Category Archives: Attualità

LA BEFFA. Il canestro non andava convalidato. Ecco la nota della Juvecaserta

LA BEFFA. Il canestro non andava convalidato. Ecco la nota della Juvecaserta

Ancora adesso c’è amarezza per incredibile sconfitta di ieri. Tante polemiche visto che in molti si sono accorti che il tiro che ha dato la vittoria a Roseto era effettivamente partito subito dopo il suono della sirena. Anche la Juvecaserta pochi minuti fa ha pubblicato un comunicato stampa in riferimento a quest’ultimo episodio.

Questo il comunicato: In relazione al canestro che ha deciso il confronto tra la nostra squadra e Sapori Veri Roseto degli Abruzzi, lo Sporting Club Juvecaserta, esclusivamente per ristabilire la verità dei fatti e senza nulla togliere al successo degli abruzzesi, ritiene opportuno evidenziare che, dalle prove televisive e fotografiche in suo possesso, l’ultima azione risulta falsata da due errori, imputabili alla terna arbitrale ed al tavolo degli ufficiali di gara. Nel momento in cui lo stop lamp è accesso ed il tabellone segna 0, come risulta evidente dalle foto allegate al presente comunicato, la palla è ancora nelle mani del giocatore Mouaha e, perciò, a norma di regolamento, il canestro non doveva essere convalidato dalla terna arbitrale.

Dall’esame del filmato, poi, si rileva che conteggiando la durata dell’ultima azione, che sarebbe dovuta partire ad un secondo e 41 centesimi dal termine – il tempo era bloccato e c’era stato un timeout – la stessa è durata un secondo e 91 centesimi a conferma del ritardato avvio del cronometro da parte dell’ufficiale di gara.

Tanto si ritiene opportuno precisare senza alcun spirito polemico, ma soltanto per ristabilire l’esatta verità dei fatti, evitando interpretazione distorte – che pur sono apparse su vari organi di stampa e sui social – e, soprattutto, chiedendo agli Organi Federali – cui è stata inviata la relativa documentazione – di intervenire, per quanto nelle sue possibilità, per evitare il ripetersi di errori che finiscono con inficiare la regolarità delle gare.

L’articolo LA BEFFA. Il canestro non andava convalidato. Ecco la nota della Juvecaserta proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

A tu per tu col sindaco di Caserta, Carlo Marino: la nomina a presidente Anci Campania e l’arringa sul dimensionamento scolastico

 

L’articolo A tu per tu col sindaco di Caserta, Carlo Marino: la nomina a presidente Anci Campania e l’arringa sul dimensionamento scolastico proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Aversa, Lo sport ha la sua “casa”

AVERSA – La Giunta comunale del Comune di Aversa ha approvato la concessione dell’utilizzo del PalaJacazzi alle società sportive che hanno risposto all’avviso pubblico entro il termine di scadenza del 20 agosto 2019. Si riaprono dunque le porte dello sport ad Aversa dopo l’inagibilità dichiarata delle palestre annesse alle strutture scolastiche.

Su questo tema è l’Assessore a Cultura e Sport della Città di Aversa, Luisa Melillo, a fare chiarezza: “Sulla questione delle agibilità andremo a fondo, perché va appurato se in passato si siano concesse le palestre secondo la Legge oppure se i nostri ragazzi si siano allenati in strutture non a norma. Se così fosse – è perentorio l’Assessore – chi lo ha permesso ne risponderà”. Le società sportive potranno dunque riprendere le loro attività (al costo di €5 l’ora, come da regolamento).

“Lo sport è un valore in cui crediamo – continua l’Assessore Melillo – e ringrazio le società per aver accolto favorevolmente questa soluzione. Ora hanno una “casa” in cui svolgere le proprie attività in sicurezza e soprattutto secondo quanto stabilito dalla Legge”. L’Assessore allo Sport, nella cui delega sono inclusi gli impianti sportivi (Tensostruttura, PalaJacazzi e Stadio Bisceglia), annuncia infine “importanti e positive novità” per quanto riguarda lo stadio del calcio normanno, che a breve saranno comunicate.

L’articolo Aversa, Lo sport ha la sua “casa” proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

IL LADRO DELL’IPERION DENUNCIA I VIGILANTES CHE LO HANNO AGGREDITO (AGGIORNAMENTO)

CASERTA – Abbiamo pubblicato la notizia del furto al Centro Commerciale Iperion, con il successico arresto dell’autore del furto ma occorre pubblicare degli aggiornamenti.

In primis l’autore del furto si chiama Danilo Ardizzone che dopo l’asportazione fraudolenta di due bottiglie di spumante del valore di cica 70 euro, è stato fermato inseguito e bloccato da due vigilantes con la forza, dal quale poi nè è nata una colluttazione. Dopo l’arrivo dell’ambulanza e della Polizia, l’autore del furto ha sporto denuncia presso la questura contro i due addetti alla vigilanza che lo hanno aggredito ( a suo dire a quanto pare in maniera troppo energica). La conseguenza di ciò è che però anche colui che ha sporto denuncia è stato a sua volta denunciato dai due addetti al servizio d’ordine del centro commerciale che hanno dovuto ricorrere anche loro a delle cure mediche ed al trasporto in Ospedale (con prognosi rispettivamente di un giorno e tre giorni).
Dopo la celebrazione del processo per direttissima, l’arrestato, Danilo Ardizzone, è stato scarcerato, oltre ai domicialiari dovrà scontare l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, il suo legale ha chiesto i termini per la difesa con il processo che è stato rinviato al mese di febbraio prossimo.

Seguiranno evenutali ulteriori aggiornamenti

L’articolo IL LADRO DELL’IPERION DENUNCIA I VIGILANTES CHE LO HANNO AGGREDITO (AGGIORNAMENTO) proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Regione Campania. Troppe ombre sul Concorsone, oltre 1 mese per correggere le prove scritte

Regione Campania. Troppe ombre sul Concorsone, oltre 1 mese per correggere le prove scritte

La Regione Campania receda immediatamente dalla convenzione sottoscritta a dicembre scorso col Formez per l’organizzazione e la gestione del concorsone”. Lo chiede il capogruppo regionale campano di Forza Italia Armando Cesaro, rinviando alla comunicazione relativa alla correzione delle prove preselettive del cosiddetto Concorsone campano pubblicata dall’ente di formazione sul proprio sito.

Non è accettabile che per correggere degli elaborati col sistema della lettura ottica, operazione che richiede giusto qualche ora da svolgersi immediatamente dopo la prova – spiega Cesaro -, i candidati debbano attendere oltre un mese”. “Perché tutto questo tempo?”, si chiede Cesaro per il quale “ancora dobbiamo capire le reali ragioni di quello che è stato definito un inceppamento della macchina organizzativa e se il governatore, come ha sostenuto, ha realmente tenuto il fiato sul collo al Formez oppure se siamo di fronte al solito gioco delle parti e delle convenienze reciproche e alla oramai consumata gara mediatica allo scaricabarile”.

E’ vergognoso, poi, – aggiunge Cesaro – che si arrivi persino a pretendere che i candidati che volessero assistere alla correzione degli elaborati, un loro sacrosanto diritto da agevolare e non da ostacolare, debbano obbligatoriamente recarsi a Roma”.

Adesso basta, non ci fidiamo più: si cancelli la convenzione, si annullino le prove preselettive e le si replichino in assoluta trasparenza con procedure di correzione immediata e con diffusione altrettanto tempestiva degli esiti”, conclude Cesaro.

L’articolo Regione Campania. Troppe ombre sul Concorsone, oltre 1 mese per correggere le prove scritte proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Agenti di Polizia salvano un suicida ad Acerra

ACERRA – Nella prima mattinata di domenica, 13 ottobre 2019, in Via Madonnelle, ad Acerra, si è assistito all’ennesimo scenario di un soggetto che minacciava di gettarsi nel vuoto, conclusosi fortunatamente in modo non funesto solo grazie al provvidenziale intervento della volante del locale Commissariato i cui operatori, dopo una lunga trattativa col suicida, sono riusciti a trarre in salvo la persona, scampandola da morte certa. Sono i cosiddetti scenari di ordinaria follia che ormai si ripetono sempre più spesso e che sono dettati da disperazione e malessere dalle matrici più disparate.

Benché presente sul posto altro personale in divisa, il soggetto che minacciava di suicidarsi ha accettato di dialogare solo alla vista degli operatori di volante di zona, mosso probabilmente dalla fiducia di una conoscenza più diretta derivante dal rapporto fiduciario che i poliziotti, evidentemente, instaurano con la collettività che tutelano giornalmente. Questi, giunti sul posto hanno subito riconosciuto il soggetto che penzolava coi piedi dal bordo di una tettoia e si sono catapultati al terzo piano dello stabile, al bordo della stessa, per cercare di dissuaderlo dall’insano gesto. I due, distraendo il soggetto con un fraterno dialogo hanno, con scatto fulmineo, raggiunto lo stesso afferrandolo con forza e portandolo in salvo, rischiando essi stessi di cadere nel vuoto, non essendo la tettoia delimitata da alcuna barriera, anzi scivolosa e pericolosamente scricchiolante.

Sull’accaduto interviene il Segretario Generale Provinciale del Sindacato di Polizia Coisp, Giuseppe Raimondi, il quale così commenta: “Ancora una volta i poliziotti hanno fatto la differenza in un episodio grave come quello accaduto ieri ad Acerra, dove il loro provvidenziale intervento ha consentito a mettere in salvo la vita di una persona da quella che avrebbe potuto rivelarsi una tragedia. Lo sottolineo poiché i ragazzi si trovano sempre più spesso ad operare non solo in condizioni di grave pericolosità visto anche il contesto in cui si trovano a lavorare, ma con a disposizione risicati mezzi (spesso di fortuna) e con personale nettamente insufficiente a fronteggiare questo genere di situazioni.

Eppure sono riusciti a portare in salvo quella persona che in preda alla disperazione tentava di togliersi la vita, soprattutto grazie al lavoro certosino che giornalmente ed evidentemente svolgono quei i poliziotti nelle rispettive zone di competenza. Mi compiaccio con loro e con il rapporto di fiducia che hanno instaurato con la cittadinanza, senza il quale sicuramente il soggetto non avrebbe chiesto di parlare esclusivamente con loro perché volti conosciuti ed avrebbe certamente compiuto il suo tragico gesto di suicidarsi.

Inoltre, voglio sottolineare quanto sia stato forte il senso del dovere e lo spirito di sacrificio che ha mosso questi poliziotti poiché – continua Raimondi – non hanno esitato neanche un istante a mettere a repentaglio la propria incolumità per salvare la vita a quell’uomo. Proprio per questo mi congratulo con loro per quanto fatto e rivolgo il mio appello al dirigente del Commissariato di Acerra nonché al Questore, affinché sappiano compensare nel giusto modo quel personale che con grande senso del dovere e sprezzanti del pericolo per se stessi, hanno sottratto a morte certa una persona. E mi rivolgo, in ultimo, alla politica, affinché tali imprese vengano giustamente considerate, affinché gli operatori di Polizia vengano dotati di maggiori mezzi e uomini ed al fine di una rivalutazione del ruolo del Comparto sicurezza considerandolo non più una spesa ma un investimento”.

L’articolo Agenti di Polizia salvano un suicida ad Acerra proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Aversa, Golia incontra mercatali: subito i lavori per riaprire mercato

AVERSA – “Questa amministrazione farà tutto quanto è in suo potere per ottemperare alle prescrizioni fatte dall’Asl alla struttura del mercato ortofrutticolo nel minor tempo possibile perché siamo solidali e vicini agli operatori che non possono pagare sulla propria pelle anni e anni di inerzia e indifferenza politico-amministrativa”.

Così il sindaco di Aversa Alfonso Golia che questa mattina, dopo esser stato all’Asl ha incontrato una delegazione di mercatali insieme ad esponenti della maggioranza e della giunta tra cui Fadda e Ciarmiello: “Il comune farà la sua parte nel modo più celere possibile. Mi sono impegnato personalmente perché sento sulle mie spalle il peso della responsabilità di tantissime famiglie, anche dell’indotto.

Una parte degli interventi deve essere realizzata dal comune mentre un’altra dai concessionari negli spazi di competenza”. “Tuteliamo il lavoro, ma l’obiettivo resta la delocalizzazione perché una struttura del genere non è più compatibile con un’area residenziale”, conclude Golia.

L’articolo Aversa, Golia incontra mercatali: subito i lavori per riaprire mercato proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Diocesi di Aversa: dopo 40 anni riapre al culto la Chiesa di San Domenico

AVERSA – Venerdì 18 ottobre 2019 riapre finalmente al culto la restaurata Chiesa di San Domenico, un giorno a lungo atteso dall’intera comunità aversana. L’appuntamento è fissato per le ore 11:00 presso Piazza Pebliscito, largo antistante la stessa Chiesa di San Domenico.

Presenzieranno all’evento S. E. Mons. Angelo Spinillo Vescovo di Aversa; Padre Francesco La Vecchia, Priore della Provincia Domenicana di S. Tommaso d’Aquino in Italia; il Dott. Alfonso Golia, Sindaco di Aversa; il Dott. Michele Di Bari, Capo Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione del Ministero dell’Interno; il Dott. Angelo Carbone, Direttore Generale del Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno; il Dott. Raffaele Ruberto, Prefetto di Caserta; la Dr.ssa Elisabetta Garzo, Presidente del Tribunale Napoli Nord; l’Arch. Salvatore Buonomo, Soprintendente Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento; l’Ing. Pasquale Leggiero, Presidente Associazione culturale “I Normann”. Ad introdurre e moderare gli interventi sarà Mons. Ernesto Rascato, Delegato Regionale per i Beni Culturali Ecclesiastici.

Ricordiamo che per quasi quarant’anni, ovvero dal terribile terremoto del 23 novembre 1980, la Chiesa di San Domenico è rimasta chiusa per inagibilità. Negli decenni successivi si sono registrati continui furti di diverse opere d’arte, come i dipinti di scuola del Solimena e numerose sculture marmoree, con saccheggio di altari e del monumentale organo a canne. Negli ultimi anni, grazie all’interessamento dei vari enti e alla spinta dall’Ufficio diocesano Beni culturali di Aversa, di concerto con i Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Artistico, è stato possibile recuperare ricollocare in situ numerose opere che erano state trafugate. Oggi, dopo una lunga campagna di restauro ad intermittenza, il monumentale tempio domenicano viene riaperto al culto e alla fruizione della cittadinanza.

I lavori di restauro della vasta copertura (tetto e soffitto ligneo) e della complessa facciata della Chiesa sono stati realizzati con interventi e finanziamenti del Ministero Lavori Pubblici – Provveditorato alle Opere Pubbliche e del Ministero Beni culturali – Soprintendenza ai Beni culturali di Caserta e Benevento, con contributo anche del Fondo Edifici di Culto del Ministero dell’Interno, ovvero dell’ente proprietario della chiesa.

L’intervento di messa in sicurezza della Chiesa con il restauro artistico dell’interno è stato realizzato grazie all’Associazione di Volontariato “I Normann”, che si è impegnata fortemente alla riapertura al culto riuscendo a reperire i fondi necessari da diversi sponsor che hanno raccolto con entusiasmo l’invito a contribuire ad un evento storico per la nostra città.

Cenni Storici

Il Convento e la chiesa di S. Domenico di Aversa fu fondato da Re Carlo II sotto il pontificato di Niccolò III, nel 1278. La chiesa era dedicata a san Ludovico, Re di Francia. Il vescovo di Aversa Leonardo donava ai frati domenicani la chiesa di S. Antonino col suo cimitero, attualmente sotto il chiostro. La parte gotica è visibile all’esterno dell’abside della chiesa ove si trova la grande trifora, recuperata durante i lavori di restauro della Soprintendenza di Caserta.

Nel 1742 l’Ordine domenicano commissionò un radicale restauro della chiesa trasformandola in stile barocco rococò, incaricando l’architetto beneventano Filippo Raguzzini, che utilizzò, per la facciata, il progetto previsto per la basilica di San Giovanni in Laterano in Roma. I Frati Domenicani vi abitarono fino al 1808 a causa delle leggi napoleoniche che abolivano gli ordini monastici per opera di Gioacchino Murat re di Napoli, e nel 1813 il complesso di S. Domenico passò ai Frati Minori Osservanti della Maddalena, che vi rimasero fino al 1860. Il tempio domenicano fu affidato all’Arciconfraternita del Santissimo Rosario, che l’ha sempre curato, anche dopo il terremoto del 23 novembre 1980.

L’articolo Diocesi di Aversa: dopo 40 anni riapre al culto la Chiesa di San Domenico proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Comune di Caserta. Sotto l’asse Caputo – Bosco nasce il nuovo gruppo consiliare Italia Viva

Comune di Caserta. Sotto l'asse Caputo - Bosco nasce il nuovo gruppo consiliare Italia Viva

A poche ore dalla presentazione ufficiale alla cittadinanza del neo nato soggetto politico di Matteo Renzi “Italia Viva” prevista dalle 18,00 di stasera, lunedì 14 ottobre, al Golden Tulip Plaza in Viale Vincenzo Lamberti, iniziano ad arrivare le prime indiscrezioni su quelli che potrebbero essere i risvolti politici all’interno del consiglio comunale di Caserta.

Partiamo da una notizia più che fondata: sta per nascere un nuovo gruppo consiliare che, secondo rumors, potrebbe essere composto da 8 consiglieri comunali, pronti da subito ad indossare la nuova casacca di “Italia viva”. 

Proviamo a mettere ordine: l’incontro di stasera è stato promosso da Nicola Caputo e Luigi Bosco, entrambi non hanno di certo mai nascosto la loro simpatia, politica si intende, per Matteo Renzi e quindi “Italia Viva”. Se partiamo da questo presupposto non è certamente complicato intercettare i primi nomi dei consiglieri comunali che potrebbero formare il nuovo gruppo consiliare. Mario Russo, Liliana Trovato e Antonio De Lucia come espressione di Luigi Bosco.

Roberto Peluso e Gianni Megna come espressione di Nicola Caputo. Se a questi aggiungiamo il nome di Pasquale Antonucci che è in odore di candidatura per le prossime Elezioni Regionali, allora almeno per ciò che concerne i nomi dei primi 6 consiglieri comunali giochiamo a carte scoperte.

Più complicato invece è, capire chi sono gli altri due che da subito potrebbero fare la scelta “Italia Viva”. Abbiamo cercato di arrivarci con un ragionamento andando per esclusione. Camillo Federico, troppo vicino al consigliere Regionale Giovanni  Zannini, Massimo Russo, troppo vicino al sindaco Carlo Marino, Lorenzo Gentile, Filippo Mazzarella e Domenico Maietta li abbiamo esclusi per sensazione. Un ragionamento a parte va fatto per Gianni Comunale, a molti noto come un renziano della prima ora. Se non fosse per il fatto che troppe volte ci ha riferito che non era interessato al partito di Renzi, non avremmo avuto dubbi sul suo nome come settimo della lista. In politica si sa, la verità non è mai una sola, staremo a vedere.

Non pensiamo ad Antonio Di Lella, identificato da sempre come un consigliere vicino all’assessore Maddalena Corvino che, con Renzi, Caputo e Bosco niente ha a che vedere. Antonio Ciontoli, sempre più critico verso l’amministrazione comunale della quale continua saldamente a farne parte, potrebbe optare per “Italia Viva” ma anche in questo caso non è facile sbilanciarsi più di tanto.

Se escludiamo Andrea Boccagna e Matteo Donisi che al Pd sembrano saldamente legati, e Gianluca Iannucci saldamente legato al Psi, non ci resta che arrivare alla più logica delle conclusioni. Il gruppo consiliare nuovo, targato “Italia Viva” nascerà nei prossimi giorni e partirà da sei consiglieri comunali; Mario Russo, Liliana Trovato, Antonio De Lucia, Gianni Megna, Roberto Peluso e Pasquale Antonucci, gli altri due nomi restano con un punto interrogativo che forse riusciremo a togliere dopo l’incontro di stasera.

L’articolo Comune di Caserta. Sotto l’asse Caputo – Bosco nasce il nuovo gruppo consiliare Italia Viva proviene da BelvedereNews.

(BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)


Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Castel Campagnano. Combattenti e Reduci ricordano la ‘liberazione’ di Squille dagli oppressori nazisti

Seguici su:

Teleradio News

Editor/Admin at TeleradioNews
tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935;
mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati
Seguici su:

L’arrivo degli alleati, dopo la cruciale battaglia del Volturno,

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
Call Now Button
TeleradioNews

Ora puoi ricevere subito su Telegram tutte le nostre news

Seguici su Telegram Chiudi