Category Archives: Dalla Campania

Portici rende omaggio ai suoi ‘figli’ famosi: il principe Gabriele Borbone di Spagna

Riportiamo di seguito un breve profilo biografico 

Al via Eruzioni del gusto

PORTICI (NA) Al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa tutto pronto per Eruzioni del gusto, promosso dall’associazione culturale Oronero – dalle scritture del fuoco, un viaggio tra cibi e vini delle terre vulcaniche, che avrà inizio venerdì 26 ottobre.

In programma fino al 28 ottobre convegni scientifici per rilanciare le produzioni agroalimentari di eccellenza, workshop sulle potenzialità di sviluppo dei territori vulcanici ricchi di storia come Campania e Sicilia fino alla storia del cinema a tavola.

Ancora, le prospettive per il rilancio del turismo (anche enogastronomico) a partire dalla Campania, dai luoghi incastonati tra Golfo di Napoli, Scavi archeologici e Vesuvio fino ad allargare lo sguardo verso paesi nazionali ed esteri che intendono promuovere la loro immagine a partire dalle tradizioni culinarie.

Oronero – dalle scritture del fuoco favorisce lo scambio culturale  tra i popoli per lo sviluppo economico pacifico, ponendo al centro quelli che vivono nelle aree vulcaniche del pianeta.

Nella cornice del Museo di Pietrarsa da venerdì a domenica si alterneranno dibattiti, food blogger, interventi di ricercatori, architetti, chef stellati e vulcanologi  con spazio alle degustazioni  dei prodotti tipici (DOP-IGT-IGP) e dei vini Campani a cura dei Consorzi di Tutela, di dolci tipici napoletani (Associazione Pasticcieri Napoletani), della pizza napoletana in tema “vulcanico” (Associazione Pizzaioli Napoletani) e presidi Slow Food (albicocca del Vesuvio, lupino gigante di Vairano, il cachi vaniglia napoletano) per finire con il menù Oronero con i presidi Slow Food.

La giornata di apertura venerdì 26 ottobre alle 10 vedrà la presenza di scuole, giornalisti ed istituzioni e alle ore 18la presentazione della VI edizione della Guida Catalogo delle aziende vitivinicole e vinicole della Campania realizzata da Regione Campania in collaborazione con AIS Campania con degustazione degli oltre 400 vini in essa contenuti.

Così il presidente di Oronero Carmine Maione: «Eruzioni del gusto vuole essere un viaggio lungo tre giorni tra cibi e vini di qualità che parte dalla Campania col suo Vesuvio, tocca la Sicilia con l’Etna e raggiunge le principali aree di origine vulcanica del pianeta e vedrà la contaminazione con la cucina di altri paesi vulcanici come Giappone ed Islanda».

All’evento è stato realizzato anche grazie alla collaborazione con S.I. Impresa, l’azienda speciale della Camera di Commercio di Napoli, partecipano il Consorzio vini del Vesuvio, il Consorzio tutela vini Campi Flegrei, Ischia e Capri, il Consorzio del Pomodorino del Piennolo del Vesuvio DOP, ai Consorzi di tutela dei prodotti tipici dalla Mozzarella di  Bufala Campana, Provolone del Monaco, e dalla Colatura di Alici di Cetara al Pomodoro San Marzano, dai Limoni della Costa di Amalfi a quella sorrentina.

Da sottolineare la joint venture con  Slow Food (condotte delle aree vulcaniche) che offrirà agli esperti e al pubblico la possibilità di dialogare e scoprire le eccellenze alimentari italiane che contribuiscono a rendere straordinarie la Dieta  Mediterranea, l’Associazione Italiana Sommelier, aziende vitivinicole e vinicole.

Nella tre giorni sarà possibile ammirare la mostra Vulcani dal mondo del reporter viaggiatore Gino Ambrosio che animato da passione e coraggio ha scalato oltre cento vulcani nel pianeta. E ancora Ciak si mangia, a cura di CineCibo Festival del Cinema Gastronomico in collaborazione con Film Commission Campania, con le scene legate al cibo, la mostra Le voci di dentro dell’artista napoletano Alessandro Flaminio, con il Museo dell’Arte, del Vino e della Vite che vuole valorizzare il mondo del vino  anche dal punto di vista artistico e culturale e infine le immagini del Museo della Pizza sull’alimento più tipico di Napoli.

Ad affiancare Oronero nell’evento Eruzioni del Gusto ci sono il Mibac, Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno, Regione Campania e Sicilia, Città Metropolitana di Napoli, Comune di Napoli, Comune di Portici, Ercolano, Pozzuoli, San Giorgio a Cremano ed altri comuni vesuviani, Fondazione Fs, Ente Parco Nazionale del Vesuvio,  Enea,  Cnr, Università degli Studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli, Centro Musa, eHealthnet, Vrent, Laboratorio di Urbanistica e Pianificazione Territoriale della Federico II,  Fondazione Dohrn, Ordine dei Tecnologi Alimentari Campania e Lazio, Film Commission, CineCibo, Ospitalia, Alma Seges, Ferrarelle, Mulini Caputo, l’Albero Fiorito, Certiquality, Acen, InArch Campania, Fondazione Banco Napoli per l’assistenza all’infanzia, Villa Signorini, Museo dell’arte del vino e della vite, associazione Pizzaioli Napoletani, associazione Pasticcieri Napoletani.

Al Museo di Pietrarsa è possibile arrivare in treno: la stazione FS è in corrispondenza dell’ingresso museale.  Il biglietto di viaggio può essere acquistato sul sito www.trenitalia.com  o nelle biglietterie in stazione e alle self-service. I treni che fermano al Museo sono quelli  provenienti da Salerno e da Napoli.

Ass. ORONERO | www.oronero.net| info@oronero.net | www.eruzionidelgusto

L’articolo Al via Eruzioni del gusto proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Portici (NA). ‘Schermo 2019: da lunedì 29 ottobre cineforum al teatro ‘Roma’ fino al 14 maggio 2019

Parte la ventinovesima edizione del Cineforum Schermo 2019,

Ercolano (NA). Si avvia alla conclusione il progetto ‘Maiuri Pop Up: Expanded Interiors’

Al Parco Archeologico si avvia la fase conclusiva del progetto Maiuri Pop Up: Expanded Interiors: ’artista Catrin Huber incontra le guide turistiche e i visitatori.

Napoli. Creiamo insieme un futuro su misura del Sud Italia

Nel Foyer Salone degli Specchi del Teatro di San Carlo venerdì 26 ottobre

‘Hallo-weekend’: cinque giorni di festa promossi dallo zoo di Napoli

Manca poco a Halloween e lo Zoo di Napoli propone di trascorrere una festa senza eguali,

Portici (NA). #Ioleggoperché al ‘Comprensivo’ Santagata

In occasione della settimana di promozione della lettura, dal 20 al 28 ottobre,

Figli di Portici Famosi: l’economista Alessandro Brizi

di Stanislao Scognamiglio

Si sente spesso parlare di personaggi di Portici per nascita o d’elezione dei quali si sta perdendo la memoria … Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Alessandro Brizi è nato a Poggio Nativo, in provincia di Rieti, il 7 settembre 1878, da Eugenio Brizi e da Anna Maria Antonini.

Conseguita la laurea in scienze agrarie alla Regia Università di Pisa, nel 1898, ha deciso di prodigarsi sempre nell’interesse dell’agricoltura.

Pertanto,  entrato nella pubblica amministrazione, funzionario del Ministero dell’agricoltura, ha ricoperto il ruolo di direttore della cattedra ambulante di agricoltura di Cremona.

Poco più che trentenne, nel 1908, è stato nominato direttore generale dello stesso Dicastero.

Coniugato con Anna Fasoli, dal matrimonio ha avuto due figli: Maria (2 febbraio 1905) ed Eugenio (7 giugno 1908).

Per le sue specifiche competenze nel campo economico, è stato:

  • Segretario generale dell’Istituto internazionale di agricoltura;
  • Membro del Consiglio Nazionale delle Ricerche;
  • Membro dell’Accademia dei Georgofili di Firenze

Nella seduta dell’8 febbraio 1828, dal Consiglio dell’Istituto Superiore Agrario di Portici, che ne ha riconosciuto la chiara fama, ha ottenuto l’incarico di docente di Economia, estimo rurale e contabilità agraria.

Quindi, a decorrere dal 1° giugno 1928, è stato professore ordinario di Economia e politica agraria all’Istituto Superiore Agrario di Portici.

In qualità di docente «… rinnovò la disciplina affidatagli seguendo dl’insegnamento di Arrigo Serpieri, anche attraverso l’osservatorio, indirizzò verso l’esame della realtà agricola meridionale gruppi di giovani e sviluppò analisi sulle condizioni delle campagne e del Mezzogiorno che ebbero lusinghieri apprezzamenti per le metodologie utilizzate e per il loro elevato livello tecnico ed economico».

Nel 1935, con l’accorpamento dell’Istituto Superiore Agrario, divenuto nel frattempo Facoltà di Agraria, alla Regia Università di Napoli, ha mantenuto la cattedra.

Per la XXX Legislatura del Regno d’Italia, la prima della Camera dei fasci e delle Corporazioni, su proposta diretta del duce del Fascismo, Benito Mussolini (Dovia di Predappio, 29 luglio 1883 – Giulino di Mezzegra, 28 aprile 1945), nominato consigliere nazionale con decreto dell’11 marzo 1939, è stato componente della corporazione dei prodotti tessili.

Dal 6 febbraio 1943, per essere tra le «persone che da tre anni pagano tremila lire d’imposizione diretta in ragione dei loro beni o della loro industria ha ricevuto la nomina a senatore del Regno d’Italia.

A palazzo Madama, dal 1° maggio al 26 luglio 1943, ha lavorato come membro della Commissione dell’agricoltura.

Deferito all’Alta Corte di Giustizia per le Sanzioni contro il Fascismo, con ordinanza del 5 marzo 1946 e successiva sentenza di cassazione dell’8 luglio 1848, essendo tra i «… senatori nominati nel 1943; senatori nominati perchè ex deputati o ex consiglieri nazionali eletti dopo il 1929», è stato dichiarato decaduto dalla carica senatoriale.

Dal 26 luglio1943 all’11 febbraio 1944, chiamato a far parte del primo gabinetto Badoglio, ha svolto mansioni di Governo, come Ministro dell’agricoltura e foreste.

Per il suo esemplare stato di servizio, assolto in una lunga vita operosa, «… grande apostolo per la diffusione del progresso agrario nella sua qualità di direttore di una cattedra ambulante di agricoltura», è stato insignito delle onorificenze di:

  • Gran cordone dell’Ordine della Corona d’Italia
  • Grande ufficiale dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro
  • Grande ufficiale dell’Ordine coloniale della stella d’Italia

È stato autore di numerose monografie su problemi agrarî nonchè di opere di carattere generale; tre queste ricordiamo l’Introduzione allo studio del capitale fondiario, pubblicata nel 1950.

L’economista Alessandro Brizi muore a Roma 14 gennaio 1955.

Insegne delle decorazioni conferitegli:

 Gran cordone dell’Ordine della Corona d’Italia

 Grande ufficiale dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro

 Grande ufficiale dell’Ordine coloniale della stella d’Italia

Articolo correlato:

https://wp.me/p60RNT-3TH

L’articolo Figli di Portici Famosi: l’economista Alessandro Brizi proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Muhammad Ali, il più grande

NAPOLI – Al Teatro Nuovo mercoledì 24 ottobre alle 21 (repliche fino a domenica 28) andrà in scena lo spettacolo di Pino Carbone e Francesco Di Leva Muhammad Ali, sulla vita del grande pugile

Dopo il debutto nella scorsa edizione del Napoli Teatro Festival, Francesco Di Leva torna a vestire i panni di Cassius Marcellus Clay Jr. Ideata con Pino Carbone, che ne cura la regia, la piéce è presentato da Ente Teatro Cronaca Vesuvioteatro, con la drammaturgia di Linda Dalisi. L’allestimento,  nasce dalla passione per il pugile statunitense da parte dell’attore partenopeo, cui, spesso, si è ispirato per l’interpretazione dei suoi personaggi teatrali.

«Ho lottato contro un coccodrillo, ho lottato con una balena, ho ammanettato i lampi, sbattuto in galera i tuoni. L’altra settimana ho ammazzato una roccia, ferito una pietra, spedito all’ospedale un mattone. Io mando in tilt la medicina».

Parole di Muhammad Ali, il più grande boxeur della storia. Un uomo che si fece cambiare il nome, «… perché Cassius Clay è un nome da schiavo», e, come Ali, conquistò il mondo, vincendo sul ring tutto quello che c’era da vincere.

Un ragazzo dalla pelle nera che si rifiutò di andare a combattere in Vietnam, e che per questo finì in prigione. Un attivista che, nel suo un inglese strano, imperfetto, magnifico, difese fino all’ultimo giorno della sua vita i diritti dei black.

Lo spettacolo prova a portare in scena le sue parole, mai dette a caso, veloci, pesanti, leggere, fondamentali, così come si “analizza” ogni aspetto della sua vita: il privato, il pubblico, la sicurezza, il carisma.

«Abbiamo immaginato – spiegano Francesco Di leva e Pino Carbone – di scomporre il suo corpo, pezzo per pezzo, con la stessa attenzione che richiede l’osservazione dell’avversario prima di un incontro. Con lo stesso interesse che merita il vincitore dopo un incontro, accostando a ogni pezzo del suo corpo un aspetto della sua personalità, a ogni pezzo del suo corpo una sfida».

Frammenti dell’autobiografia, cronache di giornale, discorsi pubblici, poesie, vanno a comporre il puzzle di un uomo che, sulle orme di Malcolm X, fino all’ultimo momento, anche quando ormai soffriva del morbo di Parkinson, ha saputo usare la sua popolarità per dire ‘basta’ al razzismo.

Chi non conosce la sua storia, le sue origini, resterà sopraffatto dalla potenza fisica, ma soprattutto umana, di questa figura mitica.

Allenamento, costanza e forza di volontà, queste le costanti della vita del pugile che – secondo Di Leva e Carbone – dovrebbero essere fonte d’ispirazione per tutti.

(Foto by Martin Di Maggio)

L’articolo Muhammad Ali, il più grande proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Sempre più bello il Mercatino delle Produzioni Tipiche del Territorio

PORTICI (NA) – A un anno dalla ripresa del Mercatino delle Produzioni Tipiche del Territorio al viale Leonardo da Vinci – avvenuta proprio ad ottobre 2017 – il bilancio delle attività che si svolgono la terza domenica del mese è più che positivo.

Il Mercatino si conferma l’appuntamento dei cittadini con la genuinità dei prodotti e le attività porticesi e del territorio campano. E bisogna dire che questa “agorà” di Portici, spontanea e festosa, ogni volta diventa più ricca e più interessante.

Nato come Mercato biologico, si tiene ininterrottamente dal 2008. Con il passare del tempo si era però quasi trasformato in una fiera di paese dove si vendeva di tutto e di più. Molto vario, è vero, ma in quanto al biologico, alla territorialità dei prodotti e magari anche alle condizioni igieniche, si avviava a uscire fuori dall’intento originario.

L’Amministrazione comunale, guidata per la terza volta dal sindaco Vincenzo Cuomo, pensò perciò di rimodulare la partecipazione al mercatino, chiedendo che venissero rispettate alcune norme.

Innanzitutto, tra i banchi – disposti al centro del viale e non più ai lati in modo da lasciare libera la visuale delle vetrine dei negozi – vengono effettuati costanti controlli sulle attività commerciali degli espositori, in modo da scoraggiare i furbetti.

Possono partecipare al Mercatino solo produttori della Campania: l’intento è quello di tutelare lo spirito di questa iniziativa. Non sono più presenti, infatti, commercianti che rivendevano produzioni non proprie. Per questo motivo gli espositori devono far parte di associazioni di categoria che ne garantiscano la genuinità e la filiera. Alla domanda di partecipazione – che deve essere protocollata e consegnata all’Ufficio Ambiente del Comune – va allegata la necessaria documentazione.

Taiko Do

Ancora, al mercatino trova spazio lo Sport: domenica 21 ottobre ci sono

state esibizioni di Tennis e di Taekwondo.

Infine una vera chicca, che ha riscosso un grande successo: l’esibizione dell’Accademia di Arti Orientali di Nocera Inferiore Kami No Kan Dojo con i Taiko Do, i tamburi giapponesi.

I bravissimi performers della formazione artistica Kyoshindo, primo gruppo di Taiko italiano, hanno regalato ai presenti non semplicemente un ritmo coinvolgente, ma un’antica Arte che è espressione dell’Uomo.

 

 

L’articolo Sempre più bello il Mercatino delle Produzioni Tipiche del Territorio proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)