Google+

Archive for the Caiazzo & Dintorni Category

Caiazzo. Comune, ragioneria: nuovo responsabile suggerito dal (solito) politico ‘alla faccia’ di ben nove idonei?

Posted on Gennaio 23, 2019 by

Gravissima denuncia della minoranza per quanto concerne l’area finanziaria

Continue Reading

Caiazzo. ‘Memoria’: giornata anticipata ma impegno triplicato con ‘Le stanze’ da inaugurare sabato 26

Posted on Gennaio 22, 2019 by

Bombardamento dei nuovi alleati americani, eccidio degli ex alleati tedeschi e tragedia degli internati nei lager nazisti:

Continue Reading

Caiazzo. Grande teatro e risate incontenibili domenica 20 allo ‘Jovinelli’ con ‘I Menecmi’ di Plauto

Posted on Gennaio 22, 2019 by

Spettacolo davvero avvincente, nella serata di domenica 20 gennaio

Continue Reading

Alvignano. Grande successo di ascolti per ‘Paoluccio’ alla trasmissione ‘C’è posta per te’

Posted on Gennaio 21, 2019 by

L’ alvignanese Paolo Coppola protagonista nella serata di Sabato della seconda puntata della nota trasmissione televisiva “C’è Posta per te”condotta da Maria de Filippi…..


Paoluccio, come viene chiamato dagli amici,  è stato coprotagonista insieme ad altri sette casertani di un simpatico siparietto che ha visto Luigia, vedova casertana residente presso una casa albergo per anziani di Castel di Sasso, affidarsi ai postini della De Filippi con la speranza di ritrovare il suo primo amore di un tempo ovvero il suo primo fidanzatino. Una caccia che si è svolta tra Alvignano, Casagiove, Caiazzo e Santa Maria Capua Vetere ed ha avuto come risultato solo un buco nell’acqua, poiché il primo amore non è stato trovato. Ma Luigia non si è persa d’animo e, tra i presenti selezionati nei comuni di terra di Lavoro, ha cercato un uomo che le facesse compagnia e ha fornito un identikit con le relative caratteristiche. Alla fine i signori in studio hanno tutti rifiutato la proposta di Luigia che alla fine è stata costretta a lasciare lo studio ancora single. Le telecamere del programma televisivo hanno fatto tappa in paese lo scorso mese di Settembre.
Continue Reading

Caiazzo. ‘Comune, biblioteca ‘discontinua’: banale, ovvia e scontata per la minoranza la risposta del sindaco

Posted on Gennaio 21, 2019 by


L’Amministrazione Comunale risponde all’interpellanza del gruppo consiliare di minoranza di “Caiazzo Bene Comune” con la quale è stata richiesta di conoscere i motivi per i quali non è più garantito con continuità il servizio presso la biblioteca comunale “Giuseppe Faraone”, ospitata all’interno di Palazzo Mazziotti. 

 La risposta di Giaquinto, basata principalmente sulla mancanza delle risorse umane è stata etichettata dai consiglieri Michele Ruggieri, Marilena Mone, Amedeo Insero e Mauro Carmine Della Rocca come “banale, ovvia e scontata”. Nella nota presentata nei giorni scorsi e indirizzata al primo cittadino ,infatti, la minoranza ebbe modo di evidenziare come “Nel corso della campagna elettorale, il consigliere incaricato alla cultura, Ida Sorbo, presidente del Consiglio comunale, aveva fatto della cultura la sua bandiera, ponendo questo tema tra quelli prioritari ai quali l’amministrazione comunale avrebbe dato massimo impulso e sostegno. Di contro assistiamo, oramai dal mese di ottobre, all’abbandono della biblioteca, presso la quale non è più garantita la presenza di personale qualificato che possa mettere la sua competenza al servizio degli studenti e di quanti eleggono la biblioteca quale luogo ideale per studi, ricerche e approfondimenti. La Biblioteca “ Giuseppe Faraone”, ove sono custoditi oltre 7.000 volumi, è nota a livello nazionale ed è stata oggetto di citazioni anche in alcuni servizi giornalistici per l’importanza storica e la qualità del patrimonio culturale di cui dispone. La stessa è stata efficientata anche attraverso una meticolosa opera di digitalizzazione, sviluppata grazie alla passione e all’impegno di quanti in passato si sono adoperati per garantire alla collettività lo studio e la conoscenza, in due parole: la cultura. Abbiamo atteso a lungo prima di inoltrare l’interpellanza, tollerando, responsabilmente, anche momentanee difficoltà di natura organizzativa incontrate dall’amministrazione nell’assicurare il buon funzionamento della biblioteca ma i tempi di disservizio superano oramai ogni più paziente attesa. Quello che fino al mese di giugno era motivo di orgoglio per il sindaco Tommaso Sgueglia, che nel tempo ha ereditato e ulteriormente valorizzato il lavoro iniziato nel 2001 dal predecessore Nicola Sorbo, ora paradossalmente viene dimenticato e abbandonato a soluzioni tampone dalla figlia di quest’ultimo, Ida Sorbo, presidente del Consiglio comunale e delegata alla cultura!”. 

Una maggiore attenzione ai temi della cultura, dunque, viene sollecitata dai banchi dell’opposizione.
Continue Reading

CAIAZZO. LA MINORANZA DEFINISCE LA RISPOSTA DI GIAQUINTO SULLA BIBLIOTECA “BANALE, OVVIA E SCONTATA”

Posted on Gennaio 21, 2019 by


L’Amministrazione Comunale risponde all’interpellanza del gruppo consiliare di minoranza di “Caiazzo Bene Comune” con la quale è stata richiesta di conoscere i motivi per i quali non è più garantito con continuità il servizio presso la biblioteca comunale “Giuseppe Faraone”, ospitata all’interno di Palazzo Mazziotti. 

 La risposta di Giaquinto, basata principalmente sulla mancanza delle risorse umane è stata etichettata dai consiglieri Michele Ruggieri, Marilena Mone, Amedeo Insero e Mauro Carmine Della Rocca come “banale, ovvia e scontata”. Nella nota presentata nei giorni scorsi e indirizzata al primo cittadino ,infatti, la minoranza ebbe modo di evidenziare come “Nel corso della campagna elettorale, il consigliere incaricato alla cultura, Ida Sorbo, presidente del Consiglio comunale, aveva fatto della cultura la sua bandiera, ponendo questo tema tra quelli prioritari ai quali l’amministrazione comunale avrebbe dato massimo impulso e sostegno. Di contro assistiamo, oramai dal mese di ottobre, all’abbandono della biblioteca, presso la quale non è più garantita la presenza di personale qualificato che possa mettere la sua competenza al servizio degli studenti e di quanti eleggono la biblioteca quale luogo ideale per studi, ricerche e approfondimenti. La Biblioteca “ Giuseppe Faraone”, ove sono custoditi oltre 7.000 volumi, è nota a livello nazionale ed è stata oggetto di citazioni anche in alcuni servizi giornalistici per l’importanza storica e la qualità del patrimonio culturale di cui dispone. La stessa è stata efficientata anche attraverso una meticolosa opera di digitalizzazione, sviluppata grazie alla passione e all’impegno di quanti in passato si sono adoperati per garantire alla collettività lo studio e la conoscenza, in due parole: la cultura. Abbiamo atteso a lungo prima di inoltrare l’interpellanza, tollerando, responsabilmente, anche momentanee difficoltà di natura organizzativa incontrate dall’amministrazione nell’assicurare il buon funzionamento della biblioteca ma i tempi di disservizio superano oramai ogni più paziente attesa. Quello che fino al mese di giugno era motivo di orgoglio per il sindaco Tommaso Sgueglia, che nel tempo ha ereditato e ulteriormente valorizzato il lavoro iniziato nel 2001 dal predecessore Nicola Sorbo, ora paradossalmente viene dimenticato e abbandonato a soluzioni tampone dalla figlia di quest’ultimo, Ida Sorbo, presidente del Consiglio comunale e delegata alla cultura!”. 

Una maggiore attenzione ai temi della cultura, dunque, viene sollecitata dai banchi dell’opposizione.
Continue Reading

CAIAZZO. POSIZIONATI I CONTENITORI DI OLI ESAUSTI VEGETALI DA CUCINA

Posted on Gennaio 21, 2019 by

CAIAZZO. Posizionati presso l’isola ecologica e nelle frazioni di Cesarano e San Giovanni e Paolo i contenitori per la raccolta di oli esausti vegetali. L’Amministrazione Comunale guidata dal primo cittadino Stefano Giaquinto, su impulso del consigliere delegato all’ecologia Antonio Accurso, nell’ottica di un migliore e corretto servizio di smaltimento dei rifiuti speciali e con l’obiettivo di aumentare le percentuali di raccolta differenziata, ha disposto l’installazione nel territorio comunale dei raccoglitori degli oli esausti da cucina. L’effetto dell’olio esausto da cucina è deleterio per l’ambiente. I depuratori faticano a filtrarlo e l’aggiunta di enzimi agisce solo parzialmente. Pur essendo classificato come rifiuto non pericoloso, è dannoso per l’ambiente: soprattutto per l’acqua, perché forma un velo sulla superficie che non permette lo scambio dell’ossigeno fra l’acqua e l’aria. Questo provoca danni all’ecosistema, con moria dei pesci e della flora acquatica. Inoltre se penetra nelle falde acquifere profonde può rendere l’acqua non potabile. Ecco dunque alcune buone ragioni per non buttare l’olio nello scarico. Anche perché da rifiuto quell’olio può diventare risorsa. Se raccolto, viene rigenerato e trasformato: diventerà biodiesel, lubrificante vegetale per macchine agricole, glicerina per saponificazione, si trasformerà in distaccanti per l’edilizia e molti altri prodotti industriali. Il consumo di oli vegetali in Italia è di circa 1.400.000 tonnellate di cui circa il 20% (280 mila tonnellate) diventa rifiuto: 70 mila tonnellate è il residuo proveniente dalla ristorazione, 50 mila dall’industria alimentare, e 160 mila dalle utenze domestiche.
Continue Reading

Caiazzo. Il Comune ritira in tre punti di città e frazioni olio da cucina esausto da trasformare anche in carburante

Posted on Gennaio 21, 2019 by

CAIAZZO. Posizionati presso l’isola ecologica e nelle frazioni di Cesarano e San Giovanni e Paolo i contenitori per la raccolta di oli esausti vegetali. L’Amministrazione Comunale guidata dal primo cittadino Stefano Giaquinto, su impulso del consigliere delegato all’ecologia Antonio Accurso, nell’ottica di un migliore e corretto servizio di smaltimento dei rifiuti speciali e con l’obiettivo di aumentare le percentuali di raccolta differenziata, ha disposto l’installazione nel territorio comunale dei raccoglitori degli oli esausti da cucina. L’effetto dell’olio esausto da cucina è deleterio per l’ambiente. I depuratori faticano a filtrarlo e l’aggiunta di enzimi agisce solo parzialmente. Pur essendo classificato come rifiuto non pericoloso, è dannoso per l’ambiente: soprattutto per l’acqua, perché forma un velo sulla superficie che non permette lo scambio dell’ossigeno fra l’acqua e l’aria. Questo provoca danni all’ecosistema, con moria dei pesci e della flora acquatica. Inoltre se penetra nelle falde acquifere profonde può rendere l’acqua non potabile. Ecco dunque alcune buone ragioni per non buttare l’olio nello scarico. Anche perché da rifiuto quell’olio può diventare risorsa. Se raccolto, viene rigenerato e trasformato: diventerà biodiesel, lubrificante vegetale per macchine agricole, glicerina per saponificazione, si trasformerà in distaccanti per l’edilizia e molti altri prodotti industriali. Il consumo di oli vegetali in Italia è di circa 1.400.000 tonnellate di cui circa il 20% (280 mila tonnellate) diventa rifiuto: 70 mila tonnellate è il residuo proveniente dalla ristorazione, 50 mila dall’industria alimentare, e 160 mila dalle utenze domestiche.
Continue Reading

Caiazzo. Comune a rischio ‘tracollo’: tutti fuggono, perché? Gravissimo allarme della minoranza

Posted on Gennaio 20, 2019 by

Dopo la questione del vigile, a quanto si vocifera ammesso a concorso e assunto ma poi escluso perché già impiegato,

Continue Reading

Caiazzo e dintorni. Amore negato per l’arzilla ottantenne rivoltasi a ‘C’è posta per te’: la rivedremo a ‘Uomini e Donne’?

Posted on Gennaio 20, 2019 by

Esperienza deludente ma affatto remissiva per Luigia Russo, ottantenne casertana (ospite di una casa per anziani a Castel di Sasso)

Continue Reading

© 2019 Teleradio-News ♥ mai spam o pubblicità molesta copyright - Tutti i diritti riservati - All Rights Reserved; Sviluppato da PSD to Wordpress; Disegnato da ; ; Realizzato da WordPress & Web Design Company per TeleradioNews
[ Vai all'inizio della pagina ] 109 queries, 1,639 seconds.