In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo-Ruviano: comunità ecclesiastica in festa per le nozze 'diamantate' col Signore di monsignor Chichierchia

A circa un mese dai riti preparatori e funzioni tenute nella chiesa madre di Ruviano, venerdì 19 luglio ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Guerra' fra Supermercati e Comune: ma a chi conviene e perché?

Buongiorno a tutti i caiatini e non io sono un ex caiatino purtroppo ma sono sorpreso per quanto, ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Fiera della Maddalena, ecco il programma ma 'che cavolo ci azzecca'??

A una settimana dall'inizio della fiera, quest'anno imperniata su tre giorni, cioè da sabato 20 a lunedì 22 ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'No Plastic Free': attivisti 5 Stelle iperattivi promuovono campagna eco-logica-nomica

Il modo più sciocco di usare la plastica è quello di usarla una volta sola. La plastica è ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Buon vivere' senz'acqua col termometro a 40 gradi? ma chi sene frega al comune?

In via Starza stiamo senza acqua stiamo chiamando sopra il comune e nessuno rispondema il sindaco dove sta? ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Leonardo Neoplatonico-Gli Arcani Occultati': sabato 13 al 'Mazziotti' conferenza sul genio 'da Vinci'

In occasione del cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo Da Vinci, sabato 13 luglio, alle ore 17.30, presso ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Toponomastica: Giaquinto fa 'il finto tonto'? e Insero lo 'ammonisce': impara!

Si vede costretto a tornare sulla vicenda di vico "Cattedrale" che, in palese spregio non solo di norme ...

Leggi tutto >>

SS.Giovanni e Paolo. Sindaco assente alla festa ma 'onnipresente': forse nei 'cazziatoni'?

Non fanno sconti al sindaco gli attivisti 5 Stelle caiatini, replicando a una sua pomposa asserzione di onnipresenza ...

Leggi tutto >>

Limatola (BN). Ufficio postale 'interdetto' perché ubicato in strada privata e sbarrata ma non segnalata!?

Riportiamo integralmente la cronaca della sconcertante esperienza vissuta da un noto quanto stimato professionista caiatino, scacciato in malo ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Ancora 'rogne' per il sindaco: dopo la sospensione, Giaquinto dovrà spiegare pubblicamente cosa aveva'combinato'

Seduta consiliare "occulta" per celare grosse irregolarità perpetrate dal sindaco? è quanto pare ipotizzi la minoranza, assicurando però ...

Leggi tutto >>

TERRA DEI FUOCHI: LA POLIZIA LOCALE IN CAMPO CONTRO INCENDI DOLOSI

Mercoledì 10 luglio 2019, alle ore 11,30, presso la Prefettura di CASERTA (Sala Riunioni), verranno firmate due convenzioni per l’esercizio congiunto dei servizi di Polizia locale nel contrasto del fenomeno degli incendi dolosi di rifiuti. La prima verrà firmata dai sindaci dei Comuni di Caserta, Capua, Maddaloni, Marcianise, San Felice a Cancello, San Marco Evangelista, Santa Maria Capua Vetere, SAN NICOLA LA STRADA e la seconda dai sindaci di Aversa, Casal di Principe, Castel Volturno, Mondragone, Villa Literno, nonché del Comune di Giugliano in Campania.

Il documento, promosso dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi, Gerlando IORIO, sulla scia dell’Accordo tra la Polizia Metropolitana e la Polizia Provinciale di Caserta, sottoscritto il 3 maggio scorso, contribuirà all’attuazione delle modalità operative di contrasto, basate su azioni coordinate di controllo del territorio alle quali sono chiamate a concorrere, con l’Esercito e le altre Forze dell’Ordine, anche le Polizie locali, tenute ad esercitare un’azione di particolare incisività.

Le polizie locali interessate possono organizzare attività di vigilanza congiuntamente e in collaborazione con l’esercito. Presidiare meglio i confini comunali e la possibilità per i vigili di svolgere l’attività anche fuori i confini di competenza comunale e quindi sul territorio degli altri comuni aderenti all’accordo.

L’articolo TERRA DEI FUOCHI: LA POLIZIA LOCALE IN CAMPO CONTRO INCENDI DOLOSI proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Continuava a maltrattare la propria compagna

CASERTA –Arrestato un uomo 25enne egiziano residente in provincia di Caserta. L’uomo, arrestato a Bassiano (Latina), è stato accusato di maltrattamenti in famiglia. L’ordinanza cautelare è stata emessa dal tribunale di Napoli. Il 25enne era già stato segnalato alle forze dell’ordine per i continui maltrattamenti della sua compagna. Attualmente, il giovane è detenuto nel carcere di Latina.

L’articolo Continuava a maltrattare la propria compagna proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Vita semper vincit, opera di Marcello Aversa

Vita semper vincit, dal 12 luglio al 1 agosto la monumentale croce in terracotta finemente modellata, già esposta a Firenze nella Basilica del Santo Spirito e a Sorrento, è una reinterpretazione del presepe di Pasqua

NAPOLI Nel Complesso Monumentale di Sant’Anna dei Lombardi in piazza Monteoliveto venerdì 12 luglio alle 18 sarà presentata l’opera Vita semper vincit di Marcello Aversa, a cura di Antonino Di Maio e Vincenzo Nicolella.

Vita semper vincit è stata esposta a Firenze nella Basilica di Santo Spirito, dove vanta un primato unico: era in esposizione di fronte al Crocifisso, opera giovanile di Michelangelo Buonarroti, poi a Sorrento e, dopo Napoli, arriverà a Carpi, Modena. Sia a Sorrento che a Firenze ha richiamato circa 25mila visitatori.

«Vita Semper Vincit invita a contemplare la dicotomia tra la vita e la morte – ha dichiarato il Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli Dalla Croce così realizzata promana un potente messaggio di fede che raggiunge con immediatezza la mente e i cuori di quanti la contemplano. Per il suo valore artistico, l’opera è un vero gioiello nel campo della miniatura, una rappresentazione artistica che celebra il sacrificio del Cristo con fede e devozione.»

La grande croce, in mostra fino al 1 agosto, è composta da circa 80mila pezzi tra foglie, fiori e personaggi, che ripropongono, con una interpretazione personale, l’antica tradizione del presepe di Pasqua – nato a Napoli probabilmente nel XV secolo – e rappresentano la vittoria della vita sulla morte.

Dal Comitato di Gestione delle Arciconfraternite Commissariate, il Presidente Sacerdote Salvatore Fratellanza ha sottolineato: «Il Maestro Marcello Aversa, che è erede di una tradizione familiare di ceramisti attivi in Sant’Agnello, con l’opera Vita Semper Vincit ha il pregio di far emergere “il fanciullino” che è in noi, evocato da Pascoli. Tenuto conto della bellezza e del messaggio di fede che da essa promana, sono ben lieto che l’opera sia esposta nel Complesso Monumentale di Sant’Anna dei Lombardi, con il Patrocinio concesso dal Cardinale Sepe, a rafforzare così il messaggio universale dell’opera stessa.»

Così Nino Daniele assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli: «Sarà motivo di grande emozione per i cittadini napoletani e per i tanti turisti presenti in città avvicinarsi all’opera di uno dei più sorprendenti e originali artisti del territorio e farlo in uno degli scrigni monumentali più splendenti di una città che ne è copiosamente dotata.»

Grazie all’allestimento ideato da Antonino Di Maio e Vincenzo Nicolella, i visitatori potranno seguire un percorso di visita che risalta i dettagli della croce attraverso le dodici scene bibliche, dal Peccato originale alla Resurrezione, riprodotte nei diversi punti della Chiesa che conducono alla Cappella del Tolosa, dove è esposta l’opera.

Ha spiegato Marcello Aversa:  «Vita Semper Vincit nasce dalla consapevolezza che, senza il “passaggio” della croce, Cristo probabilmente sarebbe stato dimenticato dalla storia ma, soprattutto, non avrebbe dato la speranza che, dopo la morte, il “viaggio” prosegua, anche se in una dimensione qualitativamente diversa. Circa trent’anni fa la signora Anna Buoniconti Aschettino mi prese per mano e mi fece muovere i primi passi nello straordinario mondo del presepe. A lei e alla Città di Sorrento, che ha contribuito in maniera determinante alla mia “crescita” artistica, dedico questa mostra.»

L’opera in terracotta si pone nel solco del gruppo scultoreo della fine del Quattrocento realizzato nello stesso materiale e firmato dall’artista Guido Mazzoni, che si può ammirare a Sant’Anna nel percorso che comprende Vita semper vincit e la famosa Sagrestia Vecchia affrescata da Giorgio Vasari.

«L’albero della vita di Marcello Aversa, andando oltre lo schema canonico del presepe, ci fa riflettere sui significati atavici dell’esistenza umana e dell’imprescindibilità dal disegno Divino.», suggerisce infine il curatore, Architetto Vincenzo Nicolella.

Il percorso Museale del Complesso di Sant’Anna dei Lombardi è visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 18. L’opera, inserita nel percorso, è nel Complesso fino al 1 agosto 2019.

Per maggiori informazioni si rimanda alle pagine social del Complesso e della Cooperativa ParteNeapolis che ne cura le attività culturali, ovvero visite guidate, aperture straordinarie e laboratori didattici per le scuole.

L’articolo Vita semper vincit, opera di Marcello Aversa proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

COMPAGNIA TEATRALE LA MARGHERITA IN “SU AL SUD-ESSERE LO STRANIERO DI QUALCUN ALTRO” DI TEBANO

Per il nono appuntamento della rassegna culturale “Casagiove in scena” III edizione, mercoledì 10 Luglio, alle ore 21.15 presso il Quartiere Militare di Casagiove, gli attori della Compagnia Teatrale “La Margherita” porteranno in scena l’opera teatrale dal titolo “Su al Sud, Essere lo straniero di qualcun altro”, scritta e diretta da Alessandro Tebano. La commedia è uno spettacolo sperimentale incentrato sul significato dell’emigrazione, una questione secolare che cammina di pari passo con la storia delle evoluzioni delle civiltà, divenuto oramai un fenomeno sociale dicotomico, conseguenza di un’esasperazione mediatica tangibile.

Al centro di un’unica trama di diramano tre storie, tre esistenze, ognuna diversa dall’altra, incarnate da tre personaggi, le cui vite sul copione sono venute fuori dal racconto reale dei ragazzi che il regista, A. Tebano ha avuto modo di incontrare durante la sua esperienza teatrale presso la comunità “Leo Amici” di Valle di Maddaloni (CE). Nabil (Francesco Casella) è un giovane egiziano che approda a Napoli in cerca di suo padre e di una sistemazione, dalla stessa città di Napoli parte Lucariello (Pasquale Iadicicco) che spinto dalla necessità di realizzazione personale si trasferisce a Milano alla ricerca di un lavoro. Riaffiora da qui la figura di giovane laureanda milanese, Alice (Valeria Giordano), che a sua volta aspira ad una vita migliore e decide di viaggiare verso la rotta del nord Europa, divenendo volto e voce di coloro che aderiscono alla fuga di cervelli.

I tre protagonisti si racconteranno mettendo a nudo la loro verità di uomini e donne, di persone silenziose che cercano una dimensione stabile nella vita, ma ciò che i loro contesti di origine offrono non è abbastanza rassicurante per costruire un proprio equilibrio, né rappresenta un terreno fertile per coltivare fino in fondo le proprie passioni ed ambire ad un futuro sereno. Tre rotte diverse simboleggiate dalla barca nel caso di Nabil, dal treno nel caso di Lucariello e dall’aereo per Alice; una simbologia non casuale che rimanda alla forza degli elementi naturali, una costante delle commedie di A. Tebano, in cui la barca rappresenta l’acqua, mentre il treno e l’aereo significano rispettivamente il viaggio sulla terra (radici) e il volo come speranza.

La trama è piena di colpi di scena che si alternano in un carosello di personaggi, ciascuno dei quali definisce la realtà da cui si allontanano i tre giovani; terre di appartenenza a cui restano legati per i forti affetti familiari; figure di riferimento che sostengono le scelte dei protagonisti senza coglierne però il profondo significato. Lucariello, Nabil e Alice incontreranno poi il giornalista Gianluca Sgueglia, essenza umana che diventerà il “fil rouge” della narrazione e motivo di inizio dei racconti, intesi come un testamento umano, e che, nonostante tutto, vuol sfidare il sistema dell’informazione con l’arma dell’ironia attraverso lo strumento della satira, affidando ai protagonisti la chance di far emergere riflessioni intime e momenti emozionanti per esprimere un loro personale pensiero al di fuori della furia mediatica, molto spesso strumento di un accanimento propagandistico.

L’originalità dello spettacolo è completata dalla scelta di riproporre scenografie ottenute attraverso un’operazione di recupero di materiali in disuso e riciclati, ad opera di Cira Abbate. Lo spettacolo usa lo stile vicino al “musical” come pretesto per fare da contenitore ai continui passaggi di scena tra una storia e l’altra che si intrecciano con le vite di personaggi secondari, tra cui un paradossale camorrista, che in modo grottesco tenta di ostacolare la scelta di chi si ribella alla condizione in cui è nato, di chi non vuole emulare le orme paterne e decide di scampare il carcere lasciandosi la possibilità di svolgere una vita nella legalità.

Il cast dello spettacolo, per la gran parte casagiovese, sarà composto da 20 elementi, tra cui alcuni bambini, giovanissimi allievi del laboratorio teatrale, che debutteranno per la prima volta in occasione di questa replica, insieme ad attori professionisti e ad ex ospiti della comunità “Leo Amici”, dando un valore aggiunto al senso di sperimentazione e ricerca del Teatro Sociale promosso dall’associazione culturale e di promozione sociale “La Margherita Education Art- APS”. Il cast di attori della compagnia è formato da: Gigi Laperuta, Valeria Giordano, Salvatore Carrino, Pasquale Iadicicco, Francesco Casella, Valerio Napolitano, Marina Iadicicco, Valerio Cestari, Sergio Pagliarulo, Matilda Tescione, Nicole Marcato, Massimiliano Di Caprio, Nicolas Picia. Lo spettacolo è realizzato grazie al contributo del Centro Danza Le Pleiadi, coreografie di Natasha D’Andrea, e al suo corpo di ballo (Ilaria Pero, Francesco Sorbo, Ilenia Pasquariello e Federica De Rosa).

Si ringraziano le associazioni Gianluca Sgueglia di Maria Luisa Ventriglia, l’associazione Esperimento Teatro e l’associazione musicale E. Caruso diretta dalla soprano Cira Di Gennaro, che insieme a Massimo Vigliotta ha curato il contributo musicale e canoro dello spettacolo. Il team è completato da: Sabrina Zazzara e Ciro Abbate (assistenti alla regia), Stefano Malorni (progetto grafico), Ada Bobbio (Coach kids), Pina Cavasso (Make up artist).

Un ulteriore ringraziamento è stato rivolto a Daniele Petrillo, Andrea Roviello, Alessio Tagliafierro, Fabio Florio, Alessio Di Rauso e a Pasquale Papa per la fornitura del materiale tecnico teatrale. L’ingresso alla manifestazione è libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

L’articolo COMPAGNIA TEATRALE LA MARGHERITA IN “SU AL SUD-ESSERE LO STRANIERO DI QUALCUN ALTRO” DI TEBANO proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Maddaloni: “Tra cielo e terra”

MADDALONI (Caserta) – La città di Maddaloni si prepara a vivere un momento particolarmente emozionante con la serata “Tra Cielo e Terra” con un sottotitolo che è tutto un programma: “spiritualità e devozione popolare”. La serata è promossa, organizzata e gestita dal Comitato “A’ Funicella”.

L’appuntamento vuole mettere l’accento su come la devozione popolare sia importante nella realtà maddalonese. La location per atmosfera e per rimando all’identità storico religiosa e popolare della città delle due torri è funzionale a poter ripercorrere con la giusta predisposizione personale due secoli di ideanti che caratterizzano la città e la sua cultura e le cui radici legano, nonostante le distane fisiche, tanti maddalonesi sparsi per l’Italia e il mondo.

Nel corso della serata si alterneranno preghiere, canti popolari e canti lirici caratterizzati da una profonda spiritualità, recitate e cantate da bambini e giovani maddalonesi.

L’evento, che si terrà dalle 21.30 presso il sagrato della chiesa di San Benedetto, del quale ricorre anche la festività, vuole essere un chiaro invito alla riscoperta dell’appartenenza popolar religiosa proprio nel periodo in cui da tante parti “tornano” figli di Maddaloni per passare del tempo con la propria “famiglia” cittadina.

Data la rilevanza dell’appuntamento è da sottolineare anche il notevole apporto delle associazioni, che aderendo al Comitato “A’ Funicella”, sono direttamente impegnate: Associazione l’Albero della vita; Fondazione Giuseppe Ferraro; Associazione Famiglie Solidali Giuseppe Ferraro; Associazione Sei Zero; U.N.A.C. delegazione di Maddaloni; Cooperativa Antigone; Associazione Anavo; Caritas Parrocchiale S. Aniello Abate di Maddaloni; Centro Salesiano Don Bosco Associazione Salesiani Cooperatori e Croce Rossa Italiana Comitato di Maddaloni.

Si sottolinea che hanno partecipato attivamente all’organizzazione il prof Clemente Sparaco e la prof.ssa Imma Calabrò ( anche Assessore all’Istruzione)del Liceo Scientifico” Nino Cortese” di Maddaloni.

Per maggiori informazioni si rimanda alla pagina social https://www.facebook.com/comitatoafunicella/ e all’evento social https://www.facebook.com/events/514859892386914/.

L’articolo Maddaloni: “Tra cielo e terra” proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Roccamonfina. Notte intensa per i malviventi: ripulite due abitazioni e un negozio

Nella notte fra lunedì 8 e martedì 9 luglio,

ALLE UNIVERSIADI DI PALLANUOTO VINCONO GIAPPONE E AUSTRALIA A MANI BASSE

CASERTA, UNIVERSIADI 2019 – Allo stadio delnuoto di Caserta vittorie di Giappone ed Australia a mani basse contro Gran Bretagna e Korea.

Andiamo con ordine, primo match tra Giappone e G. Bretagna.

Partono bene i nipponici, in goal con Inaba K, i giapponesi mettono a segno 4 gol in quattro minuti con Date in doppietta e ancora Inaba, quinto gol in lob deliioso con Date, poi la Gran Bretagna si scuote e va a segno con Paddon. Petterson accorcia ancora poi Suzuki per i nipponici riporta il punteggio sul 5-2, ancora Date ed Inaba trascinatori portano i giocatori in canottina blu sull’ 8-2, poi 9-2.

SECONDO QUARTO

Sempre i giapponesi a dettar legge vanno sull’ undici a due, 12-3, Wenstanley capitano dei rosso crociati accorcia ma il gap è ampio.

TERZO QUARTO

Sempre Date trascinatori dei nipponici, chiamato time out per i britannici si va all’ultima frazione rigore per i blu15-6 il divario aumenta, 16-6, ancora Date con un lob porta i propri compagni sul 17-7 terminerà 18-10 per i nipponici senza storia. Date per il Japan, man of the match un incubo va a segno ripetutamente.

Nell’altro match vince l’Australia, batte la Corea in una gara dominata dai canguri giallo verdi.

Subito avanti gli australiani per tre a zero,  accorcia Kang per la Korea,  4-1 Australia, poi 4-2.

Secondo quarto. Cinque a due Lambie per i giallo verdi in canotta appunto verde scuro con striature di giallo a differenza del bianco dei coreani, 2-6, l’ Australia prende il largo, 8-2 nona marcatura poi dieci fino ad arrivarea 10 a finisce la metà gara sull’ 11-3.

Terzo quarto  12 a 3 per i giallo verdi poi 13-3, 14-3, 15-3 17-4 19-5 finirà20 a 5 per i ‘canguri’ un dominio totale gara a senso unico con una doppia espulsione per i bianchi di Korea.

Da segnalare l’ottima prestazione di MacJannet per i verdi venuti dalla lontana isola del Pacifico.

 

 

 

L’articolo ALLE UNIVERSIADI DI PALLANUOTO VINCONO GIAPPONE E AUSTRALIA A MANI BASSE proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

A Capodrise domenica la prima edizione di Scapulà

A Capodrise domenica la prima edizione di Scapulà - di Alessandro Fedele

Domenica prossima, 14 luglio 2019, a partire dalle ore 21.00,  si terrà a Capodrise (CE) la prima edizione di “Scapulà” con la sagra della fresella “pepe e finocchietto”.

L’evento nato per la prima volta nella piccola cittadina casertana avrà luogo in occasione dei solenni festeggiamenti in onore di Maria SS del Carmelo.
Le strade chè ospiteranno Scapulà sa saranno via Giannini e via Acconcia.

Si tratta dunque di una manifestazione improntata su musica tradizionale popolare con la direzione artistica dell’Associazione Radici di Marcianise, ormai nota a tutti per la vasta conoscenza delle tradizioni paesane della Provincia di Caserta.

Il comitato festeggiamenti “Maria SS del Carmelo” insieme con l’Azione Cattolica Capodrise e il gruppo Scout gestirà la parte gastronomica dell’evento, nel rispetto sempre della locale tradizione con la “sagra della fresella”.

Per l’occasione si avranno ospiti provenienti perfino da fuori regione che saranno accolti in un clima di festa con mercatini, artigianato e prodotti caserecci. La presenza di gruppi musicali popolari tradizionali animerà la serata e ogni punto della strada. Saranno quindi i gruppi musicali a far sentire l’aria di festa domenica 14 luglio. Ad allietare il pubblico saranno i Rareca Antica, Riccardo e le donne della tammorra, Radici con ‘o ball n’copp ‘o tammurro e Tauros folk band (banda musicale città di Tuoro.

Quindi si tratta di un evento importante da non perdere in quanto legato alle tradizioni popolari del Basso casertano, che verranno, dopo anni di abbandono, finalmente recuperate.

L’articolo A Capodrise domenica la prima edizione di Scapulà proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

ENTE IDRICO. Assemblea da reintegrare, è bagarre all’interno della “squadriglia deluchiana”

ENTE IDRICO. Assemblea da reintegrare, è bagarre all'interno della "squadriglia deluchiana"

CASERTA – Se per molti è già arrivato il momento di fare un tuffo a mare, la politica diversamente deve ancora attendere. Ebbene sì, perchè mercoledì 17 luglio, presso l’ex caserma Sacchi in via San Gennaro, ci sarà l’importante appuntamento elettorale per quanto riguarda l’Ambito territoriale Idrico. A causa delle diverse dimissioni e decadenze avvenute negli ultimi mesi, dovranno essere eletti ben undici componenti del consiglio dell’Ente Idrico di cui ricordiamo è presidente il vicesindaco di Caserta Franco De Michele.

Questo appuntamento elettorale, in pieno luglio, vedrebbe a quanto pare accendersi la lotta all’interno del Partito Democratico di Terra di Lavoro. Tant’è vero che, dopo le polemiche sulle deleghe assegnate dal segretario provinciale Emiddio Cimmino (sollevate secondo rumors principalmente dal Consigliere regionale Gennaro Oliviero, il quale avrebbe rivendicato a gran voce la delega all’Organizzazione affidata invece a De Michele) la bagarre interna ai Dem sembra acuirsi e la “politica del poltronismo” sembra farla da padrona.

Sembrerebbe infatti che all’interno della “squadriglia deluchiana”, composta dai Consiglieri regionali Gennaro Oliviero, Stefano Graziano, Giovanni Zannini e Luigi Bosco, ci sarebbero diverse rivendicazioni principalmente sui sette componenti da eleggere per quanto riguarda i comuni della Fascia B. Al contempo ricordiamo che in queste elezioni suppletive dovranno essere altresì eletti tre componenti dei comuni della Fascia A uno della Fascia C (dei piccoli comuni).

Insomma la vicenda sembra farsi sempre più interessante anche e soprattutto perchè queste elezioni dell’Ambito territoriale Idrico rappresentano un’anticamera delle elezioni regionali 2020, e con ogni probabilità i quattro della “squadriglia deluchiana” li rivedremo nuovamente candidati per un posto in Consiglio regionale.

L’articolo ENTE IDRICO. Assemblea da reintegrare, è bagarre all’interno della “squadriglia deluchiana” proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

#ServeDay2019, Celebration Italia al servizio della città, giornata di volontariato con Generazione Libera

Con l’ashtag #Serveday2019 più di 1000 realtà cristiane collegate in tutto il mondo, Asia, America ed Europa dedicheranno almeno un giorno all’anno (ma ovviamente anche più di uno) a servire la città nella quale operano e sono insediati. E’ un giorno dedicato al servizio e al volontariato per il bene del territorio sul quale si è in qualche modo radicati.

Così Celebration Italia ha scelto, sabato 13 luglio 2019, di prestare le proprie “braccia” o qualsiasi altra cosa fosse utile, al servizio di Generazione Libera, l’associazione capitanata da Mimmo Rosario Laudato, che il mese scorso è entrata in possesso delle chiavi di un bene comune affidatogli dall’amministrazione per farne uno Spazio Polifunzionale intitolato a Silvio Ruotolo, vittima innocente di camorra, a Tuoro.

Ovviamente i lavori sono tanti e le braccia poche ed è gradita la collaborazione e l’aiuto di chiunque voglia mettersi a disposizione anche per un giorno solo, diventando così, “volontario per un giorno” al servizio della comunità.

“Il #ServeDay è un giorno importante per tutte le nostre comunità – ci spiega John Tufaro, responsabile di Celebration Italia e presidente di Christian Expò – servire la città, mettersi a disposizione della società, del territorio, è necessario per assimilare sempre più la cultura del donarsi, del volontariato, del dare agli altri senza aspettarsi di ricevere nulla in cambio. I nostri ragazzi, ma anche gli adulti, in questa società così consumistica ed opportunistica, hanno assolutamente bisogno di essere formati in questo senso.

Non è la nostra prima iniziativa ma speriamo presto di avere un calendario che ci permetta di essere partecipi alla vita della città, del territorio anche provinciale, mettendoci a disposizione di quelle realtà che effettivamente necessitano di una mano. Nello specifico noi saremo disponibili sabato 13 ed aiuteremo i ragazzi di Generazione Libera a pulire il giardino, uno spazio davvero esteso molto, molto rovinato. Ovviamente l’invito è esteso a chiunque voglia partecipare. Se volete provare a darci una mano a dare una mano e scusate il gioco di parole, appuntamento sabato mattina alle ore 8.30 in via Santa Chiara 13, per poi recarci tutti a Tuoro”.

“E’ nata una bella collaborazione con Celebration Italia – commenta Mimmo Laudato – è una prima volta ma siamo certi che avremo modo di fare altre cose insieme. Per il momento noi abbiamo bisogno di mani operose, la casa è stata già ripulita e pittata ma per il giardino davvero servono molti volenterosi. Chiunque voglia venire sarà ben accolto”.

L’articolo #ServeDay2019, Celebration Italia al servizio della città, giornata di volontariato con Generazione Libera proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Call Now Button