Category Archives: Attualità

Rocca D’Evandro sotto choc: giovane donna 30enne trovata morta dal compagno

ROCCA D’EVANDRO – Giovane donna viene ritrovata senza vita dal compagno. Poco dopo le ore 12:00 di sabato, 7 settembre, è stata fatta la scoperta. V. M. 31enne di Santa Maria a Vico è stata ritrovata senza vita dal compagno, D. A. 30enne di Carinaro, nel suo letto. Vani sono stati i tentativi del ragazzo di rianimare la sua compagna, era già deceduta.

Il personale del 118 ne ha constatato il decesso. La coppia si era trasferita a Rocca D’Evandro per motivi lavorativi ed anche la convivenza durava da pochi mesi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Rocca d’Evandro ed il nucleo radiomobile dei carabinieri di Sessa Aurunca che hanno notiziato l’autorità giudiziaria di Cassino, competente per territorio.

La Procura ha disposto la traslazione della salma di V. M. presso l’ospedale di Cassino per effettuare l’esame autoptico. Dai primi riscontri del medico legale sul corpo della ragazza non c’erano segni tali da escludere la morte naturale ma data la giovane età della donna l’esito dell’autopsia farà chiarezza sulla vicenda.

L’articolo Rocca D’Evandro sotto choc: giovane donna 30enne trovata morta dal compagno proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Maddaloni. L’albero della vita dona 31 kit scolastici a bambini meno fortunati

L’anno scolastico è alle porte e, ogni famiglia, in questi giorni, si preoccupa di fornire ai propri figli il corredo scolastico necessario per riprendere gli studi. Ma, come spesso accade, oggi più di ieri, non tutti hanno questa possibilità. Fortunatamente esistono associazioni sul territorio che hanno una particolare sensibilità verso queste problematiche ed un’attenzione che li porta ad impegnarsi per dare il loro contributo in questa direzione. Una di queste che da anni opera attivamente sul territorio su vari fronti è “L’albero della vita” che, con il suo presidente Antimo Suppa, da anni aiuta famiglie in difficoltà sostenendole nei loro bisogni primari. A tale scopo, grazie anche alla collaborazione di commercianti e di tanti cittadini, che spesso scelgono di rimanere anonimi, ieri l’associazione ha ritirato ben  31 kit scolastici per i  bambini che loro seguono già da un pò di tempo. Per l’acquisto di questo materiale sono stati spesi 450,00 euro  (circa 14,50 euro a Kit) . Ogni kit è composto da  20 quaderni,  4 penne, 2 gomme, 2 matite. Ad oggi grazie alle “donazioni spontanee” , l’associazione è riuscita a recuperare più della metà della cifra utilizzata. Chiunque voglia può dare una mano recandosi presso la sede dell’associazione o rivolgendosi al Presidente. La cultura rimane l’unico vero grande investimento per avere una possibilità ed una speranza di cambiamento e per fortuna, qualcuno ci crede ancora.

L’articolo Maddaloni. L’albero della vita dona 31 kit scolastici a bambini meno fortunati proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

I Genieri di Caserta al lavoro per disinnescare e far esplodere bomba d’aereo a Battipaglia

CASERTA – È una bomba di aereo inglese della seconda guerra mondiale dal peso di circa 250 libbre (circa 113 chili) quella che sta per essere rimossa oggi, domenica 8 settembre 2019, nel territorio del comune di Battipaglia, in provincia di Salerno. Per effettuare il disinnesco dell’ordigno ancora in grado di procurare gravissimi danni sono stati chiamati gli artificieri del 21° Reggimento Guastatori di stanza a Caserta ed inquadrati nella Brigata Bersaglieri “Garibaldi” che dalle prime ore dell’alba sono già al lavoro.

Gli artificieri del 21° Reggimento Guastatori di Caserta, infatti, sono presenti sul posto dall’inizio della settimana per realizzare opere di “barricamento”, con scavi di ventilazione/trinceramento, necessarie per poter procedere alla bonifica. E, sono iniziate le operazioni di evacuazione di 36mila persone per consentire le operazioni di bonifica. Le operazioni, come ha fatto sapere la Prefettura di Salerno, sono iniziate alla ore 5.00 e potranno protrarsi per 8/12 ore.

Sono in totale 36.177 le persone (19.995 famiglie) che stanno per lasciare la propria abitazione. I mezzi della Protezione Civile regionale stanno passando al setaccio la zona rossa (estesa per un raggio di 1.600 metri dal punto di ritrovamento della bomba), annunciando con gli altoparlanti che “l’evacuazione è in corso, i cittadini devono lasciare le abitazioni”. Le forze dell’ordine stanno presidiando i varchi di chiusura, impedendo l’accesso a chiunque. Decine di ambulanze di associazioni di volontariato stanno, invece, provvedendo a recuperare e trasportare nei centri di accoglienza i pazienti allettati.

Nella struttura allestita in via Rosa Jemma sono arrivate – soprattutto con le navette allestite dal Comune di Battipaglia – centinaia di persone, tra cui diversi bambini. Anche una donna incinta, accompagnata dal marito e dai due figli piccoli, ha scelto di essere ospitata nei locali dell’istituto scolastico “Ferrari”. Molte famiglie hanno portato con sé anche il proprio animale domestico (cani e gatti) in quanto il centro è adibito pure all’accoglienza degli amici a quattro zampe. I volontari della protezione civile stanno servendo la colazione (latte e biscotti) offerta dalla Centrale del Latte. Alle 5.30 è scattata la chiusura delle rampe di uscita dello svincolo autostradale di Battipaglia. Alle 9,30, poi, saranno completamente chiuse anche le rampe d’ingresso in A2.

Saranno, inoltre, interrotte la circolazione sulla SS18 “Tirrena Inferiore” (tra i km 71,800 e 76,800) e quella ferroviaria (linea Salerno-Reggio Calabria e linea Battipaglia-Potenza- Oltre alla popolazione saranno evacuati l’ospedale “Santa Maria della Speranza”, le sedi di Commissariato di P.S., il Comando Compagnia Carabinieri, il Nucleo Operativo Guardia di Finanza, il Municipio ed il Comando della Polizia Locale. Anche l’erogazione dei servizi essenziali, in particolare energia elettrica, gas, linee telefoniche fisse e mobili, verrà sospesa. Per gli artificieri dell’Esercito Italiano (per inciso i migliori al mondo), nella fattispecie gli specialisti nella bonifica di ordigni esplosivi del 21° Reggimento Genio Guastatori, coordinati dal Comando Forze Operative Sud di Napoli, l’operazione non è la prima e non sarà neppure l’ultima dall’inizio dell’anno.

L’Esercito grazie alla capacità “dual-use” dei Reparti dell’Arma del Genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire in casi di necessità per la sicurezza e l’incolumità pubblica, nella bonifica degli ordigni bellici così come nei casi di pubbliche calamità. Ed è l’unica Forza Armata preposta alla formazione degli artificieri di tutte le Forze di Polizia, delle altre Forze Armate e dei Corpi.

L’articolo I Genieri di Caserta al lavoro per disinnescare e far esplodere bomba d’aereo a Battipaglia proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Operazione China shipping – Sequestrati oltre 2 milioni di prodotti non conformi

NAPOLI – I finanzieri della Compagnia di Gorizia, al termine di una complessa operazione di polizia giudiziaria condotta tra il 2016 ed il 2019, hanno sottoposto a sequestro 2.269.176 prodotti non conformi, pericolosi o recanti marchi contraffatti e denunciato 48 soggetti per i reati di frode in commercio, vendita di prodotti industriali con segni mendaci, commercio di prodotti pericolosi, introduzione nello Stato di prodotti con segni falsi e ricettazione.

L’operazione, denominata “CHINA SHIPPING”, è volta in particolare alla verifica dei prodotti che dalla Cina giungono in Italia dopo aver effettuato le operazioni di sdoganamento in Paesi limitrofi, a tutela del consumatore finale. Le merci, del valore commerciale di circa 13 milioni di euro, sono state rinvenute a bordo di autoarticolati fermati nel corso di posti di controllo attivati dalle Fiamme gialle isontine presso il valico di confine di Gorizia-Sant’Andrea ed i caselli autostradali di Villesse e Monfalcone-Lisert. In particolare, trattasi di articoli elettronici, elettrici, giocattoli, prodotti per alimenti, utensili, tutti privi delle garanzie per la sicurezza e delle dichiarazioni di conformità previste dalla normativa europea.

Sono 32 le imprese risultate coinvolte nel traffico internazionale di prodotti non conformi, 21 delle quali sono state denunciate per responsabilità amministrativa, i cui amministratori si sono resi responsabili di illeciti penali. Le indagini, avviate nel gennaio 2016 a seguito del fermo presso il casello autostradale di Villesse di un container con a bordo cosmetici ed articoli elettrici per l’igiene della persona, sono proseguite attraverso l’analisi ed il monitoraggio del traffico stradale proveniente dalla Slovenia. Decine le perquisizioni disposte dall’Autorità Giudiziaria di Gorizia in diverse località del territorio nazionale, in particolare nelle province di NAPOLI, Roma, Firenze, Prato, Padova, Milano, Bergamo, ove avevano sede le imprese importatrici dei prodotti sottoposti a sequestro.

Dagli accertamenti è stato possibile delineare un fenomeno ben definito, originato prevalentemente da soggetti di nazionalità cinese, consistente nell’importazione nel territorio comunitario, attraverso il porto di Capodistria (Slovenia), di rilevanti quantitativi di prodotti realizzati in Cina, non conformi, pericolosi o contraffatti, sdoganati in modo antieconomico in alcuni Paesi dell’Est Europa e successivamente introdotti nel territorio nazionale al fine di evitare o eludere i controlli alle importazioni.

Importante nel corso delle indagini si è rivelata la collaborazione con il Centro di Cooperazione di Polizia e Dogana di Thörl Maglern (A), che ha consentito di acquisire dati e notizie all’estero utili alle indagini. Le merci sequestrate sono state stoccate e inventariate presso gli spazi dell’ente fiera isontino messi a disposizione dalla C.C.I.A.A. di Trieste / Gorizia, nonché presso alcune aree dei Comandi Provinciali dei Vigili del Fuoco di Roma, Belluno e Vicenza. Gran parte delle merci, prevalentemente di tipo elettrico / elettronico, sono state distrutte mediante conferimento al Centro di Coordinamento R.A.E.E. di Milano. L’attività di servizio svolta dalla Guardia di Finanza di Gorizia è stata finalizzata alla tutela dei consumatori e degli operatori economici onesti che agiscono lealmente nel rispetto delle regole, importando e vendendo merci dalle caratteristiche qualitative certificate e rispondenti alle normative nazionali e comunitarie.

L’articolo Operazione China shipping – Sequestrati oltre 2 milioni di prodotti non conformi proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Maddaloni. Ultim’ora: Rapinata la Banca Popolare di Novara

E’ stata effettuata solo poche ore fa una  rapina alla Banca  Popolare di Novara, a meno di un mese da un tentativo sventato alla stessa. All’alba di oggi, infatti, intorno alle 4 , è stata forzata la porta a sinistra dell’ entrata al pubblico e asportata una cassaforte di dimensioni medio piccole. I carabinieri , allertati da residenti, sono giunti pochi attimi dopo chei malviventi si erano dati alla fuga. Analogamente, l’allarme ha allertato la vigilanza, ma i rapinatori sono stati davvero abili e veloci e stavolta,  al secondo tentativo a meno di un mes,e sono riusciti a mettere a segno il colpo.

L’articolo Maddaloni. Ultim’ora: Rapinata la Banca Popolare di Novara proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

A CAPUA NASCE CAMBIAMO: ADERISCONO I CONSIGLIERI CARUSO, GIUGNO E SPERINO

CAPUA – A Capua nasce “Cambiamo”. Il movimento politico che fa capo al Governatore ligure Giovanni Toti si radica sul territorio con l’adesione dei consiglieri comunali Michele Giugno, Pietro Caruso e Luigi Sperino.

“Abbiamo deciso – spiegano i consiglieri – di raccogliere nella nostra città questa nuova sfida politica che vede in Giovanni Toti a livello nazionale e nel consigliere regionale Gianpiero Zinzi a livello regionale valide espressioni di quel cambiamento culturale e politico di cui ha bisogno il nostro Paese, ma che deve, prima di tutto, avvenire sui territori”.

Si tratta di una decisione maturata nel pieno rispetto del mandato elettorale e che non modifica l’assetto dei gruppi consiliari di provenienza.

L’articolo A CAPUA NASCE CAMBIAMO: ADERISCONO I CONSIGLIERI CARUSO, GIUGNO E SPERINO proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caiazzo. Domenica benedizione delle cartelle scolastiche e ricordo toccante della suora ‘operosa’

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

Lodevole iniziativa della parrocchia “S.M.Assunta” che su input del reggente don Antonio di Lorenzo,

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Piana M.Verna. Vetrina storica, artistica, e culturale’ sabato 7 settembre nella villa comunale

Appuntamento sabato sera presso la sala consiliare-teatro comunale

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Caserta. Villa Giaquinto sotto attacco

Caserta. Villa Giaquinto sotto attacco - di Alessandro Fedele

È accaduto lo scorso 25 agosto, introno alle ore 21:00, un grave caso di aggressione all’interno di Villa Giaquinto. Il frequentatissimo parco pubblico, sito in via Galilei di Caserta, da diverso tempo deve fare i conti con il vandalismo e gli oppositori politici. Non è infatti la prima volta che i volontari incaricati dal Comune di custodire la struttura ricevono attacchi e minacce anche gravi.

Quanto accadeva la domenica dello scorso mese è forse uno degli episodi più rilevanti, tanto da aver dovuto richiedere l’intervento delle forze dell’ordine. I Carabinieri giunti sul posto, allertati dai residenti, pare abbiano assistito ad una scena veramente incredibile. Cinque ragazzini, tutti minorenni, armati di bastoni ed altri oggetti contundenti, al momento dell’intervento si erano scagliati contro la stessa presidentessa della “villetta”.

Margherita, questo il nome della responsabile, era appena intervenuta per fermare i suoi stessi aggressori, intenti a devastare buona parte del parchetto.
Tra grida volgari e gesti violenti, quella domenica sera si è trasformata in un momento di terrore. I baby aggressori, tra cui uno di quasi 14 anni, stando a fonti accreditate, si sarebbero introdotti quella sera stessa nel parco per forzare un capanno allestito in fondo ad un viale vicino all’ingresso della struttura per bambini.

Denunciati i minori e sequestrate le armi: a caccia dei mandanti

Proprio in quel capanno avrebbero reperito le loro mazze di ferro, poiché lì sono tutt’oggi ancora custodite scope e oggetti vari utili per la pulizia dei vialetti e delle giostre.
Intanto, se non fosse stato per l’intervento dei militari dell’Arma, ci sarebbe potuto scappare il ferito. A seguito del fermo i minori sono stati rapidamente identificati e denunciati, mentre solo parte delle loro armi pare sia stata sequestrata. Il giorno seguente la vicenda i genitori degli aggressori sarebbero stati convocati dal PM e dai Carabinieri per rispondere del reato commesso dai loro figli.

Resta ora da capire se i continui attacchi subiti siano opera di folli disturbatori o azioni mirate sostenute da folli para-politici. Una pista suggeritaci da chi probabilmente ha vissuto in prima persona i numerosi attacchi mirati ci condurrebbe ad oppositori disposti ad agire in stile camorristico e delinquenziale contro gli esponenti del Comitato “Villa Giaquinto”.

L’articolo Caserta. Villa Giaquinto sotto attacco proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Il GIP impone il divieto di avvicinamento alla moglie che è stata malmenata

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Nella serata di venerdì, 6 settembre 2019, personale del Commissariato di Santa Maria Capua Vetere, diretto dal dr. Caruso, ha notificato a G.A. di anni 48, residente in Santa Maria Capua Vetere, pregiudicato, un provvedimento che impone il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa.

In particolare, le indagini esperite a seguito di denuncia sporta dalla coniuge del predetto hanno consentito di accalorare gravi e concordanti indizi di reato nei confronti dell’indagato in ordine al reato di maltrattamenti in famiglia e quindi la reiterata commissione di episodi vessatori e violenti perpetrati dal medesimo nei confronti della stessa coniuge, che veniva in alcune occasioni costretta a ricorrere alle cure dei sanitari del locale ospedale civile, anche alla presenza di figli minorenni della coppia.

Il giudice per le indagini preliminari (gip) del Tribunale di S. Maria Capua Vetere, concordando con il quadro indiziario emerso, ha pertanto emesso, a seguito di richiesta della locale Procura della Repubblica, la misura cautelare sopra specificata al fine di impedire che l’indagato possa perpetrare ulteriori intemperanze e quindi per salvaguardare l’incolumità della parte offesa.

L’articolo Il GIP impone il divieto di avvicinamento alla moglie che è stata malmenata proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi