In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. Basket: il CSI di Manzi svetta solitario al giro di boa nel primo girone della prima divisione

Alla fine del girone d’andata, il Csi Caiazzo si conferma al primo postonel campionato di Prima Divisione, girone ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Violenza di genere': spettacolo-dibattito per la 'Festa della Donna' promosso dalla Pro Loco

Otto marzo: per far si che non sia la solita festa, l'associazione Pro Loco "Nino Marcuccio" con il ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Caserma Carabinieri: dormono tutti al Comune? Messaggio inviato da un utente

Buongiorno. Curiosando su Internet ho notato un post dell'ex Sindaco riferito alla Caserma e credo che interessa un ...

Leggi tutto >>

Caserta. 'Mi manca un venerdì': nel capoluogo provinciale il tour fantasiologico di Carrese

Sabato 24 febbraio, presso la Libreria "Che Storia", anteprima del tour fantasiologico "Mi manca un venerdì", espressamente dedicato ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Supermercato da chiudere: legge fatta, inganno trovato?

Scusate, per il supermercato che deve chiudere perché il Consiglio di Stato (ultimo grado italiano di giudizio) ha ...

Leggi tutto >>

***PIEDIMONTE MATESE -SPACCIO DI DROGA*** Assolti per avvenuta prescrizione gli otto arrestati del 2008 in un blitz dei Carabinieri

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Prescrizione, per Donato Viscione, per Francesco Bianco, Bartolomeo Di Muccio, Luigi Iavarone, Luca Di Chello, Nicola Tedesco, Antonio De Caprio e Gianluigi Vitaletti…
Tutti assolti per prescrizione dei reati e per gli stranieri non reperibili non ci sarà un processo. Questa la richiesta avanzata dal Pubblico Ministero Michele Caroppoli della procura di Santa Maria Capua Vetere nella requisitoria finale del processo contro imputati accusati di droga. L’accusa per tutti è di spaccio o detenzione di sostanze stupefacenti. Dunque, prescrizione, per Donato Viscione, per Francesco Bianco, Bartolomeo Di Muccio, Luigi Iavarone, Luca Di Chello, Nicola Tedesco, Antonio De Caprio e Gianluigi Vitaletti. Viscione fu fermato insieme ad altre sette persone, tutte residenti nel comprensorio matesino, nell’ambito di una maxi operazione antidroga che portò a smantellare quella che fu definita una vera e propria associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Era il 2008. Nell’operazione furono coinvolti anche quattro personaggi di origine africana protagonisti di un traffico internazionale di droga che avveniva attraverso le rotte Ghana -Nigeria – Italia, Ghana- Spagna – Italia e Ghana – Olanda – Italia. La droga finiva poi anche nelle piazze locali dello spaccio. Solo il 16 luglio del 2014 un’altra operazione dei carabinieri aveva smantellato le piazze di spaccio. Nel corso delle indagini erano stati sottoposti a sequestro circa un chilogrammo di stupefacenti per un totale di oltre milleduecento dosi, nonché bilancini di precisione e materiale per il confezionamento. Una donna, la più giovane del gruppo, iscritta a un Istituto Scolastico di Piedimonte Matese, si occupava in particolare di portare la droga direttamente all’interno della scuola e quotidianamente assicurava il suo fidanzato Roman Luponio, se “la giornata” di spaccio fosse andata in modo soddisfacente.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***PIEDIMONTE MATESE -SPACCIO DI DROGA*** Assolti per avvenuta prescrizione gli otto arrestati del 2008 in un blitz dei Carabinieri.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PRESENZANO/TORA E PICCILLI. Drammatico incidente all’incrocio sulla Casilina. Muore un operaio di 43 anni scontratosi con la vettura di un medico

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’operaio era di Conca della Campania e si chiamava Massimo Di Salvo. Si è scontrato con un medico in servizio all’ospedale di Piedimonte Matese…
Drammatico incidente questa mattina, verso le 7:30, sulla statale Casilina, nei pressi dell’incrocio di Presenzano. Un operaio 43enne, Massimo Di Salvo, alla guida di un trattore, ha perso la vita nell’incidente che lo ha visto coinvolto con una vettura. Quest’ultima lo ha tamponato, facendo sbalzare l’operaio dal mezzo agricolo e cadere rovinosamente sull’asfalto. Alla guida dell’auto vi era un medico, che si stava recando all’ospedale di Piedimonte Matese dove lavora, si tratta del dottore Lucciola di Rocca d’Evandro, letteralmente sconvolto per quanto avvenuto. L’ambulanza del 118 ha trasportato l’operaio in ospedale a Caserta, dove è morto poco dopo. Sul luogo dell’incidente i carabinieri della compagnia di Sessa Aurunca che hanno eseguito i rilievi del caso.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PRESENZANO/TORA E PICCILLI. Drammatico incidente all’incrocio sulla Casilina. Muore un operaio di 43 anni scontratosi con la vettura di un medico.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIANA DI MONTE VERNA. Rinviata l’udienza a carico degli ex sindaci, assessori comunali e Comandante dei Vigili per lo scandalo autovelox

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Difetto di notifica. L’accusa per gli indagati, tra i quali spiccano i due ex sindaci Raffaele De Marco e Raffaele Santabarbara, nonchè gli amministratori pro tempore, Agostino Ferrajuolo, Michele Mastroianni e Luigi Matarazzo, l’attuale responsabile della Polizia Municipale, Teresa Di Monaco, dell’agente di Polizia Municipale, Filippo Mastroianni, dell’ex tecnico comunale Armando Riccio e degli addetti all’autovelox, Elvio Luigi D’Aria e Pierluigi Ferraro è abuso d’ufficio e falso…
Rinviata al prossimo mese di luglio, per difetto di notifica, l’udienza a carico di dieci indagati nella vicenda autovelox che vide da parte dei Carabinieri della Stazione di Caiazzo, coordinata all’epoca dal Maresciallo Aiutante Giuseppe Oliva, altrettanti informative di reato nei confronti degli ex sindaci di Piana di Monte Verna Raffaele De Marco, Raffaele Santabarbara, degli amministratori pro tempore Agostino Ferrajuolo, Michele Mastroianni e Luigi Matarazzo, dell’attuale responsabile della Polizia Municipale Teresa Di Monaco, dell’agente di Polizia Municipale Filippo Mastroianni, dell’ex tecnico comunale Armando Riccio (già arrestato nell’ambito del procedimento penale Normandia 2 che investì in pieno gli appalti di lavori pubblici a Piana di Monte Verna) e degli addetti all’autovelox, Elvio Luigi D’Aria e Pierluigi Ferraro. Tutti sono imputati per svariati reati, anche se molti dei capi di imputazione sono in prescrizione. In particolar modo De Marco, Santabarbara, Ferrajuolo, Mastroianni, Matarazzo, Di Monaco e D’Aria in concorso tra loro in relazione alla rispettiva qualità ricoperta sopra indicata stipulavano il contratto tra il Comune e la ditta All Service per l’affidamento del servizio autovelox in violazione di legge con delibera di Giunta numero 89 del 19 luglio 2004 e successivo contratto del 15 settembre 2009. Stabilivano di dotarsi del servizio autovelox in assenza di una preventiva verifica della pericolosità dei tratti stradali del territorio comunale e in assenza di documentata urgenza. Inoltre non essendo possibile determinare il valore degli introiti iscrivevano nel bilancio preventivo del Comune somme false pari a 529mila euro anno 2004; 250mila euro anno 2005; 180mila euro anno 2006; 160mila euro anno 2007; 100mila euro anno 2008 in relazione agli introiti derivanti dalla sanzione comminata in relazione agli accertamenti di infrazioni rilevate tramite autovelox. Questi e altri capi di imputazione sono contestati ai dieci imputati e potete leggerli integralmente nel dispositivo pubblicato a margine del post. Il sindaco pro tempore di Piana di Monte Verna, Raffaele Santabarbara lo scorso anno quando furono notificati gli avvisi di garanzia ebbe a dichiarare : “Abbiamo piena fiducia nell’operato della Magistratura e siamo tranquilli con la coscienza. Tuttavia se eventuale errore e sottolineo eventuale, ci fosse stato nella procedura, non è imputabile all’indirizzo politico, bensì a qualche dipendente, sebbene ancora una volta sottolineo quell’ eventuale, perchè sono sicuro che si tratta di un grosso equivoco e che nemmeno i dipendenti abbiano in qualche modo potuto sbagliare. In ogni caso i reati contestati a carico di alcuni di noi sono prescritti e stiamo valutando il da farsi con i nostri legali, visto che non poteva archiviare direttamente la Magistratura inquirente.” Un altro ex amministratore, coinvolto nella vicenda, l’assessore comunale pro tempore Michele Mastroianni invece affermò: “Io reputo di non essere parte attiva in questa vicenda, poichè sono stato assessore in carica solo per dodici mesi e sin dai primi momenti in netto contrasto con la maggioranza consiliare. Tuttavia, qualora interpellato dalla Magistratura inquirente sarò non felice, ma felicissimo di parlare coi giudici. Consentitemi però una considerazione, rivolta agli attuali amministratori, soprattutto i più giovani. Ecco cosa significa il ruolo che assumete in aula consiliare e in Giunta quando a comando alzate e abbassate la mano. Prima o poi si viene chiamati a dare spiegazioni…Occhio alla penna!”

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIANA DI MONTE VERNA. Rinviata l’udienza a carico degli ex sindaci, assessori comunali e Comandante dei Vigili per lo scandalo autovelox.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

***SCOPERTI DUE FALSI DENTISTI DALLA GUARDIA DI FINANZA*** Sulla carta erano conosciuti come ‘buttafuori’ nelle discoteche o vigilantes. Ed invece avevano anche timbro e carta intestata falsa

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Si tratta di due studi odontoiatrici “Smile Center” ubicati nelle frazioni di Caserta, San Benedetto e San Clemente. C’è stato anche un fuggi fuggi generale alla vista dei finanzieri…
­ Sembravano regolari studi odontoiatrici con tanto di targhe all’ingresso, reception e sale d’attesa. C’erano anche tutti i sofisticati macchinari necessari per svolgere la professione sanitaria. Quelli che mancavano, però, erano proprio i dentisti. Questo è il quadro che si è presentato ai militari della Guardia di Finanza di Caserta che, al momento dell’accesso simultaneo presso i due studi odontoiatrici ‘Smile Center’, nelle frazioni di San Benedetto e San Clemente a Caserta, hanno sorpreso i due falsi dentisti intenti ad esercitare abusivamente la professione medica. La società di fatto non esisteva, in quanto non vi era mai stata l’iscrizione alla Camera di Commercio. Accortisi della presenza dei finanzieri, uno di loro, lasciando nello sconcerto il paziente che stava curando, si è disfatto della mascherina asettica e del camice bianco, dandosi alla fuga verso l’uscita secondaria dello studio, mentre l’altro veniva bloccato dai militari appostati nelle immediate vicinanze mentre era già in procinto di dileguarsi. Una volta sventata la fuga rocambolesca, i due soggetti ammettevano, davanti agli occhi sbalorditi dei clienti che in quel momento erano in attesa per essere visitati e che avevano assistito alla fuga dei loro “dentisti di fiducia”, di esercitare l’attività senza averne alcun titolo. I pazienti, infatti, erano tutti ignari del fatto che i dentisti fossero sprovvisti dei necessari titoli accademici e dell’adeguata preparazione professionale per poter effettuare prestazioni odontoiatriche quali devitalizzazioni, otturazioni, estrazioni dentarie, ricostruzioni, applicazioni di protesi dentarie ed altro. A completare il quadro surreale, i Finanzieri di Caserta hanno scoperto che i sedicenti dentisti, conosciuti al Fisco non come medici ma come occasionali vigilantes o buttafuori operanti in vari locali della Provincia, erano evasori totali e, per dare una parvenza di regolarità fiscale, si erano muniti di ricettari, timbri e carta intestata appartenente ad un noto medico odontoiatra locale, il quale è risultato completamente estraneo alla vicenda. I due dentisti, O.D. di 30 anni e E.B. di 44 anni, entrambi di Caserta, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere con l’accusa di esercizio abusivo della professione medica e violazioni delle norme igienico ­sanitarie, avendo smaltito rifiuti speciali senza le previste modalità. I due studi odontoiatrici sono stati sequestrati e con essi le sofisticate attrezzature per un valore di oltre 100 mila euro.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***SCOPERTI DUE FALSI DENTISTI DALLA GUARDIA DI FINANZA*** Sulla carta erano conosciuti come ‘buttafuori’ nelle discoteche o vigilantes. Ed invece avevano anche timbro e carta intestata falsa.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. Nuova interruzione della fornitura d’acqua lunedì prossimo 23 febbraio. Mancherà dalle 14,00 alle 18,00

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’acqua non sarà erogata in via Don Bosco, Via canneto, Via Epitaffio, Via Cesare Battisti (tratto rotatoria Agip), sp 331, Via Aldo Moro, Via Squedre, Via Casino del Duca, Contrada Cappella, Via Cuttoriscio, Piazza Carmine – lato destro Torano…

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Nuova interruzione della fornitura d’acqua lunedì prossimo 23 febbraio. Mancherà dalle 14,00 alle 18,00.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

CIORLANO. Sicurezza sui luoghi di lavoro fioccano le denunce dei Carabinieri. Denunciato anche un 51enne del posto

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Durante i controlli sono state riscontrate diverse violazioni quali la mancata presenza di adeguate impalcature o ponteggi, la mancata presenza di idonee protezioni atte ad evitare la caduta dei lavoratori…
Nell’ambito di un’attività finalizzata al contrasto dell’abusivismo edilizio e la salvaguardia del patrimonio paesaggistico, nonché per la tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro, reparti territoriali del Comando Provinciale Carabinieri di Isernia e personale del Nucleo Ispettorato del Lavoro dell’Arma, hanno passato al setaccio varie località della Provincia particolarmente sensibili sotto il profilo ambientale. A Cerro al Volturno, un 50enne del posto, è stato denunciato per abusivismo edilizio in quanto era intento alla realizzazione di un fabbricato, ad uso abitativo, in assenza delle prescritte concessioni edilizie e in luoghi sottoposti a severi vincoli paesaggistici. La struttura è finita sotto sequestro. Tra Isernia e Venafro, sono stati sottoposti ad accertamenti numerosi cantieri edili e attività commerciali, nel corso degli stessi sei persone, per lo più titolari di imprese edili, sono stati denunciati per inosservanza alle norme previste per la prevenzione degli infortuni sul lavoro e sulla regolarità occupazionale dei lavoratori. Si tratta di un 51enne di Ciorlano, in provincia di Caserta, un 36enne ed un 32enne di Isernia, un 31enne di Acquaviva di Isernia, un 43enne di Sesto Campano ed un 54enne di Pesche. Durante i controlli sono state riscontrate diverse violazioni quali la mancata presenza di adeguate impalcature o ponteggi, la mancata presenza di idonee protezioni atte ad evitare la caduta dei lavoratori, la presenza di materiali vari posizionati in maniera disordinata in modo da intralciare il passaggio con grave pericolo per i lavoratori, la mancata presenza di idonei dispositivi di protezione individuale e la non corretta o mancata redazione di tutta la documentazione prevista dal piano operativo di sicurezza del cantiere. Cinque sono stati in totale i lavoratori a nero identificati durante le ispezioni.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CIORLANO. Sicurezza sui luoghi di lavoro fioccano le denunce dei Carabinieri. Denunciato anche un 51enne del posto.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Piana M.Verna. ‘Stella’ della ristorazione, Amelia Falco, fra le 5 finaliste di Master Chef

falco-15x11-ameila-piana-chef-115 solo 5 aspiranti Chef in corsa per la finale!

Riardo-Teano-Rocchetta. Finalmente i sindaci si ‘rizelano’ per le acque minerali concesse a privati: ma servirà?

I Sindaci dei Comuni di Riardo, Rocchetta e Croce e Teano,

Caiazzo. Comune: Giaquinto contro Sgueglia, definito traditore, ‘senza peli sulla lingua’

Il primo consiglio comunale con la nuova maggioranza a sostegno del sindaco Tommaso Sgueglia è stato anche l’occasione per sancire il definitivo cambio di rotta del gruppo ‘Uniti per Caiazzo’.