Category Archives: Attualità

Cesa – Il Premio “Cesano DOC”, giunto alla III^ edizione, è andato al dr. Guido Verde

CESA – Si è conclusa ieri la III^ edizione del Premio “Cesano DOC” che l’Associazione culturale “CesaRinasce”, di cui è Presidente Cesario BORTONE, è molto fiera.

L’edizione 2019 del Premio “Cesano DOC” è stato conferito ad un cesano “Doc”, il dr. Guido VERDE. Nato a Cesa il 12 febbraio 1942 e vissuto a Cesa fino all’età di 32 anni per poi trasferitosi nella vicina Aversa, il dr. Verde ha esercitato la sua professione di medico pediatra nel paese cesano assistendo tantissimi bambini e famiglie, facendo tornare il sorriso e la vitalità sia ai genitori che ai piccoli pazienti.

Medico di grandi doti umane ha sempre avuto un indissolubile legame con il suo paese natio. Uomo di vasta cultura, appassionato di storia e architettura medievale. Per la cronaca, il Dr. Guido Verde si è laureato in medicina il 21/12/1966. Ha conseguito la specializzazione in pediatria a Pisa il 3/7/1968. Successivamente in puericultura e dietetica infantile, poi a Roma in neonatologia.

È stato Primario presso l’Ospedale di San Felice a Cancello, poi a Maddaloni. La motivazione con la quale gli è stata conferita la targa recita: “Al dott. Guido Verde per i prestigiosi meriti professionali quale medico pediatra, per la sua raffinata cultura, per le sue straordinarie doti umane, per l’indissolubile legame con la Città di Cesa, sua città natio. Con riconoscenza e amicizia. L’Associazione Cesa Rinasce ASD. 1 novembre 2019, il Presidente Cesario Bortone”.

Erano presenti alla premiazione, fra i numerosi soci, anche il Prof.re CARLO GUARINO ed il giornalista Antonio PARRELLA.

L’articolo Cesa – Il Premio “Cesano DOC”, giunto alla III^ edizione, è andato al dr. Guido Verde proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Auto si ribalta , ferite due donne , una è ricoverata in prognosi riservata

E’ accaduto lungo la Domiziana intorno alle 2 di stanotte , un’ auto si è praticamente ribaltata e le due ragazze a bordo sono rimaste incastrate fra le lamiere. Sul posto immediatamente sono arrivati i Vigli del Fuoco ,che sono riusciti a liberare le donne, e due ambulanze che le hanno trasportate in due strutture ospedaliere diverse.

Le ragazze ferite sono residenti a Formia ,una delle due, M.V. sembra essere ancora in pericolo di vita , la sua prognosi resta riservata mentre l’ altra N.T. sembra essere fuori pericolo.

 

L’articolo Auto si ribalta , ferite due donne , una è ricoverata in prognosi riservata proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Incidente stradale nei pressi del casello di Caserta Sud

Marcianise (CASERTA) – Incidente tra alcune autovetture avvenuto nei pressi del casello autostradale di Caserta Sud, il tutto avvenuto nella giornata di ieri sera.

L’incidente ha coinvolto diverse vetture sono rimaste coinvolte in quello che sembrerebbe un tamponamento a catena. Una delle auto ha terminato la sua corsa contro il guard rail. Fortunatamente non si segnalano feriti gravi, ma solo contusi. Sul posto stanno operando i mezzi dei soccorsi e gli agenti della Polizia Stradale. Il traffico al momento risulta fortemente rallentato con circa 1 chilometro di coda. L’incidente ha causato anche lunghe code per le vetture in entrata ed in uscita dalla zona dei centri commerciali.

L’articolo Incidente stradale nei pressi del casello di Caserta Sud proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Ritorna Portici meta del Turismo Scientifico in Campania

La manifestazione scientifico-culturale verrà presentata dal direttore della Fondazione Portici Campus Bruno Provitera insieme i principali attori dell’iniziativa

La Fondazione Portici Campus promuove la XV edizione dell’evento Portici meta del Turismo Scientifico in Campania in programma lunedì 4 novembre alle 9.30 nel Galoppatoio Reale della Reggia borbonica, sede del Dipartimento di Agraria dell’Ateneo Federico II.

La manifestazione scientifico-culturale si concluderà il 10 dicembre.

Alla inaugurazione della mostra scientifica, in programma lunedì 4 novembre, oltre al direttore della Fondazione Bruno Provitera, saranno presenti i ricercatori che illustreranno il prodotto dei loro studi portato in mostra, sperimentando con un linguaggio scolastico la divulgazione della ricerca scientifica che si fa a Portici.

Il dottor Provitera coordinerà e modererà gli interventi.

Porteranno i saluti istituzionali il sindaco di Portici Vincenzo Cuomo, i sindaci dei Comuni vesuviani che hanno condiviso il progetto, il vicepresidente della Regione Campania, onorevole Fulvio Bonavitacola, il vicepresidente del Consiglio Regionale, senatore Tommaso Casillo.

Interverranno il direttore del Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II di Napoli, nonché presidente del Comitato Scientifico, professor Matteo Lorito, il direttore dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno del Ministero della Sanità, professor Antonio Limone, il dottor Ezio Terzini, responsabile ENEA Portici, il professor Paolo Masi per il CAISIAL, il dottor Rosario Savino per la società medica SIPNEI, il dottor Umberto Bernardo per il CNR-IPSP, la dottoressa Stefania Grillo per il CNR-IBBR, il dottor Giorgio Matteucci per il CNR ISAFOM e il dottor Andrea Scalone del CNR ISPAAM.

Saranno inoltre presenti i dirigenti scolastici delle scuole aderenti al progetto. Tra i partner paraistituzionali il dottor Eugenio Gervasio, direttore del MAW | Museo del Vino, Annamaria Visconti della Fondazione Napoli 99 e per l’iniziativa La Scuola adotta un monumento, il Liceo scientifico Filippo Silvestri e la professoressa Linda Gallo.

Il taglio ufficiale del nastro della manifestazione scientifico-culturale avverrà lunedì 11 novembre.

Il progetto della Fondazione è volto alle scuole di ogni ordine e grado dell’area vesuviana. Portici Meta del Turismo Scientifico in Campania in particolare vuole valorizzare anche i centri di ricerca del territorio, portando a conoscenza di tutti il grande attrattore culturale e scientifico della città. Inoltre, un occhio attento alla formazione dei giovani studenti, struttura portante di una rete che in futuro comprenderà anche le imprese.

La Fondazione Portici Campus è nata per dar vita e rappresentare un vero e proprio Distretto Scientifico, dove il punto di forza è proprio la multidisciplinarietà della componente scientifica, con lo scopo di utilizzare il prodotto della ricerca e le innovazioni tecnologiche per creare sviluppo economico, sociale e culturale dell’ intera area vesuviana e della Campania.

La manifestazione Portici Meta del Turismo Scientifico in Campania vuole soprattutto favorire l’approccio degli studenti al mondo scientifico con una serie di iniziative originali che consentano interazione, cooperazione e integrazione tra scuole, centri di ricerca e territorio. In breve, l’intento è costituire una rete che veda l’Amministrazione comunale proporsi come soggetto attivo in questa sinergia. Una iniziativa che si sta trasformando in una bella realtà: sono sempre di più gli esperti, gli studenti, gli appassionati che raggiungono la Città diretti verso i centri di ricerca scientifica presenti sul territorio.

Con questo progetto la Fondazione Portici Campus, di concerto con l’Amministrazione Comunale ed il sostegno della Regione Campania – partner istituzionale della Fondazione Portici Campus – intende valorizzare la fruizione pubblica dei beni culturali del territorio a partire dalla Reggia insieme ai suoi Giardini e il Galoppatoio Reale, senza tralasciare le Ville Vesuviane del Miglio d’Oro, il Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa e il Porto Borbonico del Granatello.

La città vanta tra l’altro anche una ubicazione geografica favorevole e validi collegamenti ferroviari, marittimi ed autostradali con l’hinterland campano, il che consente di interscambiare benevoli rapporti turistici con le città vesuviane e i siti come il  Museo Archeologico di Ercolano e di Oplonti, e con San Sebastiano al Vesuvio come porta del Parco Nazionale del Vesuvio, il Museo Archeologico di Pompei, la Penisola Sorrentina, senza escludere l’area metropolitana di Napoli.

Tra le punte di diamante dell’idea progettuale vi sono, infatti, svariate iniziative turistico- culturali legate alla convegnistica di settore che attirando a Portici e in Campania ricercatori, scienziati e scolaresche provenienti dall’Italia e da tutta l’Europa può rappresentare un volano per promuovere il territorio vesuviano da un punto di vista turistico e come sistema turistico locale partendo proprio dalla Città della Reggia.

  • Coniugare e rapportare la presenza di queste realtà scientifiche, che non hanno pari nel sud, a tutta l’area vesuviana, con una serie di iniziative:
  • Mostra scientifica all’aperto con possibilità di prenotare al DESK accoglienza
  • itinerari naturalistici scientifici
  • Itinerari turistico-culturali
  • Itinerari Scientifici o passeggiate scientifiche dal 30 ottobre al 30 maggio di ogni anno accademico

Nll’ambito di Portici Meta del Turismo Scientifico in Campania, a conferma della sua vocazione e per costituire un motivo in più per stimolare l’interesse di studenti, esperti, cittadini curiosi e operatori commerciali, si assegnano i seguenti riconoscimenti:

  • Premio Portici Campus alla Ricerca Scientifica
  • Premio Portici Campus al Concorso indetto dalla Fondazione Portici Campus, come da programma, e indirizzato alle scuole della città di Portici che parteciperanno al concorso
  • Premio Portici Campus al merito agli alunni meritevoli delle scuole di ogni ordine e grado della città di Portici che hanno aderito al progetto come partner istituzionali all’evento e che su indicazione dei dirigenti scolastici, sentiti i docenti, si siano distinti per particolari meriti
  • Premio Portici Campus allo Sport, Sramezzaminimaratona riparteportici prevedendo in futuro il coinvolgimento degli alunni in altre discipline come il Calcetto”, il Basket, il nuoto, il Tennis e la pallavolo in collaborazione con le associazioni sportive nazionali e del territorio

I Premi saranno assegnati dalla Fondazione Portici Campus di intesa con il Comitato Scientifico, composto da:

  • Università degli Studi Napoli “Federico II” Dipartimento di Agraria
  • Ministero della Sanità “ Istituto Zooprofilattico  Sperimentale del Mezzogiorno”
  • ENEA – Portici (Ente per le Nuove Tecnologie, l’Energia e l’Ambiente)
  • CNR – IBBR (Istituto di Bioscienze e di Biorisorse)
  • CNR – IPSP ( Istituto per la Protezione Sostenibile delle Piante)
  • CNR – ISAFOM (Istituto per i Sistemi Agricoli e Forestali del Mediterraneo)
  • CNR-ISPAAM –(Istituto Per Il Sistema Produzione Animale In Ambiente Mediterraneo)
  • CAISIAL (Centro di Ateneo per l’innovazione e lo Sviluppo dell’Industria Alimentare
  • SIPNEI (Società Italiana di Psico neuro endocrino-immunologia).

A ingresso gratuito, gli eventi in programma sono:

  • Mostra scientifica all’aperto dal 4 novembre all’8 novembre 2019 con animazione artistica e musica live
  • Desk di accoglienza con possibilità di prenotare Itinerari naturalistici scientifici, turistico-culturali
  • Itinerari Scientifici o passeggiate scientifiche dal 30 ottobre al 30 maggio di ogni anno accademico
  • Convegnistica: ( 4– 11 -18 -25  novembre e  10 dicembre 2019
  • Premio Portici Campus alla Ricerca Scientifica
  • Premio Portici Campus alle scuole partner del progetto che parteciperanno al concorso video-fotografico indetto dalla Fondazione Portici Campus
  • Premio Portici Campus allo sport –Stramezzaminimaratona studentesca del 1 dicembre nel bosco della Reggia
  • Borse di studio Portici Campus al merito alle scuole di ogni ordine e grado della città di Portici che hanno aderito all’evento.

Tra gli sponsor della IX edizione: EURONICS gruppo Tufano, Nauticatuttosport e Green Hop.  

L’evento Portici meta del Turismo Scientifico in Campania è realizzato in partenariato con:

Comune di Portici

Regione Campania

Città Metropolitana di Napoli

 Le Scuole di ogni ordine e grado della città di Portici

 

 

 

L’articolo Ritorna Portici meta del Turismo Scientifico in Campania proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

DOMENICA ALTRO MATCH AL PALAVIGNOLA, GOLDEN TULIP VOLALTO, CONTRO SAUGELLA MONZA

Nemmeno il tempo di archiviare la splendida performance di giovedì sera contro le big dell’Imoco Conegliano Volley, che i riflettori sono già puntati sulla gara casalinga di domenica contro la Saugella Monza.
La Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta, dopo aver conquistato il primo storico punto in campionato, al termine di una sfida giocata ad altissimo livello, si appresta a vivere la quinta giornata del campionato di A1 con tanta voglia di vincere e portare a casa i tre punti in palio.
Le atlete di coach Cuccarini, nella gara infrasettimanale con le campionesse d’Italia, hanno dimostrato di non essere inferiori a nessuno e di essere in grado, sul taraflex, di impensierire – e non poco – le avversarie che hanno di fronte.
Coach Cuccarini ed il suo staff hanno già studiato tecnicamente e tatticamente le avversarie e, domani mattina, dopo la seduta di rifinitura, deciderà il sestetto da schierare contro la Saugella Monza.
In un PalaVignola colorato di rosa e nero, dove il tifo per le proprie beniamine farà da cornice, la Golden Tulip Volalto 2.0 Caserta si appresta, ancora una volta, a dimostrare la portata delle sue capacità sul taraflex.
E sarà una sfida – oltre che uno spettacolo – avvincente, dal primo all’ultimo set, con le atlete casertane pronte a scalare la classifica di questa entusiasmante stagione.

L’articolo DOMENICA ALTRO MATCH AL PALAVIGNOLA, GOLDEN TULIP VOLALTO, CONTRO SAUGELLA MONZA proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Aversa, Carpentiero: sinergia con amministratori condominio per canoni idrici

CASERTA – “Uno degli obiettivi dell’amministrazione Golia è porre in essere tutte quelle azioni tese a contrastare l’evasione. Una delle priorità assolute è aumentare la capacità di riscossione dei canoni idrici, che, ad oggi, rappresenta un autentico buco nero per le casse dell’ente con picchi inaccettabili di morosità”.

Lo dichiara l’assessore al bilancio del Comune di Aversa, Nico Carpentiero, che ha avviato un confronto con gli amministratori di condominio. “Ricordo a tutti che uno dei problemi principali della nostra città è rappresentato dall’assenza di contatori singoli. Molte utenze sono intestate a condomini che per svariati motivi non pagano.

Una situazione non più tollerabile e, per questo motivo, intendiamo avviare un’azione sinergica con gli amministratori di condominio che a norma di legge devono comunicare al comune di Aversa quale creditore della fornitura idrica, l’elenco dei condomini morosi al fine di tutelare gli altri condomini che, diversamente dai primi, versano con regolarità la propria parte del canone idrico”.

L’articolo Aversa, Carpentiero: sinergia con amministratori condominio per canoni idrici proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Alla Vaccheria di Caserta fervono i preparativi della XXI edizione del Presepe Vivente del ‘700 Napoletano

CASERTA – Fervono i preparativi per la XXI^ edizione del Presepe Vivente del ‘700 Napoletano alla Vaccheria di Caserta. Il 28 Dicembre 2019 il via alle rappresentazioni che continueranno anche il 29 dicembre e il 05-06 Gennaio 2020. Il Presepe Vivente del ‘700 Napoletano aspetta visitatori da tutta la Campania e non solo.

La XXI edizione ripropone l’affascinante viaggio alla scoperta della Nascita di Cristo, attraverso un sentiero che mostra la vita quotidiana di un’epoca ormai estinta da secoli, in un luogo intriso di cultura e storia della Campania, la Frazione della Vaccheria a Caserta. Musiche popolari del ‘700 faranno da sottofondo all’atmosfera magica che circonda il presepe, ricreato da oltre 150 figuranti in costume d’ epoca e con la presenza degli animali caratteristici della celebrazione della natività.

Per tutti gli appassionati di Presepe vivente non può mancare l’appuntamento con quello che si terrà a Caserta. Quattro date ricche di emozioni e rievocazioni della storia più bella raccontata all’uomo: la Natività. Il Presepe Vivente del ‘700 napoletano si sviluppa su un percorso di circa un chilometro attraverso le vie del borgo della Vaccheria e il bosco adiacente, ai lati del quale vengono ricreate scene, ambienti e visioni bibliche, alcune delle quali apocrife ma opportunamente studiate e acquisite dalla tradizione napoletana.

Il presepe napoletano tradizionale viene riproposto in una visione tecnicamente più vicina agli usi e costumi settecenteschi del luogo, coinvolgendo così ogni visitatore in un’avventura scenografica senza precedenti. Sono le fonti storiche dalle quali l’attenta regia attinge per la ricostruzione di ogni singola scena, a partire dai bozzetti originali attraverso i quali vengono riprodotti i costumi interamente realizzati a mano con autentici tessuti di San Leucio, fino ad arrivare allo studio del meccanismo degli antichi telai, ancora oggi funzionanti.

L’articolo Alla Vaccheria di Caserta fervono i preparativi della XXI edizione del Presepe Vivente del ‘700 Napoletano proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

S.Nicola la Strada – Elezioni 2020, Antonio Terracciano aderisce ad Italia Viva di Matteo Renzi

SAN NICOLA LA STRADA – Il consigliere comunale di San Nicola la Strada Antonio Terracciano aderisce ad Italia Viva, il nuovo partito di Matteo Renzi. Il giovane politico continuerà a far parte del gruppo misto con la sigla ‘San Nicola Viva’. In vista delle prossime elezioni amministrative di maggio, Terracciano sarà impegnato, assieme ad altri rappresentanti di primo piano della politica locale, a costruire una civica che si chiamerà proprio “San Nicola Viva”.

“Penso” – ha affermato Antonio Terracciano – “che Italia Viva rappresenti oggi un’importante opportunità di crescita politica per chi come me da diverso tempo non ha tessera di partito. Ho piacere nell’incontrare in questa esperienza il consigliere regionale Luigi Bosco, al quale sono legato da un rapporto di sana amicizia. Sono convinto che assieme a tanti amici riusciremo a mettere in piedi un ambizioso progetto in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera”.

Riguardo al suo percorso politico, Terracciano, sempre partecipe di movimenti civici, venne eletto nel corso del 2015 con l’NCD (Nuovo Centro Destra) a sostegno della coalizione di sinistra del Sindaco Vito Marotta, salvo poi lasciare il partito dell’NCD e dichiararsi Indipendente. Nel corso della sfortunata consiliatura dell’ex Sindaco Pasquale DELLI PAOLI ricoprì l’Assessorato al Patrimonio da giugno 2013 sino alla fine del 2014.

Con le elezioni amministrative di giugno 2015 è stato rieletto consigliere comunale. Antonio Terracciano si occupo di energie rinnovabili e riqualificazione energetica di immobili ed è un grandissimo appassionato di pallacanestro. Ricopre attualmente anche l’incarico di delegato provinciale della Federazione pallacanestro.

L’articolo S.Nicola la Strada – Elezioni 2020, Antonio Terracciano aderisce ad Italia Viva di Matteo Renzi proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caserta – Una scuola nel Macrico, Miccolo: “Giunta al soldo della grande speculazione”

CASERTA – “La scelta della Giunta Comunale di trasferire la Scuola Media di Via Roma all’interno del Macrico è una scelta politica fatta in nome e per conto della grande speculazione edilizia che ha distrutto, e continua a distruggere imperterrita nel silenzio generale, questa città diventata poco più di un grande paesone sfigurato da decine di alti palazzi mezzi vuoti. La scelta della Giunta Marino di “entrare” nel Macrico per trasferirvi una scuola rappresenta, per noi, un doppio errore” – sostiene il coordinatore di Speranza per Caserta, Michele Miccolo – “Politico, perché il Macrico deve essere un grande parco pubblico aperto a tutti i cittadini, e gestionale, perché con due dissesti aperti e le tasse al massimo, si continuano a sperperare le risorse che vengono messe a disposizione per la città.

Invece di chiedere risorse per risanare l’esistente, si lasciano le scuole cadere a pezzi, si mettono in vendita gli immobili e ci vengono a dire che vanno spesi 5 milioni di euro per fare una scuola proprio nel Macrico? Gli stessi che oggi propongono una variante urbanistica e l’esproprio del Macrico ci hanno sempre deriso quando chiedevamo di destinare il Macrico come f2 e di procedere con l’esproprio dell’area.

Ci hanno sempre risposto che non si poteva fare – continua – I nostri consiglieri comunali da 4 mesi hanno depositato, nuovamente, una mozione per chiedere la definitiva variante al piano regolatore per rendere l’area Macrico F2. Quella mozione giace nei cassetti della presidenza di un consiglio comunale spogliato delle sue funzioni e della sua dignità di massima assemblea cittadina mai convocata se non per approvare le porcate utili alla maggioranza di centro destra-sinistra che governa da 20 anni.

Il Macrico deve essere un parco pubblico aperto alla cittadinanza e – conclude il coordinatore – ci auguriamo che i casertani riescano a far sentire la propria voce in questa battaglia di civiltà”.

L’articolo Caserta – Una scuola nel Macrico, Miccolo: “Giunta al soldo della grande speculazione” proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Figli di Portici famosi: il parroco Francesco Formicola

di Stanislao Scognamiglio

Si sente spesso parlare di personaggi di Portici per nascita o d’elezione dei quali si sta perdendo la memoria … Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Francesco Formicola è nato a Portici, il 21 agosto 1882.

Seguendo la vocazione, all’età di diciassette anni, è entrato in seminario a Napoli.

Completata la formazione ecclesiastica, il 22 dicembre 1906, ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale.

Nel 1910, ha iniziato a insegnare nelle scuole elementari statali e ha mantenuto l’incarico per i successivi trent’anni.

Nell’anno 1925, mentre erano in corso i lavori nella chiesa parrocchiale, dedicata alla Natività della Vergine Maria e San Ciro di Portici, casualmente, «… in compagnia del sac. Carmine Bonante», ha rinvenuto «… un enorme cumulo di ossa umane presso la cripta», antistante l’altare del Santo patrono.

Ha riconosciuto nelle carcasse umane, i resti mortali dei soldati caduti in battaglia, durante i micidiali combattimenti tenuti nelle strade porticesi il 13 giugno 1799.

I militari, pur essendo «… dell’una e dell’altra parte contendente, affratellati nella morte, furono» lì sotterrati dal parroco pro tempore, don Nicola Nocerino, «… sacerdote di intelligenza e cultura non comune».

Per sua cura, le ossa dei caduti scoperte, ricoperte «… da abbondante terra riposano nel posto loro assegnato dalla pietà del parroco Nocerino».

Nel 1926, «… fu richiesto come Padre Spirituale della confraternita del SS. Sacramento e ne divenne  guida equilibrata e saggia, per nove anni».

La domenica 14 ottobre 1934, ricevuto il possesso canonico della chiesa di Maria Santissima della Salute a Bellavista, ne è divenuto il primo parroco.

Ha tenuto con fervore e carità cristiana la cura delle anime affidategli fino all’ultimo giorno di vita.

Per sua iniziativa, dall’1 gennaio 1941, alcuni orfani sono stati ricoverati nella piccola villa Cepparulo alla via Cardano in Portici e affidati alla cure di alcune suore. Ha dato così vita all’Orfanotrofio maschile della Madonna della Salute.

Il sacerdote diocesano, don Francesco Formicola si spegne, «… placidamente», nella sua abitazione di Portici, alle ore 10 del mattino di lunedì 27 febbraio 1950.

Articolo correlato:

https://wp.me/p60RNT-3TH

 

 

 

L’articolo Figli di Portici famosi: il parroco Francesco Formicola proviene da Lo Speakers Corner.

(Tonia Ferraro – http://www.lospeakerscorner.eu – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi