In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. 'Ogni bambino è vita': week end 'solidale' con la Pro Loco che promuove la campagna Unicef

Per combattere la malnutrizione, sabato 30 e domenica 31 marzo acquista un’orchidea, nel contesto della campagna Unicef “Ogni ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Basket: da sogno a realtà la serie 'D' per il CSI, degno del compianto fondatore Enzo Manzi

Il CSI Caiazzo Basket vince a Giugliano e conquista la serie D! Ancora increduli, divulghiamo la notizia "telegrafica", ricevuta quasi ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Libri in Movimento': tutti soddisfatti dell'iniziativa pro indigenti degli Attivisti 5 Stelle

"L'evento libri in movimento- baratto di cultura è riuscito alla perfezione" dichiarano i sempre attenti organizzatori del gruppo ...

Leggi tutto >>

Dall'Asia a Milano sempre sugli scudi Franco Pepe, 'Re della Pizza' protagonista anche a'Identità Golose'

Reduce da uno straordinario successo in terra asiatica, al "Kytaly" di Hohg Kong, l'indiscusso re della Pizza Franco ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Il ruolo del parlamento europeo' spulciato sabato dal 'gotha' politico e associativo cittadino

Nel pomeriggio di sabato 23 marzo, presso il piccolo teatro "Jovinelli" del palazzo Mazziotti, con inizio alle ore ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Pro Loco: confermata alla guida Maria Grazia Fiore che quasi 'doppia' l'unico antagonista

Rinnovate le cariche associative della Pro Loco Caiazzo: confermata per la presidenza l'uscente Maria Grazia Fiore (nella foto ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Mai più buttati gli oggetti fruibili grazie al 'Centro del Riuso' ideato da Gaetano Chichierchia

A Caiazzo economia circolare e rete di solidarietà grazie al “Centro del Riuso” promosso in via sperimentale dal gruppo ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Calcio locale: anche la gloriosa Juve Sammaritana 'costretta all'inchino' dall'ASD che svetta

Colpo grosso del Caiazzo 2018 che mette ko la Juve Sammaritana e, complice la sconfitta del Mithraeum 2018 ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Sindaco e compagni 'Uniti per incassare'? impietosa analisi di Mauro Della Rocca

Non più “missionari ma stipendiati”. Esordisce così il duro intervento con il quale Mauro Della Rocca, sempre attento (e ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Cimitero (ancora) senza loculi: nuovo attacco a Giaquinto della 'supervotata' consigliera Marilena Mone

Sono solo tre ma "fanno per trentatré" i consiglieri comunali del gruppo "Bene Comune"-capeggiato dal colonnello Ruggieri- che ...

Leggi tutto >>

S.M.C.VETERE. Lavori su Corso Garibaldi, tre importanti novità emerse dall’incontro con i commercianti

SANTA MARIA CAPUA VETERE – In piena sintonia rispetto al precedente incontro del 25 febbraio 2019, si è svolto questa giovedì, 14 marzo 2019, un ulteriore proficuo incontro tra i commercianti di Corso Garibaldi ed il sindaco Antonio Mirra e l’Assessore ai Lavori pubblici Nicola Leone, per un aggiornamento circa l’andamento dei lavori derivanti dalla […]

L’articolo S.M.C.VETERE. Lavori su Corso Garibaldi, tre importanti novità emerse dall’incontro con i commercianti proviene da BelvedereNews.

(Nunzio De Pinto – BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Giornata internazionale dell’acqua – 22 marzo 2019 – Ingresso gratuito alla Reggia di Caserta

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua (World Water Day), una ricorrenza istituita dalle Nazioni Unite nel 1992, la Reggia di Caserta offre la prima delle otto giornate gratuite secondo l’iniziativa del MiBAC Io Vado al Museo. #IoVadoalMuseo prevede 20 giorni di ingressi gratuiti nell’anno solare in tutti i luoghi di cultura. Oltre alle prime domeniche dei […]

L’articolo Giornata internazionale dell’acqua – 22 marzo 2019 – Ingresso gratuito alla Reggia di Caserta proviene da BelvedereNews.

(Nunzio De Pinto – BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta, al Paladecò derby tra la Decò e la Ge.Vi di Napoli

Quello in programma domani al Paladecò tra Caserta e Napoli è il derby numero quaranta nella storia delle due società. L’ultimo disputato nell’impianto di Castel Morrone è stato quello della stagione 1997/98 quando l’allora Juvecaserta si impose per 75-71 sulla Pasta Baronia Napoli nella seconda fase del campionato di A2. Il bilancio complessivo delle sfide […]

L’articolo Caserta, al Paladecò derby tra la Decò e la Ge.Vi di Napoli proviene da BelvedereNews.

(Nunzio De Pinto – BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Matteo Renzi a Caserta presenta il suo libro: “L’attuale Governo ha portato l’Italia in recessione”

Matteo Renzi a Caserta presenta il suo libro: "L'attuale Governo ha portato l'Italia in recessione"

Boom di presenze questo pomeriggio alla Camera di Commercio di Caserta per la venuta dell’ex Premier Matteo Renzi. Oltre duecento le persone accorse ad assistere la presentazione dell’ultimo suo libro “Un’altra strada – Idee per l’Italia di domani“. “Questo libro – ha dichiarato Matteo Renzi – è voluto per uscire dalla dittatura del post di […]

L’articolo Matteo Renzi a Caserta presenta il suo libro: “L’attuale Governo ha portato l’Italia in recessione” proviene da BelvedereNews.

(Nunzio De Pinto – BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Rischio Vesuvio, se lo conosci ci convivi

di Tonia Ferraro

PORTICI  (NA) – Al Mondadori Point in II viale Melina mercoledì 13  marzo – anniversario dell’ultima eruzione del Vesuvio del 1944 – si è tenuto l’incontro del Portici Science Cafè sul tema Vesuvio. Quale Piano di Protezione civile?

La conversazione, introdotta dall’ingegner Vincenzo Bonadies, “anima” del PSC, è stata dell’architetto Francesco Santoianni, esperto di Disaster Management e presidente dell’associazione  Vivere tra i vulcani  (www.viveretraivulcani.it).

Rischio Vesuvio, rischio Campi Flegrei: abitare in una zona vulcanica comporta una serie di consapevolezze.

Il suolo fertile di queste terre è stato sempre connotato da un’alta densità abitativa. Le eruzioni che si sono succedute nei secoli non hanno mai scoraggiato le persone, che hanno imparato a convivere con il vulcano. Ultimamente però una cattiva o inesistente informazione  hanno creato uno stato di timore e incertezza tra la gente.

Se è giusto prepararsi agli scenari più foschi, se è opportuno mettere in campo misure di emergegenza e un piano di evacuazione  che prevede «… lo spostamento di centinaia di migliaia di cittadini vesuviani in 18 regioni italiane»  bisogna sottolineare che le eruzioni sono eventi prevedibili e non necessariamente catastrofici. Neanche i vulcanologi sanno  che tipo di eruzione si possa verificare, nè quando. In poche parole, se un vulcano entra in una fase parossistica, non è detto che necessariamente si verificherà una fuoruscita di lava o un’esplosione: i parametri possono anche rientrare, come è successo più volte.

Quindi, se è opportuno avere un piano di evacuazione, specialmente per le fasce più deboli, la popolazione non va allarmata. Già il fatto di “deportare” obbligatoriamente gli abitanti di intere cittadine della “zona rossa” fa pensare a scenari apocalittici, ma una fuga da un evento che potrebbe verificarsi o anche rientrare genererebbe comunque panico.

Unica alternativa concreta al piano di evacuazione fu il progetto regionale Vesuvìa, che prevedeva tra l’altro di ridurre la popolazione vietando«… per sempre la realizzazione di nuove costruzioni residenziali nel territorio dei 18 comuni vesuviani» e con «… la promozione di una serie di incentivi normativi ed economici rivolti principalmente a favorire lo spostamento consensuale.»

Conoscere e convivere con un vulcano non vuolo dire essere incoscienti. Basterebbe farsi raccontare dai nonni come vivevano in tempo di eruzione e ricorrere a semplici misure, come, mettendo un fazzoletto bagnato davanti la bocca, rimuovere la cenere vulcanica che si accumula  sui terrazzi di copertura degli edifici, ad esempio. Basterebbe ascoltare un  esperto di Disaster Management, ovvero colui che  si occupa della gestione dei disastri: politiche, procedure e pratiche intraprese prima, durante e dopo che si verifichi l’evento catastrofico.

LoSpeakersCorner ha incontrato l’ingegner Francesco Santoianni.

Il Disaster Managing è una disciplina importata in Italia dagli Stati Uniti una ventina di anni fa. Ho tenuto anche un corso al DARC della Università Federico II. In seguito altrove si sono addirittura sviluppati corsi universitari di Protezione Civile, come a Urbino.

Studiando la pianificazione e la gestione dei disastri, che di solito sono una cosa molto complessa da affrontare, mi sono occupato dei piani di emergenza vulcanica del Vesuvio e dei Campi Flegrei, rilevando una serie – a mio parere – di incongruenze, sia di metodo che di merito. Di metodo perchè all’estero i piani di Protezione Civile sono fatti da precise persone che firmano  ì progetti, che in alcuni casi vengono certificati da società esterne, come per le Grandi Opere. Ciò in Italia non avviene, si fa tutto all’insegna dell’improvvisazione, e se ne pagano le conseguenze.

Grazie al Cielo, dopo 28 anni la Regione Campania ha chiesto di modificare radicalmente il Piano, proponendo di spostare gli evacuati in zone vicine alla rossa e non dispersi per l’Italia. Inoltre ha individuato altri punti critici da modificare, soprattutto l’evacuazione preventiva generale, che in caso di rientro dell’allarme fa perdere credibiltà all’istituzione che l’ha ordinata, generando l’effetto “al lupo al lupo”.

Anche l’informazione andrebbe convogliata in modo da far apprendere alla popolazione i giusti accorgimenti da usare in caso di eruzione, come spalare la cenere dai tetti. Si era parlato di dotare i palazzi dai solai piatti di tetti spioventi, ma si può evitare questo intervento posizionando pali di ferro in alloggiamenti su cui all’occorenza fissare obliquamente lamiere che permettano alla cenere vulcanica di non depositarsi e minare l’integrità dell’edificio.

Il Vesuvio è stato in attività eruttiva esterna dal 1631 fino al 1944 e durante le eruzioni non scappava nessuno: imparare a convivere con il vulcano è stata la grande risorsa di questa terra e del suo sviluppo. Oggi tutto questo verrebbe vanificato dall’evacuazione preventiva: anche eruzioni non catastrofiche come quella del 1906 o del ’55 determinerebbero un grave danno economico. Esercizi commerciali chiusi, palazzi crollati per il peso della cenere, questa sarebbe la vera catastrofe. Invece basterebbe applicare semplici strumenti urbanistici, informare senza allarmare.

Anche grazie ai media, purtroppo è passato il messaggio che la prossima eruzione sarà come quella pliniana del 79 d. C. Recentemente in televisione è stato detto che si prevedono 1 milione di morti … Invece, è un evento che dà segnali da prima che avvenga, non è come un incidente nucleare, come la rottura di una diga: quindi, sebbene vada contemplata l’evacuazione, non va messa in atto preventivamente per eventi prevedibili. Il problema dell’enfatizzazione del rischio comporta anche un altro aspetto: quello della rimozione che porta ad investire in zone sensibili, favorendo magari l’edilizia abusiva.

Bisogna rendere consapevole la popolazione di cosa è realmente un’eruzione: quelle cicliche danno la percezione dell’effettivo pericolo. Sapere come comportarsi in qualsiasi emergenza, dal terremoto all’inondazione, aiuta a convivere e non cadere nel panico.

Anche pretendere nuove strade per un’eventuale via di fuga incrementa l’asse viario e aggrava il problema. Le strade esistenti, proprio perché è un fenomeno prevedibile  e graduale  e non improvviso, garantiscono un allontanamento tranquillo.Crearne di nuove potrebbe finire col determinare un incremento di abitazioni e l’urbanizzazione su un vulcano pericoloso come il Vesuvio assolutamente non deve crescere.

Alternativa valida fu il progetto Vesuvìa, che  prevedeva una collocazione in luoghi non lontani. Purtroppo è naufragato, ma dovrebbe essere ripreso e sviluppato. Per realizzare tutto questo ci vorrebbe un ufficio responsabile che decida il da farsi e indichi i comportamenti idonei, non un “auspicio-che tutto-vada-bene” ma cose concrete: un vero piano di Protezione Civile.

(Foto by Cesare Abbate, per gentile concessione)

L’articolo Rischio Vesuvio, se lo conosci ci convivi proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SESSA AURUNCA. Prima edizione del torneo “Castle Cup” a Sessa Aurunca

SESSA AURUNCA – La Città di Sessa Aurunca è pronta per ospitare un altro evento interessante ed innovativo e, per questa ragione, il 30 e 31 marzo e il 6 e 7 aprile 2019, il Castello Ducale sarà la sede della tanto attesa “Castle Cup”. Si tratta della prima manifestazione organizzata dalla Pro Loco Sessa […]

L’articolo SESSA AURUNCA. Prima edizione del torneo “Castle Cup” a Sessa Aurunca proviene da BelvedereNews.

(Nunzio De Pinto – BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

L’unità italiana : Noi non festeggiamo, una colonia non ha nulla di cui rallegrarsi

L’unità italiana : Noi non festeggiamo, una colonia non ha nulla di cui rallegrarsi Il  17 marzo l’Italia compie 158 gli stessi della loro colonia interna le Due Sicilie. Di Fiore Marro Caserta 16 marzo 2019 Domani domenica 17 marzo 2019 è il  158° anno dalla proclamazione dell’Unità d’Italia, ma per noi duosiciliani non potrà […]

L’articolo L’unità italiana : Noi non festeggiamo, una colonia non ha nulla di cui rallegrarsi proviene da BelvedereNews.

(Nunzio De Pinto – BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

S. Maria C.V. Approvazione del bilancio di previsione

S. Maria Capua Vetere – C’ è il parere positivo al bilancio di previsione all’ interno del Comune di S. Maria Capua Vetere per quanto concerne il bilancio di previsione, la riunione si è svolta all’interno del Real sito borbonico di San Tammaro, il Sindaco di Santa Maria ha ringraziato la comunità di San Tammaro […]

L’articolo S. Maria C.V. Approvazione del bilancio di previsione proviene da BelvedereNews.

(Nunzio De Pinto – BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Casertana FC, ultime dalla squadra per quanto riguarda la formazione

Caserta – La Casertana si appresta a scendere in campo contro la Viterbese, ancora in alto mare la formazione le uniche certezze riguardano Zito che sicuro rientrerà e sarà della partita, ancora non si sa bene la formazione che scenderà in campo quale sarà. Assente praticamente certo Floro Flores, a fianco alla punta in attacco […]

L’articolo Casertana FC, ultime dalla squadra per quanto riguarda la formazione proviene da BelvedereNews.

(Nunzio De Pinto – BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caiazzo. Cimitero (ancora) senza loculi: nuovo attacco a Giaquinto della ‘supervotata’ consigliera Marilena Mone

Sono solo tre ma “fanno per trentatré” i consiglieri comunali del gruppo “Bene Comune”