Arpaise. Monumento ai Caduti: targa ‘esplicativa’ scoperta per la Festa della Repubblica

Arpaise ha onorato la Repubblica e scoperto una targa esplicativa del Monumento ai Caduti.

Il 2 giugno è la Festa degli Italiani, è il simbolo del ritrovamento della libertà e della democrazia del nostro popolo. Nel 76° anniversario della nascita della Repubblica, anche Arpaise ha voluto celebrare questa ricorrenza.

Durante la cerimonia svolta al mattino a Benevento, alla presenza del Prefetto e delle autorità civili, religiose e militari è stata conferita la Medaglia d’Onore alla memoria del soldato Ersilio Parente, nato ad Arpaise l’11/11/1907, ritirata dal figlio Renato.

In serata ad Arpaise, presso il Monumento ai Caduti di tutte le Guerre, alla presenza del Sindaco Vincenzo Forni Rossi, dell’Amministrazione Comunale, dei Carabinieri di Ceppaloni, dell’Ass. Guerra di Liberazione Sezione di Arpaise e Sezione Provinciale di Benevento con il Presidente Michele Panaggio e il Vicepresidente Giovanni Russo, dell’Ass. Artiglieri Sezione di Benevento con il Presidente Giuseppe Parrella, della Ass. Volontaria Pubblica Assistenza di San Leucio del Sannio e della numerosa cittadinanza, si è svolta la cerimonia della deposizione della Corona d’alloro sulle note dell’Inno Nazionale, la scoperta della targa illustrativa del “Semovente Controcarro da 90/50 M36” e la consegna da parte dell’Amministrazione Comunale dell’Attestato di Benemerenza al concittadino Generale Generoso Papa, ritirata dal figlio Avv. Carlo Papa.

Vivo apprezzamento e compiacimento da parte del Sindaco e dell’Avv. Papa al consigliere Amato Iuliano con delega alla cultura e promozione turistica, che ha avuto l’idea di riportare in sintesi su una targa esplicativa le caratteristiche tecniche del nostro carro armato facendo una approfondita ricerca storica, a cui vanno i più sentiti ringraziamenti dell’Amministrazione Comunale e dell’ intera comunità per aver realizzato questo bellissimo ed importante evento.

Da questa targa come illustrato nel corso della manifestazione dal Consigliere Amato Iuliano, si evince che il carro armato presente in Arpaise è un “Semovente controcarro da 90/50 M36” prodotto negli Stati Uniti d’America nel 1944 con ben 27 tonnellate di peso, giunto “demilitarizzato” dal primo Parco Veicoli Corazzati di Caserta grazie al Generale Generoso Papa originario di Arpaise e residente nella città di Caserta, all’epoca era uno dei membri della commissione che si impegnò fortemente a far giungere in paese il carro armato.

Monumento inaugurato dall’Amministrazione Comunale il 2 ottobre 1979 alla presenza del Ministro Rognoni.

Il Semovente M36 era un cacciacarri progettato per distruggere i panzer tedeschi ed è stato impiegato durante la Seconda Guerra Mondiale tra la fine del 1944 fino alla fine della stessa Guerra.

Sempre all’interno della targa è riportato il significato della lettera A posta sulle due colonne dove sono riportati i nomi dei Caduti: “A come Arpaise, A come la prima lettera dell’alfabeto in tutte le lingue, A soprattutto come amore”.

L’Amministrazione Comunale, ha consegnato una targa come attestato di benemerenza al Generale Generoso Papa, ritirata dal figlio Avv. Carlo Papa, che recita: “Al Generale Generoso Papa, il Comune come segno di gratitudine e riconoscenza per l’impegno profuso affinchè nel 1979 il ‘semovente controcarro da 90/50 M36’ giungesse ad Arpaise a dare imponenza al Monumento ai Caduti di tutte le guerre”.

Il figlio del Generale Papa ha concluso con un discorso di ringraziamento esprimendo tutto il suo orgoglio, l’entusiasmo e la soddisfazione di essere in Arpaise a condividere la gioia di questo momento, ringraziando tutti, anche a nome di suo padre che ha sempre nutrito un sentimento profondo e radicato verso le sue origini, conservando un forte legame con la sua terra e non potendo presenziare personalmente alla cerimonia ha delegato lui nel ritiro di questo speciale attestato di stima e riconoscenza che l’Amministrazione Comunale, unitamente alla cittadinanza tutta ha voluto tributargli per l’impegno e il contributo essenziale da lui fornito, per la realizzazione nel 1979, durante l’Amministrazione dell’epoca guidata dal compianto Federico Capone, di questo magnifico monumento, dedicato ai Caduti di tutte le guerre, che tanti comuni della provincia di Benevento e non solo, ancor oggi invidiano ad Arpaise, pertanto un ringraziamento al Sindaco Vincenzo Forni Rossi il quale, anche con il valente contributo del Consigliere Amato Iuliano che ha brillantemente coltivato e sviluppato l’idea curandone ogni aspetto e particolare ed è riuscito a portare a compimento questa bellissima iniziativa, organizzando questa semplice ma toccante cerimonia a margine dei festeggiamenti della Repubblica”. Viva la Repubblica, Viva l’Italia, Viva Arpaise.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: