Recale. Elezioni comunali, ‘schermaglie dai palchi: a Porfidia l’ultima parola venerdì sera

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!
Venerdì 10 Giugno con inizio alle ore 22.30 in Piazza Aldo Moro,

il sindaco Raffaele Porfidia, insieme ai candidati della lista ‘sìAmo Recale’, chiuderà ufficialmente la campagna elettorale in vista del voto del 12 Giugno.
Il primo cittadino in carica, alla presenza e con il supporto dei componenti la squadra della futura amministrazione, incontrerà i cittadini recalesi per fare una panoramica delle opere realizzate ed indicare le proposte per il prossimo quinquennio.
Intanto il sindaco è tornato sulla questione messa in evidenza dal candidato della lista opposta Ommeniello: “Sono nuovamente costretto a precisare lo svolgimento dei fatti dato lo stato di incertezza del consigliere Ommeniello che, non riportando la realtà degli accadimenti, continua a sostenere cose non vere, rischiando di confondere i cittadini a poche ore da un momento solenne e decisivo, quale è l’espressione di voto.
Ommeniello votò la delibera per l’identificazione  dei comparti ERS – vedere pagine 19 e 20 della delibera); successivamente si allontanò.
A seguire fu avanzata una proposta da parte del consigliere Gianoglio che venne respinta.
Alla fine dell’iter consiliare fu ratificata la stessissima proposta che il consigliere Ommeniello aveva già approvata in precedenza.
Questa è la verità. Le bugie hanno le gambe corte. Però, per cortesia, adesso è ora di dedicarsi a Recale ed ai recalesi“.
Da parte sua invece Domenico Di Maio, vice sindaco dell’amministrazione comunale di Recale guidata dal primo cittadino Raffaele Porfidia, ritiene necessario chiarire nuovamente la sua posizione riguardo le notizie diramate in merito al coinvolgimento in un’inchiesta del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere:
“Nonostante i chiarimenti forniti alla cittadinanza sul mio caso, mi vedo costretto, mio malgrado, a replicare visto il particolare accanimento nei miei confronti, piuttosto che una presa d’atto di quanto validato da un giudice.
Per cui, riservandomi nelle opportune sedi azioni legali nei confronti di chi diffama intenzionalmente, ci tengo a precisare, ancora una volta, che la falsità di una notizia consiste anche nel non riportarla fedelmente per intero.
Ciò fa sì che il lettore si formi opinioni solo sulla scorta di quanto si è voluto loro riferire.
Diversa è invece l’opinione di chi liberamente valuta tenendo conto di quanto abbia deciso anche un giudice che nel caso specifico mi ha dichiarato estraneo ai fatti.
I miei avvocati stanno altresì valutando la possibilità di portare il caso all’ordine dei giornalisti”.
In precedenza, sempre a poche ore dalla chiusura della campagna elettorale, lo stesso Domenico Di Maio, attuale vice sindaco dell’amministrazione Porfidia, nonchè candidato al prossimo consiglio comunale per la lista ‘sìAmo Recale’, aveva ritenuto opportuno precisare la sua posizione riguardo a  notizie ritenute non corrispondenti alla realtà dei fatti, apparse su alcuni organi di informazioni:
«Sono state pubblicate notizie improprie riguardo a fatti, legati ad un’inchiesta della magistratura relativa alla ricettazione di componenti di autovetture.
Devo riportare integralmente, per amore della realtà fattuale, come il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha concluso riguardo la mia posizione:
‘Non si ritiene raggiunta la gravità indiziaria della sua partecipazione all’associazione trattandosi solo di un soggetto talvolta acquirente dei pezzi delle vetture, che “noleggia” delle vetture a Dossi.
Dalle conversazione emerge un reciproco scambio di favori (do ut des) ma lo stesso (prigr. 4803) si riferisce al gruppo di Dossi come a “quelli che usano le macchine gratis” criticando questo aspetto, A CONFERMA CHE SIA UN SOGGETTO DEL TUTTO ESTRANEO ALL’ASSOCIAZIONE’.
Le illazioni poste in essere non fermeranno la mia voglia di rappresentare la comunità a cui sono orgoglioso di appartenere con la tenacia e trasparenza di sempre».
Dichiarazioni che molto probabilmente saranno reiterate dal palco da chi è stato privilegiato dalla sorte per il diritto di parlare per ultimo.
Poi, dopo il rituale “sabato di riflessione”, domenica la parola passerà agli elettori, nel segreto delle urne.
(Comunicato Stampa – Elaborato – Archiviato in #TeleradioNews © Diritti riservati all’autore)
Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: