Category Archives: Cronaca

CASAL DI PRINCIPE: Il sentiero della Costituzione a Casal di Principe

CASAL DI PRINCIPE– L’associazione CasaleLab supporta la partecipazione al progetto “adotta un articolo” del gruppo “ Sentiero della Costituzione”

c“molti di voi -fanno sapere dall’associazione-hanno avuto modo di conoscerci tramite i progetti che abbiamo svolto nelle chiese con entusiasmo e passione. Ci siamo proposti di diffondere la Costituzione partendo dalle menti che saranno il futuro del nostro paese, i bambini, che con altrettanta volontà e dedizione si sono mostrati molto attenti a voler intraprendere questo ambizioso progetto”

Il progetto consiste nel far adottare alle famiglie un articolo della Costituzione, da esporre sulle facciate della proprie abitazioni: l’articolo è scritto su una mattonella formato A4 (formato di un foglio di stampante) attaccato permanentemente lungo le strade di Casal di Principe, lungo un percorso prestabilito, per far in modo che i fondamenti della Costituzione siano presenti per sempre tra le strade di Casal di Principe,per le generazioni attuali e quelle che verranno.
Il sentiero è pensato per coinvolgere tutti i punti fondamentali di Casal di Principe, in un unico percorso continuo e non interrotto, e riguarderà le seguenti strade:
Inizio: Parrocchia Maria SS. Preziosa; Corso Dante, 7 Articoli
Via Milano, 5 Articoli
Corso Italia, 5 Articoli
Corso Umberto I, 14 Articoli (iniziando dalla Parrocchia S.Santo)
Piazza Vittorio Emanuele (Piazza Mercato, iniziando dalla Parrocchia S.Salvatore), 3 Articoli
Via Vaticale, 1 Articolo
Via Baracca, 6 Articoli
Via Don Raffaele, 3 Articoli (passando perla Parrocchia S. Nicola)
Corso Garibaldi, 6 Articoli (passando per casa Don Diana)
Via Santa Lucia, 2 Articoli
Fine: Municipio Casal di Principe, Via Matteotti, 2 Articoli (passando per l’ex chiesa Sacro Cuore).
Se abiti in una di queste strade (sia anche un’attività commerciale), e sei interessato a prendere parte al “Sentiero della Costituzione”, rispondi a questo post, contattami in

I Ragazzi del Sentiero della Costituzione ringraziano.
Clara Chirico, Enrico Corvino, Rosita Borrata, Stefania Natale, Teresa Borrata

 

L’articolo CASAL DI PRINCIPE: Il sentiero della Costituzione a Casal di Principe proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

S.Nicola la Strada – Chiesti 30 anni di carcere all’uomo che investì volontariamente il lavavetri alla Rotonda

SAN NICOLA LA STRADA – Ricorderete tutti l’efferato fatto di sangue che a febbraio 2019 insanguinò la strada del Viale Carlo III^ all’altezza dell’incrocio semaforico alla Rotonda di San Nicola la Strada. Ebbene, è in corso di svolgimento il processo di primo grado nei confronti del 22enne Giovanni BUONANNO che investì, secondo l’accusa, volontariamente il 30enne Modou Diop che esercitava abusivamente il mestiere di lavavetri. Nel corso del processo il Pm della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere Annalisa IMPARATO ha chiesto 30 anni di carcere per Buonanno.

Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato. Dopo averlo investito con la sua auto, l’extracomunitario senegalese, in seguito alle ferite riportate dopo la lite, venne trasportato all’Ospedale Civile di Caserta dove, purtroppo, l’uomo morì . Nel corso delle indagini effettuata dalla Polizia di Stato di Caserta, gli stessi ipotizzarono in un primo momento che si potesse essere trattato di un omicidio stradale. Successivamente la Squadra Mobile di Caserta, che estrapolò le immagini di alcune telecamere di video-sorveglianza presenti in zona che riprendevano l’auto dell’imputato e quella di un gruppo di amici, accertarono che si era, invece, trattato di omicidio volontario.

Il 22enne, di Marcianise, secondo la Procura, avrebbe fatto finta di investire Diop per poi andarsene, quindi poco dopo sarebbe ritornato alla Rotonda per “vendicarsi”, investendo Diop in pieno, per poi fuggire lasciandolo esanime sull’asfalto. Buonanno, incensurato, fu fermato ad aprile dalla Polizia di Stato ed è poi finito sotto processo; i suoi difensori (avvocati Massimo Trigari e Mariano Omarto) discuteranno il prossimo 17 dicembre, quindi il Gup Nicoletta Campanaro emetterà la sentenza.

Il tragico fatto di sangue, al di là delle responsabilità proprie del 22enne di Marcianise, è solo il frutto di una politica dell’immigrazione completamente sbagliata perché questi poveri “disgraziati” sono stati completamente lasciati soli al loro destino dai numerosi Governi che si sono succeduti nel corso degli ultimi vent’anni e, purtroppo, questi ragazzi debbono anch’essi mangiare. Molti si dedicano al traffico ed allo spaccio degli stupefacenti. Molti altri si fermano agli incroci semaforici ed approfittano del tempo che lascia loro il Rosso prima che diventi Verde per lavare i vetri delle autovettura. Sfortunatamente per loro ce ne sono molti che sono violenti (e sul Viale Carlo III^ ne abbiamo visti moltissimi) che incutono letteralmente paura agli innocenti automobilisti che hanno paura di fermarsi al semaforo per evitare di essere preda di questi violenti individui. Molto spesso sono le donne al volante le vittima preferite dai lavavetri. Ed i rimpatri, purtroppo, sono pochi rispetto a coloro che sbarcano clandestinamente in Italia.

L’articolo S.Nicola la Strada – Chiesti 30 anni di carcere all’uomo che investì volontariamente il lavavetri alla Rotonda proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Santa Maria Capua Vetere: Ripristinate le fermate dell’ATC

Santa Maria Capua Vetere – Finalmente dopo diverse segnalazioni da parte dei pendolari che utilizzano gli autobus della ATC nella tratta Sessa A. – Caserta, e l’intervento del Sindaco, il quale si  è attivato interclocuendo con chi di dovere presso la Regione Campania, e anche grazie al supporto di Giovanni Zannini, da oggi le due fermate a S. Maria C.V. sono state ripristinate.

 

L’articolo Santa Maria Capua Vetere: Ripristinate le fermate dell’ATC proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caserta: Il consigliere comunale Donisi denuncia la pericolosità della Piazzetta Padre Pio

Caserta – “Piazza Padre Pio è pericolosa”- queste le affermazioni del consigliere comunale del Pd casertano – “non si fanno lavori da vent’anni”, “è indecente”… Poi il Comune pubblica il bando per far partire i lavori di rifacimento e la musica riprende, diversa ma sempre uguale: “Avete speso troppo”, “Lavori inutili, bastava una pittata”.
Io francamente – continua – non capisco la polemica ad ogni costo, solo chi è contento dello status quo si oppone sempre ai cambiamenti… E a me lo status quo fa schifo.
Piazza Padre Pio è un’incidenza, è pericolosa e pericolante, necessita di interventi straordinari e strutturali, altro che manutenzione ordinaria.
Il progetto prevede il rifacimento totale della piazza, del parco giochi, del verde e la realizzazione dei marciapiedi. Intanto fioccano le bufale: 1) “Potevano usare i soldi per fare altro”. No, non si poteva. 2) “Toglieranno gli alberi dalla piazza”. Falso, alcuni hanno addirittura diffuso strumentalmente ricostruzioni 3D senza alberi (quelle che servono a mostrare il “livello 0”, la pavimentazione). 3) “Abbatteranno tutti gli alberi”. Falso, alcuni (pochi) vanno abbattuti per permettere i lavori e saranno sostituiti. Ps.
Una conclusione – conclude – che vale come premessa: tutti sanno che ho spesso assunto posizioni critiche rispetto all’Amministrazione, sono abituato a dire ciò che penso senza fare difese d’ufficio. Oggi, su Piazza Padre Pio, sento di dire che la priorità è far partire il cantiere”.

L’articolo Caserta: Il consigliere comunale Donisi denuncia la pericolosità della Piazzetta Padre Pio proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Marcianise: Violenta lite tra una giovane coppia

 

Marcianise. Si è reso necessario l’intervento dei carabinieri della locale Compagnia, che hanno provveduto a riportare la pace, per porre fine ad una diverbio che si era accesso lite tra una giovane coppia accaduta la scorsa notte. Lui e lei, 25 e 22 anni, sono stati attori di punti di vista diversi che sono sfociati in un’aggressione vicendevole.

Entrambi i Protagonisti della Vicenza hanno riportato lievi ferite, per fortuna lievi.  Sulla scena del “crimine” è intervenuto anche il personale del 118, il quale ha potuto riscontrare che nessuno dei due protagonisti aveva riportato contusioni tali da richiedere il loro trasferimento presso l’ospedale più vicino.

L’articolo Marcianise: Violenta lite tra una giovane coppia proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Blitz a Marcianise, rapina e ricettazione. Presi 5 albanesi ladri di Rolex

Blitz a Marcianise, rapina e ricettazione. Fermati 5 albanesi ladri di Rolex

Giovedì 7 novembre i Carabinieri della Compagnia di Marcianise hanno fermato 5 uomini di nazionalità albanese, in Italia senza fissa dimora, ritenuti responsabili del delitto di rapina e ricettazione.

Durante un servizio di pattuglia nel comune di Marcianise, i militari procedevano al controllo di un veicolo a noleggio con a bordo due persone di nazionalità albanese le quali, a seguito di perquisizione, venivano trovate in possesso della somma in contanti di oltre €4.000,00 in banconote di vario taglio di cui non erano in grado di indicare la provenienza.

A seguito di perquisizione al loro domicilio in Marcianise, dove erano presenti altri tre connazionali, venivano rinvenuti numerosissimi monili in oro, orologi di varie marche tra cui alcuni “Rolex”, anelli e collane di cui i predetti non sapevano giustificare la provenienza.

A seguito di investigazioni si è appurato che, nelle notti precedenti, i cinque albanesi si erano resi responsabili di furti in abitazioni in alcune località della provincia di Avellino. I proprietari della refurtiva sono stati invitati al riconoscimento degli oggetti rubati e uno di loro ha riconosciuto i cittadini albanesi come gli autori di una rapina patita il 28 ottobre 2019 nel comune di Rotondi (AV) di cui era stato testimone oculare. Una seconda vittima ha individuato diversi gioielli e orologi rubatigli lo scorso 5 novembre.

I fermati, al termine degli accertamenti, venivano accompagnati presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere (CE), a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che, nella serata di ieri, a seguito degli indizi raccolti dai Carabinieri della Compagnia di Marcianise, convalidava il fermo.

L’articolo Blitz a Marcianise, rapina e ricettazione. Presi 5 albanesi ladri di Rolex proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Uomo Investito mentre attraversa la strada , è in prognosi riservata

Si apprestava ad attraversare la strada in via G.Rossi a Marcianise, un uomo di 55 anni viene letteralmente investito da una Apecar.

Il conducente del mezzo ha continuato il suo percorso come se niente fosse accaduto e in pochissimi minuti si è divulgato nel nulla. L’ urto è stato notevole tant’è’ che l’ uomo investito è dovuto ricorrere alle cure dell’ ospedale. Dalle prime notizie il 55enne ha riportato una ferita alla testa e la prognosi è tutt’ ora riservata.

La Polizia Municipale, coordinata dal comandante Alberto Negro ha avviato immediatamente le indagini e con l’ aiuto delle telecamere di sorveglianza sta cercando di risalire al conducente dell’ Apecar che a questo punto dovrà rispondere anche di mancato soccorso.

L’articolo Uomo Investito mentre attraversa la strada , è in prognosi riservata proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Capua. Rimane intossicato dalle fiamme dei detersivi

È scoppiato tra l’11 e il 12 novembre un tragico rogo che ha distrutto uno dei più frequentanti negozi di via Fuori Porta Roma a Capua (CE).
Si tratta dello store di detersivi ormai distrutto a seguito delle fiamme originate da un probabile corto circuito.

Il proprietario – per motivi ancora a noi non noti – si sarebbe trovato nel negozio al momento dell’incendio, che avrebbe causato la sua intossicazione.
Sul luogo dell’accaduto sono stati necessari ben due autobotti dei Vigili del Fuoco. A coordinare le indagini sono i Carabinieri della Compagnia di Capua.

Prossimamente nuovi aggiornamenti.

L’articolo Capua. Rimane intossicato dalle fiamme dei detersivi proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Ennesima aggressione al giornalista Mario De Michele. “È colpa tua se hanno sciolto il comune di Orta”.

aggressione mario de michele orta di atella sant'arpino

SANT’ARPINO – Intorno alle ore 19 di ieri, Mario De Michele, giornalista e direttore responsabile del quotidiano online Campania Notizie, è stato aggredito per l’ennesima volta. De Michele era a bordo della sua automobile mentre percorreva via O. L. Scalfaro a Sant’Arpino, quando due energumeni in sella ad una motocicletta lo hanno costretto a fermarsi. Scesi dalla moto, uno ha cominciato ad inveire più volte contro il giornalista prendendolo anche a schiaffi sul volto, mentre l’altro, munito di mazza da baseball, colpiva ripetutamente la sua Peugeot 308. Purtroppo al De Michele non è stato possibile identificarli in quanto i due indossavano un casco integrale con visiera scura abbassata. Il giornalista ha prontamente sporto denuncia dell’accaduto presso la locale stazione Carabinieri.

A De Michele, tra le altre cose, è stato rimproverato di aver fatto sciogliere il consiglio comunale di Orta di Atella: “È colpa tua se hanno sciolto il Comune di Orta. Ora smettila di scrivere sul campo sportivo di Succivo“.

Nei mesi scorsi il giornalista è stato destinatario di altre aggressioni che tutt’ora sono all’attenzione della Procura della Repubblica di Napoli e delle Forze dell’Ordine.

Tra i tanti attestati di solidarietà che Mario De Michele ha ricevuto, Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania esprime al giornalista la sua solidarietà “……. e di tutto l’Ordine dei giornalisti della Campania al collega Mario De Michele, aggredito e schiaffeggiato per aver denunciato gli affari nel Comune di Orta di Atella recentemente sciolto.” Enzo Guida, sindaco di Cesa, invita le Forze dell’Ordine a far luce quanto prima sull’increscioso episodio “per garantire la incolumità personale e per tutelare la libertà di stampa”, oltre ad esprimere per se ed anche “a nome di tutta l’amministrazione comunale esprimono al giornalista e concittadino Mario De Michele la piena vicinanza e solidarietà per l’ennesima aggressione subita.”

Anche la redazione tutta di BelvedereNews, l’editore e il direttore responsabile Paolino, esprimono al collega Mario De Michele solidarietà e vicinanza.

L’articolo Ennesima aggressione al giornalista Mario De Michele. “È colpa tua se hanno sciolto il comune di Orta”. proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Sequestrata isola ecologica nel comune di Cellole da parte dei Carabinieri del NOE di Caserta

CELLOLE – Continua senza sosta da parte dei Carabinieri del Comando per la Tutela Ambientale l’azione di prevenzione e repressione dei reati ambientali con particolare riguardo agli illeciti connessi al ciclo dei rifiuti.

In particolare, i Carabinieri del NOE di Caserta hanno proceduto, nel comune di Cellole (CE), al sequestro della locale isola ecologica dell’estensione di circa 1.800 mq.

Durante il controllo i militari hanno accertato che nell’impianto, privo di autorizzazione alla gestione dei rifiuti, erano presenti ingenti quantitativi di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, di natura eterogenea (costituiti da vetro, ingombranti, carcasse di frigoriferi, pneumatici fuori uso, Raee, abiti usati, plastica, sfalci di potatura, farmaci scaduti, pile esauste, legno, carta e cartone ecc…), depositati sia in cassoni, sia direttamente sul nudo terreno. Nell’area stazionavano due camion compattatori contenenti residui di RSU con evidente ricaduta del percolato sul suolo.

I responsabili dell’isola ecologica sono stati denunciati in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per “gestione illecita di rifiuti”.

L’articolo Sequestrata isola ecologica nel comune di Cellole da parte dei Carabinieri del NOE di Caserta proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi