Il Trio Marziani, Napolitano e Del Pezzo al Jazz Club Lennie Tristano

Il trio di Francesco Marziani, Antonio Napolitano e Massimo Del Pezzo stasera alle 21,00 in concerto stasera all’Auditorium Bianca d’Aponte, in via Nobel ad Aversa. Si conclude, così, la stagione estiva del Jazz Club Lennie Tristano di Aversa che sta festeggiando i quarant’anni di attività. Durante il concerto di stasera sarà presentato il cd “Troisi”, lavoro che i tre jazzisti hanno dedicato all’attore napoletano ed è stato prodotto da Cose Sonore/Alman Music. I tre musicisti, amici di lunga data, vantano una collaborazione musicale ultra decennale, che li ha portati a frequentarsi per esprimere con la musica la loro visione del mondo. Tutti e tre hanno collaborato con artisti di livello nazionale ed internazionale. Francesco Marziani ha vinto il Premio Massimo Urbani e quale miglior pianista al Premio Jimmy Wood, ha suonato con Massimo Moriconi e Massimo Manzi, nonché con Roberto Gatto, top dei batteristi italiani, e ha collaborato con Shawn Monteiro, Jesse Davis e John Arnold. Antonio Napolitano, è stato tra i protagonisti della serata che ha avuto ad Aversa il giorno di Pasqua la stessa mondiale Bobby Watson, suona stabilmente con Elio Coppola ed ha lavorato con artisti come Michael Rosen e Joy Garrison. Massimo Del Pezzo è allievo di Maria Sbeglia, ha all’attivo incisioni e collaborazioni con i più conosciuti jazzisti europei, Gabriele Mirabassi a Lauren Henderson. Troisi rappresenta per il trio l’opportunità di esprimere le proprie idee musicali avvalendosi finalmente di un lavoro discografico. Nel cd, realizzato su nastro analogico e senza ricorrere a sovraincisioni, è l’improvvisazione a fare da filo conduttore, viaggiando il trio verso una forma di libertà espressiva che contempla il qui e ora, ma soprattutto il divenire dello scorrere delle note. Otto le tracce, che spaziano tra composizioni di Miles Davis, Stevie Wonder, Fats Waller e brani originali composti da Francesco Marziani, tra cui spicca Troisi, dedicata all’attore napoletano che ha segnato con la sua presenza la scena teatrale e cinematografica di fine ‘900.

(Fonte: DeaNotizie – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: