In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. Doppia festa domenica in piazza per l'Italia Unita e in onore delle Forze Armate

Presenti numerose autorità, associazioni, alunni e anche i reduci Zaccaro e d'Agosto  per "essere ogni giorno costruttori di pace".  Un ...

Leggi tutto >>

Caiazzo-Ruviano. Carabinieri: finisce in tribunale la contesa per la stazione, udienza fra pochi giorni

Non paghi del circostanziato esposto prodotto dall'ex sindaco Nicola Sorbo,dal quale sembra evincersi inconfutabilmente l'impossibilità di trasferire la ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Trattore si ribalta nelle campagne di Cesarano; anziano travolto e ricoverato d'urgenza

Tragedia sfiorata a Cesarano, amena frazione a valle di Caiazzo,dove, a quanto trapelato, G. A., pensionato ottantasettenne, è ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Forze Armate, ricorrenza differita a S. Martino: non tutti i mali vengono per nuocere

Doppiamente propizio, malgrado l'irriverente coincidenza con la tradizionale festa dei cornuti, il rinvio di una settimana, cioè a ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Abiti usati, mai più sprechi: arrivano i cassonetti per la raccolta, anche nelle frazioni

Il sindaco Giaquinto sul servizio: “Un segno di civiltà”. Dove buttare abiti e scarpe di cui vogliamo sbarazzarci? A ...

Leggi tutto >>

Caiazzo-Alvignano: Apprezzamenti e consensi per il duo Nogarotto-Tommasone a 'Tu si que Vales'

A sorpresa per molti, ma non per chi, come noi, già da qualche settimana era in allerta, il promettente ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Combattenti e Reduci costernati per la tragica fine del Carabiniere-Eroe Emanuele Reali

Ci ha pensato Enrico D'Agostino, sempre attento presidente dell'associazione  Combattenti e Reduci di Guerra, sezione di Caiazzo, (nella foto qui accanto) ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Prestigioso riconoscimento per 'Lady Almaviva', insignita del titolo di 'Ambasciatrice di salute' e Benessere'

Anche quest’anno, come è ormai consuetudine, presso l’Hotel Ariston di Paestum, in provincia di Salerno, si è tenuto il "Massage ...

Leggi tutto >>

Caiazzo 'quartier generale' della Casertana Calcio fino al 2013: intesa fra dirigenza e Comune

Una stretta di mano e accordo trovato. La Casertana a Caiazzo per i prossimi quattro anni è davvero ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Basket: CSI sempre più sorprendente 'liquida' anche la 'Virtus' di Benevento

Entusiasti i dirigenti che intendono formulare il nostro grazie a questo gruppo eccezionale:  siamo orgogliosi ed onorati di avere con ...

Leggi tutto >>

Caserta. ‘Festival della Vita’: a gennaio la nona edizione, sotto la guida del dottor Raffaele Mazzarella

Come da tradizione a settembre è ripartita la macchina organizzativa

Caiazzo. Giornata ambientale sabato 29 settembre sotto l’egida della civica amministrazione

Obiettivo: rispetto dell’ambiente in cui viviamo.

Napoli. Breve storia di Bideri: casa editrice più antica della storia locale

La casa editrice napoletana più antica è la Bideri, fondata nel 1806 da Emmanuele Bidera,

Caiazzo. ‘Puliamo il Mondo’ partendo da Porta Vetere sabato 29 settembre con Legambiente

Anche quest’anno la civica amministrazione caiatina, d’intesa con le scuole locali, ha aderito

ALVIGNANO/CAIAZZO. IN PAESE LE TELECAMERE DI “C’E’ POSTA PER TE”

ALVIGNANO/CAIAZZO. Sono giunte in paese le telecamere della nota trasmissione nazionale condotta da Maria De Filippi. Il postino e la troupe hanno fatto visita al Comune di Caiazzo e a quello di Alvignano per prendere informazioni presso l’Ufficio Anagrafe e cercare di risalire a un anziano del paese esperto ballerino….

(Giuseppe Di Lorenzo – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web© Diritti riservati all’autore)

Maiori tra storie, luoghi e musica

di Francesco De Crescenzo

MAIORI (SA) -Questa mattina la cittadina della Costiera Amalfitana si è risvegliata ancora scossa per l’incendio che l’ha colpita la notte del 27.

Ancora elicotteri impegnati per lo spegnimento dell’incendio, ancora un via vai di sirene dei mezzi di Pompieri e Protezione civile, ma anche con la ferma volontà di riprendere il percorso regolare della sua vita placida e tranquilla. E il modo migliore per farlo è un evento culturale, una tre giorni fortemente voluta dal Sindaco Antonio Capone, un programma riccp, ambizioso, impegnativo.

A parlarne con LoSpeakersCorner è Clorinda Anastasio, che ha curato e seguito passo passo Maiori. Storie, luoghi e musica: il vero deus ex machina della manifestazione Maiori. Storie, luoghi e musica.

Venerdì 28 settembre ad attendere i visitatori all’Abbazia di Santa Maria de’ Olearia ci saranno figuranti in costume d’epoca e la degustazione di ottimi vini. Oltre ovviamente alla visita alla struttura, dove sono conservate preziose testimonianze di pittura medievale.

A concludere questo primo appuntamento, nel porto turistico alle 21 ci sarà il concerto dei NeaCo’, band che reinterpreta le canzoni della tradizione classica partenopea. Un concerto coinvolgente tra melodia napoletana, blues e sonorità di altri continenti.

Sabato 29 settembre si replicano le visite guidate con degustazione, mentre alle 21 al porto turistico si terrà lo spettacolo scritto da Ario Avecone Musicals of the World: da Notre Dame de Paris, passando per Tosca Amore Disperato di Lucio Dalla, fino a Il Fantasma dell’Opera, Evita e ai più recenti Moulin Rouge e The Greatest Showman.

L’ultimo appuntamento, domenica 30 settembre, sarà  al Convento di San Domenico, dove si potrà assistere allo spettacolo Rebellum, storia di un amore eterno, scritto da Ario Avicone, musical fantasy ispirato a fatti realmente accaduti nella Ravello del 1300.

La visita si concluderà con una degustazione di limoncello, il liquore tipico della Costiera.

Una tre giorni da non perdere, Un weekend alla scoperta di Maiori.

Maiori. Storie, luoghi e musica è curata dalla Scabec per la Regione Campania e realizzata in collaborazione con il Comune di Maiori.

Trovandomi a Maiori approfitterò sicuramente dell’occasione per conoscere meglio questo luogo affascinante, riscoprire storie, luoghi e musica.

Gratificare me stesso facendo un tuffo in una tre giorni  di vera Cultura, rendendo ancora più gradevole l’esperienza con la degustazione di buoni vini in una cornice unica e suggestiva.

Voi che fate?

N.B. Si potrà accedere a un servizio navetta che condurrà i visitatori all’Abbazia di Santa Maria de Olearia, complesso monumentale tra i più importanti della Costiera Amalfitana.

La partecipazione agli eventi di Maiori. Storie, luoghi e musica è gratuita.

Per maggiori informazioni: Clorinda Anastasio 3338907653

L’articolo Maiori tra storie, luoghi e musica proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caiazzo. Al Comune il postino di Maria De Filippi per cercare un ballerino, forse di Alvignano

“Blitz” a sorpresa e “paralisi” degli uffici comunali nella tarda mattinata

La ricchezza del Palatone, re delle tavole vesuviane

SAN SEBASTIANO AL VESUVIO (NA ) –  La cittadina vesuviana scende in campo per la legalità e la valorizzazione del suo prodotto di punta: il Pane di San Sebastiano al Vesuvio, eccelllenza dell’Arte della Panificazione.

È il famoso palatone – una pezzatura di ben 2 kg! – cotto nel forno a legna, conosciuto anche come pane a 8 giorni, semplicemente fatto con farina, acqua, sale, lievito madre e l’arte dei panificatori della zona che lo trasformano in una vera prelibatezza.

Il percorso per ottenere il riconoscimento UNESCO, partito con una raccolta di firme e valorizzato dai tre giorni della Festa del Pane dello scorso maggio, prosegue con la realizzione della Cittadella del Pane in un bene confiscato alla camorra, progetto ammesso al finanziamento per un milione e 500mila euro del FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale).

Con la Cittadella del Pane non solo si vuole valorizzare un’eccellenza del territorio, ma avviare i giovani a percorsi di formazione nell’arte della panificazione e sviluppare itinerari artigianali ed enogastronomici per far conoscere il prodotto anche al di fuori dell’Italia. La scelta della villa in disuso è emblematica: offre ai giovani del territorio un futuro attraverso un’arte che rischiava di scomparire.

La struttura in viale degli Ulivi confiscata al clan Vollaro è circondata da un appezzamento di terreno e si sviluppa su quattro livelli: una volta ristrutturata, includerà laboratori per la panificazione, aule per l’insegnamento, sale convegni dove verranno ospitati incontri formativi e culturali sul cibo, aree museali ed espositive per la degustazione, uno sportello per l’orientamento agli studi e al lavoro, e naturalmente il Museo del Pane.

Il sindaco Salvatore Sannino ha dichirato con soddisfazione: «Un bene confiscato viene restituito alla cittadinanza e vedrà giovani panificatori impegnati a formarsi e a valorizzare e a far conoscere il nostro prodotto».

Così ha commentato Assia Filosa, assessore comunale alla Cultura e alle Politiche Giovanili: «La Cittadella del Pane e della Legalità rappresenta una straordinaria opportunità:il recupero di questo bene confiscato alla criminalità organizzata rappresenta occasione di sviluppo per il nostro territorio che parte dalla valorizzazione del nostro pane, già inserito nell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali. Puntiamo alla realizzazione di una struttura polifunzionale all’avanguardia che accompagni nella legalità le giovani generazioni all’ imprenditorialità».

Una vera e propria scuola di formazione per panificatori, dunque, che ha molteplici obiettivi: recuperare un bene in disuso del patrimonio comunale, coinvolgere quanti più giovani è possibile e naturlamente valorizzare il Pane di San Sebastiano al Vesuvio, che già ha ottenuto la certificazione P.A.T. (Prodotti Agroalimentari Tradizionali) della Regione Campania.

Il Pane di San Sebastiano al Vesuvio è stato anche presentato al Salone del Gusto di Torino, ed è al centro dell’iniziativa HapPANEss, la cui seconda edizione è prevista nel mese di marzo.  La tutela del pane e del suo indotto vuole non solo preservare l’antica arte dei panificatori della zona ma anche sottrarre alla criminalità una importante fetta di mercato. Nello stesso tempo la valorizzazione del prodotto darà la possibilità di proporre itinerari enogastronomici che richiamino il Turismo.

Il consigliere regionale Borrelli ha dichiarato che in pratica si vuole «… incentivare la produzione di grano nei terreni incolti che saranno assegnati dalla regione gratuitamente ai giovani campani. Le imprese aderenti all’Unipan e alcuni grossi produttori di farina sono pronti a impegnarsi con protocolli e atti concreti ad acquistare il grano prodotto in quei terreni, pagandolo anche in anticipo. In questo modo i giovani che si avvicineranno all’agricoltura avranno anche una liquidità immediata da poter investire».

L’articolo La ricchezza del Palatone, re delle tavole vesuviane proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caiazzo. Comune, LL.S.UU: finalmente una certezza: esulta il segretario PD Amedeo Insero

Si prospetta una svolta definitiva, dopo vari decenni di sfruttamento, per tutti i Lavoratori Socialmente Utili