In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. Defunti non visitabili la domenica pomeriggio: l'avvocato Insero sollecita sindaco e delegato

Un'altra grave deficienza per cui si distingue in negativo il Comune caiatino viene stigmatizzata dall'avvocato Amedeo Insero, consigliere comunale ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Carabinieri, questione caserma: le beghe continuano ma i fatti scarseggiano!

Sulla vicenda della caserma Carabinieri, che vede il Comune caiatino soccombente anche in sede giudiziaria, salvo ulteriore spreco ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Via Attilio, 'miracolo': lavori conclusi in poche ore, evviva evviva, ma evviva chi?!

Grazie Amedeo, Grazie Mauro, Grazie Teleradionews: "Intelligenti pauca"! (Lettera Aperta - Archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Arte del Fare': a Franco Pepe prestigioso riconoscimento da luminari dell'imprenditoria

Nello splendido scenario del Belvedere di San Leucio, alla presenza di tanti magistrati e professori universitari che hanno ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Calcio locale. 'Cappotto casalingo' per il Cervino 'cucito su misura' dall'ASD

Eloquenti considerazioni parole della dirigenza al termine dell'incontro in cui sull'A.S.D. Cervino ha prevalso per  0-2 l'A.S.D. Caiazzo: Nonostante gli ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Attenzione alle insidie cittadine: travolto da problemi enormi, 'de minimis municipium non curat'?

Spettabile Redazione è la prima volta che mi permetto di scrivere pochi righi per segnalare un problema forse ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Almanacco 2018: presentazione arricchita da un ricordo del professor Pasquale Cervo

Presso la sala conferenze del palazzo Mazziotti, nel pomeriggio di venerdì 15 febbraio,  il comitato di redazione ha presentato al ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Rischia il tracollo il Comune per un debito non onorato di circa due miliardi di lire?

Rincara la dose il gruppo consiliare di minoranza sul mega decreto ingiuntivo notificato al Comune per un debito ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune, questione cimitero: 'Schiavone batte cassa', allarmati gli altri della minoranza

Sulla questione del decreto ingiuntivo notificato al legale rappresentante del Comune per il "pateracchio del cimitero",intervengono con toni forse ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Nuova, serissima grana per il Comune: decreto ingiuntivo 'milionario' per lavori non pagati al cimitero

Nuovo affondo  contro l'amministrazione Giaquinto, stavolta ad opera dell'avvocato Amedeo Insero, in seguito alla notifica di un "mega ...

Leggi tutto >>

CAIAZZO. Stamani a Milano sarà presentata nell’ambito dell’ Expo 2015 la “Carta di Milano”. Tra i protagonisti all’evento anche il pizzaiolo caiatino Franco Pepe.

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Verrà presentata la Carta di Milano, il documento nel quale saranno racchiuse tutte le “Le idee di Expo”, ossia le indicazioni programmatiche seguite nel corso dell’evento internazionale e che sarà la versione alimentare del protocollo di Kyoto… 
E’ questione di poco meno di tre mesi all’inizio di Milano Expo 2015 la kermesse che promette risvolti positivi a livello mondiale con la partecipazione di centinaia di paesi esteri. E questa mattina a Milano, verrà presentata la Carta di Milano, il documento nel quale saranno racchiuse tutte le “Le idee di Expo”, ossia le indicazioni programmatiche seguite nel corso dell’evento internazionale e che sarà la versione alimentare del protocollo di Kyoto, un impegno contro gli sprechi e per combattere la fame che sarà consegnato al segretario generale dell’Onu, Ban Ki-Moon il prossimo 16 Ottobre. Tra gli ospiti illustri che rappresentano l’Italia gastronomica ci sarà anche e soprattutto il pizzaiolo caiatino, Franco Pepe (nella foto), famoso per essere denominato l’artigiano della pizza con la sua “grande bottega” “Pepe in grani”. Alla presentazione della Carta di Milano prenderanno parte il ministro Martina, il Premier Matteo Renzi, il presidente di confindustria Squinzi, il presidente del Coni Malagò, il direttore della Fao Graziano da Silva, i commissari degli oltre 140 paesi che partecipano all’ Expo e saranno attivi 42 tavoli tematici, tra questi il numero 16 sulla “Ristorazione del Futuro” – modera Paolo Marchi – dove Franco Pepe illustrerà il suo progetto di artigiano dell’impasto con al centro la sua  pizza come punto di riferimento di un laboratorio umano e gastronomico.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: CAIAZZO. Stamani a Milano sarà presentata nell’ambito dell’ Expo 2015 la “Carta di Milano”. Tra i protagonisti all’evento anche il pizzaiolo caiatino Franco Pepe..

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Caiazzo. ‘OpeNight’ con ‘rimpatriata’di ex allievi al Liceo ‘Covelli’

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

♥TeleradioNews(c)Diritti riservati

Caiazzo-15x10-OpeNight-Liceo-1caiazzo-15x9--open+niglt-liceo-2Open Night al Liceo Scientifico “Nicola Covelli” di Caiazzo.

Giovedì 6 febbraio, infatti, l’istituto che ha sede in via Umberto Primo è stato aperto a tutti dalle ore 18 alle 24 per far conoscere a tutti gli interessati, ed in particolare ai potenziali discenti, che frequentano l’ultimo anno delle scuole medie, tutte le opportunità che offre ai giovani studenti.

Grazie all’associazione “Ex Allievi del Liceo di Caiazzo” l’iniziativa è coincisa con una “rimpatriata! di ex allievi, fra i quali, come si evince nella foto a destra, spiccavano gli amministratori locali Parizia Merola ed Antonio Ponsillo, che si è dichiarato onorato di tale appartenenza, il sindaco di Piana di Monte Verna, Giustino Castellano e, nella foto a sinistra, la docente Pierangela Rega e lo stesso sindaco di Caiazzo Tommaso Sgueglia.

Archiviato in: (News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

L’articolo Caiazzo. ‘OpeNight’ con ‘rimpatriata’di ex allievi al Liceo ‘Covelli’ sembra essere il primo su TeleradioNews♥ il tuo sito web.

Original article: Caiazzo. ‘OpeNight’ con ‘rimpatriata’di ex allievi al Liceo ‘Covelli’.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: Caiazzo. ‘OpeNight’ con ‘rimpatriata’di ex allievi al Liceo ‘Covelli’.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Caiazzo. ‘OpeNight’ con ‘rimpatriata’ di ex allievi al Liceo ‘Covelli’

Caiazzo-15x10-OpeNight-Liceo-1caiazzo-15x9--open+niglt-liceo-2Open Night al Liceo Scientifico

FONTEGRECA. Dall’agro aversano a rubare veicli nell’Alto Casertano. Arrestati Francesco Tarantino e Santo Perfetto lungo la provinciale che da Ailano conduce a Napoli

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Ad agire i Carabinieri della Compagnia di Piedimonte Matese che hanno intercettato i due fuggiaschi a bordo di due auto, quella rubata e l’altra in uso ad uno dei ladri…
In Fontegreca (CE) i Carabinieri dell’aliquota operativa della Compagnia di Piedimonte Matese, coadiuvati da quelli delle Stazioni di Prata Sannita, Ailano e Capriati a Volturno, hanno proceduto all’arresto di Perfetto Santo cl. 1971 di Aversa e Tarantino Francesco cl. 1965 di Santa Maria Capua Vetere, per il reato di furto. Nella circostanza nel pomeriggio odierno, una donna del luogo subiva il furto della propria autovettura, subito segnalato al 112. Il citato veicolo, veniva intercettato sulla sp 330 in direzione Napoli, dai militari dell’arma. Alla guida vi era il Perfetto, seguito dal complice Tarantino a bordo di altra autovettura, di proprietà. I due alla vista delle pattuglie cercavano di darsi alla fuga, venendo però subito bloccati al termine di un breve inseguimento. L’autovettura asportata è stata restituita alla legittima proprietaria. Quindi, il Tarantino è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, mentre il Perfetto, trattenuto nelle camere di sicurezza, sarà giudicato con la formula del rito direttissimo.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: FONTEGRECA. Dall’agro aversano a rubare veicli nell’Alto Casertano. Arrestati Francesco Tarantino e Santo Perfetto lungo la provinciale che da Ailano conduce a Napoli.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Caiazzo. Scuola fredda e genitori-pulitori: ‘mezza smentita’ della neo maggioranza

Tempestive quanto circostanziate le precisazioni del nuovo gruppo di maggioranza,

ALVIGNANO. Crisi? Poche monete nel portafogli? Tavole spoglie? Non qui nel piccolo centro casertano, dove domenica prossima un’allegra brigata si è data appuntamento per mangiare un maiale intero! VII Edizione de “La Maialata”

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Un’iniziativa che vede in prima linea, per quanto riguarda l’organizzazione Gianluigi Barbiero, Sergio Civitella, Massimiliano De Matteo, Antonio Di Leone, Stefano Giannetti, Nicola Morelli, Alberico Pacelli, Alfonso Valentino e Giovanni Zullo. Pronti ad ingerire dai 4.500 alle 5.200 calorie…
Domenica ad Alvignano, presso un locale ubicato in via Genovesi, si svolgerà la VII edizione de “La Maialata”, per non dimenticare non solo gli antichi sapori ma anche le tradizioni alimentari, patrimonio culturale delle popolazioni dei piccoli centri dell’Alto Casertano. Sicuramente si ripeterà il successo del convivio gastrico della edizione dello scorso anno, con circa trecento partecipanti. La manifestazione per evidenziare quei cibi, un tempo a disposizione delle famiglie dei piccoli centri, che, con il suino, ritenevano di avere la “casa piena”. Atteso che le sue varie parti erano a sostentamento familiare per tutto l’arco dell’anno. Per l’evento il maiale sarà spezzettato e servito per consentire ai commensali di conoscerne anche le qualità organolettiche e nutritive. Un’iniziativa che vede in prima linea, per quanto riguarda l’organizzazione Gianluigi Barbiero, Sergio Civitella, Massimiliano De Matteo, Antonio Di Leone, Stefano Giannetti, Nicola Morelli, Alberico Pacelli, Alfonso Valentino e Giovanni Zullo, “nell’intento di far comprendere – ha dichiarato Civitella – quanto importante è stato nella culinaria delle nostre zone l’allevamento di quell’animale”. I verri da sacrificare sono stati scelti tra quelli rigorosamente cresciuti in ambiente familiare, nutriti con cibi accuratamente genuini. Durante l’agape fraterna, ai commensali saranno illustrate le origini storiche del maiale nel contesto familiare. In particolare riferite alla cultura della conservazione delle varie parti del suino. 
Questo, pertanto il “Menu”, tutto rigorosamente di “Porco”: 
• Antipasto: Soffritto e Pettera (punta di petto) con peperoni e patate; 
• Primo Piatto: Pasta casareccia al ragù di maiale (nella salsa involtini di cotica e costatina, che saranno disponibili come assaggio); 
• Secondo Piatto: Salsiccia con patate al forno; 
• Terzo Piatto: Costatella arrostita ed insalata; 
• Quarto Piatto: Trancia porchettata ripiena con pancetta e noce di prosciutto; 
• Dolce. E ancora assaggi vari: lingua, piedi, orecchie, coda, compreso il ciambellone (detto ad Alvignano tortano) con le cicciole (che nel centro cubulterino chiamano cigole). Che non è altro che un composto di sugna spremuta cotta al forno insieme alla pasta di pane. Alimento che va ad aggiungersi agli altri particolarmente…leggeri previsti nel menu. 
Il tutto innaffiato da vino locale proveniente dalle rinomate zone di Alvignano. Per il calcolo delle calorie, tra le 4500 e le 5200, “ci si riserva una dieta rigida dal giorno successivo – ha dichiarato l’avvocato Massimiliano De Matteo, uno degli organizzatori -. Al conteggio calorico – ha aggiunto – replico con un vecchio proverbio alvignanese: una volta l’anno pure Cristo lo comanna!.Durante la “Maialata” saranno messi in vendita anche i biglietti per il sorteggio di una Vespa PX 150 nera, che sarà sorteggiata con le estrazioni del lotto del 13 giungo 2015 e consegnata il giorno successivo in occasione del Vespagiro 2015.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: ALVIGNANO. Crisi? Poche monete nel portafogli? Tavole spoglie? Non qui nel piccolo centro casertano, dove domenica prossima un’allegra brigata si è data appuntamento per mangiare un maiale intero! VII Edizione de “La Maialata”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

VERSO LE REGIONALI/ Il commissario provinciale di Forza Italia Carlo Sarro: “Stiamo ricompattando l’intero centrodestra anche nella nostra Provincia. Alla fine presenteremo un ottimo progetto politico”

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Il Parlamentare di Piedimonte Matese, spiega ciò che sta avvenendo nel partito anche in Provincia di Caserta. E lo fa ai microfoni del Tg3 Campania: “Affronteremo e risolveremo i problemi che ci sono sul tappeto…”
“Si delinea una ricomposizione del centrodestra, del blocco dei moderati e dei riformisti veri per rilanciare e portare a compimento quel positivo percorso di cambiamento avviato con l’esperienza di Forza Italia con Caldoro in Campania”. Così, ai microfoni del TgR Campania della Rai, il parlamentare Carlo Sarro, Commissario di Forza Italia della Provincia di Caserta, rispondendo ad una domanda sul contesto politico che va delineandosi in vista delle prossime elezioni regionali. “Del resto – aggiunge il deputato Sarro – sarebbe davvero insensato buttare al vento l’importante patrimonio di esperienze positive maturate in questi anni dedicati a risanare le ferite profonde che il centrosinistra ha inferto alla Campania”. “Credo che al di là di certe frizioni – conclude Sarro – alla fine prevarrà il buon senso, l’interesse dei cittadini, il primato di un progetto politico che ha dimostrato di saper interpretare, affrontare e risolvere i tanti problemi sul tappeto”. “Rilanciamo la nostra proposta, il nostro progetto politico nel quadro delle riforme in atto, rilanciamo il dialogo con gli elettori”. Così Sarro ai microfoni Rai parlando del clima politico in Provincia di Caserta, per il quale “è necessario raccogliere con il massimo impegno un sfida che a Caserta, realtà che vede la nostra classe dirigente particolarmente radicata sul territorio, può e deve vederci protagonisti attivi”. “Il tema è naturalmente quello delle riforme, delle Province e delle Regioni, realtà legislative e amministrative che stanno subendo grandi cambiamenti. Parliamo di trasformazioni sostanziali che non potranno che trovarci attenti e pronti”.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: VERSO LE REGIONALI/ Il commissario provinciale di Forza Italia Carlo Sarro: “Stiamo ricompattando l’intero centrodestra anche nella nostra Provincia. Alla fine presenteremo un ottimo progetto politico”.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Caiazzo. Scuola primaria senza calore, genitori invitati a tacere e… scopare!?!

Alcuni sedicenti esponenti di un comitato civico

MERCATI DELLA TERRA : per valorizzare e rilanciare il nostro Territorio

MERCATI DELLA TERRA
“La valorizzazione del Nostro Territorio attraverso il
rilancio dell’Agricoltura come eccellenza locale ”
La valorizzazione del nostro Territorio passa attraverso il rilancio e la valorizzazione delle produzioni agricole locali che già creano economia, lavoro e offerta di prodotti di altissima qualità a costi addirittura inferiori a quelli applicati nei classici centri di vendita.
Come da delibera di Giunta di recente adottata su impulso della vulcanica assessore all’agricoltura Rosetta De Rosa (in foto) e pienamente condivisa dall’intero Gruppo Consiliare di Maggioranza “Caiazzo Bene Comune”, così si motiva la scelta:

“… a causa della crisi economica e dell’aumento del costo della vita si sono modificate le abitudini dei consumatori che, sempre in maggior numero, si rivolgono alle offerte della cosiddetta filiera corta acquistando dai produttori agricoli senza nessuna intermediazione;
che in un momento come quello attuale,  proporre occasioni di incontro diretto con il mondo agricolo significa promuovere la cultura e l’identità del territorio e nello stesso tempo dare  impulso positivo  all’economia locale e alla vita sociale dell’intera comunità;
che, pertanto, nell’interesse della comunità locale, è intento di questa Amministrazione dare impulso alla istituzione del Mercato della Terra, secondo i principi introdotti da Slow Food;
considerato che i Mercati della Terra sono caratterizzati dalla presenza di produttori che vendono solo i propri prodotti, assumendo direttamente la responsabilità del proprio lavoro;
che i predetti mercati non sono solo luogo di spesa ma anche occasione di incontro e di educazione al gusto;
che i prodotti dei mercati della terra tengono conto delle stagioni, sono ottenuti da processi tradizionali, con attenzione all’ambiente e rispetto per il lavoro di chi produce;
considerato che, come previsto dal vademecum di Slow food, il primo atto per dar vita al Mercato della Terra è la predisposizione di un protocollo di intesa con la condotta locale si slow food;
D E L I B E R A
Di approvare la succitata premessa narrativa, la quale espressamente richiamata, quivi intendesi integralmente riportata;
di dare atto che è intenzione di questa Amministrazione procedere alla istituzione di un Mercato della Terra;
di approvare lo schema di protocollo di intesa con la condotta locale di Slow food, quale primo atto per la procedura di istituzione del suddetto mercato;
di rendere, con separata e unanime votazione, il presente provvedimento immediatamente eseguibile ai sensi dell’art. 134, comma 4, del D. Lgs. 267/2000.”
L’obiettivo finale del percorso appena intrapreso è dunque quello di ospitare in alcuni dei giorni di fine settimana i cd. “Mercati della Terra”, creati secondo linee guida e la  la filosofia “Slow Food”,  dove i produttori locali potranno presentare prodotti di qualità come: frutta e verdura fresca, conserve, carni, prodotti caseari, uova, miele, dolci, pane, olio, vino ed in generale ogni prodotto che appartiene alla cultura alimentare locale, direttamente ai consumatori, garantendo la provenienza a ”chilometro zero” e dunque nel nostro caso l’alta qualità e prezzi vantaggiosi. 

Tutto biologico, tutto sostenibile, tutto buono: << I Mercati della Terra sono difatti riservati solo a produttori selezionati. In particolare i piccoli agricoltori e i produttori artigianali, quelli che fanno più fatica a confrontarsi con il circuito della grande distribuzione, ma la cui dimensione aziendale permette spesso di presentare prodotti di qualità. Sono ammessi solo produttori locali. I prodotti venduti nei Mercati della Terra rispondono a criteri qualitativi precisi, che riflettono i principi Slow Food del buono, del pulito e del giusto. Buoni: freschi e di stagione, salutari, di un gusto che stimola e soddisfa i sensi. Puliti: prodotti localmente, con coltivazioni e processi di produzione sostenibili per l’ambiente e rifiuto degli organismi transgenici (OGM). Giusti: prezzi accessibili per i consumatori e giusto compenso e condizioni di lavoro per i produttori >> ( fonte – http://www.mercatidellaterra.it)
Così, attraverso la tutela e la diffusione della cultura agricola della nostra Comunità locale e della fondamentale biodiversità, tenteremo di contribuire al rilancio dell’economia della nostra Cittadina, già riferimento dell’importantissimo circuito delle “Città Slow” dove da anni sono sorti ed hanno proliferato progetti dell’eccellenza agro alimentare ed eno-gastronomica.
Doveroso ringraziare, tra i tantissimi, gli amici di “Slow Food” Caiazzo, l’esperto di settore dott. Vincenzo Coppola, la “Pro Loco di Caiazzo”, gli agricoltori e gli imprenditori del settore che in tali realtà hanno sempre creduto e continuano credere e che oggi rappresentano la vera prospettiva di lavoro e di rilancio della nostra economia.



L’Assessore all’Agricoltura Rosetta De Rosa

(Comunicato Stampa – Archiviato in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SAN POTITO SANNITICO. Anche il Parco Regionale del Matese mette a disposizione la sede per ospitare la Polizia Provinciale. Dopo Alife, ci prova il presidente Umberto De Nicola

© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

E’ iniziata la corsa all’Ente. Chi più ne acchiappa, più sale in termini di visibilità e prestigio. Ma appena passa il periodo elettorale delle regionali e delle provinciali ne vedremo delle belle…
Il Parco Regionale del Matese si è fatto portavoce della decisione condivisa dall’Assemblea della Comunità dello stesso Ente di proporre la sede di Piazza della Vittoria 31, a San Potito Sannitico come possibile sede del presidio della Polizia Provinciale a titolo completamente gratuito. Proposta motivata dal fatto che presso lo steso Ente già da tempo è attivo un servizio di GAV (Guardie Ambientali Volontarie) che hanno il compito di informare sulle norme di comportamento e fruibilità nell’area Parco oltre che vigilare sul territorio in modo da accertare anche eventuali violazioni in quanto agenti volontari ai sensi della L.R. 10/2005. E’ anche risaputo che il territorio ricadente nell’area Parco è molto vasto e nonostante il grande impegno dei volontari delle GAV il loro lavoro si ritrova ad essere non sufficiente ad assicurare un adeguato controllo sul territorio dei 15 comuni del casertano che rientrano nell’area Parco. Quello della Polizia Provinciale nella sede del Parco Regionale del Matese potrebbe essere un presidio che, tra le altre cose, andrebbe a supportare l’operato delle GAV. Si potrebbe così instaurare una più stretta e diretta collaborazione tra Polizia Provinciale, GAV ed Ente Parco volta a monitorare meglio sulle violazioni in materia ambientale e in modo da intraprendere un percorso comune che miri alla prevenzione.

(News elaborata – archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
© www.teleradionews.org © Tutti i diritti riservati © info@teleradionews.org

Original article: SAN POTITO SANNITICO. Anche il Parco Regionale del Matese mette a disposizione la sede per ospitare la Polizia Provinciale. Dopo Alife, ci prova il presidente Umberto De Nicola.

(News archiviata in @TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)