In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. Caccia all'Olio diomenica 22 luglio con la Pro Loco per la notte (allungata) della Maddalena

Per la Notte della Maddalena, ricorrente fra sabato 21 e domenica 22 luglio, nel pomeriggio domenicale l'associazione Pro ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Al Centro 'Madre Claudia' sabato i bimbi africani della Onlus 'Laila' per la chiusura del 'Grest'.

Week end speciale per il Centro "Madre Claudia" gestito dalle suore "Povere Figlie della Visitazione"  che si ispirano alla ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 5 Stelle: nuovo gazebo nel week end, stavolta dissuasivo del gioco di azzardo

Ancora una lodevole iniziativa degli "Attivisti in Movimento" caiatini che stavolta puntano alla dissuasione dal gioco d'azzardo. Consapevoli che sempre più ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune: guerra ai fitofarmaci per un'agricoltura 'bio compatibile'

Provvedimento a firma del sindaco Stefano Giaquinto; sanzione amministrativa in caso di violazione e mancato rispetto. Firmata a ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune. Mercoledì 25 primo Consiglio convocato da Ida Sorbo; ultimo per l'attuale segretario?

D'intesa col sindaco Stefano Giaquinto, la nuova presidente Ida Sorbo ha convocato in sessione ordinaria il civico consesso, ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune-Decò: 'Svolta' prevenuta dalla concorrenza, che diffida i preposti comunali!

Comincia a farsi delicata la faccenda inerente il megastore chiuso dal Consiglio di Stato ma che si sarebbe ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Opere Pie, scioglimento scongiurato: riconosciuto il Consiglio nominato da Giaquinto

Pericolo sventato per il commissariamento dell'ente Opere Pie Riunite, che la Regione aveva già predisposto in seguito all'inerzia ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Da città del buon vivere a 'città del cemento selvaggio' per sanare un abuso edilizio di 50 anni?

Accorrete, accorrete (solo) a Caiazzo potrebbero riaprirsi i termini per il condono edilizio del 1985! E' questo il fantasioso ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Meetup 5 Stelle' a Bellona per tutelare l'ambiente e per denunciare l'inerzia istituzionale

Il Meetup Caiazzo 5 Stelle presente, l'altra sera, a Bellona, per essere solidale con i cittadini di un ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Tutti (ad Alvignano) in piscina a prezzo 'politico': siglata convenzione fra Comune e 'Oasi do Sol'

Giaquinto: “Una opportunità per il sociale e le famiglie in difficoltà”- Siglata convenzione tra il Comune di Caiazzo e ...

Leggi tutto >>

Lavori di ristrutturazione post terremoto. La Diocesi comunica

L’Ufficio tecnico della Diocesi di Alife-Caiazzo, tramite il Responsabile Unico di Procedimento, Ing. Luigi Costantini, comunica alle Ditte che hanno manifestato interesse ai lavori di ristrutturazione e adeguamento sismico dell chiese della Diocesi , quanto segue:
Poiché dalla tracciabilità delle raccomandate A/R inviate avente per oggetto i lavori di cui sopra ci se è resi conto che sono in ritardo le consegne delle lettere di invito a gara, si comunica che la data dell’offerta è prorogata al giorno 5 maggio 2015, ore 13.00, anziché 28 aprile 2015.

(Fonte & Aggiornamenti: Clarus – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. Il Consorzio Metano 25 pronto per la metanizzazione di Chiese e Comuni sprovvisti della rete del gas

Sulla scorta di quanto già fatto negli ultimi anni in alcuni luoghi di culto di comuni di Piedimonte Matese, Prata Sannita e Pratella, il Consiglio d’amministrazione presieduto dal Sindaco di Alife Giuseppe Avecone ha adottato nei giorni scorsi una delibera in cui fornisce atto di indirizzo al responsabile tecnico dell’ente per l’esecuzione dei lavori di metanizzazione…
Pronta la metanizzazione delle chiese di diversi comuni rientranti nel bacino del Consorzio Metano Campania 25. Sulla scorta di quanto già fatto negli ultimi anni in alcuni luoghi di culto di comuni di Piedimonte Matese, Prata Sannita e Pratella, il Consiglio d’amministrazione presieduto dal Sindaco di Alife Giuseppe Avecone (nella foto a dx con il sindaco di Baia e Latina Michele Santoro) ha adottato nei giorni scorsi una delibera in cui fornisce atto di indirizzo al responsabile tecnico dell’ente per l’esecuzione dei lavori di metanizzazione nelle chiese di Alife, San Potito Sannitico, Valle Agricola, San Gregorio Matese e Marzano Appio. Nell’ultimo periodo, difatti, sono pervenute all’attuale amministrazione consortile diverse richieste dai parroci di alcuni comuni aderenti al Consorzio per dotare di impianti di riscaldamento gli edifici di culto, interventi questi che fino allo scorso anno venivano realizzati dall’azienda concessionaria della gestione delle reti e della distribuzione del gas metano che, però, ora provvede solo all’allacciamento tra la rete principale, nell’ottica del suo ampliamento, ed il contatore della singola chiesa, senza procedere oltre. Il consorzio ha deciso, però, di accogliere comunque le istanze provenienti dai vari comuni ricadenti nel proprio perimetro, pertanto il presidente Avecone, il suo vice Renato Ricca ed i consiglieri Michele Santoro, Ermanno Masiello e Giovanni Leardi hanno deliberato l’avvio degli studi di fattibilità per quantificare con esattezza costi e tempi per la realizzazione dei singoli interventi in favore dei vari tempi cristiani del Matese. Successivamente al loro finanziamento da parte del Consorzio intercomunale per la distribuzione del gas metano “Campania 25″, le opere andranno a soddisfare le esigenze di fruibilità anche nel periodo più freddo dell’anno delle chiese, attraverso il loro riscaldamento con appositi diffusori ad irraggiamento collocati nella parte alta delle navate laterali e centrali, consentendo così lo svolgimento di diverse attività pastorali ed oratoriali e rendendo anche più agevole la frequentazione dei luoghi di culto da parte dei fedeli. “Il Consorzio Metano è da sempre vicino alle esigenze del territorio, delle popolazioni e delle istituzioni locali – dichiara Avecone – ed anche in questa occasione come Consiglio d’Amministrazione siamo ben lieti di contribuire alla realizzazione di interventi molto attesi dalle comunità pastorali dei singoli comuni rientranti nel nostro bacino. La sinergia istituzionale tra gli enti presenti sul territorio porta sempre a risultati concreti, e questa è la strada che noi seguiamo da sempre. Analoghi progetti, tra l’altro, sono stati da noi finanziati negli ultimi due anni anche nelle chiese di San Pancrazio di Prata Sannita e di San Nicola di Bari di Pratella”. Nel piano programma dell’Ente consortile, figurano tra gli obiettivi da raggiungere, anche interventi di sviluppo e crescita che tengano conto delle varie e diverse esigenze del servizio e dei territori. Del resto, la mission che l’attuale CdA ha voluto affidare al Consorzio è di avvicinarlo agli utenti e farlo percepire in tutta la sua utilità, offrendo un valido sostegno ed ausilio anche ai comuni e agli enti locali tutti attraverso una sempre maggiore estensione della rete di distribuzione per raggiungere quante più famiglie possibili nei diversi centri del Matese e dell’intero Alto Casertano.
Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su Facebook


(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © diritti riservati all’autore)

CASTELLO DEL MATESE/CAPRIATI A VOLTURNO. E’ proprio vero!!! Le elezioni regionali dovrebbero indirle una volta l’anno! Arriva Bosco nell’Alto Casertano e affronta il problema degli stipendi ai forestali!!!

I Baif sono esattamente due anni che protestano perchè senza stipendio e nessuno, dicasi nessuno tra i politici si è occupato della loro vicenda. Ora il candidato di Campania Libera Luigi Bosco, durante un tour elettorale spiga che vorrebbe essere eletto per risolvere il problema dei forestali. Ma se gli eletti della scorsa legislatura non ci sono riusciti, come farebbe il nostro giovane Bosco???
Nel secondo fine settimana il tour elettorale di Luigi Bosco, candidato alle Regionali 2015 a sostegno di Vincenzo De Luca nella lista Campania Libera, ha segnato altre due tappe nell’Alto casertano. Sabato sera è stato Castello del Matese ad ospitare il gruppo guidato dal vicesindaco di Casapulla. Un incontro fatto di momenti forti. “Dopo tre tappe in questo splendida fetta di territorio – ha sostenuto Luigi Bosco al termine dell’incontro – abbiamo chiare le problematiche che la affliggono. In parte tematiche differenti rispetto quelle che viviamo ‘giù a valle’, in parte identiche. Il primo, più sentito, e per il quale vorremo lavorare appena insediati, è quello dei lavoratori forestali temporanei”. Toccanti e struggenti, infatti, sono state le testimonianze dei forestali che hanno portato la loro storia in ogni paese dell’alto casertano toccato dalla carovana di Terra del Sud. Molti lavoratori hanno riferito di avere addirittura 22 mensilità arretrate. Non solo forestali però. Altre questioni sono state trattate, a partire dai giovani costretti all’emigrazione, alle difficoltà dei collegamenti con il resto della provincia, fino ad arrivare ai problemi vissuti da chi in questa porzione di territorio cerca di fare impresa e deve superare ostacoli insormontabili. Di questo e tant’altro si è parlato anche nella giornata di domenica, quando Bosco ha incontrato i cittadini di Ailano, Capriati a Volturno, Ciorlano, Prata e Pratella, dove ha chiuso il suo tour nell’Alto casertano presso un noto locale. Anche qui, il vicesindaco di Casapulla ha ascoltato il grido d’allarme dei residenti troppo spesso abbandonati dalle istituzioni. “Nei due giorni trascorsi tra i comuni dell’Alto casertano – ha affermato Bosco – ho potuto apprezzare le bellezze, soprattutto naturali, di queste zone che purtroppo non sono mai state valorizzate. Mi viene da pensare alla ricchezza generata dall’acqua. In quest’area della provincia si può creare una vera e propria industria del turismo. Ciò che mi ha maggiormente sorpreso –conclude il candidato di Campania Libera – è l’entusiasmo delle persone, soprattutto dei giovani, pieni di idee da mettere a disposizione del territorio».

CASTELLO DEL MATESE/CAPRIATI A VOLTURNO. E’ proprio vero!!! Le elezioni regionali dovrebbero indirle una volta l’anno! Arriva Bosco nell’Alto Casertano e affronta il problema degli stipendi ai forestali!!!

I Baif sono esattamente due anni che protestano perchè senza stipendio e nessuno, dicasi nessuno tra i politici si è occupato della loro vicenda. Ora il candidato di Campania Libera Luigi Bosco, durante un tour elettorale spiga che vorrebbe essere eletto per risolvere il problema dei forestali. Ma se gli eletti della scorsa legislatura non ci sono riusciti, come farebbe il nostro giovane Bosco???
Nel secondo fine settimana il tour elettorale di Luigi Bosco, candidato
alle Regionali 2015 a sostegno di Vincenzo De Luca nella lista Campania
Libera, ha segnato altre due tappe nell’Alto casertano. Sabato sera è stato
Castello del Matese ad ospitare il gruppo guidato dal vicesindaco di
Casapulla. Un incontro fatto di momenti forti. “Dopo tre tappe in questo
splendida fetta di territorio –
ha sostenuto Luigi Bosco al termine
dell’incontro – abbiamo chiare le problematiche che la affliggono. In parte
tematiche differenti rispetto quelle che viviamo ‘giù a valle’, in parte
identiche. Il primo, più sentito, e per il quale vorremo lavorare appena
insediati, è quello dei lavoratori forestali temporanei”.
Toccanti e
struggenti, infatti, sono state le testimonianze dei forestali che hanno
portato la loro storia in ogni paese dell’alto casertano toccato dalla
carovana di Terra del Sud. Molti lavoratori hanno riferito di avere
addirittura 22 mensilità arretrate. Non solo forestali però. Altre
questioni sono state trattate, a partire dai giovani costretti
all’emigrazione, alle difficoltà dei collegamenti con il resto della
provincia, fino ad arrivare ai problemi vissuti da chi in questa porzione
di territorio cerca di fare impresa e deve superare ostacoli
insormontabili. Di questo e tant’altro si è parlato anche nella giornata di
domenica, quando Bosco ha incontrato i cittadini di Ailano, Capriati a Volturno, Ciorlano, Prata e Pratella, dove ha chiuso il suo tour nell’Alto
casertano presso un noto locale. Anche qui, il vicesindaco di Casapulla ha
ascoltato il grido d’allarme dei residenti troppo spesso abbandonati dalle
istituzioni. “Nei due giorni trascorsi tra i comuni dell’Alto casertano –
ha affermato Bosco – ho potuto apprezzare le bellezze, soprattutto naturali,
di queste zone che purtroppo non sono mai state valorizzate. Mi viene da
pensare alla ricchezza generata dall’acqua. In quest’area della provincia
si può creare una vera e propria industria del turismo. Ciò che mi ha
maggiormente sorpreso –
conclude il candidato di Campania Libera – è
l’entusiasmo delle persone, soprattutto dei giovani, pieni di idee da
mettere a disposizione del territorio».
Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su Facebook


(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © diritti riservati all’autore)

***LIBERI. TRAGEDIA SFIORATA IN PAESE***Esplode un termocamino che poi provoca anche l’incendio dell’abitazione della famiglia Petrillo

L’episodio si è verificato ieri. Il proprietario della casa, Domenico Mario Petrillo è stato trasportato in ospedale a Piedimonte Matese…
Un episodio che poteva avere conseguenze ben più diverse, se non fosse stato che la sorte è stata davvero benevola con una famiglia di Liberi, piccolo Comune incastonato nel Monte Maggiore. Infatti venerdì scorso il termocamino dell’abitazione della famiglia di Mario Domenico Petrillo, ubicato in salita Perretta, ha preso improvvisamente fuoco, tanto che la forte pressione del calore, ha causato una forte deflagrazione. Il botto ha distrutto tutta la cucina ove si trovava l’impianto, causando danni un pò dappertutto. Sul posto accorrevano anche i vicini di casa e l’ambulanza, che provvedeva a trasportare il proprietario della stessa abitazione, il signor Petrillo, presso l’ospedale di Piedimonte Matese per le cure del caso. Fortunatamente le sue condizioni non destavano preoccupazioni, sebbene veniva disposto il ricovero precauzionale dello stesso mentre l’episodio in paese ha creato molto spavento. La causa dello scoppio, sarebbe riconducibile ad una mancata conversione del termocamino con un altro impianto di riscaldamento presente in casa, la stufa alimentata a pellet.
Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su Facebook


(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © diritti riservati all’autore)

***CATTURATA A SANTA MARIA CAPUA VETERE LA GANG DELLE SCUOLE***Tre arresti dei Carabinieri in una brillante operazione di servizio

