In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. Questione Deco': nuova vittoria per Golden Market: si va direttamente a sentenza

Accolta la richiesta cautelare ex art. 55 C.P.A. avanzata dalla srl. New Golden Market (Eurospar).In accoglimento della richiesta ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Disinfestazione 'adulticida' mercoledì sera: finestre chiuse e massima cautela, ma chi lo sapeva?

Ha destato notevoli perplessità l'avviso, a quanto pare noto solo a pochi "fortunati", con il quale, in data ...

Leggi tutto >>

Caiazzo ricorda Teresa Musco, martedì 19 settembre, nel trigesimo del quarantunesimo anniversario del trapasso

Si rinnova la tradizione per la comunità ecclesiastica caiatina che, grazie all'iniziativa del parroco don Giovanni Fusco,  alle ore ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Deco': martedì nuovo 'step' giudiziario per scongiurare nuovamente la chiusura dell'iperstore: cambia tutto per nion cambiare niente?

Si erano ben guardate dallo scrutare oltre il naso, evidentemente, le tante persone che avevano esultato,il mese scorso, ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune: dopo le 'gratifiche' per i 'vicini', il sindaco 'penalizza' i 'non allineati'?

Giaquinto: inizia la fase 2: epurazione dei dissidenti?!  É iniziata la seconda fase del programma dell’amministrazione Giaquinto, che prevede ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Sabato 15 convegno sulla ludopatia promosso dagli Attivisti 5 Stelle

Una nuova iniziativa di interesse popolare è stata promossa dagli Attivisti 5 Stelle Per la serata di sabato 15 ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 5 Stelle. Meetup pubblico venerdì sera in piazza per promuovere la democrazia partecipativa

Una pubblica riunione di attivisti e simpatizzanti del locale Meetup "Amici di Beppe Grillo" è programmata in piazza ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. S.M di Bucciano. Paolo Caiazzo per rendere indimenticabile la tradizionale festa della contrada Pantaniello

Ha fatto le cose alla grande quest'anno il comitato promotore dei sentiti festeggiamenti in onore della beata vergine venerata ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Lamento (vano?) di un diversamente abile che si sente abbandonato e raggirato dalle istituzioni

Mi vergogno, si mi vergogno di questa amministrazione comunale, sindaco e vice in primis! Lo sanno pure le pietre ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Padre e figlio morti sull'autostrada: sabato sera messa 'del settimo' nella chiesa di San Francesco

Si rinnoverà lo struggente dolore per la tragica dipartita di Michele e Marcello Melillo-padre trentatreenne e figlio di ...

Leggi tutto >>

PIEDIMONTE MATESE. Chiesta la scarcerazione per gli indagati Domenico Ferriauolo, Orlando Cesarini e Gabriele D’Antonio, arrestati il 21 gennaio scorso.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Per Cesarini, ricoverato nell’infermeria del carcere, chiesta anche la perizia medico legale, essendo egli infartuato e quindi incompatibile con il regime carcerario… 
Le difese di alcuni dei ventiquattro arrestati, di cui dieci in carcere e quattordici ai domiciliari, si sono rivolte al Tribunale della Libertà per chiedere la cessazione degli effetti coercitivi disposti dalla magistratura nei loro confronti il 21 gennaio scorso. In particolar modo, l’avvocato Ercole di Baia ha chiesto la remissione in libertà dei suoi assistiti, Domenico Ferraiuolo e Orlando Cesarini, perchè non sussistono gravi esigenze di custodia cautelare. Addirittura, il Cesarini, attualmente recluso presso l’ospedale della casa circondariale di Poggioreale, sarebbe incompatibile con il regime della carcerazione, in quanto colpito da infarto non più tardi di un anno fa e quindi, conseguentemente a ciò, soggetto anche ad un intervento delicato al cuore per l’innesto di alcuni by-pass. Diversa la situazione invece di Domenico Ferraiuolo, il quale sebbene colpito e provato da questa vicenda, si è dichiarato estraneo ai fatti, portando a sua discolpa, nell’ultimo interrogatorio di garanzia sostenuto davanti ai magistrati inquirenti, elementi che conforterebbero la sua tesi, sebbene però in attesa di riscontro. Per gli indagati è stata chiesta la remissione in libertà e/o in alternativa, il regime della detenzione domiciliare. La storia ha avuto inizio nel periodo 2006 quando scattarono le indagini su alcuni appalti concessi dall’Azienda Ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta ad alcune ditte della zona, tra cui l’ Odeia amministrata da Gabriele D’Antonio, anche egli di Piedimonte Matese e di cui facevano parte gli stessi Ferraiuolo e Cesarini. La tesi difensiva vede la società in questione coinvolta marginalmente o se proprio, in maniera indiretta, atteso che i profitti per la stessa sono stati per circa 70mila euro in un anno, sebbene era previsto un incasso effettivo di poco più di 150mila euro oltre iva. Per cui cinque soci della Odeia, non è che si siano del tutto arricchiti su quell’appalto, ovvero un bando per l’affidamento delle manutenzioni degli immobili consistenti in lavori edili e lavori affini del valore di 150.000 euro oltre IVA. 
Lunedì scorso per dovere di cronaca sono state arrestate ventiquattro persone, come sopra scritto. Questo l’elenco completo. 
Custodia cautelare in carcere: 
– Remo D’Amico; 
– Elvira Zagaria; 
– Antonio Magliulo (consigliere provinciale di Forza Italia); 
– Raffaele Donciglio; 
– Bartolomeo Festa (dirigente unità operativa complessa di ingegneria ospedaliera); 
– Vincenzo Cangiano; 
– Orlando Cesarini; 
– Domenico Ferraiuolo; 
– Gabriele D’Antonio; 
– Luigi Iannone; 
I nomi degli indagati agli arresti domiciliari 
– Francesco Alfonso Bottino (direttore generale azienda ospedaliera S’Anna e San Sebastiano); 
– Salvatore Cioffi; 
– Antonio Della Mura; 
– Roberto Franchini; 
– Nicola Frese (dipendente unità operativa complessa di ingegneria); 
– Giuseppe Gasparin (Direttore Asl Caserta ed ex sindaco Caserta); 
– Antonio Maddaloni (dipendente unità operativa complessa di ingegneria); 
– Paolo Martino (dipendente unità operativa complessa di ingegneria); 
– Mario Palombi; 
– Angelo Polverino ex consigliere regionale Pdl; 
– Giuseppe Porpora; 
– Rocco Ranfone; 
– Giuseppe Raucci (dipendente unità operativa complessa di ingegneria); 
– Umberto Signoriello (dipendente unità operativa complessa di ingegneria).

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: PIEDIMONTE MATESE. Chiesta la scarcerazione per gli indagati Domenico Ferriauolo, Orlando Cesarini e Gabriele D’Antonio, arrestati il 21 gennaio scorso..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Marcianise. Dal prossimo anno sarà attivo il Liceo Sportivo

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Lo stabilisce la Giunta regionale campana in approvazione del Piano di dimensionamento scolastico e offerta formativa per l’anno 2015-2016 La Redazione – Un nuovo indirizzo scolastico sarà introdotto a Marcianise a partire dall’anno prossimo. Si tratta del Liceo Scientifico Sportivo, come deciso ufficialmente dalla Giunta regionale della Campania, in sede di approvazione del Piano di …

The post Marcianise. Dal prossimo anno sarà attivo il Liceo Sportivo appeared first on Clarus | Informazione dall'Alto Casertano e dal Matese.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: Marcianise. Dal prossimo anno sarà attivo il Liceo Sportivo.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

CAIAZZO. Arrivano i primi rimborsi Ici – Imu per i contribuenti caiatini che nn dovevano corrispondere la tassa. Il Comune restituisce i soldi in quota Ente. Per quelli versati allo Stato…ad majora!

Tre contribuenti rimborsati per motivazioni diverse. Uno perchè vi risiede un genitore con diritto all’abitazione, uno perchè non possiede immobili e l’altro perchè il terreno è ubicato in zona agricola/montana. Manca la quota da parte dello Stato. Arriverà? 
Il Comune di Caiazzo ha disposto la restituzione delle tasse inerenti l’Ici – Imu 2014 nei confronti di tre contribuenti caiatini a cui non toccava corrispondere il balzello. In particolar modo alla signora Anna Mirto vengono restituiti 293,00 euro in quota Comune poichè l’immobile risulta occupato dalla madre, con diritto di abitazione. Quindi ai sensi dell’ articolo 540 del Codice Civile, non toccava il balzello. Restano da restituire alla contribuente 68,00 euro in quota Stato, ma qui, come nei due casi successivi, si arriverà alle canoniche “Calende Greche”. Vengono altresì restituiti 134,00 euro alla signora Maria Antonietta Perrone, sempre in quota Comune, perchè al 2014 non risultava intestataria di alcun immobile a Caiazzo. Infine sono stati restituiti 663,00 euro alla signora Aida Cosima De Simone, perchè non doveva pagare la tassa sui terreni agricoli ai sensi dell’articolo 15 della legge 27 dicembre 1977, n. 984, modificata con la circolare numero 9 del 14/06/1993 del Ministero delle Finanze. La signora De Simone avanza anche 132,00 euro, quota Stato, che le saranno sicuramente restituiti dallo Stato. Quando? Non si sa!

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

VERSO LE REGIONALI 2015. Ma quali primarie e quale Pd!!! Forza Italia cala l’asso che rappresenta degnamente la Campania agli occhi dell’Italia e del Mondo intero: “ER MUTANDA!!!” VIDEO!!!

Il consigliere regionale del gruppo “Caldoro Presidente”, Gennaro Salvatore appoggia senza se e senza ma la candidatura di Antonio Zequila, il famoso attore televisivo, vicino all’Oscar per la televisione per la sceneggiata con Pappalardo e tante altre ancora. Ogni Comunità ha il suo degno rappresentante… 
E’ stato Gennaro Salvatore, attuale appartenente al gruppo “Caldoro Presidente” in Regione Campania, arrestato lo scorso anno perchè invece di utilizzare i fondi destinati all’attività politica, li aveva, secondo l’accusa, utilizzati finanche per bombole di gas nella sua casa al mare e tinture di capelli a specificare che il famoso attore Antonio Zequila che a molti non dirà tanto perchè meglio conosciuto con l’acronimo “ER MUTANDA” sia degno di essere tra i candidati ad un posto di consigliere regionale della Campania. Salvatore, giustamente, con le sue parole che rappresentano un inno alla “meritocrazia” (e ciò la dice lunga, lunghissima sulla lungimiranza di chi ha gestito le sorti della Campania negli ultimi cinque anni), spiega che chiunque abbia voti e viene eletto ha il diritto di far parte del Consiglio Regionale o chiunque altro Ente elettivo, diretto o non diretto. Ed allora questa forma di decisionismo, ovvero di non tergiversare sul da farsi in vista delle elezioni regionali in Campania, rispetto al Pd che sta menando il can per l’aia in attesa di dire si o no alle primarie, sicuramente premierà lo schieramento di centro destra, visto che man mano che passano le settimane, l’elettorato può iniziare a farsi un’idea delle professionalità che sono pronte ad essere schierate in campo. Ultima, ma assolutissimamente non confermata indiscrezione e non proveniente da fonte ufficiale, come invece nel caso di “ER MUTANDA”, vedrebbe un corteggiamento da parte sempre del centro destra, che oramai ci ha abituati ad una politica “spettacolarizzata”, di un’altra discesa in campo, sempre decisa a Roma, ovvero quella di Luigi Origene Soffrano, altro nome che senza il suo appellativo artistico non dirà nulla agli elettori, ed invece si tratta del famosissimo “Jimmy il fenomeno” attore e protagonista in moltissimi film negli anni 70′ e 80′.

JIMMY IL FENOMENO
E’ QUESTO E’ …ER MUTANDA!!!

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

MIGNANO MONTELUNGO. “Viaggio nel Medioevo attraverso i cinque sensi” I sindaci di Mignano e Tora e Piccilli illustrano l’evento che inizia domani pomeriggio

Primo appuntamento a Tora e Piccilli a partire da domani alle ore 17,00. Poi la kermesse si sposta a Mignano Montelungo il 15 febbraio prossimo. Il tutto è stato finanziato dalla Regione Campania con 300mila euro…
Trecentomila mila euro per il progetto “Viaggio nel Medioevo attraverso i cinque sensi”, i Sindaci Antonio Verdone e Natascia Valentino (quest’ultima rappresentata dall’Assessore Sergio Di Marco), dei Comuni di Mignano Montelungo e Tora e Piccilli, nel corso di una conferenza stampa tenutasi poche ore fa, nella sala consiliare della cittadina decorata con Medaglia d’Oro al Valor Militare e Civile, hanno relazionato sul progetto che offrirà una serie di eventi tesi a riqualificare e valorizzare il Borgo “Ariella” il “Castello Ettore Fieramosca” e la “Torre Normanna”. L’evento, incluso nel finanziamento POR CAMPANIA FESR 2007- 2013- Obiettivo Operativo 1.9- sessione giugno 2014, offrirà una serie di percorsi dedicati ai cinque sensi della percezione ed avrà luogo tra i Comuni di Mignano Montelungo e Tora e Piccilli. Tra i partner della kermesse,  l’Organizzazione Produttori Giaccio frutta Soc. Coop. Agr. e la Società Agricola Tenuta San Biagio S.S..  La manifestazione, che estrinsecherà in quattro appuntamenti, si svolgerà nell’arco delle ore serali e mattutine, disponendo anche di un servizio di navetta nella giornata conclusiva per coloro che ne avranno bisogno. Il percorso medioevale – vista , tatto e udito presso la Torre Normanna di Tora e Piccilli si terrà domani 27 Gennaio alle ore 17.00, contestualmente alle ore 18.00 presso il Palazzo Falco ci sarà il percorso inerente i sensi di percezione gusto e olfatto, viceversa per il Comune di Mignano Montelungo l’appuntamento si terrà giorno 15 Febbraio alle ore 10.00 presso il castello Ettore Fieramosca ed alle ore 17.00 nel Borgo Ariella. “Il progetto è tra i beneficiari del finanziamento POR CAMPANIA FESR 2007 – 2013- Obiettivo Operativo 1.9 – della sessione giugno 2014 – gennaio 2015 – ha riferito il Sindaco Antonio Verdone nel corso della conferenza stampa – Le finalità del Progetto “Viaggio nel Medioevo attraverso i cinque sensi” sono la promozione e valorizzazione dell’identità storica dei comuni di Mignano Montelungo e Tora e Piccilli nonché la creazione di una rete turistica nazionale e internazionale. L’obiettivo del Comune è rafforzare l’attrattività di Mignano Montelungo e della Campania in generale sul mercato turistico nazionale e internazionale attraverso la valorizzazione dei siti culturali e delle peculiarità presenti sul territorio.Per questo si è creata un’offerta culturale volta a favorire la conoscenza, la valorizzazione e la fruizione di risorse inutilizzate o poco conosciute del nostro territorio.Due sono i siti di interesse culturale oggetto degli interventi: Mignano Montelungo con il castello Ettore Fieramosca e Tora e Piccilli con la Torre normanna, tra questi due poli abbiamo pensato a due interventi permanenti uno nel Borgo Ariella ove si terrà il percorso medioevale sull’alimentazione (percorso gusto e olfatto) l’altro a Tora e Piccilli con una parte dell’esposizione permanente di abiti nella Torre e con il percorso musicale (percorso vista, tatto e udito).” “Inoltre – prosegue Verdone – si è pensato anche ad pubblico con disabilità visiva in quanto il percorso tattile prevede sia la possibilità di toccare gli abiti e apprezzarne la manifattura sia la possibilità di conoscere la storia dei luoghi tramite il supporto cartaceo in scrittura Braille. Si tratta di percorsi tematici strutturati in rete che sfruttano la memoria storica dei luoghi coinvolti, la scelta di tali luoghi – Castello Ettore Fieramosca e Torre normanna di Tora e Piccilli – ha il vantaggio di circoscrivere itinerari turistici e culturali entro un territorio ben segnato, facilmente localizzabile, riconoscibile e raggiungibile; i siti d’interesse non sono solo accomunati da una storia comune e da un sostrato culturale ricchissimo cresciuto nel corso dei secoli, ma anche dalla vicinanza geografica che senz’altro ne facilita la fruibilità e la promozione turistica nei circuiti locali, nazionali ed esteri”. Il progetto ha consentito la realizzazione di un sito Web per tutti coloro che intendono conoscere le eccellenze architettoniche, culturali e tipiche dei due comuni, nonché il ripristino delle aree (pavimentazione ed illuminazione) dei centri storici inseriti nel progetto “ Viaggio nel Medioevo attraverso i cinque sensi”. I suddetti lavori dovranno terminare il 28 Febbraio 2015. L’Assessore Sergio Di Marco ha tenuto a precisare che la lodevole iniziativa è stata possibile grazie all’intervento dell’ex Sindaco Angelo De Simone. 
Anna Izzo

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

***SANT’ANGELO IN FORMIS AGGUATO SFIORATO IN PIENO CENTRO!!!*** I tifosi della Juvecaserta tendono la trappola a quelli dell’Acea Roma usciti allo svincolo autostradale

E’ stato provvidenziale il servizio di prevenzione della Questura che ha inviato sul posto i poliziotti in tenuta antisommossa. Appena sono arrivate le auto e i blindati c’è stato il fuggi fuggi in via della Libertà. Una trentina di ultras della Juvecaserta attendevano il pullman dei tifosi romani. Il sindaco Del Gaudio: “Non sono tifosi, questi sono solo teppisti e vanno isolati…”

Grazie alla lungimiranza di chi ha organizzato il servizio di ordine pubblico, ieri è stato sventato un vero e proprio agguato ai danni di un pullman di tifosi dell’Acea Roma, provenienti dalla Capitale e uscito a Sant’Angelo in Formis direzione Palamaggiò per assistere alla partita di basket con la Pasta Reggia. Infatti, intorno alle 18, in via della Libertà, agenti della Polizia di Stato, in tenuta antisommossa, hanno evitato un assalto di ultras, pianificato ai danni dei tifosi romani, pianificato nei dettagli. Cinque le persone trattenute in stato di fermo, ma le ricerche degli altri facinorosi si sono protratte anche diverse ore dopo. Il gruppo che ha provato a tendere l’agguato era composto da una trentina di persone, ed era in “paziente” attesa del pullman della tifoseria capitolina che, diretto a Castel Morrone, avrebbe probabilmente attraversato la frazione santangiolese. Una strategia d’agguato, questa, che gli ultras non sono riusciti a realizzare in quanto la questura di Caserta, prevedendo la possibilità di eventuali assalti, ha provveduto ad inviare alcune pattuglie nei punti maggiormente a rischio e, quindi, anche a Sant’Angelo in Formis. In un’area campestre non molto distante dalla stazione ferroviaria, i poliziotti hanno intercettato alcuni tifosi che, nonostante l’alt intimato, si sono dati a precipitosa fuga, approfittando dell’oscurità notturna e della scarsa visibilità. L’intervento della polizia è stato seguito da numerosi pedoni ed automobilisti, alcuni dei quali – incuriositi dal fuggi fuggi degli ultras inseguiti dai poliziotti- sono riusciti a fare anche dei video. Cinque tifosi, in possesso di mazze da baseball e pietre, sono stati fermati e condotti in questura per il riconoscimento. Il pullman, a bordo del quale viaggiava la tifoseria ospite, in attesa dell’esito del riscontro ricognitivo effettuato dalla polizia, ha potuto raggiungere il Palamaggiò solo a partita già iniziata. Fortunatamente, grazie al sopralluogo precauzionale degli agenti, coordinati dalla questura casertana, i tifosi delle due opposte compagini – lungo tutto il tragitto percorso dal pullman fino a Castel Morrone – non sono mai venuti in contatto. E anche durante il percorso di ritorno, problemi di particolare criticità non sono stati segnalati. Intanto il sindaco di Caserta, Pio Del Gaudio, appresa la notizia del tentato agguato, ha così commentato: “””Isoliamo quelli che non sono tifosi , ma semplici teppisti. Caserta ama il basket da sempre ed il basket non e’ violenza. Prendiamo le distanze da episodi di violenza che devastano l’immagine del nostro territorio. Sono certo che anche la società condivide in pieno questo pensiero.”””

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

ALIFE. Digestore anaerobico. Interviene il segretario cittadino del Partito Democratico: “E’ comprensibile l’allarme dei cittadini. Investirò il partito a tutti i livelli, provinciale e regionale!”

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Giuseppe Santagata, responsabile del Pd cittadino: “A giorni mi farò promotore di comunicare tale problema ai candidati alle primarie del centro sinistra per la presidenza della regione Campania auspicando un loro impegno su tale argomento…”
La questione della probabile costruzione del digestore anaerobico e di compostaggio sta allarmando tutti i cittadini alifani – interviene il segretario del Pd di Alife Giuseppe Santagata (nella foto)– Da cittadino posso dire che sono assolutamente contro a tale scempio e quanto prima aderirò alla raccolta firme che si sta svolgendo ad Alife, ma posso anche affermare che in qualità di segretario del partito democratico non mi sottraggo sicuramente alla questione, anzi già da subito avanzerò proposte agli esponenti provinciali e regionali politici affinché tale costruzione non venga fatta nella zona industriale alifana. Ancora, a giorni mi farò promotore di comunicare tale problema ai candidati alle primarie del centro sinistra per la presidenza della regione Campania auspicando un loro impegno su tale argomento. Una cosa che mi preme sottolineare è l’importante interessamento della cittadinanza verso tale problema al punto da costituire un comitato. Per tale motivo voglio ringraziare tutti i cittadini promotori dell’iniziativa. Ritengo che la funzione del comitato, e cioè quella di sensibilizzare le autorità locali verso tale argomento si sta compiendo egregiamente in quanto tutti gli amministratori hanno aderito o stanno aderendo al comitato e su tale argomento a giorni è previsto anche un consiglio comunale. Attendendo quello che sarà il deliberato del consiglio comunale penso che già da ora il comitato civico ed il sindaco possono ampliare il discorso su tutto il territorio del parco regionale del Matese e sensibilizzare ulteriormente la popolazione. In conclusione, visto l’argomento delicato invito tutti, nei ruoli che ci competono, a non abbassare la guardia e a rimanere sempre attivi.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ALIFE. Digestore anaerobico. Interviene il segretario cittadino del Partito Democratico: “E’ comprensibile l’allarme dei cittadini. Investirò il partito a tutti i livelli, provinciale e regionale!”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

“La fede è un dono, non si può studiare”, lo dice Papa Francesco oggi a Santa Marta

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Le donne sono capaci di trasmettere la fede con naturalezza e amore. Alle donne, perno della famiglia, si riferisce l’omelia di questa mattina del Santo Padre Agensir – “Sono le mamme, le nonne” che trasmettono la fede. Lo ha detto il Papa, nell’omelia della Messa celebrata oggi a Santa Marta. Commentando la seconda Lettera di …

The post “La fede è un dono, non si può studiare”, lo dice Papa Francesco oggi a Santa Marta appeared first on Clarus | Informazione dall'Alto Casertano e dal Matese.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: “La fede è un dono, non si può studiare”, lo dice Papa Francesco oggi a Santa Marta.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

CASTEL DI SASSO. Oggi i funerali del 25enne Roberto Mastroianni deceduto in un tragico incidente stradale sabato scorso. Le esequie si svolgeranno a Vitulazio

Il ragazzo era cresciuto però nel piccolo Comune del Monte Maggiore, ove tutti i suoi amici sono piombati in un immenso dolore. Oggi le esequie a cui parteciperà tutta la comunità di Sasso…
Si era trasferito solo da qualche anno a Vitulazio, dove vive con la madre, Roberto Mastroianni, il 25enne deceduto a seguito del tragico incidente occorsogli sabato notte nel centro della città del foro. Sin da piccolo, da quando era nato, aveva vissuto a Castel di Sasso, il piccolo centro del Monte Maggiore, dove ancora oggi abita il papà Tonino, Brigadiere capo dei Carabinieri in congedo dopo una lunga attività al servizio dello Stato. Roberto risiedeva nell’abitazione di famiglia in località Cerreta, al confine con il vicino comune di Liberi, qui è cresciuto e qui aveva le sua amicizie che ha continuato a coltivare anche dopo il suo trasferimento nella cittadina di Vitulazio, comunque non molto distante dal comprensorio del Monte Maggiore. Tra una visita e l’altra al padre, il ragazzo si intratteneva spesso con gli amici d’infanzia e con le persone che lo hanno accompagnato nel suo percorso di crescita, che lo hanno visto formarsi nelle scuole cittadine e nelle piazze del paese, tanto che la notizia della sua morte è piombata sabato mattina in tutta la sua drammaticità su un’attonita comunità sassese. Nel diffondersi rapidamente tra la gente, nei bar e nei negozi del posto, la tragedia ha colpito i cuori dei suoi amici di vecchia data, dei vicini di casa e dei concittadini tutti che si sono stretti intorno al padre, alla madre e alla famiglia tutta in una lunga processione iniziata sin dal mattino presso la dimora di via Case Sparse. Tutti a ricordare il ragazzo allegro e gioviale che era, sempre pronto a divertirsi con gli amici ma anche un lavoratore dedito al sacrificio, gestendo prima una cornetteria a Capua e, poi, dallo scorso anno, passando alle dipendenze della società Catone Logistica. Fidanzato con Jessica, una ragazza di Grazzanise, proprio la sera prima dell’incidente aveva postato una frase emblematica della sua voglia di vivere sul suo profilo facebook, scrivendo testualmente “Lunga vita al mio nemico, Che possa vedere a lungo i miei successi!”. Parole che a rileggerle oggi, dopo la sua tragica dipartita, suonano quasi come una beffa, come un brutto scherzo giocatogli dal destino troppo crudele. Oggi i funerali a Vitulazio, ove sarà presente una vasta rappresentanza dei suoi amici di sempre, i ragazzi di Castel di Sasso che anche su Facebook lo ricordano e lo piangono…
Enzo Perretta

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)