaco Cappello la “urgente necessità di immobili in comodato d’uso, per attività di competenza a tutela della salute pubblica”. A tale istanza, avrebbe fatto seguito la risposta del capo dell’amministrazione intenzionato a dare finalmente la disponibilità alla sede zonale dell’azienda sanitaria locale per la concessione in comodato d’uso gratuito del vecchio nosocomio sito in via Annunziata. “Abbiamo sempre sostenuto, – dichiara il consigliere Gerardo De Rosa – che quella struttura doveva essere utilizzata per fini utili. Siamo convinti che tale decisione si sarebbe dovuta adottare già da molto tempo. Per troppo tempo, infatti, gli abitanti del quartiere Vallata sono stati abbandonati e tenuti ai margini da un punto di vista dei servizi, per non parlare poi dei mancati guadagni degli esercizi commerciali del posto”. L’esponente di opposizione ricorda poi le tante richieste in tal senso inoltrate negli anni dal centrodestra alle amministrazioni di centrosinistra succedutesi fino ad oggi: “Non si sarebbero persi circa otto anni se tale decisione fosse stata adottata dal sindaco Cappello, subito dopo la sua prima investitura, conseguentemente al suggerimento proveniente dalle forze di opposizione. Peccato che Cappello non sia stato stato rapido nella decisione, ma sbagliando si impara”. Secondo un progetto di riqualificazione finanziato nel 2009, l’ex ospedale era destinato ad ospitare una struttura socio-sanitaria per anziani, in linea con il primo intervento della Giunta Sarro pure finanziato nel 2002 con la misura 5.1 del POR Campania per oltre un milione e mezzo e allora finalizzato alla costruzione di una casa albergo per anziani, la terza opera del genere finanziata in Campania. L’immobile di proprietà dell’Asl, dato in comodato al Comune, subì una completa opera di riqualificazione i cui lavori iniziati nel 2004, si conclusero nel 2006, con vincolo di destinazione scaduto e quindi utilizzabile per altri fini sociali. Recenti normative regionali (Legge n.1/11 Regione Campania) hanno offerto ai Comuni Capofila degli ambiti identificati ai sensi della L.328, l’opportunità di attingere ad ulteriori “solide opportunità” con la possibilità di convertire simili strutture, solo a titolo esemplificativo, in alloggi per cittadini diversamente abili. Il palazzo, ubicato nel quartiere Vallata, fu destinato dai proprietari proprio all’assistenza degli infermi e degli anziani, tanto è che doveva diventare un ospizio pronto ad ospitare una quindicina di cittadini.
Enzo Perretta

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. il vecchio ospedale di via Scorciarini Coppola presto tornerà ad ospitare attività socio – sanitarie. Lo rende noto il gruppo consiliare di Forza Italia.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

***FAR WEST SUL’AUTOSTRADA*** Un ventenne a bordo di un camion che trasportava uno scavatore inseguito dalla Stradale, abbandona il mezzo ancora in movimento. Gli agenti evitano il peggio!

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Arrestato Aniello Annunziata perchè oltre a guidare un camion rubato con annesso scavatore trasportato, per i suoi gesti ha rischiato di causare una strage sull’autostrada…
Nella giornata di ieri, personale della Polizia di Stato sottoponeva a fermo di P.G. perché gravemente indiziato dei reati di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e attentato alla sicurezza dei trasporti tale Annunziata Aniello (nella foto) nato a San Giuseppe Vesuviano (Napoli), 20enne residente a Piazzolla di Nola, celibe – disoccupato. In particolare personale della Polizia Stradale, Sottosezione Caserta Nord nei pressi del km. 14 nord dell’autostrada A30, intimava l’alt ad un autocarro che trasportava uno scavatore. Il conducente, incurante dell’alt, continuava la marcia aumentando la velocità. Gli agenti a questo punto, si ponevano all’inseguimento del veicolo, affiancandolo e intimando al conducente di arrestare la marcia, A seguito di tali manovre, il conducente dell’autocarro, si spostava sulla corsia di emergenza, facendo intendere agli agenti di volersi fermare. Gli operanti, si ponevano a tergo del veicolo e si avvedevano che questi, improvvisamente, con il veicolo ancora in movimento, lasciava il posto di guida, si spostava sul sedile destro, dopodiché aperta la portiera stesso lato, si lanciava dal veicolo nella scarpata adiacente, lasciando che il veicolo, ormai senza governo continuasse la corsa. Al fine di scongiurare gravi conseguenze sulla circolazione stradale, considerato il traffico intenso, uno dei tre Agenti componenti la pattuglia, immediatamente si portava al centro della carreggiata per bloccare il traffico, mentre gli altri due agenti si ponevano all’inseguimento del fuggitivo. L’autocarro, in fase incontrollata, urtava il guard-rayl di destra e tagliava trasversalmente tutta la carreggiata andando ad urtare la barriera spartitraffico centrale; dove, arrestava definitivamente la marcia. Gli agenti riuscivano a bloccare la fuga di Annunziata Aniello e da successivi accertamenti appuravano che il veicolo e lo scavatore erano proventi di furto, poiché regolarmente denunciati ai CC di Nola. Alla luce di tali risultanze accertata la provenienza illecita dell’autocarro ed atteso che al momento del controllo Annunziata aveva tentato di darsi alla fuga sottraendosi così ad eventuali provvedimenti futuri della procedente A.G., veniva sottoposto a fermo di P.G. perché gravemente indiziato dei reati di ricettazione, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e attentato alla sicurezza dei trasporti. Del fatto era notiziato il P.M. di turno della Procura della Repubblica di Nola il quale disponeva che il fermato venisse associato presso la Casa Circondariale. I veicoli erano restituiti all’avente diritto.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***FAR WEST SUL’AUTOSTRADA*** Un ventenne a bordo di un camion che trasportava uno scavatore inseguito dalla Stradale, abbandona il mezzo ancora in movimento. Gli agenti evitano il peggio!.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)