Fermati tre soggetti della provincia di Napoli che avevano appena rubato nella Scuola Media Statale “Salvatore Di Giacomo”. Il bottino era costituito da computer e monete del distributore di bibite…
Nel corso della notte i carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di furto in danno di un edificio scolastico nel comune di Qualiano (NA) tre soggetti della provincia di Napoli. Ad essere stato preso di mira era stata la Scuola Media Statale “Salvatore Di Giacomo” di via Macello. Infatti, i malviventi, dopo aver forzato la porta d’ingresso si sono introdotti all’interno di quell’edificio dove hanno dapprima strappato i cavi elettrici che alimentano il sistema d’allarme e poi praticato un foro nella parete di un’aula chiusa, dall’interno della quale hanno poi prelevato due computer portatili. Prima di fuggire hanno forzato anche le macchinette per la distribuzione di bevande dall’interno delle quali hanno asportato 150 euro in monete. All’uscita della scuola sono stati però notati dai militari dell’arma che li hanno seguiti e bloccati mentre si allontanavano a bordo di un’autovettura con la quale avevano raggiunto la scuola. I tre soggetti arrestati sono Esposito Vincenzo, cl. 67 di Sant’Antimo (NA) Leo Agostino cl. 91 e Mariniello Vincenzo, cl. 79 di Napoli. I tre saranno giudicati per direttissimo. All’atto dell’arresto uno dei tre, simulando un malore ha tentato di scappare ma è stato prontamente bloccato dai carabinieri. Nel corso della perquisizione veicolare i carabinieri hanno rinvenuto, occultati all’interno di doppi fondi ricavati nelle portiere laterali, l’intera refurtiva nonché attrezzi per lo scasso. La refurtiva è stata interamente restituita all’avente diritto.
Invia tramite emailPostalo sul blogCondividi su TwitterCondividi su Facebook


(News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © diritti riservati all’autore)

Dragoni. Un nuovo archivio comunale, nell’ex asilo di San Giorgio

In proposito il sindaco Silvio Lavornia afferma: “In pochi giorni abbiamo sistemato le tonnellate di carte così da salvarle dall’ulteriore rovina e adesso provvederemo a varare un progetto per la nuova catalogazione degli stessi documenti”

La Redazione – Un nuovo archivio comunale sarà presto a disposizione degli abitanti di Dragoni. Esso sorgerà negli spazi dell’ex asilo di San Giorgio, struttura che fino al 1994 ha ospitato la scuola dell’infanzia e, su decisione del sindaco allora in carica, fu chiusa per problematiche di ordine tecnico trasferendo la scuola nella nuova struttura di San Marco, sede attuale.
archivio_ex asilo_Dragoni (1)Da allora, l’immobile fu utilizzato a mo’ di archivio, per custodire documenti amministrativi passati e presenti, ma non sottoposti a catalogazione. Ebbene, in seguito alle dovute perizie tecniche, l’amministrazione guidata dal sindaco Silvio Lavornia e dal suo vice Pierino Piucci ha ritenuto inevitabile intervenire con dei lavori di ristrutturazione per riqualificare la struttura dell’ex asilo. I lavori di riqualificazione, fanno capo ad un finanziamento regionale e sono finalizzati a collocare all’interno dell’edificio un nuovo archivio comunale, in cui i saranno conservati atti e documenti non prima di averli ordinati secondo i criteri di catalogazione.
In questo modo, oltre a restituire a quei locali la dignità e la valenza sociale perse nel tempo, potrà finalmente riportare in auge la cultura dragonese, “fornendo finalmente il Comune di un archivio fruibile da tutti dove c’è scritto il passato amministrativo della nostra Dragoni relativo all’ultimo secolo di vita“, così il sindaco Lavornia.

(Fonte & Aggiornamenti: Clarus – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © diritti riservati all’autore)

Da Alvignano a Milano lunedì 20 il pizzaiolo Pasqualino Rossi alla ‘Bertini’ con altri 28 ‘super chef’

E’ finalmente giunta la primavera, con il party gourmet “Flower Power”, dopo la grande festa autunnale “Let’s Meat Agai!n di “Italia Squisita”.

Sessa Aurunca. 28enne arrestato per furto del valore di pochi euro

Nella tarda serata di sabato 18 aprile, a Formia, i Carabinieri