Category Archives: Caserta e Sannio

Inaugurato ad Alife il 1° Segnavia della Fiaccola della Pace nel Parco regionale del Matese

Giovedì 11 Luglio 2019 Festa di San Benedetto, abate, patrono dell’Europa e 24° anniversario del genocidio di Srebrenica avvenuto durante la guerra nei Balcani, presso il “Giardino della Pace” in Alife, nel cuore del Parco Regionale del Matese, dov’è presente l’ “Albero della Pace”, Monumento vivo simbolo della mobilitazione della Fiaccola della Pace dedicata ai percorsi della memoria storica dei 100 anni della grande guerra, è avvenuta la cerimonia di intitolazione del primo “Segnavia” della “Fiaccola della Pace”, che indica tutte le tappe iniziate dal 2014 al 2019 ( e tutt’ora in corso) dello storico passaggio che, partendo da alcuni comuni della zona del Matese, ha attraversato numerosi comuni dell’hinterland di Terra di Lavoro piantumando l’Albero della Pace, simbolo della mobilitazione.

Il Segnavia indica dettagliatamente la direzione e i km di ogni tappa, partendo dal punto base in cui è stato posizionato. Alla cerimonia sono stati presenti ed intervenuti alcuni tra i Dirigenti scolastici, docenti e rappresentanti degli Enti locali, che hanno aderito allo storico passaggio, organizzando la “marcia per la Pace itinerante” con gli alunni nei rispettivi comuni. L’obiettivo, come recita la motivazione della mobilitazione, è far conoscere l’appello di Pace, coinvolgere Enti locali e scuole per avviare percorsi formativi finalizzati all’educazione alla Pace, partendo proprio dall’esercizio della memoria, attraverso il sacrificio dei nostri padri che diedero la vita per difendere gli alti valori della libertà e della Pace e piantumare il Simbolo vivo sempreverde, l’Albero ella Pace, dedicato alla memoria di “tutti i caduti della grande guerra e alle vittime delle guerre, stragi, attentati, criminalità, terrorismo, violenze e mafie”.

“La Fiaccola della Pace è la Perugia – Assisi itinerante del sud. Ha riferito la Presidente del Movimento Internazionale per la Pace Agnese Ginocchio, Ente promotore della mobilitazione. Il “Segnavia” è un segno di testimonianza che indica il lavoro che abbiamo svolto in questi anni, le tappe le marce organizzate, l’adesione delle scuole e degli Enti locali.L’obiettivo è far nascere una vera e propria “Via della Pace”, tracciando una mappatura, di tutti i comuni dove con la Fiaccola è stato piantumato l’ Albero della Pace. A dare lettura dei comuni che hanno ospitato lo storico evento la prof.ssa Monica Pacelli socia del Movimento per la Pace e docente di una delle scuola che ha aderito alla Fiaccola: L’Istituto Comprensivo di Alife, proprio dove si è organizzato l’evento odierno dell’inaugurazione del Segnavia.

Per l’occasione eccezionalmente alcuni “Amici della Montagna”: Aldo Gobbo, Concetta Moscatiello e Sergio Mellucci, alle prime luci dell’alba si sono recati su Monte Miletto “, la cima più alta dei Monti del Matese, per portare ed issarvi la Bandiera della Pace( consegnata il giorno prima davanti all’Albero della Pace sito in Piedimonte Matese). Sulla bandiera, accanto alla dedica per la Pace universale nel mondo e nelle nostre comunità e la dedica alla memoria dei nostri cari, è stato ricordato l’evento del “Segnavia” in collegamento proprio con l’iniziativa svolta nel pomeriggio. Infatti il Segnavia oltre a riportare dettagliatamente le tappe della Fiaccola, descrive anche l’iniziativa annuale denominata “Pace sul Miletto” partita dall’anno 2011, e dove, nei giorni che vanno tra la festa patronale di San Sisto e la solennità dell’Assunta, viene consegnata la Bandiera della Pace ad alcuni amici volontari amanti della Montagna, sportivi ed esperti escursionisti, per essere portata su Monte Miletto, ogni anno, con un’intenzione particolare.

Gli amici Aldo, Concetta e Sergio sono di ritorno dal Miletto dopo la missione affidatagli sono venuti a portare il loro saluto all’ Albero della Pace, dove alcuni anni fa fu ricordato anche il figlio matesino Vincenzo D’Allestro vittima dell’attentato terroristico di Dacca, in Bangladesh, e dove proprio da questo luogo fu consegnata la Bandiera per essere portata sul Miletto ad alcuni amici escursionisti tra cui Sergio Mellucci, i memoria di Vincenzo D’Allestro. Sempre alla sua memoria successivamente fu dedicata la tappa della Fiaccola della Pace nel comune di San Potito Sannitico( di cui il D’Allestro era originario) e dove fu piantumato l’Albero della Pace ed intitolato anche alla sua memoria. Alla cerimonia di intitolazione del Segnavia sono stati presenti l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di San Nicola la Strada, Città per la Pace (titolo introdotto dall’allora Sindaco Nicola Tiscione alla cui memoria fu intitolato l Albero della Pace piantato a S. Nicola durante la tappa della Fiaccola della Pace) prof.ssa Maria Natale, accompagnata dal vigile Gianmarino Franco della Polizia municipale sannicolese, che ha portato i saluti del Sindaco Vito Marotta;

il Dirigente scolastico dell’ Istituto Comprensivo di “Ailano-Valle Agricola” prof. Mario Grillo, presente anche la docente del plesso di Valle Agricola del citato I. Comprensivo Anna Maria Aurecchia; la dirigente scolastica dell’ Istituto Comprensivo “Cales-S. D’Acquisto” Assunta Adriana Roviello, la Dirigente scolastica degli Istituti Comprensivi di Cancello ed Arnone e di “Francolise-S. Andrea del Pizzone”, Maria Martucci, presente con le docenti Raffaella Guardiano ed Elena Ventre, con l’assessore del Comune di Francolise Gennaro Giuliano; L’a neo assessore alle politiche sociali Florinda Marsella del Comune di Ailano, “Città per la Pace”, che ha portato i saluti del Sindaco Vincenzo Lanzone e del Vice Sindaco Pina Di FIore; l’ Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di San Potito Sannitico (dove fu scolta la tappa della Fiaccola dedicata a D’Allestro ) e Dirigente scolastico dell’ITIS di Piedimonte Matese Nicola Lombardi, che ha portato i saluti del Sindaco Francesco Imperadore;

la docente dell’Istituto Comprensivo “Grazzanise – Santa Maria La Fossa” Carla Piscopo (delegata del progetto della “Fiaccola della Pace”) che ha portato il saluto della Dirigente scolastica Roberta DI Iorio; presente insieme alla collega docente Chiara Sellitto; il Dirigente scolastico dell’ Istituto Comprensivo di Capriati a Volturno ( comprendente i plessi di Prata, Fontegreca, Letino, Gallo Matese) Vincenzo Italiano; l’Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Gioia Sannitica e docente presso l’Istituto Comprensivo di Gioia retto dalla preside Rossella Patrizia Migliore, Pina Pascale, dove si è svolta recentemente l’ultima tappa della Fiaccola della Pace; la Garante dell’infanzia del Comune di Piedimonte Matese Giovanna Del Vecchio, nonché docente presso l’Istituto Comprensivo Falcone di Piedimonte. La docente dell’ ISISS “G:B. Novelli” di Marcianise di cui Dirigente scolastica è Emma Marchitto, delegata del progetto Pace Anna Cristina Campofreda, nonchè socia del Movimento per la Pace ( insieme alle presidi Roviello e Martucci).

I Dirigenti scolastici, docenti e assessori tutti hanno ribadito l’importanza ed il messaggio contenuto attraverso la mobilitazione della “Fiaccola della Pace” che richiama con i percorsi della memoria storica, i temi della Costituzione, la difesa dei Diritti umani, nostro DNA, e l’importanza, quanto l’urgente necessità di educare i giovani partendo sin dalla più tenera età, ai valori fondanti della Pace, quale base per la convivenza pacifica e del rispetto verso gli altri. E’ stato un momento moto intenso al quale anche il Sindaco della Città di Alife, Maria Luisa DI Tommaso, ha voluto partecipare manifestando la propria volontà di proseguire su questa strada. “C’è bisogno di lavorare sul campo dei valori, facciamolo tutti insieme unendo le forze, la cultura della Pace a quella della Solidarietà attraverso la cultura della donazione degli organi”, richiamando quindi la seconda parte ( come si annunciava all’inizio).

Dopo l’inaugurazione del Segnavia,la Presidente del Movimento per la Pace ha consegnato a tutti i dirigenti scolastici, ai docenti e rappresentanti degli Enti locali, il cd contenente l’opuscolo dove “dettagliatamente” sono state riportate tutte le tappe del Segnavia, con il nome delle Scuole aderenti, i Dirigenti scolastici che negli anni che hanno ospitato l’evento, stessa cosa anche per i Sindaci dei rispettivi comuni aderenti alle tappe. Il Segnavia infine è stato dedicato a due colossi marciatori in tema di cammino in salita: Alexander Langer portatore di speranza, ecopacifista, europarlamentare e autore del decalogo della “Conversione ecologica” a cui si è ispirato Papa Francesco nell’enciclica “Laudato si” e Pier Giorgio Frassati, antifascista, scalatore di montagna ed esempio di impegno sociale per i giovani.

Quindi è avvenuta, come si annunciava all’inizio, la seconda parte dell’evento dedicata alla campagna di sensibilizzazione sul trapianto e la donazione degli organi, promossa dall’ Asl Ce-Regione Campania, di cui referente e Dirigente provinciale è la Dott.ssa Enza DI Fuccia, in collaborazione con la sezione provinciale dell’ AIDO, in concomitanza con il passaggio in provincia di Caserta avvenuto proprio nel Comune di Alife (che ha patrocinato questa iniziativa), davanti all’Albero della Pace nell’area antistante la scuola dell’infanzia, della marciatrice, Francy ( Francesca), che insieme alla sua cagnolina Dakota stanno percorrendo l’Italia a piedi per sensibilizzare sulla cultura della donazione degli organi. La Dott.ssa DI Fuccia ha portato i saluti insieme ad altri responsabili dello sportello territoriale dell’Asl ed introdotto la marciatrice Francesca, alla quale nel frattempo la Presidente del Movimento per la Pace aveva consegnato la “Fiaccola della Pace” in segno di testimonianza.

Insieme alla cagnolina sono partite da Pieve a Nievole in provincia di Pistoia in Toscana, per proseguire verso la provincia di Potenza e per giungere alla tappa finale, destinazione verso la Sicilia, precisamente a Montevago in provincia di Agrigento, percorrendo a piedi complessivamente 1450 km. Francesca e la sua cagnolina sono testimonial dell’ AIDO nazionale per portare in giro il messaggio “Se Vuoi Puoi”, slogan di sensibilizzazione per la donazione degli organi. E stato anche creato l’ hashtag #sevuoipuoi dove si possono seguire tutte le tappe e le ultime notizie riguardanti l’argomento.

Un importante momento di altruismo, di aggregazione d di Solidarietà avvenuto nel segno della Pace davanti ad un Simbolo di vita ( l’Albero della Pace). Da questo luogo della memoria storica, presidio di cittadinanza attiva, dove si fa cultura, si fa attivismo, dove si fa scuola, educazione ed istruzione, dove si fa sensibilizzazione e dove sono stati ricordati “Uomini veri” che hanno segnato la storia e dove sono passati testimoni impegnati nel portare avanti ogni giorno un messaggio alternativo, anche la giovane marciatrice “Francesca” ha fatto tappa, per rimettersi in cammino proprio da questo punto base, nella direzione che le indicherà il Segnavia della “Fiaccola della Pace” che le è stata consegnata in segno di impegno, per portare luce in questo tempo di oscurità e vita a sostegno di chi lotta per difendere questo diritto sacrosanto. Grazie Francesca!

L’articolo Inaugurato ad Alife il 1° Segnavia della Fiaccola della Pace nel Parco regionale del Matese proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SILVERSTONE FORMULA UNO, ANCORA TRIONFO PER L. HAMILTON

SILVERSTONE, INGHILTERRA – Il cielo UN PO’ grigio di Silverstone ha accolto i tanti tifosi giunti al circuito per la decima gara stagionale di Formula 1. I primi giri del Gran Premio britannico hanno visto scappare i piloti Mercedes, con Bottas primo ed Hamilton secondo. Qualche scaramuccia tra i due, proprio come già accaduto nelle qualifiche. Scattato dalla pole position, Valtteri Bottas ha resistito agli attacchi di Lewis, rischiando nelle curve, ben sapendo che il compagno di squadra avesse in tasca qualcosa in più m ai due della Mercedes sono andati subito in fuga.

L’inglese lo ha dimostrato dopo l’ingresso della Safety Car: dal ventiquattresimo giro alla bandiera a scacchi, il campione ha martellato. “The Hammer” – complice un pit stop rapidissimo – ha siglato passaggi record continui, fuggendo verso il successo. Rifiutando, due volte, una sosta nel finale. Il numero 44 sapeva di poter concludere la corsa con 33 passaggi completati con le gomme ormai finite. “No problem”: record della gara per Lewis, anche oggi imbattibile.

Mentre le Frecce d’Argento adottavano una strategia basata sulla prestazione costante, con Bottas sul secondo gradino del podio, Ferrari e Red Bull hanno tentato ardite e diverse tattiche. Leclerc ha attaccato, sorpassato e divertito. Bello il terzo posto di CharlesLe Clerc, come bello il duello con Verstappen. A Max è andata meno bene, l’olandese è giunto quinto. Brutto errore quello di Vettel. Sebastian voleva superare proprio Verstappen, tamponandolo. Il pilota Red Bull è uscito nell’erba, il tedesco è stato penalizzato. Se per Hamilton è il giorno perfetto in Formula 1, per Vettel è, decisamente, imperfetto.

1
L. Hamilton

Mercedes·#44
1:21:08.452 26
2
V. Bottas

Mercedes·#77
+24.928s 18
3
C. Leclerc

Ferrari·#16
+30.117s 15
4
P. Gasly

Red Bull·#10
+34.692s 12
5
M. Verstappen

Red Bull·#33
+39.458s 10
6
C. Sainz Jr.

McLaren·#55
+53.639s 8
7
D. Ricciardo

Renault·#3
+54.401s 6
8
K. Raikkonen

Alfa Romeo·#7
+65.540s 4
9
D. Kvyat

Toro Rosso·#26
+66.720s 2
10
N. Hulkenberg

Renault·#27
+72.733s 1
11
L. Norris

McLaren·#4
+74.281s 0
12
A. Albon

Toro Rosso·#23
+75.617s 0
13
L. Stroll

Racing Point·#18
+81.086s 0
14
G. Russell

Williams·#63
+ 1 giro 0
15
R. Kubica

Williams·#88
+ 1 giro 0
16
S. Vettel

Ferrari·#5
+ 1 giro 0
17
S. Perez

Racing Point·#11
+ 1 giro 0
18
A. Giovinazzi

Alfa Romeo·#99
NT 0
19
R. Grosjean

Haas·#8
NT 0
20
K. Magnussen

Haas·#20
NT

L’articolo SILVERSTONE FORMULA UNO, ANCORA TRIONFO PER L. HAMILTON proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

A Palazzo Venezia si premiano i “Lazzari Veraci”  

A Palazzo Venezia si premiano i “Lazzari Veraci”  

Saranno tra l’altro assegnate anche le “benemerenze” ad altri due consoli, e Viktor Hamotskyi (Ucraina) e Beya Ben Abdelbaky Fraoua (Tunisia)

Si rinnova anche questa volta l’invito da parte dell’Associazione I Lazzari di Davide Brandi, abbiamo ricevuto infatti e accolto con enorme piacere l’invito a partecipare alla Cerimonia del Premio “Lazzara/o verace” (ovvero difensore e promotore della napoletanità e della cultura napoletana) giunta alla IV edizione,che si terrà  VENERDI’ 19 LUGLIO 2019 nel giardino del ‘700 di Palazzo Venezia a Spaccanapoli, via Benedetto Croce n.19 (1° piano) – Napoli con ingresso dalle ore 18,00 (intrattenimento di musica classica napoletana e recitazioni a cura dei nostri artisti associati), ed inizio cerimonia dalle ore 19,00.

Tra i premiati dell’edizione di quest’anno verrà il Console Generale di Spagna a Napoli, S.E. Josè Solano Gadea, giunto al termine del suo mandato durato 4 anni.

Saranno tra l’altro assegnate anche le “benemerenze” ad altri due consoli, e Viktor Hamotskyi (Ucraina) e Beya Ben Abdelbaky Fraoua (Tunisia), per l’interesse manifestato verso la cultura napoletana e per aver partecipato ai corsi di lingua napoletana tenuti dalla stessa associazione I Lazzari.

Altre “benemerenze” verranno riconosciute ad artisti, attori, musicisti, poeti, scrittori, operatori sportivi e del sociale che con le loro attività hanno contribuito a mantenere viva la cultura napoletana.

Saranno infine rilasciati gli attestati di “Lazzara/o verace” a tutti i partecipanti ai corsi di lingua napoletana che nel periodo settembre 2018 – giugno 2019, hanno seguito le lezioni presso la sede di Palazzo Venezia a Spaccanapoli.

La serata sarà presentata dalla giornalista Raffaella Iuliano e da Cinzia Fragasso. Tra i presenti: M° Enrico Mosiello (chiatarra e voce) e M° Filidei Catalano (mandolino), il giornalista Ermanno Corsi, gli attori Lucio Ciotola ed Angelantonio Aversana, il presidente dell’Associazione I Lazzari, Davide Brandi, il presidente del Movimento Neoborbonico, Prof. Gennaro De Crescenzo, il sottoscritto Fiore Marro nella doppia veste di presidente dei CDS e opinionista del giornale Belvederenews,e tante altre personalità del mondo dello spettacolo, delle istituzioni e della stampa.

Per contattare la Segreteria dell’Associazione I Lazzari: Via B.Croce, 19 – Napoli c/o Ass. Pa.Ve.

Tel.: 3318923006

L’articolo A Palazzo Venezia si premiano i “Lazzari Veraci”   proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Papa Francesco: Essere capaci di avere compassione

CITTA’ DEL VATICANO – Durante la sua consueta riflessione in occasione della preghiera settimanale dell’Angelus, quest’oggi Papa Francesco, prendendo spunto dal testo del Vangelo di Luca che ci propone la parabola del Buon Samaritano, una delle più belle parabole del Vangelo.

Una parabola che è diventata paradigmatica della vita cristiana”– dice il Santo Padre. Gesù ci propone come modello da seguire proprio il Samaritano. “Un uomo che non aveva fede – prosegue ancora Papa Francesco – amando il fratello come sé stesso” ci prende per mano e ci conduce sulla strada buona, quella cioè che ci indica il giusto modo di amare Dio e di conseguenza il nostro prossimo.

Ci fa capire che non siamo noi che, in base ai nostri criteri, definiamo chi è il prossimo e chi non lo è, ma è la persona in situazione di bisogno che deve poter riconoscere chi è il suo prossimo, cioè «chi ha avuto compassione di lui»  Essere capaci di avere compassione – conclude Papa Bergoglio – questa è la chiave.

Questa è la nostra chiave. Se tu davanti a una persona bisognosa non senti compassione, se il tuo cuore non si commuove, vuol dire che qualcosa non va”.

 


!

L’articolo Papa Francesco: Essere capaci di avere compassione proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Speciale Universiadi, doppio oro nell’ateltica

NAPOLI – Altre due medaglie d’oro per l’Italia nell’atletica all’Universiade di Napoli. Con la misura di 4.46, l’azzurra Roberta Bruni ha vinto la medaglia d’oro nel salto con l’asta alle Universiadi di Napoli. Ha preceduto Altre due medaglie d’oro per l’Italia nell’atletica all’Universiade di Napoli. Con la misura di 4.46, l’azzurra Roberta Bruni ha vinto la medaglia d’oro nel salto con l’asta alle Universiadi di Napoli. Ha preceduto le statunitensi Rachel Baxter, che ha saltato 4,41, e Bridget Guy e statunitensi Rachel Baxter, che ha saltato 4,41, e Bridget Guy.

Luminosa Bogliolo ha vinto la medaglia d’oro nei 100 metri a ostacoli alle Universiadi di Napoli, facendo fermare il cronometro a 12″79, a tre centesimi dal record italiano di 12″76 detenuto da Veronica Borsi. Alle sue spalle la finlandese Hurske e la francese Comte. Bogliolo era giunta in finale col miglior tempo (12″86). E’ la tredicesima medaglia d’oro per la spedizione azzurra alle Universiadi di Napoli.

 

L’articolo Speciale Universiadi, doppio oro nell’ateltica proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SPECIALE UNIVERSIADI CASERTA, VITTORIA COREANA NEL TIRO CON L’ ARCO

CASERTA – Doveva essere la gara  principale e più importante dell’Universiadi a Caserta, e non ha tradito le attese.
Gradinate semipiene a piazza Carlo III, davanti alla cornice della Reggia Vanvitelliana patrimonio dell’Unesco, per la finale di Tiro con l’Arco, unica competizione a vedere assegnate le medaglie in città. Alla fine è una questione tutta coreana: gli arcieri della Corea del Sud trionfano sia tra gli uomini con Lee che tra le donne con Kang. Troppo forti gli asiatici, che qui in Campania hanno portato una squadra molto competitiva, con atleti come lo stesso Lee o la Choi, argento dietro la connazionale, ma oro a squadre alle Olimpiadi di Rio 2016; entrambi sono numeri uno nel ranking mondiale. Nulla possono i russi o i rappresentanti di Taipei, che pure conquistano il bronzo. Buona risposta da parte del pubblico, presente anche in mattinata. “E’ uno spettacolo guardare questa competizione e la Reggia alle spalle” dice Luciano, venuto a piazza Carlo III con due figli. La Reggia ha rapito gli occhi e il cuore di molti: l’allenatore della squadra americana ha esortato i suoi atleti a ricordare la location di queste Universiadi, perché “mai più avremo un campo di gara così spettacolare”. Gli stessi atleti coreani, dopo la vittoria, si sono lasciati fotografare con la Reggia alle spalle, e così fanno tutti gli altri, una volta finita la gara. “Stamattina abbiamo visitato la Reggia, poi abbiamo deciso di restare per goderci questa bellissima manifestazione” dice uno spettatore Stefano, venuto da Bologna con la moglie per visitare il monumento vanvitelliano.

L’articolo SPECIALE UNIVERSIADI CASERTA, VITTORIA COREANA NEL TIRO CON L’ ARCO proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SPECIALE UNIVERSIADI, VINCONO I COREANI NEL TIRO CON L’ARCO

CASERTA – Doveva essere la gara  principale e più importante dell’Universiadi a Caserta, e non ha tradito le attese.
Gradinate semipiene a piazza Carlo III, davanti alla cornice della Reggia Vanvitelliana patrimonio dell’Unesco, per la finale di Tiro con l’Arco, unica competizione a vedere assegnate le medaglie in città. Alla fine è una questione tutta coreana: gli arcieri della Corea del Sud trionfano sia tra gli uomini con Lee che tra le donne con Kang. Troppo forti gli asiatici, che qui in Campania hanno portato una squadra molto competitiva, con atleti come lo stesso Lee o la Choi, argento dietro la connazionale, ma oro a squadre alle Olimpiadi di Rio 2016; entrambi sono numeri uno nel ranking mondiale. Nulla possono i russi o i rappresentanti di Taipei, che pure conquistano il bronzo. Buona risposta da parte del pubblico, presente anche in mattinata. “E’ uno spettacolo guardare questa competizione e la Reggia alle spalle” dice Luciano, venuto a piazza Carlo III con due figli. La Reggia ha rapito gli occhi e il cuore di molti: l’allenatore della squadra americana ha esortato i suoi atleti a ricordare la location di queste Universiadi, perché “mai più avremo un campo di gara così spettacolare”. Gli stessi atleti coreani, dopo la vittoria, si sono lasciati fotografare con la Reggia alle spalle, e così fanno tutti gli altri, una volta finita la gara. “Stamattina abbiamo visitato la Reggia, poi abbiamo deciso di restare per goderci questa bellissima manifestazione” dice uno spettatore Stefano, venuto da Bologna con la moglie per visitare il monumento vanvitelliano.

L’articolo SPECIALE UNIVERSIADI, VINCONO I COREANI NEL TIRO CON L’ARCO proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

UN’ESTATE DA BELVEDERE: LA GRANDE COMICITA’ DI BIAGIO IZZO IN AUTOVELOX

CASERTA – Siamo ormai a poche ore dall’inizio della seconda serata di UN’ESTATE DA BELVEDERE. Dopo il grande successo di pubblico in occasione del GRAN CONCERTO DELLA BARRIERA, possiamo affermare che questa sera si replica.

A divertire il pubblico che sarà presente nella magica cornice del Belvedere ci penserà infatti il comico napoletano più famoso d’Italia, BIAGIO IZZO che insieme a Mario Porfito e Francesco Procopio si esibirà in AUTOVELOX.

La trama, incentrata su tre personaggi, narra di un viaggio che (si spera) li aiuterà a capire quanto sia arrivato il momento di cambiare qualcosa delle loro vite.

Tutto avviene il quindici Agosto quando ormai tutta l’ Italia è in vacanza, al mare. Proprio tutti escluso tre Tutti tranne Tre.

Biagio, Mario e Francesco sono tre carabinieri. Integerrimi ma non troppo, ligi alle leggi ma fino ad un certo punto, uomini d’azione proprio per niente. Infatti quel giorno devono prestare servizio con un apparecchio dell’autovelox sulla Basentana. Il quindici agosto con un Autovelox su quella strada? Praticamente una cosa inutile, per intenderci un po’ come dover attraversare un ghiacciaio coi braccioli”.

Le cose che succedono nella vita non sono mai casuali. Tutti e tre, in seguito a diversi eventi “sfortunati” si vedono costretti a trascorrere la notte a ben tredici chilometri dal paese nel quale svolgono il loro servizio. Da buon napoletani riescono comunque ad adattarsi alla circostanza.

È proprio dalla macchina di servizio di Biagio Izzo, ormai con la batteria scarica, che uscirà ogni genere di conforto, da una tenda da campeggio ad una torta con le candeline. “Che cosa farebbero i nostri carabinieri se in quella strada trovassero una borsa con dei soldi? E se in quella borsa ci fosse anche una considerevole dose di cocaina?”.

Ad anticipare di poco la sua salita sul palco un’altra artista di tutta eccezione: GABRIELLA FERRONE

Finalista del concorso Area Sanremo 2010 viene scelta dalla commissione Artistica della RAI per partecipare al 61° Festival della Canzone Italiana di Sanremo 2011 nella sez. Sanremo Giovani 2011 con il brano ”Un pezzo d’estate”.
In occasione del Festival di Sanremo 2011, dove Gabriella riceve il premio A.F.I. come “Migliore Interpretazione”,è stato pubblicato il suo primo album “ORA SO”. Dopo la sua partecipazione al Festival Di Sanremo, inizIa un Tour di 12 tappe nei migliori Teatri del Nord.

Partecipa a varie tappe del Festival Show. Inizia così “Ora so…in Tour”. Viene premiata dal CONI come “Personaggio Dell’Anno” per essere stata una sportiva agonista che si è contraddistinta nel mondo dello spettacolo.

Ai World Solidarity Award riceve un premio al suo impegno nel Sociale, essendo Testimonial dell’Associazione “Onlus per la Mucopolisaccaridosi”. Viene premiata al Gran Galà Perla Del Tirreno come “Miglior Artista dell’Anno”.

Si esibisce al Summer Music Festival, davanti ad un pubblico di 130.000 persone, e viene premiata come “Miglior Artista Rivelazione”. Riceve a Castocaro il “Premio Alla Carriera”.

Continua negli anni l’ascesa nel mondo della musica, dove Gabriella ottiene riconoscimenti e premi. Continua a riempire Teatri e Palazzetti dello sport, come a Marzo 2014 quando per la prima volta, tiene un concerto evento al Palamaggiò di Caserta facendo impazzire pubblico e stampa.

Subito dopo il Capo di Stato Maggiore sceglie Gabriella e Gigi D’Alessio come ospiti nell’importante cerimonia in diretta sulla Rai, in occasione dei 150 anni dell’Esercito Italiano.

Di lì a poco, Gabriella viene scelta insieme a Gigi Buffon, Cristina Chiabotto, Jury Chechi per essere la Testimonial Italiana nello spot pubblicitario per le ParaOlimpiadi di Londra 2014 (Invictus Game).

Inizia ad Aprile 2019 il nuovo Tour Estivo, ed annuncia ai fans che sta lavorando al suo nuovo album, di cui è autrice e compositrice. Nel nuovo progetto musicale si può ascoltare tutta la contaminazione della sua terra, del sue essere verace, scugnizza”.

Un progetto che con il brano “Suonn E Oro” anticipa il suo nuovo Album in uscita in Autunno di classiche napoletane scritte e composte da lei stessa. Non ci resta che aspettare questo nuovo successo”

L’articolo UN’ESTATE DA BELVEDERE: LA GRANDE COMICITA’ DI BIAGIO IZZO IN AUTOVELOX proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SEPCIALE UNIVERSIADI, ORO PER L’ITALVOLLEY

Eboli (SA) – Gli azzurri al PalaSele di Eboli battono al tie-break la Polonia nella finale delle Universiadi e conquistano una medaglia d’oro storica, che mancava da 49 anni.

Si chiude con la medaglia d’oro dei ragazzi della pallavolo la penultima giornata delle Universiadi di Napoli 2019. Gli azzurri, al Pala Sele di Eboli, hanno battuto in rimonta la Polonia 3-2 (16-25, 25-20, 22-25, 25-23, 15-10). e’ la 147a medaglia d’oro della delegazione azzurra.

Questo il bilancio totale alle XXX delle Universiadi azzurre, in totale sono 43, 14 ori, 13 argenti e 16 medaglie di bronzo che valgono il sesto posto nel medagliere olimpico.

 

L’articolo SEPCIALE UNIVERSIADI, ORO PER L’ITALVOLLEY proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

SPECIALE UNIVERSIADI, ORO ALL’ITALIA DI PALLANUOTO, SCANDONE IN DELIRIO

NAPOLI – PISCINA SCANDONE – L’Italia vince l’oro e conquista della Scandone. E’ d’oro il 14 luglio 2019 per il Settebello made in Naples e targato Campania. Gran finale a tinte azzurre, apoteosi a Fuorigrotta, dove il sogno cullato si materializza. Scorrono i titoli di coda delle Universiadi all’ombra del Vesuvio (manifestazione fantastica e organizzazione impeccabile) con un lieto fine da Grande Bellezza.

​Mettono subito in chiaro quale sara’ il copione dell’incontro capitan Umberto Esposito e compagni. La meglio gioventu’ della pallanuoto universitaria entusiasma, monopolizza la scena, si rende protagonista con i suoi migliori interpreti. Applausi, abbracci,  selfie, i complimenti di familiari, amici e tifosi e tutti i presenti all’impianto di Napoli, espressamente per Pierre Pellegrini, Mario Del Basso, Giacomo Cannella, Matteo Spione, Federico Neri Panerai, Eduardo Campopiano, Mario Guidi, Lorenzo Bruni, Jacopo Alesiani, Massimo Di Martire, Ettore Novara, Umberto Esposito, Francesco Massaro, diretti da Alberto Angelini e dall’assistent Coach Alessandro Calcaterra.

«Campioni, campioni», grida il caloroso pubblico, che affolla l’impianto non soltanto di domenica mattina. Cavalcata trionfale, avventura gloriosa, sette vittorie per il Settebellissimo, che dilaga 18-7 (parziali di 4-1, 3-2, 3-1, 8-3) contro gli Stati Uniti. Travolgente il mancino salernitano Campopiano: poker e giocate di classe. Del Basso anticipa e si fa valere in difesa, il posillipino Massimo Di Martire ricama e dispensa assist. Controfughe e spettacolo con la tripletta di Giacomo Cannella. Tutto perfetto, meraviglioso, tutto si tinge d’azzurro. Scatta la festa ed e’ grande Italia. In tribuna e sul podio.

L’articolo SPECIALE UNIVERSIADI, ORO ALL’ITALIA DI PALLANUOTO, SCANDONE IN DELIRIO proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Call Now Button