Mondragone. Calcetto ‘in rosa’, ma violento: società multata e due ‘lady’ squalificate

Nell’ambito del campionato di calcio a 5 femminile di serie C, la gara dello scorso 6 febbraio, che ha visto la Lady Mondragone affrontare la Futsal Sidicina Cremisi, non si è conclusa con un congedo sotto il segno della sportività dopo un incontro in cui a prevalere sono state le avversarie.

Sembra non sia stato ben tollerato il clima festoso che dagli spalti accompagnava la loro vittoria.

Un atteggiamento violento -lungi dall’essere messo in relazione con i valori legati al mondo dello sport e alla crescita personale di chi lo pratica- è stato oggetto di un severo provvedimento del giudice sportivo.

Esso prevede rispettivamente 2 e 5 giornate di squalifica nei confronti delle giocatrici Cappabianca Gilda e Campoli Marianna.

Ma non solo. Un’ ammenda di 80 euro, motivata dalla condotta tenuta dai suoi sostenitori, è stata inflitta alla Società. Da quanto si apprende «al termine della gara, prima di rientrare negli spogliatoi le calciatrici della Società Futsal Sidicina Cremisi si apprestavano a festeggiare la vittoria raggiunta nei pressi della tribuna ove si trovavano i propri sostenitori».

Dal  gruppo di calciatrici della Società Lady Mondragone che prima «si allontanavano dal terreno di gioco non presentandosi al Terzo Tempo» ecco comparire «la calciatrice Cappabianca Gilda che lanciava con violenza, dal terreno di gioco una borraccia all’indirizzo delle calciatrici della società avversaria, colpendo una di esse sulle spalle».

«Il direttore di gara immediatamente mostrava il cartellino rosso alla Cappabianca Gilda e indicava di lasciare il terreno di gioco ma dopo pochi secondi la calciatrice Campoli Marianna, sempre della Società Lady Mondragone, correva in direzione della calciatrice avversaria, Salemme Ornella, e la colpiva violentemente con un pugno al volto.

Il pugno era violento e causava alla Salemme la caduta ed una lesione alle labbra con fuoriuscita di sangue; iniziava poi un periodo di tensione in cui i sostenitori della Società Lady Mondragone inveivano contro i componenti della squadra Futsal Sidicina Cremisi». «

Mentre l’arbitro e le calciatrici della Società locale rientravano negli spogliatoi, la calciatrice Campoli Marianna, della Società locale, cercava di raggiungere il gruppo della squadra avversaria ma non riusciva a tanto perché fermata da un dirigente della Società» .

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: