Casertani Doc? ma chi sono ? ma quanti sono?

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

Caserta.Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa dell’ ex Vicesindaco della Giunta Bulzoni Giuseppe Messina.

“Mio suocero diceva che ne erano rimasti in tutto 52 e siccome lui se ne andato, presumo che ne siano rimasti 51.
Ne conosco alcuni.
Da più parti si legge:
“Casertano doc”; “Il giornale di Caserta scritto da casertani per i casertani”, “Caserta nostra” e così via celebrando. Mah!
Se devo dire quello che penso i casertani cosiddetti doc sono quelli che hanno dato una mano fondamentale nel distruggere quel poco che di buono era stato realizzato nel passato.
Penso alle rendite di posizione create col cambio di destinazione dei suoli da agricolo a fabbricabile. Penso cosa sono stati capaci di fare i cosiddetti casertani doc nei confronti delle nostre colline, del danno al paesaggio, al microclima, alla stessa qualità della vita, ecc.
E cosa dire della città?
Chi sono stati i mattonari (chiedo scusa agli industriali del settore!) che oggi assurgono a salvatori della Patria e che, con il consapevole e colpevole aiuto di amministratori e funzionari comunali incompetenti quando non corrotti o entrambi, hanno cementificato la città fino all’inverosimile, ridotto i marciapiedi per far circolare meglio le automobili (ricordate l’ing. Mariano? Grande genio del vuoto a perdere), l’assenza quasi assoluta di parcheggi privati ad uso pubblico, mai nessuna politica di sviluppo se non quella del mattone?
E quindi il suo ciclo ben orchestrato ed eterodiretto che è stata governata la città: cave, cemento, costruzioni ovunque e servizi da nessuna parte. Ricordate Gasparin (ma si la volpe messa a guardia del pollaio ASL), Magliocca, Santonastaso, Falco, Polverino, ecc.? E poi i tanti violini di spalla, cosiddetti dirigenti, autentici campioni senza valore?
Oggi rimangono pochissime aree da cannibalizzare e offrire al dio cemento, mentre la città conta oggi almeno 5.000 appartamenti sfitti!
Ma torniamo ai casertani doc. Quanti sono allora?
Quando iniziò la costruzione della Reggia, a Casa Hirta (ossia l’unica Caserta esistente) si contavano non più di 240 persone. Tutto qua.
Con il primo censimento del 1861 gli abitanti di Caserta erano 28.505 (il numero più basso della sua storia dall’Unità d’Italia). Non dispongo di dati del periodo borbonico, purtroppo.
Al primo gennaio del 2021 Caserta faceva 72.813 abitanti (Istat). Con un non semplice calcolo matematico/statistico si potrebbe però tranquillamente risalire a quanti sono i cosiddetti casertani doc.
Ma poi mi chiedo, quanto è importante tutto ciò?
L’appartenenza e l’identità di una persona e di un luogo sono frutto di reciproche contaminazioni.
Mi sento casertano quanto siciliano e ho amato questa città, così come tanti non casertani, più di tanti casertani cosiddetti doc che, invece, se la sono spolpata e alcuni di questi si stanno già organizzando per farsi la “scarpetta”.
Credo che valga la pena valutare le persone per il loro passato prima di tutto, per le frequentazioni nel presente, per quello che hanno fatto e fanno per la comunità”.

L’articolo Casertani Doc? ma chi sono ? ma quanti sono? proviene da BelvedereNews.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: