In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. Basket: da sogno a realtà la serie 'D' per il CSI, degno del compianto fondatore Enzo Manzi

Il CSI Caiazzo Basket vince a Giugliano e conquista la serie D! Ancora increduli, divulghiamo la notizia "telegrafica", ricevuta quasi ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Libri in Movimento': tutti soddisfatti dell'iniziativa pro indigenti degli Attivisti 5 Stelle

"L'evento libri in movimento- baratto di cultura è riuscito alla perfezione" dichiarano i sempre attenti organizzatori del gruppo ...

Leggi tutto >>

Dall'Asia a Milano sempre sugli scudi Franco Pepe, 'Re della Pizza' protagonista anche a'Identità Golose'

Reduce da uno straordinario successo in terra asiatica, al "Kytaly" di Hohg Kong, l'indiscusso re della Pizza Franco ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Il ruolo del parlamento europeo' spulciato sabato dal 'gotha' politico e associativo cittadino

Nel pomeriggio di sabato 23 marzo, presso il piccolo teatro "Jovinelli" del palazzo Mazziotti, con inizio alle ore ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Pro Loco: confermata alla guida Maria Grazia Fiore che quasi 'doppia' l'unico antagonista

Rinnovate le cariche associative della Pro Loco Caiazzo: confermata per la presidenza l'uscente Maria Grazia Fiore (nella foto ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Mai più buttati gli oggetti fruibili grazie al 'Centro del Riuso' ideato da Gaetano Chichierchia

A Caiazzo economia circolare e rete di solidarietà grazie al “Centro del Riuso” promosso in via sperimentale dal gruppo ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Calcio locale: anche la gloriosa Juve Sammaritana 'costretta all'inchino' dall'ASD che svetta

Colpo grosso del Caiazzo 2018 che mette ko la Juve Sammaritana e, complice la sconfitta del Mithraeum 2018 ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Sindaco e compagni 'Uniti per incassare'? impietosa analisi di Mauro Della Rocca

Non più “missionari ma stipendiati”. Esordisce così il duro intervento con il quale Mauro Della Rocca, sempre attento (e ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Cimitero (ancora) senza loculi: nuovo attacco a Giaquinto della 'supervotata' consigliera Marilena Mone

Sono solo tre ma "fanno per trentatré" i consiglieri comunali del gruppo "Bene Comune"-capeggiato dal colonnello Ruggieri- che ...

Leggi tutto >>

PONTELATONE/LIBERI/FORMICOLA. Tre sindaci scrivono al Prefetto di Caserta per il “Ponte dei Sospiri”: “Ma quando lo apriamo?”

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Una semplice richiesta di incontro formulata dai tre sindaci di Formicola, Michele Scirocco, Pontelatone, Antonio Carusone e Liberi Antonio Diana, per capire i margini temporali dell’inaugurazione della infrastruttura…
Tre sindaci del Monte Maggiore, Antonio Carusone, Michele Scirocco e Antonio Diana, rispettivamente primi cittadini di Pontelatone, Formicola e Liberi, hanno chiesto al Prefetto di caserta, Carmela Pagano un incontro urgente avente come tematica il “Ponte del Tubo” ovvero il “Ponte dei Sospiri” come da noi è stato rinominato con articoli pregressi. Ecco la richiesta.
“””Oggetto: richiesta disponibilità per incontro in merito all’apertura al transito del Ponte Tubo sul Fiume Volturno nel Comune di Capua. I sottoscritti Michele Scirocco, Sindaco di Formicola, Carusone Antonio, Sindaco di Pontelatone, Diana Antonio, Sindaco di Liberi, congiuntamente chiedono di essere ricevuti per portare a conoscenza di S. E. i disagi e le problematiche connessi alla mancata apertura al traffico del collegamento lungo il fiume Volturno tra la Provinciale Galatina II tratto e la SS. 264 nel Comune di Capua.”””

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PONTELATONE/LIBERI/FORMICOLA. Tre sindaci scrivono al Prefetto di Caserta per il “Ponte dei Sospiri”: “Ma quando lo apriamo?”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Casal di Principe. Ricettazione e falso, in manette cittadino del posto

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Ammonta a due anni di reclusione la pena ai danni dell’uomo Comunicato – A Casal di Principe, i Carabinieri della locale Stazione hanno proceduto alla notifica dell’ordine di esecuzione per espiazione di pena detentiva in regime di detenzione domiciliare, a T. L., cl.1972, del luogo, emesso  dall’ufficio esecuzioni penali del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. …

The post Casal di Principe. Ricettazione e falso, in manette cittadino del posto appeared first on Clarus | Informazione dall'Alto Casertano e dal Matese.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: Casal di Principe. Ricettazione e falso, in manette cittadino del posto.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Caiazzo. Via D’Ettorre ancora sbarrata: prova del nove per il neonato esecutivo

Non ne possono più alcuni residenti nel centro caiatino

VALLE AGRICOLA. Il piccolo Comune ai confini con il Molise beneficiato dalla Regione. Arriva un finanziamento di un milione e 300mila euro

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il contributo riguarda i lavori di riqualificazione ambientale delle aree “Fontana Quercia” e “Fontana San Nicandro” 
Pubblicato sul Burc della Regione Campania un decreto di ammissione a finanziamento per il Comune di Valle Agricola. Si tratta di un contributo di un milione e 300mila euro che riguarda lavori di riqualificazione ambientale delle aree “Fontana Quercia” e “Fontana San Nicandro” del Comune valligiano. E così il piccolo centro del Parco regionale del Matese si appresta a un restyling di Fontana Quercia, “per contribuire non solo all’abbellimento di quella zona, che rappresenta il biglietto da visita del nostro Comune –ha dichiarato il sindaco, Rocco Landi – ma anche per dare un aspetto più decoroso a una superficie attualmente non in condizioni ottimali. Inoltre l’opera sarà vantaggiosa anche perché la riqualificazione che riguarderà pure i giardinetti, parimenti in località Fontana Quercia.Con i lavori da attuare, inoltre, si tenderà a preservare l’incolumità dei nostri concittadini, in particolare dei ragazzini che vi accedono e ai quali teniamo in modo particolare. Il finanziamento regionale consentirà, in aggiunta, – ha ancora riferito Landi – ai turisti o ai visitatori in generale che ci onorano spesso della loro presenza, di ritrovare un luogo sano di prima sosta, nel momento in cui approcciano il nostro Comune”.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: VALLE AGRICOLA. Il piccolo Comune ai confini con il Molise beneficiato dalla Regione. Arriva un finanziamento di un milione e 300mila euro.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIETRAVAIRANO. Gli rubano il camion pieno di legna e gli chiedono 1500 euro per riaverlo indietro. “Cavallo di Ritorno per un residente nel Comune dell’Alto Casertano.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

L’episodio è avvenuto a Marcianise. Il cittadino di Pietravairano si era recato al mercato e dopo pochi minuti il suo autocarro con la legna era sparito. In galera Alberto Antonucci, 23 anni e Salvatore Loffredo 18 anni… 
I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Marcianise hanno tratto in arresto con l’accusa di concorso in estorsione, violenza e resistenza ad un pubblico ufficiale, Antonucci Alberto, 23enne e Loffredo Salvatore 18 enne, entrambi pregiudicati, residenti ad Arzano in provincia di Napoli. L’attività investigativa è stata svolta dai Carabinieri in seguito alla denuncia sporta negli uffici della stazione di Marcianise da parte di una persona di Pietravairano, la quale nella mattinata di ieri aveva lasciato per un brevissimo lasso di tempo il proprio autocarro carico di legna parcheggiato nei pressi della zona mercato di Marcianise. Le investigazioni svolte hanno consentito di verificare che la vittima, nel corso della giornata riceveva diversi contatti telefonici da parte dei malfattori, i quali avanzavano la richiesta di euro 1500 per la restituzione della refurtiva. I carabinieri di Marcianise, predisponevano pertanto idoneo servizio di osservazione e pedinamento, monitorando tutti i movimenti della vittima, chiamata ad incontrarsi in serata nella zona di Melito di Napoli per la consegna del denaro e la restituzione della refurtiva. Ivi giunti, i Carabinieri, dopo avere individuato compiutamente i due soggetti quali responsabili dell’estorsione, procedevano al controllo degli stessi, ma questi ultimi, al fine di sottrarsi alla cattura intraprendevano una violenta colluttazione. Tuttavia, il dispositivo messo in atto dai Carabinieri consentiva di bloccare dopo pochissimi metri i due soggetti rendendoli inoffensivi. Gli arrestati sono stati dapprima tradotti presso la Compagnia Carabinieri di Marcianise per lo svolgimento degli accertamenti di rito e successivamente accompagnati presso la casa circondariale di Napoli Poggioreale. Questi ultimi provvedimenti si aggiungono ai 10 provvedimenti restrittivi adottati dai carabinieri di Marcianise nei confronti di soggetti accusati di estorsioni attuate con la tecnica soprannominata del “Cavallo di Ritorno”.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIETRAVAIRANO. Gli rubano il camion pieno di legna e gli chiedono 1500 euro per riaverlo indietro. “Cavallo di Ritorno per un residente nel Comune dell’Alto Casertano..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PRESENZANO.Nuovo stabilimento per la produzione di bottiglie in pet nell’area pip del comune. I vertici di Ferrarelle Spa fanno chiarezza sull’impianto

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Rilanciata anche la sfida sulla eco-compatibilità delle attività aziendali. “Sarà tutto eco – compatibile con l’ambiente circostante…”
Nessun inceneritore di rifiuti, nessun sito per la generazione di energia elettrica attraverso l’utilizzo di qualsiasi tipologia di immondizia, solo ed esclusivamente un impianto eco-compatibile per la produzione di preforme in Pet. Ecco cosa sorgerà nella nascente area Pip del Comune di Presenzano a seguito dell’intesa con la Ferrarelle Spa, pronta ad investire cospicui capitali sul territorio per la costruzione di uno stabilimento destinato alla produzione di preforme per contenitori in polietilene tereftalato (Pet) per le acque minerali. Un ciclo produttivo eco-sostenibile suddiviso in una prima area di selezione e lavaggio bottiglie (post-consumo), ed in una seconda area di produzione preforme, che opererà di continuo 24h al giorno, recuperando parte della energia elettrica necessaria attraverso un impianto di trigenerazione da appena 1 megawatt alimentato a metano, pari al 5% del ciclo stesso, che sarà accessorio e di asservimento all’intero insediamento al fine di riscaldare e raffreddare gli ambienti e le presse idrauliche. Cifre, dati e notizie che sono state rese note nel corso del briefing di lavoro svoltosi nel primo pomeriggio di ieri presso la sede dell’azienda delle acque minerali di Riardo, alla presenza di operatori della stampa e dei mass media, di amministratori locali, di rappresentanti di comitati e associazioni ambientaliste allarmate dalla diffusione artata di notizie distorte, e convocato appositamente dai vertici societari per fare chiarezza sull’intero progetto e dissipare eventuali perplessità sull’impatto ambientale davvero minimo dello stesso impianto, rispondendo ad ogni tipo di domanda. Alla presenza del Sindaco di Presenzano Avv. Andrea Maccarelli, affiancato dall’intera amministrazione comunale, e del capogruppo di minoranza Prof. Vincenzo D’Errico, invitato anche in vista della seduta di Consiglio Comunale convocata per la prossima settimana che dovrà ratificare la convenzione tra Comune e Ferrarelle, il Direttore Generale dell’azienda, Ing. Giuseppe Cerbone, il Responsabile Comunicazione e componente del Consiglio d’Amministrazione, Dott. Michele Pontecorvo, ed il tecnico progettista dello stabilimento, Ing. Frondella, hanno illustrato nei minimi dettagli le modalità ed i tempi di funzionamento del ciclo produttivo che avverrà all’interno dell’insediamento, i materiali utilizzati e la loro provenienza, le varie fasi di lavorazione del Pet fino alla produzione delle pre-forme, i sistemi di alimentazione dello stabilimento che verranno sfruttati, le risorse umane ed i macchinari impiegati. “Ferrarelle spa è fortemente impegnata nel campo della sostenibilità ambientale, punta a diventare azienda leader nel settore della ecocompatibilità in Italia– ha dichiarato il dg Cerbone – perché solo così si può vendere il prodotto sul mercato, figuriamoci se potremmo costruire impianti per trattare rifiuti o produrre energia a danno dell’ambiente. Lo stabilimento di Presenzano rappresenta un’iniziativa fondamentale per il futuro della nostra realtà produttiva che presta grande attenzione alla natura e all’ambiente, come dimostrano gli investimenti fatti su quest’area in termini di bioagricoltura che vedono differenziate le nostre attività. Del resto, è facile capire che, per chi imbottiglia acqua minerale, la tutela e la conservazione dell’ambiente viene prima di tutto. Ogni nostra azione è tesa a recuperare i materiali a basso impatto, perchè l’acqua minerale per poter stare sulle tavole dei consumatori, deve essenzialmente rispettare l’ambiente e la natura che la produce. Accanto al prodotto liquido, si inserisce il contenitore dentro cui distribuire l’acqua rispettando le stringenti direttive europee e secondo principi che dettano le caratteristiche degli imballi. Siamo sensibili a questa tematica, e non a caso abbiamo costituito la partnership con il Fai (Fondo Ambiente Italiano) con il Parco Sorgenti e l’Oasi Ferrarelle, poiché per poter continuare ad esistere come azienda, dobbiamo necessariamente puntare sul riciclo dei materiali e sul loro riutilizzo. Ferrarelle già usa da tempo questo tipo di materiali, come la plastica che continente importanti applicazioni per la vita dell’uomo in quanto essa é un’opportunità con la quale bisogna imparare a convivere e sfruttarne le potenzialità. Il Polietilene tereftalato (Pet) é riciclabile al 100%, ecco perché siamo pronti ad incentivare la raccolta delle bottiglie post-consumo sull’intero territorio, coinvolgendo anche altri attori istituzionali, sociali, economici e culturali, tanto che pensiamo anche a protocolli d’intesa con i comuni dell’area affinchè i rifiuti vengono non solo differenziati, ma soprattutto selezionati. Da qui – ha concluso Cerbone – arriverà la nostra materia prima, accanto all’acquisto del polietilene vergine per soddisfare il bisogno di contenitori della nostra azienda, non di altri operatori del settore. La scelta è ricaduta, infine, su Presenzano perché abbiamo trovato disponibilità ed impegno da parte del Sindaco Maccarelli e del Comune, e perché l’area Pip che sta nascendo, proprio perché in fase ancora preliminare, ci consentirà di intervenire in tempo utile per sposare al meglio le nostre esigenze in termini di logistica e di servizi con le ambizioni del territorio e gli obiettivi della stessa zona produttiva. Abbiamo anche apprezzato l’atteggiamento collaborativo del Sindaco”. Dal consigliere d’amministrazione e responsabile Comunicazione Pontecorvo è arrivata un’ulteriore rassicurazione sulla mission aziendale di Ferrarelle: “I consumatori finali hanno un ruolo fondamentale ed anche responsabile nella gestione ecosostenibile del prodotto in favore del territorio e della natura circostante. Il messaggio che vogliamo trasmettere all’esterno è chiaro, ovvero anche la Provincia di Caserta si impegna nella compatibilità ambientale e l’impianto di Presenzano, come anche lo stabilimento di Riardo, é il primo in Italia per rispetto dell’ambiente. Il pet é l’unica vera materia che garantisce conservazione, igienicità e protezione del contenuto all’interno, oltre ad essere 100% riciclabile”. Il progettista del nuovo stabilimento, l’Ing. Alessandro Frondella, ha fornito alcuni numeri significativi circa il “bassissimo impatto ambientale che l’impianto per la produzione di pre-forme in Pet avrà nell’area, partendo dall’assunto che il polietilene non è un rifiuto ma un materiale pregiato. Non inquineremo nella maniera più assoluta né l’aria, né il suolo né il sottosuolo, avremo emissioni in atmosfera pari a zero e tutti i valori ed i parametri riferiti all’impatto ambientale saranno praticamente trascurabili”.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PRESENZANO.Nuovo stabilimento per la produzione di bottiglie in pet nell’area pip del comune. I vertici di Ferrarelle Spa fanno chiarezza sull’impianto.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

PIEDIMONTE MATESE. Trasferito a Caserta Pasquale Cancelmo. Disposto il T.S.O. per ciò che ha combinato al Pronto Soccorso. Danni per 10mila euro!

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

La furia dell’uomo si è abbattuta su due apparecchi aspiratori, due apparecchi a muro che misurano la pressione, due bolle “Abou” e la porta che conduce ai ricoverati in codice rossa divelta. In pratica Cancelmo è stato come lo Tsunami…
Trasferito ad una struttura specializzata di Caserta. Così si è risolto il caso di Pasquale Cancelmo, l’uomo che qualche giorno fa picchiò il dott. Antonio Cantelmo all’ospedale civile di Piedimonte Matese ed oggi si è ripresentato, ancora più arrabbiato che mai. Infatti appena giunto al Pronto Soccorso, Cancelmo ha iniziato ad inveire contro il personale presente in loco. Tanta la rabbia che ha sfasciato tutto ciò che gli capitava a tiro, tra cui due apparecchi aspiratori, due per misurare la pressione impiantati al muro, due bolle “Abou” e, alla fine, ha divelto la porta che conduce ai pazienti trasportati in codice rosso all’ospedale. Alla fine i medici e i carabinieri intervenuti per sedarlo, non hanno potuto far altro che disporre il T.S.O. ovvero il Trattamento Sanitario Obbligatorio, trasportando Cancelmo a Caserta in una struttura specializzata. Ricordiamo che non più tardi di due giorni orsono, lo stesso si avventò sempre al Pronto Soccorso, contro il dottor Antonio Cantelmo, colpendolo senza motivi apparenti con calci e pugni. Oggi, invece, il personale medico presente, conoscendo il soggetto, appena è scoppiata la sua furia ha dato vita ad un fuggi fuggi generale, lasciandolo da solo nei locali del Pronto Soccorso in attesa dell’arrivo dei carabinieri. I danni quantificati ammontano a circa 10mila euro…

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Trasferito a Caserta Pasquale Cancelmo. Disposto il T.S.O. per ciò che ha combinato al Pronto Soccorso. Danni per 10mila euro!.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Alvignano. L’arte di ‘Home Living’ preferita anche nella Capitale

Sull’onda dell’entusiasmo e sulla venatura artistica di Luigi,

Facebook, attenzione a bufale e truffe!

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

A causa del dilagare di notizie false, truffe e informazioni diffuse per mero intento allarmistico, Mark Zuckerberg, cofondatore di Facebook, introduce una funzione nuova: gli utenti potranno segnalare una notizia come falsa Nicolò Mosca – “Un bambino di sette anni è in coma dopo un pugno ricevuto in testa da un suo coetaneo. È successo …

The post Facebook, attenzione a bufale e truffe! appeared first on Clarus | Informazione dall'Alto Casertano e dal Matese.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: Facebook, attenzione a bufale e truffe!.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Piedimonte Matese. Va al Pronto Soccorso e sfascia tutti gli arredi

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Si sarebbe recato presso il presidio ospedaliero affermando di non stare bene. Improvvisamente lamentava che erano scomparse le sigarette ed ha iniziato ad inveire contro tutto e tutti sfasciando ciò che gli è capitato a tiro. Sul posto i Carabinieri della Stazione locale. Presente anche il Comandante, il Maresciallo Campanile… 
Ancora un episodio di violenza al Pronto Soccorso di Piedimonte Matese ed il protagonista è sempre lui, Pasquale Cancelmo. L’uomo, 41 anni, già noto alle forze di polizia, l’altro giorno si recò all’ospedale a bordo di un’ambulanza perchè lamentava di non sentirsi bene ed improvvisamente balzò dalla barella e picchiò il medico presente nel Pronto Soccorso, il dott. Antonio Cantelmo, stante la denuncia presentata dalla stessa vittima ai Carabinieri. Stamattina c’è stato il “refrain” ovvero sempre Cancelmo è giunto a bordo di un’ambulanza nuovamente al Pronto Soccorso, sembra in uno stato visibilmente scosso. Improvvisamente, almeno stante quanto raccolto da qualche indiscrezione sul posto, lo stesso lamentava che gli sarebbero sparite le sigarette. Ha iniziato quindi ad inveire e a sfasciare le suppellettili presenti in loco, gridando come un forsennato. C’è stato un “fuggi fuggi” generale e, sul posto sono giunte due gazzelle dei Carabinieri, coordinati dal Comandante della Stazione di Piedimonte Matese, il Maresciallo Aiutante Lucio Campanile. Successivamente è giunto anche il Capitano Giovanni Falso, comandante del Reparto territoriale che ha contattato l’Autorità Giudiziaria con cui stabilire il da farsi e, soprattutto, i provvedimenti da adottare nella fattispecie.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ***PIEDIMONTE MATESE. FOLLIA UMANA!*** Va al Pronto Soccorso e sfascia tutti gli arredi. E’ ancora lui: Pasquale Cancelmo..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)