Google+
Inserisci qui sotto un articolo o pro-memoria, possibilmente con foto, che intendi pubblicare.
Si prega di compilare i campi richiesti.
Importante: ricorda che sei esclusivo responsabile di quanto riporti; è vietata ogni forma offensiva
In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. Comune: nuovo bilancio, nuova stagione per la maggioranza: parola del sindaco

Entusiasta per l'avvenuta approvazione del bilancio preventivo per il corrente esercizio, il sindaco Stefano Giaquinto preannuncia il decollo di una ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Cordoglio per la morte del sottufficiale Giorgio Ruggieri, padre del mancato sindaco Michele

All'età di 90 anni è venuto a mancare in Lecce l'ex sottufficiale della Benemerita Giorgio Ruggieri, adorato genitore ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Calcio locale: seconda categoria per l'ASD, vincitrice assoluta del campionato

Impresa riuscita per l'ASD Caiazzo, compagine che, alla sua prima esperienza, si è laureata campione del girone B di Terza Categoria.   Nell’ultima giornata ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Franco Pepe Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica: insignito il 2 giugno da Mattarella

Non finisce mai di stupire il "re della pizza" che probabilmente sarebbe sindaco ideale per Caiazzo, capace di ...

Leggi tutto >>

Da Caiazzo a Lecce Franco Pepe, miglior pizzaiolo del mondo, per inaugurare 'FoodExp 2019'

Tra i grandi nomi della cucina spicca  quello dell’artigiano della pizza, Franco Pepe, al "FoodExp 2019" di Lecce. Torna, nell’edizione 2019, ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Calcio locale: piazza d'onore contesa fra 'Mitraeum' e Carano se 'ASD' vince a S. Leucio

Decisivo per la promozione, per i caiatini di mister Di Rienzo, l'incontro di domenica con la "Real Colonia" ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune: mercoledì 17 aprile consiglio fondamentale per il futuro dell'ente

D'intesa col sindaco Stefano Giaquinto, la presidente Ida Sorbo ha convocato il civico consesso caiatino per le ore ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Le origini del fascismo in Terra di Lavoro 'spulciate' domenica dall'Associazione Storica

Domenica 14 aprile 2019 dalle ore 18, presso la sede dell'associazione Storica del Caiatino, in piazza Ex Verdi, l'associazione Storica del Caiatino ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune denunciato da ex dipendente 'scansa' maxi condanna grazie all'avvocato De Crescenzo

Condannata anche al pagamento delle spese una ex dipendente che, lamentando ingiusto "mobbing", aveva trascinato in giudizio il Comune, ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Basket: non perde colpi il CSI che, sebbene già promosso, 'stende' anche la 'Virtus Neapolis'

A promozione acquisita continua inesorabile la marcia vincente del Csi Caiazzo Basket. Ventiduesima vittoria su ventitré incontri disputati e quindicesima ...

Leggi tutto >>

CAIAZZO. La città si prepara ad accogliere migliaia di visitatori in occasione delle giornate Fai. E domenica appuntamento in piazza Santo Stefano con tutti gli organizzatori e collaboratori

Pubblicato il 27 Febbraio 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Presto saranno resi noti dal FAI i siti d’interesse destinati alle visite e sarà reso noto anche il programma ufficiale che sta per essere definito dall’amministrazione comunale…
Grande entusiasmo a Caiazzo tra la popolazione per le giornate FAI del 21 e 22 marzo 2015. L’orgoglio caiatino non si è fatto attendere per cui tanta gente si sta riunendo per darsi da fare, si stanno formando gruppi di lavoro per tirare a lucido il Borgo Antico dove è previsto l’arrivo di migliaia di visitatori. Vogliono fare bella figura i Caiatini ed hanno ragione perché è un punto di orgoglio essere stati scelti dal FAI per le giornate di primavera. Presto saranno resi noti dal FAI i siti d’interesse destinati alle visite, presto sarà reso noto il programma ufficiale che sta per essere definito dall’amministrazione comunale. Si annunciano tante sorprese anche se niente trapela dal Palazzo poiché tutto deve essere concordato con la delegazione casertana del FAI. Ma ciò che sta accadendo a Caiazzo ha dell’incredibile. I cittadini si sono armati di scope, detersivi, ramazze e quant’altro necessario per ripulire i caratteristici vicoli di Caiazzo, i monumenti, gli spazi verdi. Si piantano fiori, si defiggono manifesti, si abbelliscono balconi. Per meglio organizzare il lavoro è nato su facebook il gruppo di lavoro per le giornate FAI del 21 e 22 marzo a Caiazzo dove ognuno può dare la propria disponibilità di tempo, per svolgere piccoli lavori. Una sorta di banca del tempo a favore della Città di Caiazzo. Gli organizzatori si sono dati appuntamento in Piazza Santo Stefano per Domenica 1° Marzo alle ore 10,00 per fare un piano di lavoro. Caiazzo, siamo sicuri, ce la farà e darà accoglienza a tutti con la squisita ospitalità di sempre.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CAIAZZO. La città si prepara ad accogliere migliaia di visitatori in occasione delle giornate Fai. E domenica appuntamento in piazza Santo Stefano con tutti gli organizzatori e collaboratori.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

***GIOIA SANNITICA. CHE BARZELLETTA!!!*** Vogliono rilanciare i Beni Architettonici locali e non invitano il sindaco al convegno. Ma probabilmente si tratta di una vera e propria passarella politica per Gennaro Oliviero & C.

Pubblicato il 27 Febbraio 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Ma dove mai si è visto che uno organizza una festa in un locale e non invita il titolare, lasciando al cameriere fare gli “onori di casa”??? Questo è il paradosso o se volete il senso del convegno per come è stato organizzato. Cari elettori ed elettrici… accorrete in massa!!!
Da qualche giorno circola sul web la notizia che domani a Gioia Sannitica si svolge un convegno avente come tema il rilancio dei beni culturali e lo sviluppo locale. Orbene, leggendo alcuni passaggi del comunicato, che pubblichiamo a margine, si evince che nel Comune di Gioia si vorrebbero rilanciare i beni locali, ma senza che il sindaco o qualche assessore comunale, ovvero chi esercita l’azione amministrativa in paese, sia stato invitato. Il primo cittadino Michelangelo Raccio, tra il serio ed il faceto ci spiega che lui ha avuto la notizia dal consigliere regionale Gennaro Oliviero (foto a dx), “guest star” del pomeriggio di domani il che, se è lecito ancora oggi esprimere un’idea, dopo aver abbandonato il Partito Socialista per essere accolto dal Partito Democratico (Pina Picierno –foto a sx) in pompa magna, lascia intendere che si tratta di una semplice passarella politica per chiedere “li voti”. Nel programma si legge anche che interverrà il consigliere provinciale Domenico Ragozzino, “la volpe del Monte Maggiore”, ed il componente del Cda della Società “Laocoonte S.c.p.a.” Marcellino Iannotta. Sarebbe bello conoscere da questi ultimi due le attività poste in essere, per quanto nelle loro rispettive competenze, negli ultimi anni, Ragozzino alla Provincia, sebbene in minoranza e Iannotta nella società mista pubblica -privata che si occupa appunto della tutela dei beni architettonici. Aspetteremo, vanamente, ma aspetteremo. Intanto per dovere di cronaca ecco il misterioso comunicato che circola sul web.
“””Tutto pronto per Sabato 28 febbraio, ore 17.00, per l’Evento “Beni Culturali@Sviluppo Locale”: Proposte e iniziative tese al recupero e alla valorizzazione dei Centri Storici, dei Beni Architettonici e Ambientali dei Comuni dell’Alto Casertano, che si svolgerà all’interno del noto locale Borgo Antico, ubicato presso il Comune di Gioia Sannitica. Un’importantissima iniziativa promossa dal Gruppo Consiliare del Partito Democratico in Regione Campania che vede la partecipazione dei Sindaci e degli Amministratori Locali dei Comuni dell’Alto Casertano. A fare gli onori di casa, con i saluti istituzionali, il Dott. Giuseppe Gaetano, Consigliere Comunale di Gioia Sannitica, capogruppo del Movimento cittadino “Uniamo Gioia”. Modera e coordinerà i lavori del dibattito, l’Architetto Mariano Nuzzo. Interverranno, il dott. Marcellino Iannotta, componente del Cda della Società “Laocoonte S.c.p.a.”, il dott. Domenico Ragozzino, consigliere della Provincia di Caserta e il Consigliere Regionale della Campania del Pd, On.le Gennaro Oliviero. Le conclusioni sono affidate all’On.le Pina Picierno, europarlamentare del Partito Democratico.”””

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***GIOIA SANNITICA. CHE BARZELLETTA!!!*** Vogliono rilanciare i Beni Architettonici locali e non invitano il sindaco al convegno. Ma probabilmente si tratta di una vera e propria passarella politica per Gennaro Oliviero & C..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

PIEDIMONTE MATESE. “Non abbiamo accesso al Cimitero per quattro alberi caduti ad inizio di questo mese e giacciono ancora là!” LA LETTERA

Pubblicato il 27 Febbraio 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Ci scrive una signora di Piedimonte Matese, alla quale, purtroppo, è deceduto anche un familiare caro a metà di febbraio e non può accompagnare i suoi bambini al Cimitero perchè vogliono visitare la tomba, in quanto è ancora “off limits”. E intanto emerge che gli alberi presenti nel luogo sacro sono stati potati solo dal compianto assessore Renato Bellini, unico a curarne il giardinaggio  e siamo agli anni 90’!!!
Il Cimitero di Piedimonte Matese, in alcune zone è ancora off limits per via degli alberi caduti a causa del forte vento spirato agli inizi di questo mese. Gli alberi infatti sono ancora li, in attesa che una gara di appalto stabilisca chi deve rimuoverli. Ma le vicende cimiteriali sono annose e basti pensare, come abbiamo appurato da una fonte ineludibile, che l’unica persona che si è occupata negli anni 90′ di far fare una seria potatura e una vera e propria opera di giardinaggio nel luogo sacro, è stato il compianto Alberto Bellini (nella foto), all’epoca dei fatti amministratore comunale con delega al verde pubblico e cimitero. Bellini era noto per la sua solerzia, amore per il suo paese e soprattutto cura, tanta cura e dedizione che poneva al verde pubblico, tanto che Piedimonte Matese in quei tempi era un vero e proprio giardino che veniva invidiato da tutti. Dopo Bellini, il vuoto assoluto. Ed è così che una signora matesina, ci scrive queste poche ma sentite righe, per descrivere lo stato attuale del Cimitero matesino.
“””Cara redazione non so se siete al corrente che il cimitero di Piedimonte Matese e chiuso al pubblico da un mese, per il problema del forte vento di inizio febbraio che ha fatto cadere delle piante, è una vergogna il cimitero chiuso da un mese per un paia di alberi da togliere, per me deve essere la ditta che ha la manutenzione del cimitero a toglierli. Purtroppo non e cosi a quanto pare. Si sono presentate diverse ditte adesso bisogna aspettare questa gara di appalto. Almeno questo e quel che dicono… Questo cimitero di Piedimonte deve sempre distinguersi dagli altri! Il 19 febbraio e morto mio nonno, ho due figlie di cinque e sette anni che erano legatissime a lui ed è molto difficile dare delle spiegazioni e scuse tutti i giorni a loro che non e possibile andarlo a trovarlo al cimitero, spero che forse con qualche articolo da parte vostra possiate fare qualche cosa…grazie!”””
LETTERA FIRMATA

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. “Non abbiamo accesso al Cimitero per quattro alberi caduti ad inizio di questo mese e giacciono ancora là!” LA LETTERA.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

***MIGNANO MONTELUNGO***Aggredisce capotreno e si scopre che aveva anche un ordine di carcerazione. Arrestato un 62enne nullafacente

Pubblicato il 27 Febbraio 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’uomo è stato fermato alla Stazione di Cassino, ove il treno di Mignano è giunto. La Polizia ha fatto le interrogazioni al terminale e risultava che doveva scontare tre mesi di carcere per atti osceni in luogo pubblico…
Lo hanno fermato perché sospettato e di aver aggredito un capotreno sulla tratta ferroviaria Mignano Montelungo – Cassino ed hanno scoperto che su di lui pendeva un ordine di carcerazione di tre mesi, ordine emesso dal tribunale di Firenze per atti osceni commessi in Toscana in 21 luglio 2009. Si tratta di un 62enne di Napoli fermato dagli agenti della Polfer di Cassino comandata dall’ispettore Marisa Di Fruscio perché rispondeva alla descrizione di un uomo che aveva aggredito un capotreno a Mignano Montelungo. Portato in ufficio e identificato, gli è stata notificata l’ordinanza ed è stato quindi arrestato. Inoltre è fortemente indiziato dell’aggressione al capotreno.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***MIGNANO MONTELUNGO***Aggredisce capotreno e si scopre che aveva anche un ordine di carcerazione. Arrestato un 62enne nullafacente.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

CAIAZZO. Protocollo di intesa tra il Comune e l’Associazione Pro Loco. Si lavora in tandem per il progetto “I Piatti Tipici del Medio Volturno”

Pubblicato il 27 Febbraio 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’amministrazione presta grande attenzione “allo sviluppo turistico e culturale e sviluppa azioni mirate al rafforzamento dell’identità territoriale…” ha dichiarato il sindaco Tommaso Sgueglia…
Protocollo d’intesa tra il Comune e la Pro Loco per la realizzazione e lo sviluppo futuro del progetto “I Piatti Tipici del Medio Volturno”, giunti quest’anno alla sua quinta edizione e promosso come sempre dall’associazione presieduta da Nino Marcuccio, unitamente al coordinamento territoriale delle Pro Loco dislocate negli 11 comuni del comprensorio del Monte Maggiore in sinergia con altri enti, istituzioni e associazioni a carattere locale e provinciale. Con atto deliberativo adottato nei giorni scorsi, la giunta presieduta dal sindaco Tommaso Sgueglia (nella foto) ha approvato la bozza di accordo “per realizzare attività di sviluppo del territorio e delle sue risorse culturali, turistiche, folcloristiche, ambientali e della tradizione”. L’amministrazione presta grande attenzione “allo sviluppo turistico e culturale e sviluppa azioni mirate al rafforzamento dell’identità territoriale, – dichiara il primo cittadino – alla salvaguardia del territorio, alla valorizzazione del patrimonio artistico e storico ed al recupero delle tradizioni popolari, fattori strategici della valorizzazione della Città”. L’ente di piazzetta dei Martiri Caiatini, tra l’altro, da molti anni lavora in sinergia con la Pro Loco in progetti di sviluppo dell’offerta turistica e di valorizzazione delle produzioni artigianali ed enogastronomiche, e, più in generale, nelle attività culturali. Lo schema di intesa stabilisce i rapporti tra Comune e associazione partendo dalle comuni finalità istituzionali, fra le quali la promozione del turismo e della cultura in armonia con gli ordinamenti della Regione Campania; la promozione e la tutela della natura e dell’ambiente, dei beni culturali e artistici legati al turismo, anche sociale e scolastico; la promozione del territorio e delle sue peculiarità naturali, artistiche, storiche, culturali e folcloristiche; la promozione e realizzazione di corsi di formazione professionale, di sostegno alle attività didattiche delle scuole e di altre agenzie formative nel campo dell’istruzione pubblica e della cultura. Inoltre, la comune collaborazione ha come fine ultimo quello di valorizzare e rendere più fruibile il patrimonio turistico e culturale legato principalmente ad aspetti ambientali, artistici, storici, folclorici, artigianali, essendo l’intesa finalizzata ad attivare azioni sinergiche per l’ottimale utilizzo di tutte le risorse umane e finanziarie disponibili.

Enzo Perretta

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CAIAZZO. Protocollo di intesa tra il Comune e l’Associazione Pro Loco. Si lavora in tandem per il progetto “I Piatti Tipici del Medio Volturno”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

PIEDIMONTE MATESE. Prepensionamento in vista per ulteriori otto dipendenti interni della Comunità Montana del Matese.

Pubblicato il 27 Febbraio 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

“Lo scopo principale di tale ridimensionamento della dotazione organica dell’ente – spiega il presidente della Comunità Montana, Fabrizio Pepe – è quello di comportare, per l’anno 2015 e per l’anno 2016, e per ogni anno a venire, un consistente risparmio delle spese dovute per il personale che viene valutato in 280 mila euro per il 2015, ed in 416 mila e passa euro per il 2016, con un risparmio a regime, a partire dal 2017, pari a 548 mila euro”. 
Prepensionamento in vista per ulteriori 8 dipendenti interni della Comunità Montana del Matese. In aggiunta ai primi 18 amministrativi dichiarati in esubero nei mesi scorsi tanto da avviare per loro il collocamento anticipato a riposo grazie alla recente normativa in materia e relativa alla possibilità di prepensionare i dipendenti della pubblica amministrazione, la giunta esecutiva presieduta da Fabrizio Pepe ha dichiarato altre 8 unità di personale in eccedenza così da mandarle in pensione prima dei termini normalmente previsti, al fine di consentire all’Ente montano un risparmio economico non indifferente. Stante la incapienza delle risorse correnti rispetto al complessivo costo del personale, l’Ente sta provvedendo gradualmente a dichiarare i dipendenti in esubero tra coloro che maturano il diritto alla pensione entro il 31 dicembre del prossimo anno, pur non potendo ancora dirsi realizzato il superamento dello squilibrio di Bilancio tra il Titolo primo delle spese e secondo delle entrate. Un risparmio che dovrebbe superare il milione e mezzo di euro nel prossimo triennio, così da fronteggiare la particolare situazione finanziaria che vive l’ente montano, cui sono mancati a partire dall’anno 2010 i fondi dello Stato con i finanziamenti dovuti dalla Regione Campania di fatto sempre insufficienti ancora oggi al pagamento delle spettanze dovute al personale di ruolo dell’Ente, in debito verso i suoi dipendenti di diverse mensilità arretrate, più le dovute indennità retroattive, i buoni pasto, la produttività collettiva e individuale. Ne deriva, quindi, un’enorme difficoltà non solo nella stesura dei Bilanci annuali di previsione, ma addirittura ad uno scompenso enorme tra spesa per il personale e spesa corrente, che risulta pari circa il 90%, inversamente da come invece sancito e disposto dalla legge per la quale gli Enti locali dovrebbero avere una incidenza del personale pari o inferiore al 50% delle spese correnti. Una straordinarietà che giustifica il ricorso alla deroga al nuovo regime pensionistico introdotto dalla riforma Fornero, per ragioni di razionalizzazione e contenimento della spesa atteso che la Comunità Montana dispone attualmente di 44 dipendenti, e per 26 di loro può essere attivato lo strumento del prepensionamento mediante la dichiarazione di eccedenza, essendo essi in possesso dei requisiti anagrafici e contributivi necessari, così come concordato all’unanimità e condiviso dal presidente Pepe, dal segretario generale e dai rappresentanti sindacali provinciali di Cisl, Cgil e Uil in una riunione svoltasi a metà luglio scorso. “Lo scopo principale di tale ridimensionamento della dotazione organica dell’ente – spiega Pepe – è quello di comportare, per l’anno 2015 e per l’anno 2016, e per ogni anno a venire, un consistente risparmio delle spese dovute per il personale che viene valutato in 280 mila euro per il 2015, ed in 416 mila e passa euro per il 2016, con un risparmio a regime, a partire dal 2017, pari a 548 mila euro”. 
Enzo Perretta

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Prepensionamento in vista per ulteriori otto dipendenti interni della Comunità Montana del Matese..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

PONTELATONE. Spese al geologo non pagate. Condannato il Patron del Caseificio “La Baronia” Alfonso Cutillo a risarcire i danni.

Pubblicato il 27 Febbraio 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Cutillo è stato citato in veste di sindaco pro tempore di Pontelatone. In ogni caso ha proposto appello alla sentenza e l’udienza si svolgerà il prossimo 4 giugno 2015 a Napoli… 
Non pagò il geologo che fece delle indagini sul territorio di Pontelatone, quando ne era sindaco, ed è stato condannato a risarcire i danni. Questa la vicenda che vede coinvolto il Patron del Caseificio “La Baronia”, Alfonso Cutillo (nella foto), occorsa nel lontano 2003. Ma andiamo con ordine. Il 25 agosto del 2011, pervenne al Comune di Pontelatone, atto di citazione innanzi al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, promosso, a mezzo dello studio legale Astianatte De Vincentis con sede in Caserta – Corso Trieste 41, per conto del geologo dr. Franco Antonio Criscione di Vitulazio, concernente la richiesta di pagamento delle spettanze professionali dovutegli per l’espletamento dell’incarico conferitogli con delibera di Giunta comunale del 29 luglio 2003 numero 91, per la effettuazione di una indagine geologica a corredo di una proposta di variazione al Piano Regolatore Generale vigente, a seguito della individuazione di un’area da destinare a nuova zona omogenea C – Area P. E. E. P. nella frazione Treglia. Si celebrarono diverse udienze sia nel 2011, sia nel 2012 e sia nel 2013, fin quando il Tribunale, con ordinanza depositata il 5 giugno 2013, dichiarava la nullità della notifica dell’atto di citazione nei confronti del Comune, orinandone la rinnovazione, e fissando per il prosieguo l’udienza del 20 dicembre 2013 Fu quindi autorizzato il sindaco pro tempore a costituirsi nel giudizio in questione innanzi al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere conferendo incarico all’Avv. Bruno Giannico, per la difesa del Comune nel giudizio suddetto promosso. Ci fu quindi una sentenza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere pubblicata il 24 ottobre del 2014, con la quale si disponeva la condanna dell’ex sindaco pro tempore, sig. Alfonso Cutillo attuale Patron del Caseificio “La Baronia”, al pagamento della somma di 23mila e 300 euro, oltre agli interessi legali, spese legali ed accessori per le competenze professionali del geologo dr. Franco Antonio Criscione. Il Cutillo però, ha proposto atto di appello, rappresentato e difeso dall’avv. Giuseppe Monaco, avverso la sentenza del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere che lo aveva condannato a risarcire i danni, diretto ad ottenerne l’annullamento e/o la riforma, previa sospensione dell’efficacia, con il quale il Comune di Pontelatone è citato per l’udienza del 4 giugno prossimo. Pertanto il Comune di Pontelatone, per tutelare anche e soprattutto gli interessi dello stesso Ente, ha ritenuto necessario costituirsi tempestivamente nel suddetto giudizio di appello rinnovando l’incarico conferito in primo grado all’avv. Giannico Bruno di Caserta, stabilendo 1900 euro lordi per il suo compenso.
LA FONTE DELLA NOTIZIA

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PONTELATONE. Spese al geologo non pagate. Condannato il Patron del Caseificio “La Baronia” Alfonso Cutillo a risarcire i danni..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

***ARRESTATO BIDELLO ORCO*** Si approfittava dei bambini di una scuola primaria, usando loro violenza sessuale

Pubblicato il 27 Febbraio 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’uomo è un 64enne, G.D., originario di Napoli. E’ accusato del reato gravissimo di pedofilia. Il lungo lavorio dei Carabinieri che hanno dovuto superare una coltre omertosa…
Nella mattinata odierna i militari della compagnia Carabinieri di Isernia, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Isernia, diretta dal procuratore dott. Paolo Albano, hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione di misura cautelare, emessa dal gip del tribunale di Isernia, nei confronti di un bidello di una scuola media statale della Provincia Pentra accusato di violenza sessuale aggravata nei confronti di alcuni alunni dell’istituto. Le indagini sono partite dalle segnalazioni delle insegnanti e dei genitori delle giovani vittime, pervenute al comandante della stazione Carabinieri competente per territorio. a seguito di tali segnalazioni, i militari della compagnia Carabinieri di Isernia avviavano una serie di attività che permettevano di appurare come l’uomo G.D. 64 anni, originario del napoletano, zona Arenella, approfittando anche del suo ruolo di bidello, seguisse le giovanissime vittime all’interno dei bagni dell’istituto per farle oggetto di “particolari attenzioni”. in alcuni casi, è emerso che l’uomo, approfittando dell’ingenuità di alcuni giovani alunni, utilizzasse gli stessi per fare “proposte” alle vittime. Le indagini, attesa anche la delicatezza dell’oggetto delle stesse, si sono rivelate difficili anche per il muro di silenzio che si era levato inizialmente intorno alla vicenda. quest’ultimo dettato soprattutto dalla vergogna e dal terrore ingenerati sulle giovanissime vittime. L’uomo, per il quale è stata disposta la misura degli arresti domiciliari, dovrà così rispondere del reato di violenza sessuale aggravata.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***ARRESTATO BIDELLO ORCO*** Si approfittava dei bambini di una scuola primaria, usando loro violenza sessuale.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

RUVIANO/ALVIGNANELLO. Domenica prossima si svolge la Seconda Edizione del “Cross del Volturno”. Le sponde suggestive del fiume faranno da scenario unico.

Pubblicato il 27 Febbraio 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il programma prevede, oltre alla gara di corsa campestre, la prima prova regionale di Mountain Bike. Il percorso che si snoda lungo la riva del fiume Volturno nel tratto che costeggia il paese di Alvignanello è particolarmente suggestivo e interessante dal punto di vista naturalistico ed è stato già ampiamente apprezzato dai numerosi “runners” partecipanti alla scorsa edizione…
Il piacere di praticare attività sportiva a contatto con la natura e riscoprire i tesori del nostro territorio. Questo l’obiettivo delle Seconda Edizione del “Cross del Volturno”, organizzato dal CSI Alvignanello per il giorno 01/03/2015 e valido come gara per il Campionato Regionale di Corsa Campestre del Centro Sportivo Italiano. Il percorso che si snoda lungo la riva del fiume Volturno nel tratto che costeggia il paese di Alvignanello è particolarmente suggestivo e interessante dal punto di vista naturalistico ed è stato già ampiamente apprezzato dai numerosi “runners” partecipanti alla scorsa edizione. Lungo questo tratto di fiume, tra salici rossi, pioppi e canneti, non è raro assistere al volo di aironi, germani reali o delle simpatiche garzette. Tra le vegetazione riparia, invece, si nasconde la timida nutria. Abbondante è la fauna ittica con barbi, cavedani, alborelle, carassi, carpe, pesci gatto e tinche. Il programma prevede, oltre alla gara di corsa campestre, la prima prova regionale di Mountain Bike. Programma provvisorio (il programma è suscettibile di lievi variazioni): Ritrovo: Centro Polifunzionale Via Crocelle-Alvignanello (CE) Frazione di Ruviano

Ore 09,15 ritrovo Giuria e concorrenti
Ore 09,30 conferme iscrizioni
Ore 09,45 inizio gare categorie Senior – Amatori – Veterani
Ore 10,15 cat. Giovanili
Ore 10,45 Gara Mountain Bike
Ore 11,30 Allievi – Juniores m/f
Ore 12,00 S. Messa presso la Parrocchia S. Andrea Apostolo di Alvignanello
Ore 13,15 Premiazioni
Ore 13, 30 Pranzo
CATEGORIA -ANNI DI NASCITA -DISTANZE
Cuccioli *- 2006/2007  – 300/ 400 mt
Esordienti m/f  -2004/2005 – 500/ 600 mt
Ragazzi m/f – 2002/2003 – 800 /1000 mt
Cadetti/e – 2000/2001 – 1200 /1500 mt
Allievi/e – 1998/1999 – 2000 / 3000 mt
Juniores m/f – 1996/1997 – 3000 / 5000 mt
Seniores m/f – dal 1980 al 1995 – 3000 / 5000 mt
Amatori A m/f – dal 1970 al 1979 – 3000 / 5000 mt
Amatori B m/f – dal 1960 al 1969 – 3000 /5000 mt
Veterani m/f – dal 1959 e prec. – 2000 / 3000 mt
Psico – relazionali m/f – Unica definire
Fisico – sensoriali m/f –  Unica definire

La gara è aperta ai tesserati CSI, ai tesserati FIDAL, ai tesserati di scuole regolarmente affiliate, ai non tesserati purchè in regola con le norme in materia di tutela sanitaria e previo tesseramento “free” valido per la singola manifestazione. La quota d’iscrizione è di euro 2 e comprende: assicurazione per non tesserati e sacchetto. Per iscriversi inviare email entro il 25/02/2015 ai seguenti indirizzi: csicampania.sport@libero.it; oppure a csialvignanello@libero.it; oppure telefonare al numero 3460061023 (Luigi Rotondo). Per le iscrizioni bisogna indicare: cognome, nome, luogo e data di nascita, categoria, n°tesserino (in mancanza di tesseramento indicare “libero”). E’ prevista la possibilità di pranzo in loco o presso strutture agrituristiche convenzionate, a costi ridotti (obbligatoria la prenotazione da effettuarsi entro il 25/02/2015 telefonando al 3460061023). Per maggiori informazione contattare il numero 3460061023 (Luigi Rotondo)

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: RUVIANO/ALVIGNANELLO. Domenica prossima si svolge la Seconda Edizione del “Cross del Volturno”. Le sponde suggestive del fiume faranno da scenario unico..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

ALIFE. Partono i nuovi corsi presso l’Accademia “Charme by Marilù”. Opportunità di lavoro irripetibile.

Pubblicato il 27 Febbraio 2015 da

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

I corsi si svolgono ad Alife in via Roma. Chi consegue i titoli, può entrare a far parte di un settore lavorativo in espansione… 
Ancora una importante opportunità di lavoro e la possibilità di diventare imprenditore di “se stessi”. Ad Alife, l’Accademia “Charme by Marilù” ubicata in via Roma e gestita da un vero professionista del “capello”, il Parrucchiere Vittorio Martino, mette a disposizione di coloro che vogliono accedere in questo ramo, un’opportunità unica. E’ lo stesso Martino a spiegarci che sono aperti i corsi di iscrizione professionali, riconosciuti dalla Regione Campania, requisito fondamentale per accedere nel mondo del lavoro, per parrucchieri (aggiornamento) ed aspiranti parrucchieri (intraprendere ex novo una nuovissima esperienza) che si svolgeranno appunto presso la sede di Alife. Corsi che danno l’opportunità di conseguire un titolo davvero importante, quello di parrucchiere professionale e, ancor più offrono la possibilità di accedere attraverso una corsia “privilegiata” al mondo del lavoro. Infatti diventare parrucchieri oggi, non vuol dire, necessariamente aprire un’attività in un punto fisso che, già di per se non è poco. Ma chi consegue quel titolo, giova ribadirlo, riconosciuto dalla Regione Campania, può, se vuole, chiedere di far parte di catene prestigiose di “Hair Stylist” nazionali e internazionali. Una su tutte, a mero esempio, lavorare per tre mesi su navi crociere, girare il mondo e guadagnare quanto basta per vivere un anno intero in tranquillità. Ma anche nel mondo della moda, o in settori della comunicazione, teatro, spettacolo etc. etc. etc., ogni giorno sono sempre più richiesti parrucchieri specializzati che si occupino di “teste importanti”. Ed ecco quindi, soprattutto per i giovani dell’Alto Casertano, che l’opportunità è davvero ghiotta. Infatti a marzo presso l’Accademia “Charme by Marilù” inizia il corso professionale per parrucchieri e, un’offerta irripetibile, coloro che si iscriveranno entro i primi quindici giorni di febbraio, potranno usufruire oltre allo sconto del 30%, anche di un ulteriore benefit, ovvero i primi tre mesi della frequentazione alla formazione saranno offerti in forma gratuita. Un’occasione da prendere al volo quindi, perchè irripetibile, come ci spiegano gli stessi organizzatori. Chiunque sia interessato può rivolgersi ai seguenti recapiti telefonici 0823783510, oppure 327 4341099. Oppure si può recare direttamente presso la sede di Alife, ubicata in via Roma e chiedere direttamente in loco tutte le informazioni.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ALIFE. Partono i nuovi corsi presso l’Accademia “Charme by Marilù”. Opportunità di lavoro irripetibile..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Leggi tutto

© 2015 Teleradio-News ♥ mai spam o pubblicità molesta copyright - Tutti i diritti riservati - All Rights Reserved; Sviluppato da PSD to Wordpress; Disegnato da ; ; Realizzato da WordPress & Web Design Company per TeleradioNews
[ Vai all'inizio della pagina ] 115 queries, 1,573 seconds.