Von der Leyen, Pedicini (Greens-Efa): ‘Finalmente marcia indietro sull’agenda neoliberista’

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

L’europarlamentare sul discorso dello Stato dell’Unione: “Sanzioni fallimentari, serve tavolo per dare a regioni contese possibilità di autodeterminarsi”.

Oggi prendiamo atto che l’Europa si avvia, finalmente, a compiere un’inversione di tendenza rispetto al modello neoliberista e di mercato unico, verso cui ha indirizzato ogni azione politica fino a oggi.

Un modello che ha creato storture, che ha generato speculazioni, che ha portato l’inflazione a livelli record, per poi fallire sotto i colpi della pandemia e dell’attuale quadro geopolitico”.

Lo dichiara l’europarlamentare del Gruppo Greens/Efa Piernicola Pedicini, commentando il discorso della presidente del Parlamento Europeo, Ursula von der Leyen, sullo Stato dell’Unione.

Non avremmo dovuto attendere gli effetti della recessione, per comprendere che quel modello si sarebbe rivelato assolutamente fallimentare.

Colpendo gli extraprofitti, si comincia finalmente a invertire l’agenda neoliberista mondiale. Allo stesso modo, dobbiamo registrare il mea culpa, purtroppo tardivo, sui soldi pubblici che da anni sussidiano le energie da fonti fossili.

Il problema è che ora dobbiamo dar vita a una corsa contro il tempo per la riconversione alle fonti rinnovabili.

Se vogliamo far presto, dobbiamo eliminare tutti gli ostacoli burocratici nei processi di transizione ecologica. Solo così possiamo mettere fine, una volta per tutte, a paradossi come quello dell’Italia, tra i Paesi più ricchi in Europa per risorse energetiche alternative, che investe invece quasi 19 miliardi l’anno per il fossile.

Bene – ha aggiunto Pedicini – l’appello della presidente von der Leyen ad accelerare sul Next Generation Eu, purché in linea con gli obiettivi fissati, a partire dalla Coesione territoriale. E

qui l’attenzione non può non andare al Mezzogiorno d’Italia, dove va superata la visione emersa dalle dichiarazioni di alcuni ministri dell’attuale Governo e dai leader di un possibile futuro Governo di centrodestra, che tornano a parlare di Autonomia Differenziata e per i quali quei fondi, piuttosto che creare occasioni di investimento al Sud, li si vorrebbe concentrare a sostegno di imprese prevalentemente nel Nord del Paese”.

Sul rilancio delle sanzioni alla Russia da parte della presidente von der Leyen, l’europarlamentare sottolinea che “si tratta di una strategia che, storicamente, ha sempre portato più danni a chi le sanzioni le impone.

Lo stiamo vedendo in questi mesi proprio con la Russia che in molti settori, con le contromisure messe in campo e nuovi mercati verso cui sta facendo confluire i propri prodotti, ne starebbe uscendo addirittura rafforzata. La soluzione – conclude Pedicini – resta quella di assumere un ruolo terzo, un ruolo di mediatore al tavolo della trattativa teso a ridisegnare nuovi possibili confini, nel rispetto della volontà e del principio di autodeterminazione dei popoli delle regioni contese”.

(Giuseppe PorzioAccredited Parliamentary Assistant – Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: