Category Archives: Caserta e Sannio

Aversa.il mondragonese Benedetto Zoccola, imprenditore anti-camorra entra in giunta. gli auguri di Zannini

“Voglio fare il mio più grande in bocca al lupo all’amico mondragonese Benedetto Zoccola, che ha accettato una nuova sfida amministrativa nella città di Aversa, dove ricoprirà il ruolo di Assessore ai lavori pubblici. Sono certo che Benedetto saprà ricoprire al meglio questo ruolo, portando avanti le battaglie della competenza, della legalità e della trasparenza. In regione Campania troverà le porte aperte.”

Così il consigliere regionale Giovanni Zannini, a margine dell’ingresso in giunta ad Aversa di Benedetto Zoccola, imprenditore anti-camorra di Mondragone.

L’articolo Aversa.il mondragonese Benedetto Zoccola, imprenditore anti-camorra entra in giunta. gli auguri di Zannini proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

AVERSA. UNIVERSIADI. Salta evento a Casa Cimarosa, la Pro Loco fa il mea culpa

AVERSA“Mi scuso a nome della Pro Loco Aversa, con la cittadinanza, con il Sindaco e con tutta l’Amministrazione comunale, per la mancata puntuale comunicazione circa l’annullamento del convegno a cura della Pro Loco Aversa Gli sport dei Normanni. Tale evento previsto stamane 7 luglio 2019 alle ore 11:00 presso Casa Cimarosa, nel programma stilato di concerto con il Comune di Aversa in occasione delle Universiadi, purtroppo non si è tenuto in quanto si è appreso, solo pochissimi minuti prima del simposio, della improvvisa ed assoluta indisponibilità personale di uno dei relatori”. È quanto fa sapere l’Avv. Rosanna Santagata in qualità di Presidente della Pro Loco di Aversa.

“Pertanto non potendo comunicare tale circostanza nell’immediato agli uffici comunali preposti, essendo oggi domenica, indi un giorno non lavorativo, non si é riusciti nell’immediatezza ad avvertire Casa Cimarosa dell’accaduto. La Pro Loco di Aversa si riserva nel contempo di riprogrammare tale interessantissimo convegno in altra data”.

L’articolo AVERSA. UNIVERSIADI. Salta evento a Casa Cimarosa, la Pro Loco fa il mea culpa proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Restaurato orologio al Real sito di Carditello

SanTammaro-Il primo intervento promosso dalla Fondazione è consultabile sulla piattaforma del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali www.artbonus.gov.it ed è dedicato al ripristino dei quattro orologi solari collocati sulle torri del Sito borbonico.

Le meridiane, poste in punti sopraelevati rispetto all’altezza della cinta muraria, dovevano essere visibili anche dall’esterno della tenuta e avevano la funzione di scandire le ore e le stagioni, consentendo agli abitanti del Sito, agli allevatori e agricoltori, di conoscere l’orario e regolare l’andamento del lavoro.

L’intervento, per il quale la Fondazione si avvale della competenza della prof.ssa Alessandra Pagliano, esperta di gnomonica e docente presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, prevede il restauro degli orologi solari la cui leggibilità è oggi compromessa.

Questo intervento è di prioritaria importanza per il ripristino degli gnomoni e per sottrarre le flebili tracce di colore al logorio derivato dagli agenti atmosferici.

Il restauro porterà alla luce alcuni elementi dei dipinti decorati con festoni e motti dedicati ai temi delle stagioni e dello scorrere del tempo.

L’articolo Restaurato orologio al Real sito di Carditello proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Aversa, annullata conferenza stampa, snobbate le Universiadi

AVERSA – Nella  giornata di oggi, pessima figura dei relatori e degli esponenti politici tra cui il Sindaco di Aversa che non si presentano, dando forfait al’indetta conferenza stampa prevista.

Il tutto era previsto presso il palazzo Cimarosa  ad Aversa,  in un incontro organizzato dal Comunedi Aversa, dalla proloco per ‘pubblicizzare’ gli sport nella citta normanna,  intorno alle ore 11.00.

Niente di fatto, ma fatto ancor più rilevante è che nessun avviso era stato dato su eventuale rinunce o forfait per la predetta confernza stampa convocata ma che poi non si è tenuta per l’assenza di coloro che l’avevano organizzata.

L’articolo Aversa, annullata conferenza stampa, snobbate le Universiadi proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

MONA (OPI), SANITA’ E CARENZA DEL PERSONALE INFERMIERISTICO

Il presidente dell’Opi (Ordine Professionale Infermieri) di Caserta, Gennaro MONA, interviene nel dibattito sulla cronica carenza di personale infermieristico. La carenza di personale nella sanità italiana è un tema quanto mai caldo, specialmente quello infermieristico. Spesso le aziende sanitarie oltre che pensare alla salute dei cittadini sono costrette a fare i conti con i budget e con tutto ciò che ne scaturisce. Questo va a impattare, in primis, sulla risposta all’esigenza dell’utenza e, in secundis sul rapporto utenza-assistenti (medici/infermieri).

Gli studi dicono che il rapporto infermiere/paziente dovrebbe essere di 1:6, mentre in alcune realtà campane si arriva addirittura a 1:17. Che la carenza di infermieri ci sia e che sia un dato negativo per la gestione dell’assistenza sono suffragati anche da una serie di dati provenienti da una serie di studi, che indicano che il tasso di mortalità risulta del 20% inferiore quando ogni infermiere ha in carico un numero di pazienti pari a 6 o meno, rispetto a quei contesti dove ogni singolo infermiere ha in carico 10 o più pazienti. Un altro studio ha sottolineato che il rischio di morte aumenta con l’esposizione a turni con ore di presenza infermieristica inferiori di almeno 8 ore rispetto al monte-ore programmato oppure con turni nei quali il turn over dei pazienti è molto elevato.

In questo contesto diventa la cartina di tornasole la retribuzione per straordinario (laddove è pagato), che aumenta con una media del 11,05 per cento. Qui vale la pena ricordare lo stress correlato al carico di lavoro da un lato e gli attacchi psicologici o fisici di cui spesso gli infermieri sono vittime. Tra l’altro la mancanza del personale di supporto (ad esempio gli OSS) fa sì che i pochi infermieri in servizio debbano svolgere mansioni che non competono loro quindi demansionando il ruolo.

Bisogna assolutamente e in modo rapido aumentare il rapporto infermieri/assistiti innanzitutto in quelle aree in cui sia per epidemiologia che per tasso demografico il divario tra bisogno e offerta è significativamente al di sopra della media di 1:6, solo in questo modo si potrà riuscire ad accompagnare l’evoluzione dei bisogni con l’appropriatezza di ciò che può offrire il SSN.

Negli anni, il numero degli infermieri alle dipendenze del Servizio Sanitario Nazionale, è diminuito drasticamente; responsabili ne sono il blocco del turn-over e le mancate assunzioni, provvedimenti politico-sanitari imposti per fronteggiare la crisi economica e nel tentativo di rispettare i piani di rientro delle Regioni in deficit: è giunta l’ora di invertire la rotta.

L’articolo MONA (OPI), SANITA’ E CARENZA DEL PERSONALE INFERMIERISTICO proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

MNS, MARCO CERRETO ELETTO SEGRETARIO PER IL POST ALEMANNO

Questa mattina l’Assemblea del Movimento Nazionale per la Sovranità ha eletto Segretario Marco Cerreto al posto del dimissionario Gianni Alemanno.

Il nuovo segretario e il Presidente Roberto Menia avranno il compito di rappresentare l’MNS nel patto federativo con Fratelli d’Italia che è stato ratificato oggi dall’Assemblea e che ha già portato l’MNS a esprimere candidati all’interno delle liste europee del partito di Giorgia Meloni.

Sono passati dieci anni dalla fine di Alleanza Nazionale. È tempo che la destra italiana ponga fine alla sua diaspora, per questo abbiamo risposto positivamente all’appello di Giorgia Meloni per creare un grande movimento conservatore e sovranista sotto il simbolo della Fiamma Tricolore.” Ha detto il Presidente Roberto Menia nel suo intervento in Assemblea.

Sulla stessa linea il neo eletto segretario Marco Cerreto: “Fin dalla fondazione il nostro obiettivo è stato quello di creare un Polo sovranista che raccolga l’eredità del vecchio centrodestra. Oggi per spingere la Lega a porre termine alla negativa esperienza del Governo Conte, è necessario costruire un nuovo grande movimento politico di destra che può nascere solo da Fratelli d’Italia e che sarà il secondo pilastro del Polo sovranista”
Fratelli d’Italia vuole crescere allargando la sua aggregazione in tutto il centrodestra. – dichiara l’On Carolina Varchi componente dell’esecutivo nazionale FDI che rappresenta Giorgia Meloni e il vertice di Fdi all’assemblea del MNS- Ma la premessa necessaria è riunificare il mondo della destra diffusa e dispersa. Per questo è molto importante il Patto federativo che Giorgia Meloni ha siglato con l’MNS perché recuperiamo il rapporto con un pezzo importante della storia della destra tradizionale, fino a ieri ancora fuori da Fratelli d’Italia.”

L’articolo MNS, MARCO CERRETO ELETTO SEGRETARIO PER IL POST ALEMANNO proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Via San Carlo 51 , la storia di un salvataggio di una gattina rimasta intrappolata nei pressi di canna fumaria

Operazione di salvataggio dei Vigili del Fuoco di Caserta nei confronti di Charlene, una gattina che era rimasta intrappolata al fianco di una canna fumaria a circa 6/7 metri di altezza.

Tutto è iniziato ieri sera , quando alcuni residenti del palazzo, sito in via San Carlo 51, hanno udito il miagolio di un gatto che con il passare delle ore diventava sempre più’ intenso. Quel lamento proveniva proprio dalla canna fumaria , a quanto pare infatti il gattino sembra che in un primo momento sia rimasto intrappolato proprio all’ interno della canna fumaria stessa.

Stamattina poi il tentativo di Stefania, una donna residente nel palazzo, che, fornita di scala, ha cercato di soccorrere  Charlene che intanto era riuscita a mettersi al riparo anche se in una condizione precaria di sicurezza.

L’ impresa non era delle più semplici ,infatti ben presto i condomini hanno deciso di chiedere l’ intervento dei Vigili del Fuoco i quali sono arrivati prontamente sul posto e in pochi minuti si sono organizzati per cercare di intervenire. Intanto sul posto è arrivata anche la giovane proprietaria del gatto che piangendo ha assistito all’ intervento di soccorso messo in atto dai Vigili del Fuoco.

In pochi minuti la svolta, Charlene impaurita dalla circostanza si è lanciata nel vuoto , facendo temere a tutti i presenti il peggio. Invece , nonostante il volo , la gattina è riuscita a sopravvivere e in questo momento è fra le braccia della sua giovane proprietaria che intanto aveva già procurato da bere e da mangiare.

L’articolo Via San Carlo 51 , la storia di un salvataggio di una gattina rimasta intrappolata nei pressi di canna fumaria proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Un successo la passeggiata in bici a San Nicola la Strada, centinaia i partecipanti

È stata un successo la passeggiata in bicicletta organizzata dall’Amministrazione comunale, guidata dal Sindaco Vito Marotta, per riscoprire la città di San Nicola la Strada pedalando tutti insieme in libertà e sicurezza per le strade cittadine. Una mattinata dedicata alla gioia, al gusto di stare insieme in armonia e di sentirsi più vicini alla natura, all’ambiente e alla nostra storia.

Alla passeggiata, oltre al Sindaco Vito Marotta, sono stati notati numerosi esponenti del Consiglio comunale ed anche probabili candidati alle prossime elezioni amministrative di maggio 2020.

Ma, soprattutto erano centinaia i cittadini, uomini e donne, bambini e anziani, tutti con il relativo “fischietto” per animare la passeggiata, resa possibile grazie alla fattiva collaborazione del Nucleo Comunale dei volontari della Protezione Civile con in testa il Coordinatore Ciro De Maio a fare da apripista e con i Vigili Urbani del locale Comando di Polizia Municipalee dei Volontari del Nucleo Reggia dell’Associazione Nazionale Carabinieri, sez. di San Nicola la Strada.

Dunque, una mattinata dedicata alla gioia, al gusto di stare insieme in armonia e di sentirsi più vicini alla natura, all’ambiente e alla nostra storia. L’appuntamento per bambini e famiglie è stato alle ore 9.30 di domenica, 7 luglio 2019, con partenza dalla Rotonda di San Nicola, nei pressi della Chiesa di Maria SS. della Pietà, poi il corteo su due ruote è proseguito per Via Cairoli,

Via Grotta, Via Cimitero, Via Patturelli, Via Bronzetti, Viale Italia, Viale Europa, Via XX Settembre, Piazza Municipio, Piazza Parrocchia, Via Appia, Via Leonardo da Vinci, Via IV novembre, Via Santacroce, Via De Gasperi, Galoppatoio est e arrivo in Largo Rotonda. Per ogni partecipante è stato consegnato un sacchetto con tanti gadget.

“È una importante iniziativa per vivere una mattinata insieme e soprattutto una passeggiata ecologica” – ha commentato il sindaco Vito Marotta – “È stato bello vivere insieme questa esperienza in bicicletta per le strade della città alla quale hanno partecipato numerosi i cittadini, specie le famiglie con i bambini piccoli”.

La bicicletta a San Nicola la Strada è uno straordinario strumento per la tutela dell’ambiente. Utilizzare la bici negli spostamenti in città o nei comuni viciniori è un modo semplice, ma efficace per dare tutti i giorni il nostro contributo concreto alla lotta ai cambiamenti climatici, tenuto anche presente che il territorio cittadino è completamente pianeggiante e non comporta eccesivi sforzi fisici.

L’articolo Un successo la passeggiata in bici a San Nicola la Strada, centinaia i partecipanti proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Giornata Mondiale del Grano. Dal grano al pane il prezzo aumenta di quindici volte

Sabato 6 e domenica 7 luglio 2019 si è celebrata la Giornata Mondiale del Grano. Dal grano al pane il prezzo aumenta di quindici volte e dal grano alla pasta di 8 volte per effetto delle speculazioni e delle importazioni selvagge di prodotto dall’estero con pagnotte e panini spacciati come italiani all’insaputa dei consumatori e con 1 pacco di pasta su 3 è fatto con grano straniero. La denuncia arriva da Coldiretti Puglia, Coldiretti in occasione della Giornata Nazionale del Grano Italiano con la prima storica trebbiatura realizzata nel centro della capitale finanziaria d’Italia, al Villaggio contadino della Coldiretti a Milano al Castello Sforzesco, da Piazza del Cannone a Piazza Castello, in occasione della fine della raccolta lungo tutta la Penisola.

Oggi – sottolinea la Coldiretti – un chilo di grano tenero è venduto a circa 21 centesimi mentre un chilo di pane è acquistato dai cittadini a valori variabili attorno ai 3,1 euro al chilo, con un rincaro quindi di quindici volte, tenuto conto che per fare un chilo di pane occorre circa un chilo di grano, dal quale si ottengono 800 grammi di farina da impastare con l’acqua per ottenere un chilo di prodotto finito. Dal grano alla pasta, aggiunge Coldiretti, il prezzo aumento di almeno di 8 volte, passando dal campo alla tavola dai 21 centesimi al chilo riconosciuti ai produttori, ad 1,5 euro per il pacco di pasta al supermercato.

L’Italia – continua la Coldiretti – è il principale produttore europeo e secondo mondiale di grano duro, destinato alla pasta con un raccolto previsto di 4 milioni di tonnellate nel 2019 in calo rispetto all’anno scorso su una superficie coltivata – spiega Coldiretti su dati Crea – scesa a 1,2 milioni di ettari concentrati nell’Italia meridionale, soprattutto in Puglia e Sicilia che da sole rappresentano circa il 40% della produzione nazionale. Intanto crescono del 5% la superfici a grano bio. Pur avendo nel complesso 21 molini a grano duro, collocandosi subito dopo la Sicilia, la Puglia presenta una capacità di trasformazione pari al doppio di quella presente nell’Isola. Ciò dimostra che le industrie semoliere presenti in Puglia sono di elevate dimensioni presentando in media una capacità unitaria di trasformazione di oltre 290 t/24h.

La Puglia rispetto alle altre regioni sembra avere un maggior livello di organizzazione dal punto di vista della commercializzazione del grano duro in quanto nella regione si localizzano un numero rilevante di molini e pastifici di grandi potenzialità di lavorazione, i quali assorbono volumi elevati di materie prime. “Noi agricoltori per una giusta remunerazione del nostro lavoro” – dice Vito Tafuni, cerealicoltore di Altamura che produce grano e pasta 100% made in Puglia – “siamo pronti ad aumentare la produzione di grano duro in Puglia dove è vietato l’uso del glifosate in preraccolta, a differenza di quanto avviene in Canada ed in altri Paesi.

Sarebbero improbabili e dannosi per il tessuto economico del territorio percorsi di abbandono e depauperamento dell’attività cerealicola che deve, invece, specializzarsi, puntare sull’aggregazione, essere sostenuta da servizi adeguati e tendere ad una sempre più alta qualità, scommettendo esclusivamente su varietà pregiate, riconosciute ormai a livello mondiale”. Il progetto – evidenzia Coldiretti – nasce sotto la spinta del crescente interesse per la pasta 100% di grano italiano grazie all’entrata in vigore dell’obbligo di indicare l’origine in etichetta. Un elemento di trasparenza che ha portato – sottolinea la Coldiretti – ad un profondo cambiamento sullo scaffale dei supermercati dove si è assistito alla rapida proliferazione di marchi e linee che garantiscono l’origine italiana al 100% del grano impiegato.

Da La Molisana ad Agnesi, da Ghigi a De Sortis, da Jolly Sgambaro a Milo e Granoro, da Armando a Felicetti, da Alce Nero a Rummo, dai prodotti certificati FdAI – Firmato dagli agricoltori italiani fino al gruppo Barilla con il marchio “Voiello” e la linea Integrale 100% italiano, sono sempre più numerosi i brand che garantiscono l’origine nazionale del grano. Gli italiani” – conclude la Coldiretti – “sono i maggiori consumatori mondiali di pasta con una media di 23 chili all’anno pro-capite ma l’Italia si conferma leader anche nella produzione industriale con 3,2 milioni di tonnellate, davanti a Usa, Turchia e Brasile.

L’articolo Giornata Mondiale del Grano. Dal grano al pane il prezzo aumenta di quindici volte proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Lutto nel mondo della chiesa, muore a 63 anni il vescovo ausiliare Salvatore Angerami di Napoli

Il mondo della chiesa i in lutto per la morte di Salvatore Angerami. Il vescovo ausiliare di Napoli era malato da tempo, nelle ultime settimane le sue condizioni si erano sensibilmente aggravate. Nei giorni scorsi il Cardinale Arcivescovo, Crescenzio Sepe, aveva invitato la comunità diocesana a pregare nel corso della messa “per il Vescovo Salvatore in cammino verso la Casa del Padre per celebrare in eterno la Pasqua”.

Presso la Cappella Maggiore del Seminario arcivescovile è stata allestita la camera ardente dalle 11.00 di oggi, domenica 7 luglio 2019. Domani, lunedì 7 luglio, alle 11.00 saranno celebrate le esequie presso la Cattedrale di Napoli. Salvatore Angerami, come riporta il sito diocesano, nacque a Napoli, il 26 novembre 1956. Laureato in Ingegneria presso l’Università Federico II di Napoli, per alcuni anni ha esercitato la professione di Ingegnere.

Successivamente è stato accolto nel Seminario Arcivescovile di Napoli dove ha compiuto gli studi filosofico-teologici. È stato ordinato sacerdote il 22 giugno 1997 ed è incardinato nell’arcidiocesi di Napoli. Dopo l’ordinazione sacerdotale ha ricoperto i seguenti incarichi: Animatore del Seminario Maggiore Arcivescovile di Napoli (1996-2003); Vicario parrocchiale di San Gennaro al Vomero (2003-2005); Parroco di San Gennaro al Vomero (2005-2014); Delegato arcivescovile per l’Edilizia di Culto (2012-2014).

È stato, inoltre, Collaboratore della Parrocchia Beata Vergine di Lourdes e Santa Bernardetta (1997-2003), Confessore Ordinario del Seminario Maggiore Arcivescovile (2004-2009), Padre spirituale della Comunità Propedeutica del Seminario Maggiore Arcivescovile (2005-2008) e Decano dell’ex 7° Decanato. È stato Membro del Consiglio Diocesano per gli Affari Economici (2011-2014) e Membro della Commissione di Arte Sacra (2012-2014). Dal luglio 2014 era Rettore del Seminario Arcivescovile di Napoli”.

L’articolo Lutto nel mondo della chiesa, muore a 63 anni il vescovo ausiliare Salvatore Angerami di Napoli proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Call Now Button