In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Ruviano. 'Combattere per la Pace': paradosso sul quale è imperniato il convegno in programma il 1 giugno

Sabato 1 giugno alle ore 18:30, presso il centro polivalente della frazione Alvignanello, su iniziativa dell'associazione "Combattenti e ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Via Rione Garibaldi: nel mirino della minoranza lavori costosi e progetto 'esternalizzato'

Non sembra andata bene al primo cittadino, incappato in un nuovo "botta e risposta"critico da parte dei consiglieri ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Rione Garibaldi: finalmente disposta la sistemazione stradale: entusiasta il sindaco

Nell'imminenza della conclusione dell'anno scolastico, il primo cittadino rende noto, con visibile entusiasmo, che l'esecutivo da lui presieduto ...

Leggi tutto >>

Caiazzo incongruente: contare su un'eccellenza mondiale qual'è Franco Pepe senza saperla 'sfruttare'?!

Riceviamo e volentieri riportiamo integralmente di seguito alcune argute considerazioni del sempre attento avvocato Michele Marrache, se trovassero ...

Leggi tutto >>

Caiazzo, L'associazione 'M.Carmignano per l'Europa' ricorda le vittime della galleria 'Spoleti'

Nel sessantaduesimo anniversario del tragico scoppio nella galleria 'Spoleti, dove, nei pressi di Caiazzo, il 21 maggio 1957 morirono due ...

Leggi tutto >>

Da Caiazzo nel cuore della Basilicata eccellenze casertane nella nuova pizzeria di Franco Pepe in Terrazza'

Novità nel mondo del food con l’arrivo di Franco Pepe a Lavello, nel cuore della Basilicata, presso il ...

Leggi tutto >>

Da Caiazzo a Cinecittà via spianata per Alex Fasulo, attore 'laureato' alla scuola romana Volonté

Un posto al sole per Alex (Alessandro) Fasulo, "rampollo" del dottor Nicola',  diplomatosi alla Scuola D’Arte Cinematografica di Roma, ...

Leggi tutto >>

Piana M.Verna. Calcio locale: 'Terra di Lavoro': trofeo assegnato a 'Rinascita': verdetto amaro per ASD Caiazzo

Facciamo seguito al Comunicato della FIGC riguardante la gara di coppa “Trofeo Terra di Lavoro”, sospesa per motivi ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Wifi, progetto finanziato, ma esclusivamente grazie all'avvocato Amedeo Insero

Chiedo scusa se mi intrometto anzi intendo subito precisare che non ho niente contro il Signor Sindaco Dottore ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Caserma Carabinieri: guerra con Ruviano perduta in partenza e tutti lo sapevano?

Scusate tanto se mi intrometto nella diatriba fra due principi del foro anzi uno visto che l'altro ha ceduto, ...

Leggi tutto >>

ALIFE. Furono arrestati in una operazione di servizio dai Carabinieri di Piedimonte Matese. Tre condanne e due assoluzioni

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il blitz dei Carabinieri scattò il 16 luglio del 2013. Nell’operazione finirono agli arresti Roman Luponio, Fabio Mainolfi, Mercedes Gonzalvo e Veronica Gentile. Ecco i verdetti…
Erano accusati di fornire la droga nelle scuole. Ed oggi si è concluso il processo di primo grado nei confronti di cinque imputati. Il sesto, una ragazza all’epoca dei fatti minorenne, sta ancora affrontando il giudizio presso il tribunale dei minori. Il giudice ha assolto due imputanti, Alessio e Giovanni Gentile per non aver commesso il fatto. Condannati tutti gli altri tre imputati, Roman Luponio, Fabio Mainolfi e Mercedes Gonsalvo. Le pene variano dall’anno e mezzo ai due anni di reclusione, pena sospesa. Per Giovanna Gentile il procedimento penale è ancora in corso, poichè all’epoca dei fatti era minore di anni diciotto. Le indagini durate alcuni mesi, tra la fine del 2012 e il 2013, condotte dai militari del Nucleo Operativo, portarono a smantellare una rete di spacciatori che si occupava di rifornire in prevalenza giovani studenti presso gli Istituti Scolastici di Piedimonte Matese e Alife. Le fasi di spaccio sono state attentamente monitorate giorno per giorno, con servizi di osservazione e pedinamento, supportati da una attività tecnica espletata attraverso intercettazioni telefoniche. Le risultanze investigative raccolte dai Carabinieri, sono state racchiuse in una informativa inviata alla competente Autorità Giudiziaria dalla quale sono scaturire le seguenti ordinanze di custodia cautelare: in carcere è finito Roman Luponio (in alto, a sx) 24enne, di Piedimonte Matese, agli arresti domiciliari Fabio Mainolfi, (in basso, a dx) 34enne di Piedimonte Matese, Mercedes Gonzalvo, (in basso, a sx) 58enne di Alife e Veronica Gentile (in alto, a dx), 20enne di Alife, mentre un obbligo di presentazione giornaliera alla Polizia Giudiziaria è scatto per l’assolto Alessio Gentile, 23enne di Alife. Le persone arrestate, svolgevano ruoli diversi, si occupavano di rifornire gli acquirenti di “marijuana” e in qualche caso “eroina”. Furono una ventina, per lo più giovani studenti, anche minorenni, identificati e segnalate quali assuntori, ma non si esclude che alcuni di loro fossero coinvolti anche nell’attività di spaccio. Singolare il linguaggio utilizzato per l’acquisto delle dosi di stupefacenti, “portami i limoni o le cime”, voleva significare “marijuana”, “portami le uova”, significava “eroina”. Nel corso delle indagini furono sequestrati circa un chilogrammo di stupefacenti per un totale di oltre milleduecento dosi, nonché bilancini di precisione e materiale per il confezionamento. Veronica Gentile, la più giovane del gruppo, iscritta ad un Istituto Scolastico di Piedimonte Matese, si occupava in particolare di portare la droga direttamente all’ interno della scuola e quotidianamente assicurava il suo fidanzato Roman Luponio, se “la giornata” di spaccio fosse andata in modo soddisfacente.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ALIFE. Furono arrestati in una operazione di servizio dai Carabinieri di Piedimonte Matese. Tre condanne e due assoluzioni.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Caiazzo. Doppio ‘exploit’ in vista per la città del buon vivere

Prosegue il rilancio, anche sul piano mediatico, messo in atto dal sindaco Tommaso Sgueglia,

PIEDIMONTE MATESE. “A me la multa di 85 euro ma alle vetture che hanno infranto il codice come il sottoscritto nulla!” LA LETTERA E IL FOTOREPORTAGE

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Ci scrive un cittadino di Piedimonte Matese, il signor Mauro Caruso, il quale porta a conoscenza di una vicenda di cui è stato protagonista. E’ stato multato dai Vigili, ma ha notato che tante altre vetture parcheggiate in divieto erano “illibate”. Ecco il suo scritto…

Gentilissima redazione,
sono Mauro Caruso cittadino di Piedimonte Matese che stamattina, mentre ero impegnato in servizi negli uffici comunali di Piedimonte Matese, parcheggiavo la macchina sulle strisce pedonali site in Via Poste. All’uscita notavo sul cruscotto della mia auto una contravvenzione di € 85,00 posta nel mio tergicristallo. Premetto che la solerzia dei Vigili Urbani è encomiabile…non capisco perché sia relativa solo ad ignoti e non ai noti. Se vi scrivo è perchè credo che “la legge sia uguale per tutti” e non per pochi e visto che sullo stesso passaggio pedonale erano ferme altre due macchine che non avevano nessuna contravvenzione esposta… per contribuire al lavoro dei ns SOLERTI Vigili Urbani ….ho provveduto .. in data odierna a far… per loro nome e conto…una serie di rilievi fotografici (che allego alla presente) dove si riportano targhe degli automezzi che dalle ore 14.20 alle ore 14.47 sostavano in divieto o in difformità alle norme del codice della strada. Io domani provvederò a versare le somme dovute per il verbale a me elevato, ma da oggi i ns solerti Vigili urbani avranno, tramite il vs portale ed altri, le foto puntuali di tutte le infrazioni del codice della strada che non riescono a vedere dati i loro impegni … Questo è per contribuire alla regolarizzazione della macchina giudiziaria e per fare in modo che la LEGGE SIA EFFETTIVAMENTE UGUALE PER TUTTI e non solo per i soliti ignoti. 
Mauro Caruso 
p.s. Allego foto del mio verbale e foto da me scattate dalle ore 14.20 alle ore 14.40

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. “A me la multa di 85 euro ma alle vetture che hanno infranto il codice come il sottoscritto nulla!” LA LETTERA E IL FOTOREPORTAGE.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

TEANO. Cacciato in tronco senza preavviso. Operatore del 118 fa causa alla “Misericordia” la società che gestisce il servizio delle ambulanze per l’Asl e gli ospedali.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’uomo, S.M. 40enne, è stato ‘dissociato’ ma non ha avuto alcuna contestazione e/o commesso infrazioni. Si è rivolto ad un legale ed ha citato l’azienda per ‘ingiusto licenziamento’ chiedendo anche i danni patiti… 
Cacciato e dissociato in tronco e senza avere alcuna spiegazione. E’ accaduto ad un autista della Misericordia, la società che si occupa della gestione dell’ importante servizio salvavita, e che svolgeva la sua attività nel nosocomio sidicino. S.M. 40enne di Teano, operatore del 118 con le mansioni di autista è stato rimosso dal servizio senza alcun preavviso. “Con la consueta risposta non ti preoccupare non c’è alcun problema tra qualche giorno ritornerai a lavorare – afferma il protagonista di questa vicenda continuando – ma fino ad oggi nulla è stato fatto!” Quindi l’autista è stato costretto ad adire alle vie legali per poter far valere i suoi diritti di lavoratore. Così S.M. spiega la vicenda: “Purtroppo spesso manca anche una seria professionalità tra coloro che lavorano con l’autoambulanza. E come ci riportano le cronache nazionale in Italia si spende un miliardo e mezzo di euro per garantire gli interventi, mentre oggi si punta più al profitto sacrificando e tagliando sulla qualità, risparmiando sui mezzi e soprattutto, imbarcando soggetti senza qualifica. Nella professionalità naturalmente è inclusa anche quella dell’ autista il quale deve essere abile nel destreggiarsi nel traffico e via dicendo.” Insomma per il protagonista di questa incresciosa vicenda, spesso si taglia non badando alla qualità e puntando alla quantità. Nel suo caso poi, resta ancora inspiegabile come si possa dire ad un volontario o collaboratore dalla sera alla mattina, vattene a casa. “Voglio però specificare che il Pronto Soccorso di Teano e l’annesso servizio del 118 non sta affrontando problematiche serie come invece capita di osservare anche dalle cronache nazionali le vicende che si stanno susseguendo in Italia. In ogni caso le esperienze che stanno vivendo alcuni dipendenti, forse dei dovuti accorgimenti bisogna adottarli, non fosse altro per migliorare un servizio di primissima importanza per la vita dei cittadini.” Al momento l’autista dissociato (ma lui si ritiene licenziato) resta in attesa delle decisioni che saranno adottate dalla magistratura del lavoro. “Spero che venga fatta chiarezza nei miei riguardi, perchè sul lavoro ho sempre dimostrato disponibilità e soprattutto professionalità. Ci sono anche alcuni medici, pronti a testimoniarlo davanti al giudice!” Così S.M. chiude il suo sfogo. Non c’è che dire, si tratta di una situazione complicata anche dal fatto che un lavoratore o volontario che dir si voglia, ha perso il suo posto e che in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo sembra davvero inspiegabile il fatto che si mandi via una persona senza alcuna motivazione.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: TEANO. Cacciato in tronco senza preavviso. Operatore del 118 fa causa alla “Misericordia” la società che gestisce il servizio delle ambulanze per l’Asl e gli ospedali..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. Vicenda terreni Fontanelle. La Provincia su un terreno che è zona rossa, concede di costruire le Caserme. E’ un pretesto per togliere la disponibilità di quei terreni all’Istituto Agrario

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il terreno, attualmente occupato da un’azienda privata, è stato dato in concessione al Comune per costruirci le caserme. E all’Itas intanto vengono tagliati tre posti di addetto all’azienda agricola della scuola che sta per scomparire…
Siamo al dunque, a giorni la Giunta dell’ISISS Piedimonte Matese è chiamata a deliberare in merito alla richiesta di organico del personale ATA: tre posti in meno di addetto all’azienda agraria, questo il risultato della Direzione Generale della provincia di Caserta n. 24 del 01 aprile 2014. In compenso, però, il Comune di Alife dovrebbe realizzare un distaccamento per i Vigili del Fuoco e per la Protezione Civile, difatti, la Giunta,con il documento citato delibera di: “… concedere al Comune di Alife l’uso degli immobili insistenti sulle particelle 281, 191,12 e 192 e relativi spazi di pertinenza, nonché le particelle 14 (mq. 28.493) e 17 (mq.26.648), salvo parere favorevole della Regione Campania, da destinare a presidio della Protezione Civile e distaccamento dei VV.FF. …” C’è un solo problema, ma è estremamente grave: tutta l’area dell’azienda ricade nella zona rossa dell’Autorità di Bacino e pertanto, come tutti ben sanno, non sarà possibile muovere neppure un sasso, in quanto il parere chiesto alla Regione non potrà mai essere positivo e lo svincolo chiesto non potrà mai essere concesso! In quell’area difatti, è inibita qualunque trasformazione dello stato dei luoghi sotto l’aspetto morfologico, infrastrutturale ed edilizio fatta eccezione per interventi di demolizione senza ricostruzione. Gli interventi sull’esistente, peraltro, non devono prevedere aumenti di superficie e di volume nè comportare aumento del carico urbanistico. E’ possibile che nessun politico e nessun tecnico della Provincia si sia reso conto di quanto assurda sia questa cosa?? E’ possibile che nessuno si sia degnato di dare una risposta alle nostre numerose lettere di protesta. La provincia ha tolto alla scuola terreni, al territorio tre posti di lavoro, si farà carico delle spese finora sostenute dall’Istituto Agrario (irrigazione e quant’altro), per fare cosa??? La pretestuosità della delibera è ormai nota e chiara a tutti ed è chiaro anche il fine: lasciare i terreni di via Fontanelle nelle mani dell’azienda che li occupa abusivamente. In tutto questo,un dirigente della Provincia chiede ai dirigenti scolastici di economizzare sul consumo dell’energia elettrica, consiglia di attuare la settimana corta a scuola ed informa che si provvederà … ad attivare una verifica tesa alla rilevazione di svolgimento di attività extrascolastiche (convegni, buffet e festeggiamenti vari) …ed il Presidente della Provincia, scusandosi con i dirigenti scolastici che ovviamente hanno protestato, chiede “solidarietà umana”. A Caserta la scuola è davvero messa male! 
Nicolino Lombardi

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Vicenda terreni Fontanelle. La Provincia su un terreno che è zona rossa, concede di costruire le Caserme. E’ un pretesto per togliere la disponibilità di quei terreni all’Istituto Agrario.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. Un assessore comunale uscente dovrebbe far posto alla seconda nomina in quota rosa della futura Giunta

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Oltre al dimissionario Antonio Ferrante, un altro membro dell’organismo di governo comunale potrebbe cedere il passo ad una nuova assessora esterna. Sarebbero due infatti le new entry…
Sarà almeno uno degli assessori uscenti ad essere sacrificato per far posto alla seconda donna che dovrà entrare in giunta. Se la prima rappresentante del gentil sesso andrà a sostituire il dimissionario Antonio Ferrante, che la scorsa settimana ha rimesso nelle mani del sindaco Vincenzo Cappello (nella foto a dx) la delega ai Lavori Pubblici, destinata a quanto pare ad essere mantenuta ad interim dal capo dell’amministrazione comunale anche all’esito del rimpasto, è per l’altra neo assessora in gonnella che va liberata una casella nell’esecutivo, lasciando fuori dallo stesso uno dei quattro assessori revocati dal primo cittadino giusto una settimana fa ed ora tutti in attesa di ricevere nuovamente la nomina assessorile. Ma nei piani di Cappello c’è la scelta di due componenti in rosa che equivalgono alla quota del 40% prevista dalla recente normativa in materia di parità di genere da rispettare anche nella formazione della nuova giunta, per cui uno degli ex assessori non sarà riconfermato restando tra i banchi del consiglio comunale a seguito dall’azzeramento dei giorni scorsi. E negli ambienti politici cittadini, essendo ancora top secret i nomi delle due donne destinate ad entrare in giunta, iniziano a circolare piuttosto i nomi dei papabili a dismettere i panni di assessore per tornare a vestire quelli di consigliere semplice. Al momento i punti fermi anche del prossima esecutivo Cappello-ter sembrano essere il vice sindaco Costantino Leuci (nella foto a sx), che resta l’alter ego del primo cittadino pur dopo qualche frizioni registratasi negli ultimi mesi, tanto da continuare a sostituire il sindaco nelle uscite pubbliche ed ufficiali anche degli ultimi giorni post-azzeramento, e l’assessore Attilio Costarella, che in caso di qualcosa di più di semplici contrasti, cioè di una rottura definitiva, tra Cappello e Leuci, veniva accreditato come il sostituto naturale di quest’ultimo sulla poltrona di vicario. È da questi due nomi che il sindaco ripartirà nel momento della nomina del suo terzo esecutivo, fermo restando che potrebbero cambiare le rispettive deleghe di appartenenza, mentre i maggiori indiziati ad uscire per far posto alla seconda donna da inserire in squadra sono gli ex assessori Marcellino Iannotta e Ferdinando Catarcio. Tra di loro dovrebbe venir fuori il nome del sacrificato sull’altare della quota rosa, sebbene si tratti di due figure importanti ed anche di peso all’interno della maggioranza di Piedimonte Democratica. Iannotta, alle ultime elezioni comunali, risultò il secondo degli eletti con oltre 500 preferenze personali, attivando ad una incollatura dal più votato Corrado Pisani, e dopo essere stato scavalcato due anni da Leuci per le funzioni di vice sindaco, mentre Catarcio è l’unico rappresentante del Partito Socialista Italiano di centrosinistra presente in Consiglio comunale, fedelissimo di quel Gennaro Oliviero ora passato nel Pd che sicuramente lo tutelerà per non depotenziare i suoi uomini sparsi sul territorio alla vigilia delle elezioni regionali di maggio.
Enzo Perretta

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Un assessore comunale uscente dovrebbe far posto alla seconda nomina in quota rosa della futura Giunta.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

CONCA DELLA CAMPANIA. Dichiara che è muratore in cerca di occupazione ma sarebbe un imprenditore edile. L’opposizione chiede le dimissioni dell’assessore Maurizio Maddalena

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Secondo il contendere, la posizione dell’attuale assessore sarebbe in netto conflitto con la sua vera attività, ossia imprenditore edile. I consiglieri David Simone, Franco Calce e Lelio Imbriglio, vogliono le dimissioni e scrivono al prefetto…
Consiglio Comunale infuocato, l’opposizione ha chiesto nuovamente le immediate dimissioni dell’Assessore Maurizio Maddalena che si dichiara muratore in attesa di occupazione e non viceversa imprenditore edile. I Consiglieri della minoranza consiliare: David Simone (foto a dx), Franco Calce (foto a sx) e Lelio Imbriglio, nel corso della seduta straordinaria del consiglio comunale, tenutasi Lunedì 23 febbraio 2015 sono intervenuti rispondendo ad una nota dell’Assessore Maddalena, chiamato in causa circa 9 mesi orsono per una presunta incompatibilità della sua reale professione, su cui si sta indagando, con la carica amministrativa che detiene nella maggioranza del Sindaco Di Salvo. A suo tempo, i tre consiglieri d’opposizione già chiesero le immediate dimissioni dell’Assessore Maddalena, attenendosi alle normative di legge. L’interessato, chiamato a rispondere in merito alla questione sollevata dall’opposizione, in data 26 gennaio 2015 fece pervenire all’ente comune ed altri organi di controllo una nota, sulla quale la minoranza l’altro giorno ha risposto depositando altre due note . Per l’ennesima volta l’opposizione hanno dichiarato: “invitiamo l’Assessore Maddalena a dimettersi tenuto conto delle contraddittorie dichiarazioni rese dallo stesso in ordine alla sua condizione lavorativa che confligge con la sua carica istituzionale di Assessore”. In merito alla vicenda, sulla quale il Sindaco Alberico Di Salvo osserva ma non si attiva, il Consigliere David Simone ha dichiarato: “Abbiamo evidenziato ancora una volta che vi è stata una violazione dell’art.78 del Testo unico Enti locali nella consiliatura 2009-2014 e nell’attuale consiliatura. Noi abbiamo sollevato legittimamente, in qualità di Consiglieri comunali, un problema politico e giuridico e non risultano esserci stati attacchi personali o familiari. Contrasteremo in tutte le sedi e con i modi consentiti le accuse false e strumentali che vengono mosse nei nostri confronti, convinti che il dibattito politico debba svolgersi nella sede istituzionale ad esso più consona e cioè all’interno del Consiglio comunale. Rivolgiamo un ultimo appello affinché si trovi una soluzione politica in seno al Consiglio comunale onde evitare di dover richiedere l’intervento del Prefetto.Ci auguriamo quindi che l’Assessore si dimetta al più presto in modo da porre fine ad una situazione triste ed incresciosa per l’intera popolazione”. Nel corso del Consiglio comunale, si è discusso anche del mancato esercizio di prelazione su due unità immobiliari del Castello feudale. I Consiglieri David Simone, Franco Calce e Lelio Imbriglio hanno evidenziato che i fondi per l’acquisto erano stati stanziati dalle passate amministrazioni ma poi il Sindaco ha pensato bene di utilizzarli in modo diverso. Con la mancata prelazione il Comune di Conca della Campania perde la possibilità di acquistare un bene che rappresenta un simbolo per tutti i concani. 
Anna Izzo

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CONCA DELLA CAMPANIA. Dichiara che è muratore in cerca di occupazione ma sarebbe un imprenditore edile. L’opposizione chiede le dimissioni dell’assessore Maurizio Maddalena.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

DRAGONI. Efficientamento energetico della rete pubblica. Presto arriveranno nuovi punti luce in paese e le telecamere di videosorveglianza nelle periferie cittadine

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Nell’ambito del miglioramento delle condizioni di vivibilità e fruibilità della comunità dragonese, l’amministrazione punta all’adozione dell’intervento in favore dell’impianto ormai obsoleto e da almeno 20 anni non più oggetto di alcun intervento nè di manutenzione straordinaria nè di potenziamento…
Pronto l’efficientamento energetico dell’intera rete di pubblica illuminazione a servizio del territorio comunale. Il project financing che prevede anche l’installazione di nuovi punti luce nelle zone buie e di telecamere per la videosorveglianza nelle periferie cittadine e presso i siti a maggiore rischio, approderà presto in consiglio comunale non appena sarà convocato dal sindaco Silvio Lavornia. Nell’ambito del miglioramento delle condizioni di vivibilità e fruibilità della comunità dragonese, l’amministrazione punta all’adozione dell’intervento in favore dell’impianto ormai obsoleto e da almeno 20 anni non più oggetto di alcun intervento nè di manutenzione straordinaria nè di potenziamento. “Tra i primi obiettivi che ci siamo posti all’atto del nostro insediamento alla guida del Comune, – dichiara il primo cittadino e consigliere provinciale Lavornia – c’era anche l’ammodernamento della rete comunale di illuminazione esistente lungo le strade e nelle piazze del centro cittadino e nelle periferie del paese”. Nel progetto all’esame dell’assise cittadina, sono previste la messa in sicurezza dell’intera linea, pali, cavi e lampade in primis; la sostituzione di alcuni bracci laddove fatiscenti; la installazione di corpi illuminanti di ultima generazione, a basso consumo e a risparmio energetico, e l’ampliamento dell’impianto pubblico in alcune zone buie della nostra comunità, con la posa in opera di nuovi punti luce. “Tale intervento sarà a costo zero per il nostro Comune, – conclude il capo del Municipio – in linea così con la politica di risanamento finanziario e di contenimento delle spese avviata dalla nostra amministrazione negli ultimi tre anni”.

Enzo Perretta

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: DRAGONI. Efficientamento energetico della rete pubblica. Presto arriveranno nuovi punti luce in paese e le telecamere di videosorveglianza nelle periferie cittadine.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. Lunedì prossimo 2 marzo al Cotton Movie si svolgerà lo spettacolo “Lupae. Il mito della donna selvaggia” L’evento è organizzato dal Centro Antiviolenza “Aurora”

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il mito della donna selvaggia’, liberamente tratto dal libro ‘Donne che corrono coi lupi’ di Clarissa Pinkola Estès, scrittrice, poetessa e psicoanalista statunitense, specialista in disturbi post-traumatici. Ideato da Francesca Gammella, coadiuvata alla regia da Valentina Del Prete e da Vittorio Errico alla fotografia e alla scenografia video, lo spettacolo di teatro danza è un atto unico di 45 minuti circa…
Il Cotton Movie di Piedimonte Matese, da sempre sensibile a tutto ciò che è arte e cultura sul territorio, ospiterà il 2 marzo prossimo (lunedì) alle ore 20 lo spettacolo dal titolo ‘Lupae. Il mito della donna selvaggia’, liberamente tratto dal libro ‘Donne che corrono coi lupi’ di Clarissa Pinkola Estès, scrittrice, poetessa e psicoanalista statunitense, specialista in disturbi post-traumatici. Ideato da Francesca Gammella, coadiuvata alla regia da Valentina Del Prete e da Vittorio Errico alla fotografia e alla scenografia video, lo spettacolo di teatro danza è un atto unico di 45 minuti circa. Ai movimenti di scena si unisce talvolta la voce fuori campo di Lorella Bernardo che accompagna lo spettatore nei meandri dello show, disegnati da coreografie studiate nei dettagli. Si parte da Cappuccetto Rosso che con il ‘lupo’ avrà un rapporto nuovo, diverso. Da lì, lo spettacolo corale (a cui partecipano attivamente anche gli allievi del Centro Musicale Proarte), muove passo dopo passo verso l’affermazione della donna come ‘Donna selvaggia’: colei che si libera dagli stereotipi, che è forza istintuale e creatrice, nel senso materno del termine, allo stesso tempo. Ecco perché è trattato anche l’affascinante ed intenso mito della Loba. Lo spettacolo ha come protagoniste principali la stessa Francesca Gammella e le altre ballerine Valeria Polosa, Rita Stabile, Erica Improta ed Annalisa Pastore. Per la collaborazione del Centro Musicale Proarte è da mettere in risalto il coordinamento di Alessia e Marilena Gambella e Francesca Senneca. L’evento è organizzato dal centro antiviolenza di Piedimonte Matese ‘Aurora’, aderente alla galassia dell’Associazione Spazio Donna Onlus, da anni oramai in campo in difesa delle donne e dei loro diritti, con la collaborazione dell’Associazione Omniarte. L’ingresso è gratuito ed interverrà per i saluti il sindaco di Piedimonte Matese, l’avv. Vincenzo Cappello.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Lunedì prossimo 2 marzo al Cotton Movie si svolgerà lo spettacolo “Lupae. Il mito della donna selvaggia” L’evento è organizzato dal Centro Antiviolenza “Aurora”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

CAMORRA ARRESTATO ESPONENTE DEL CLAN DEI CASALESI. L’uomo è stato arrestato A Venafro dai Carabinieri. E’ il terzo arresto eccellente in pochi giorni

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Dopo quello eseguito dai militari del Nucleo Investigativo nei confronti di Luigi Imundi, 50enne di Ciorlano in provincia di Caserta, responsabile di rapine in abitazioni e quello eseguito dai Carabinieri di Venafro nei confronti di Paolo Lama, 55enne, di Aversa, appartenente al Clan dei Casalesi, i militari arrestano anche Omar Oreste Basco referente del clan Zagaria…
E’ il terzo arresto eccellente eseguito dai Carabinieri nella provincia di Isernia nelle ultime due settimane. Dopo quello eseguito dai militari del Nucleo Investigativo nei confronti di Luigi Imundi, 50enne di Ciorlano in provincia di Caserta, responsabile di rapine in abitazioni e quello eseguito dai Carabinieri di Venafro nei confronti di Paolo Lama, 55enne, di Aversa, appartenente al Clan dei Casalesi, per evasione dai domiciliari per i quali si trovava ristretto in quanto responsabile di associazione per delinquere finalizzata alle estorsioni, nella tarda serata di ieri è scattato l’arresto nei confronti di Omar Oreste Basco (nella foto), 45enne di San Cipriano d’Aversa nel Casertano, appartenente al Clan dei Casalesi fazione “Zagaria”. Il pregiudicato è stato rintracciato dai militari della Stazione di Venafro presso il suo domicilio ubicato in quel centro e trasferito presso la casa circondariale di Isernia in esecuzione di un mandato di cattura emesso dalla Procura Generale della Repubblica di Napoli, dovendo lo stesso espiare una condanna a due anni e mezzo di reclusione per associazione a delinquere di stampo camorristico. Le attività dell’Arma nella provincia sono proseguite con una denuncia eseguita dai Carabinieri della Stazione di Isernia nei confronti di un 27enne del posto, in quanto a seguito di una perquisizione domiciliare è stato trovato in possesso di vari materiali ed oggetti di valore asportati da un esercizio pubblico di Isernia lo scorso mese di ottobre. La refurtiva, per un valore economico di circa diecimila euro è stata interamente recuperata e sottoposta a sequestro in attesa di essere restituita al legittimo proprietario. Il 27enne dovrà ora rispondere del reato di ricettazione, mentre proseguono le indagini per accertare se il giovane sia anche l’autore materiale del furto o se si sia avvalso della complicità di qualcuno. Infine, sempre ad Isernia, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno denunciato un 19enne del posto, sorpreso nei pressi della stazione ferroviaria in possesso di un involucro contenente alcune dosi di marijuana. La droga è finita sotto sequestro mentre le indagini continuano per stabile se lo stupefacente era per uso personale o se destinato all’attività di spaccio.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CAMORRA ARRESTATO ESPONENTE DEL CLAN DEI CASALESI. L’uomo è stato arrestato A Venafro dai Carabinieri. E’ il terzo arresto eccellente in pochi giorni.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Call Now Button