In evidenza su #TR-News ☏0823862832 ✉info@tr-news.it

Caiazzo. Piano urbanistico in dirittura d'arrivo: sorpresa agostana anche per la cosiddetta opposizione?

Sembra davvero che, dopo tre anni, stia per “tagliare il traguardo" il Piano Urbanistico Comunale. Era il 2016, infatti, quando l’allora primo ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Centro storico trasformato in set per 'Un Giorno al Sole', nota 'fiction' di RaiTre

Marina Tagliaferri e Corrado Tedeschi a Caiazzo per girare alcune scene della fiction RAI "Un posto al sole". Nella mattinata ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Corpus Domini: torna l'infiorata' domenica 23; preparativi al centro 'Madre Claudia'

Con l'impegno e la volontà di tutti, si rinnova la tradizione  del Corpus Domini... cominciando dal quartiere Portanzia (nelle foto). Nel ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'Un posto al sole': centro storico trasformato in 'set' per girare alcune scene della 'fiction' RAI

Nella mattinata di martedì 18 giugno piazza ex Verdi e le contigue zone del centro storico  caiatino saranno mobilitate dalla troupe ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. 'DEA' primario per l'ospedale matesino: giovedì al Comune meeting del comitato 'Art.32'

Approderà nel capoluogo caiatino giovedì 20 giugno la mobilitazione promossa dal comitato "Art.32" che si prefigge di assicurare ...

Leggi tutto >>

Da Caiazzo a Caserta sindaco mobilitato per promuovere libro di Nicola Sorbo sull'eccidio nazista

"Tra memoria e oblio, la strage di Caiazzo" è il titolo del libro che martedì 25 giugno, alle ore 18, ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Guerra fra supermercati: estate rovente e autunno dirompente per politici e funzionari comunali?

Caiazzo. Guerra fra supermercati: estate rovente e autunno dirompente per politici e funzionari comunali?

É ormai iniziato il conto alla rovescia per il primo step di quello prospettato come periodo particolarmente rovente ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Comune: deficit prodromico al dissesto e spese 'voluttuarie' a 'go-go'? Allarme di Insero

Duro affondo del consigliere di minoranza Amedeo Insero che, dopo il riconoscimento di un deficit "stratosferico" da parte ...

Leggi tutto >>

Caiazzo. Terremoto giudiziario sulle Opere Pie Riunite: sospeso per tre mesi il sindaco Giaquinto

Attacco a testa bassa del gruppo consiliare di minoranzanei confronti del sindaco e degli amministratori delle Opere Pie, ...

Leggi tutto >>

CASERTA E I SUOI “RAMI” ABBANDONATI

CASERTA – Tante volte si è parlato di distrazione da parte degli operai incaricati di svolgere un lavoro. Questa. volta è toccata anche alla nostra città incombere in un’episodio del genere.

Questa volta ad essere letteralmente “abbandonati” sono montagne di rami appena potati. Tante ovviamente le lamentele da parte dei cittadini che hanno notato questa “dimenticanza”.

Una zona in particolare nella quale i rami dimenticati vanno a costituire un vero e proprio disagio, in quanto sono andati ad occupare addirittura una panchina,  è quella del Rione Cappiello.

L’articolo CASERTA E I SUOI “RAMI” ABBANDONATI proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

TEVEROLA: TRE CONDANNE PER L’OPERAIO MORTO

TEVEROLA – Una giustizia perfettamente equilibrata, tre le condanne e tre le assoluzioni emerse durante la lettura della sentenza al termine del processo per la morte di un’operaio avvenuta ben dieci anni fa.

Era infatti il 25 settembre del 2009 quando Gianluca Bonfini rimase letteralmente schiacciato da un pannello mentre prestava la sua attività lavorativa per la costruzione di un’opificio.

Ad emanare la sentenza il dott. Giovanni Mercone, giudice monocratico del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nella quale risultano condannati per omicidio colposo: Marco Zecca (due anni, responsabile del montaggio del capannone), Carmine Canciello (due anni, committente dei lavori) e Dino Di Pietro (un’anno e otto mesi). Tutti e tre, sempre da quanto emerge dalla sentenza dovranno risarcire i danni in favore della parte civile.

Escono “vincitori” e quindi assolti Michele Canciello, Francesco Martelli insieme all’ing. Pietro D’Orazio.

L’articolo TEVEROLA: TRE CONDANNE PER L’OPERAIO MORTO proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

NASCE “SEI SUD”, IL LABORATORIO POLITICO PROMOSSO DA NICOLA CAPUTO

“Nasce il laboratorio politico, ‘SeiSud’ per mettere insieme esperienze, passione e le tante ragioni delle Sei Regioni del Mezzogiorno, le ragioni del nostro Sud, con i suoi problemi, la sua complessità, le sue eccellenze e le sue risorse”.Lo ha annunciato Nicola Caputo che ha spiegato in un post le finalità del laboratorio politico intorno al quale confluiranno, cittadini, soggetti politici e associazioni provenienti da tutto il Mezzogiorno. Il 5 luglio il lancio ufficiale.

SeiSud – spiega Nicola Caputo – nasce per recepire, elaborare e trasferire alle Istituzioni le istanze e le sollecitazioni provenienti dai territori.  È un “laboratorio politico per il Sud” destinato ad elaborare un nuovo linguaggio della politica, lontano dagli schemi del passato”.

L’organismo associativo sarà composto da sei Dipartimenti tematici la cui direzione verrà affidata a persone competenti e determinate: 1) Identità e Cultura , 2) Giovani Istruzione Lavoro, 3) Ambiente e Società , 4) Salute e Qualità della vita, 5) Sviluppo e competitività, 6) Europa e Governo del territorio. Ogni dipartimento sarà declinato per aree tematiche. Ci saranno Lab comunali, Lab Provinciali e Lab Regionali organizzati con modalità innovative e trasparenti.

SeiSud – spiega ancora Caputo – si propone, dunque, di divenire luogo di confronto, di analisi e di proposta per valorizzare la passione politica che ognuno di noi, ogni giorno, dedica al proprio territorio.  Ringrazio per la fattiva è determinante collaborazione il GruppoDei100 spontaneamente costituitisi in Comitato Promotore SeiSud all’indomani del 26 Maggio”.

“La Costituzione della Associazione Sei Sud sarà formalizzata Venerdi 5 Luglio 2019.Le adesioni sono aperte e libere. Non c’è incompatibilità con l’iscrizione a Partiti Politici – avverte Nicola Caputo – io stesso sono iscritto al PD. A breve sul sito www.seisud.eu saranno pubblicate tutte le info utili ed i primi appuntamenti. È il tempo delle scelte. E noi scegliamo il Sud!”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Per info scrivi ad adesioni@seisud.eu o contatta via msg il 335.5243018

L’articolo NASCE “SEI SUD”, IL LABORATORIO POLITICO PROMOSSO DA NICOLA CAPUTO proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Lotta alla contraffazione, Sottosegretario Tofalo, presentato Piano Strategico Nazionale.

Il Sottosegretario alla Difesa Angelo TOFALO ha partecipato a Roma, mercoledì mattina 19 giugno 2019, alla riunione plenaria del Consiglio Nazionale Anticontraffazione, di cui è componente effettivo per la Difesa, presieduta dal Vice Ministro dello Sviluppo Economico, On. Dario GALLI. Tra i principali punti in agenda la discussione e approvazione del Piano Strategico Nazionale 2019-2020 dove sono inserite anche le proposte avanzate dalla Difesa che prevedono l’attivazione di un servizio di monitoraggio, analisi e enforcement sistematico dei fenomeni di contraffazione dei marchi delle Forze armate e dell’Ordine e l’attivazione di un servizio che trasformi i prodotti “Made in Italy” in algoritmi che, attraverso l’applicazione della “tecnologia blockchain”, possono garantire maggiore tracciabilità e verificabilità.

Sempre più prodotti, infatti, sono nel mirino dei contraffattori e ciò rappresenta una minaccia per lo Stato, le imprese e i consumatori. A seguire, il Sottosegretario Tofalo ha siglato l’addendum con il quale la Difesa aderisce al “Protocollo di intesa per la realizzazione di iniziative di formazione contro la contraffazione e l’Italian Sounding rivolte ai giovani”. Questo documento, stipulato a giugno del 2018, è finalizzato all’attuazione di iniziative di formazione e informazione che coinvolgano gli studenti, in particolare quelli delle scuole secondarie di secondo grado, al fine di favorire la diffusione dei valori di legalità, di agire sui fenomeni contraffattivi e di sensibilizzare sui rischi della contraffazione.

“Principi e obiettivi pienamente condivisi dalla Difesa grazie anche alla delega in materia di diffusione della cultura della Difesa e della Sicurezza che mi è stata assegnata dal Ministro Elisabetta Trenta”, ha evidenziato Tofalo, “Sono certo che possiamo avere un ruolo importante nel contrasto alla contraffazione. In questa ottica inizieremo una campagna informativa all’interno della P.A. della Difesa e nelle scuole per illustrare ai ragazzi come poter contribuire al contrasto del fenomeno e attivare una serie di meccanismi di notifica interni per la segnalazione di azioni illegali”.

Il Sottosegretario Tofalo aggiunge “Stiamo portando avanti un gran numero di iniziative nuove ed efficaci che sono utili al Sistema Paese e ai cittadini. Un interesse condiviso da tutto il Consiglio Nazionale Anticontraffazione (CNAC)” che rappresenta l’organismo interministeriale con funzioni di indirizzo, impulso e coordinamento strategico delle iniziative intraprese da ogni amministrazione in materia di lotta alla contraffazione, al fine di migliorare l’insieme dell’azione di contrasto a livello nazionale.

L’articolo Lotta alla contraffazione, Sottosegretario Tofalo, presentato Piano Strategico Nazionale. proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Caserta. Rivoluzionata San Clemente, nuove strutture sportive

Quest’oggi, 19 giungo, alle ore 13:20, l’Amministrazione Comunale di Caserta, ha incaricato il settore l’Ufficio Verde Pubblico e Decoro Urbano della progettazione di uno studio di “Fattibilità Tecnico ed Economico”. La finalità degli interventi in progetto, prevede la realizzazione di strutture sportive e per il tempo libero all’interno del parco pubblico di via Galatina in località S. Clemente. Riguarda in sostanza la realizzazione di una PISTA ad anello per il PATTINAGGIO in linea e di un CAMPO POLIVALENTE (Calcetto/ Pallamano giovanile, Basket, Volley), oltre all’adeguamento funzionale dei servizi esistenti e il ripristino dell’area giochi bambini con l’inserimento di giochi inclusive.

Inoltre, l’Amministrazione si propone di offrire alla comunità uno spazio pubblico di aggregazione contribuendo al benessere sociale, con il vantaggio di massimizzare la varietà dell’utenza. Così le attività sportive (gare di pattinaggio a livello interregionale) e ricreative che si andranno a praticare nel realizzando impianto, fungeranno da supporto, contribuendo ad accrescere il livello quantitativo e qualitativo dei servizi e dei luoghi di incontro da offrire alla comunità casertana di San Clemente.

Tenuto conto dei benefici che quest’opera potrà apportare alla cittadinanza, gli assessori oggi presenti: Emiliano Casale, Federico Pica, Alessandro Pontillo, Maria Giovanna Sparago e il Sindaco Carlo Marino, non hanno esitato ad approvare la narrativa dello Studio di fattibilità Tecnico ed Economico dei lavori di “Riqualificazione area a verde attrezzata ex Campo Sportico fraz. San clemente in Caserta”. Per compiere quest’opera sarà necessaria una cifra pari a euro 515.327,49.

L’articolo Caserta. Rivoluzionata San Clemente, nuove strutture sportive proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Cantiere Igiene Urbana di San Felice a Cancello, ottima affluenza all’assemblea della FIADEL Ambiente

“Buona la partecipazione all’assemblea sindacale che si è tenuta mercoledì, 19 giugno 2019”. È quanto ha affermato in un comunicato stampa il Sindacato FIADEL Ambiente. “Nonostante le notizie giunte dalla Casa Comunale, valutiamo poco rassicuranti le affermazioni fatte dal Sindaco in merito all’intera vicenda che gira intorno al cantiere di igiene urbana di San felice a Cancello.

Abbiamo appreso dalla Delibera di Giunta nr. 2, pubblicata sull’ Albo Pretorio del Comune di San Felice a Cancello, la richiesta di anticipazione alla Tesoreria per un importo complessivo di 700.000 euro. Ma, purtroppo, questo gesto non è bastato a sospendere la vertenza e di conseguenza l’assemblea indetta per oggi (mercoledì, ndr.), riteniamo che le garanzie legate alle retribuzioni dei lavoratori siamo scarse anche perché nessuna delle parti in causa ha assunto un impegno ben preciso in tal senso. Appunto per questo avevamo presentato una richiesta di incontro al Sindaco” – prosegue la nota sindacale – “che però, invece di confrontarsi con i rappresentanti della O.S. FIADEL ha preferito affidare la sua risposta ai social ed ai quotidiani di informazione.

La riunione si è tenuta comunque anche perché i problemi sostenuti dagli operatori ecologici non sono solo quelli relativi al pagamento delle retribuzioni che, presumibilmente, arriveranno sui loro conti corrente non prima di una decina di giorni, “se tutto va bene”, ma sono legati anche all’aumento dei carichi di lavoro generati da una cronica carenza di personale, dovute principalmente a personale che ha raggiunto i limiti di età e quindi collocato in pensione. I lavoratori lamentano anche una serie di problematiche attinenti sia alla normativa vigente in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro che alle numerose incongruenze riscontrate nei cedolini paga di ognuno di loro.

Sono ormai diversi mesi” – conclude la FIADEL – “che segnaliamo alla Regione Campania e al Consorzio Unico di Bacino la possibilità di assorbimento dei dipendenti ex CUB sul medesimo cantiere, segnalazioni che però sono rimaste senza alcun valido riscontro. Adesso siamo in attesa della riunione di venerdì 21 giugno 2019 che si terrà presso la Prefettura di Caserta. Sabato prossimo si replica, annunciata una seconda assemblea sindacale”.

L’articolo Cantiere Igiene Urbana di San Felice a Cancello, ottima affluenza all’assemblea della FIADEL Ambiente proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SAN PRISCO. SEQUESTRATA OFFICINA MECCANICA ABUSIVA DAI CARABINIERI FORESTALE

SAN PRISCO – I Militari appartenenti alla Stazione Carabinieri Forestale di Caserta, congiuntamente a personale specializzato dell’ARPAC del Dipartimento Provinciale di Caserta, hanno effettuato accertamenti presso un’officina meccanica, ubicata in agro del comune di San Prisco, al fine di verificare il rispetto della normativa ambientale, la regolare iscrizione nel registro speciale delle imprese artigiane, nonché sul corretto smaltimento dei rifiuti speciali ivi prodotti e sul possesso degli atti autorizzativi necessari allo svolgimento dell’attività di cui sopra. Nel corso della verifica è stato accertato che l’attività di autofficina veniva svolta all’interno di un fabbricato con annesse tettoie in lamiera zincata di circa 70mq, con pavimentazione in cemento. L’attività di autofficina e riparazione automezzi era in corso di svolgimento al momento del sopralluogo.

Sulla parte retrostante del fabbricato è presente un piazzale esterno che veniva utilizzato dalla stessa autofficina per deposito ricambi e rifiuti. Sul pavimento di detto piazzale sono risultati stoccati rifiuti speciali sia pericolosi che non pericolosi sparsi alla rinfusa, quali oli esausti, filtri dell’olio e dell’aria, componenti ferrosi da manutenzione autoveicoli, imballaggi pericolosi e non, apparecchiature fuori uso ed altro.

Il titolare dell’attività, Sig. G.V. da San Prisco (CE) dell’età di anni 62, non è stato in grado di produrre alcuna documentazione giustificante il rispetto delle normative ambientali e dell’avvenuto corretto smaltimento dei rifiuti speciali pericolosi quali: oli minerali esausti, batterie, filtri, etc., per cui i predetti militari hanno proceduto al sequestro giudiziario dell’intera officina meccanica ed hanno deferito in stato di libertà il titolare della stessa per gestione illecita di rifiuti che per illegale smaltimento di rifiuti liquidi/acque reflue di origine industriali. Sono stati sottoposti a sequestro anche tutte le attrezzature ivi presenti quali: ponte elevatore, banchi di lavoro, macchinario per sabbiatura, carrelli mobili per smontaggio, aspiratore di oli, un compressore di aria ed altro.

L’articolo SAN PRISCO. SEQUESTRATA OFFICINA MECCANICA ABUSIVA DAI CARABINIERI FORESTALE proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Giustizia fatta dal Comune di Aversa in via Cassino

AVERSA – Il comune di Aversa ha disposto l’acquisizione, nel proprio patrimonio, di opere edilizie realizzate abusivamente in via Cassino. Raffaele Serpico, dirigente, ha firmato diverse ordinanze. Occorre precisare che le ordinanze relative alla demolizione risalgono all’estate del 2018 ingiungendo ai 5 proprietari, tutti dell’aversano, di demolire a proprie spese le strutture abusive.

In un sopralluogo, i vigili hanno contestato la mancata esecuzione dei provvedimenti. Di conseguenza, il Comune di Aversa ha dichiarato l’acquisizione gratuita delle opere al proprio patrimonio ordinando lo sgombero delle persone entro 30 giorni dalla notifica del provvedimento. La sanzione amministrativa, per i 5 proprietari, ammonta a diverse migliaia di euro. Nei giorni precedenti, a seguito di un atto di sua amministrazione, il commissario straordinario ha approvato il Regolamento per la determinazione delle sanzioni pecuniarie da attribuire ai trasgressori.

L’articolo Giustizia fatta dal Comune di Aversa in via Cassino proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Solo 20 anni al boss Domenico Belforte per l’omicidio Piccolo

Solo 20 anni al boss Domenico Belforte per l'omicidio Piccolo - di Alessandro Fedele

Ammesse le attenuanti per l’omicidio Piccolo avvenuto nel 1996. Il capo clan venne sparato all’esterno di un ristorante dove fu attirato per inganno con la scusa di discutere di un appalto. I fatti, tutti architettati dagli uomini del clan Mazzacane (composto dalla famiglia Belforte in scontro col clan Piccolo sui territori di Marcianise, Capodrise e San Marco Evangelista), una volta ricostruiti dagli inquirenti, condussero agli arresti Domenico Belforte e Felice Napolitano, identificati come i responsabili del delitto.

L’ulteriore sentenza della Corte d’Assise ha però recentemente stabilito che l’omicida del ’96, Domenico Belforte, dovrà scontare solo venti anni di carcere, considerando le attenuanti nel crimine. Per Napolitano la stessa sentenza, così da rideterminare e ridimensionare la pena. 

L’articolo Solo 20 anni al boss Domenico Belforte per l’omicidio Piccolo proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Una Pizza da Guinness

NAPOLI  – Fervono i preparativi per il Napoli Pizza Village in programma sul Lungomare Caracciolo dal 13 al 22 settembre.

Giovedì 20 giugno prenderà il via il contest per scegliere le ultime due pizzerie che faranno parte del grande team che animerà quest’anno l’evento, mentre 30  pizzaioli napoletani si stanno già preparando per realizzare a Bologna la Pizza da Guinness organizzata da Fico Eataly World e Napoli Pizza Village, evento previsto per la fine di luglio.

Il pubblico dei social per 30 giorni,  dal 20 giugno al 20 luglio, potrà indicare tra le dieci in gara le due pizzerie  che completeranno la griglia delle partecipanti all’evento, attraverso il contest NPV We Want You  che si disputerà sulla pagina Facebook del @NapoliPizzaVillage.

Tra i candidati 5  strutture commerciali sono napoletane e altrettante della provincia. Sarà una lotta all’ultimo like per decretare le vincitrici che si affiancheranno sul lungomare con le pizzerie più antiche e famose del territorio.

MARIO IOVINELLA ©

Intanto trenta maestri pizzaioli napoletani si preparano per andare a Bologna_ partenza il 27 luglio, per realizzare la Pizza da recordL’appuntamento, che si svolgerà nel Parco del Cibo del capoluogo emiliano, è stato organizzato da FICO Eataly World di Bologna e Napoli Pizza Village, con la collaborazione di alcuni prestigiosi partner tra i quali Mulino Caputo, leader mondiale nella produzione di farina per pizzerie e Rossopomodoro, il gruppo napoletano che gestisce anche la pizzeria di FICO.

La nuova impresa gastronomica, che mira a realizzare 500 metri di pizza con le ricette caratteristiche di tutte le regioni, celebrerà la biodiversità del nostro Paese, la passione e la ricerca degli ingredienti, con una pizza che unisca tutta la Penisola. A partire dagli ingredienti di base (farina, pomodoro pelato di Napoli Ciao, fiordilatte fresco per pizza Latteria Sorrentina ed olio), a FICO Eataly World i maestri pizzaiuoli produrranno 100 m di pizza margherita tipica della tradizione partenopea e 400 metri di pizza con ricette di 20 regioni. Per stenderla si utilizzeranno 270 tavoli e per cuocerla saranno all’opera due speciali forni mobili che permetteranno al pubblico di assaggiarla appena sfornata.

Tra le tipicità 20 metri di pizza con ingredienti dop e tradizionali: sarda con Bottarga, valdostana con Fontina e Lard d’Arnad, trentina con Speck, siciliana con Pachino e Tonno, friulana con formaggio Montasio e ancora, pugliese con Cipolla di Acquaviva e Burrata, emiliana con Mortadella, calabrese con ‘Nduja, veneta con Radicchio e infine molisana con caciocavallo di Agnone.

Per prenotazioni e informazioni: www.pizzavillage.it

Facebook: @NapoliPizzaVillage

Instagram: @napolipizzavillage

L’articolo Una Pizza da Guinness proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Call Now Button