Salerno-Reggio Calabria. Autostrada: da ‘eterna incompiuta’ a ‘gioiello iper tecnologico’

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

Strano ma vero: a breve, da opera soprannominata “l’eterna incompiuta”, la Salerno-Reggio Calabria  diventerà un gioiello ipertecnologico dell’intera Europa.

In questi ultimi anni sempre con maggiore insistenza abbiamo sentito parlare di nuove auto dotate di guida assistita ed autonoma, e di poter sfruttare questa nuova tecnologia sulle reti autostradali sia Italiane che Europee.

Non ci crederete, ma il tratto autostradale destinato a tale scopo ben presto sarà l’Autostrada del Mediterraneo A2, precedentemente A3 (Salerno – Reggio Calabria), diventerà una “Smart Road”.

Da infrastruttura poco sicura, dagli enormi disagi e costi, a gioiello super tecnologico non solo dell’Italia ma dell’Europa intera. Tra le novità più rilevanti la rete 5G e la predisposizione della guida autonoma, ovvero senza mani.

Il Ministero delle Infrastrutture spiega che: “L’intervento riguarda l’implementazione di infrastruttura tecnologica avanzata Smart Road lungo l’Autostrada A2 – Autostrada del Mediterraneo (già A3 Salerno – Reggio Calabria), per la connettività di utenti della strada ed operatori Anas al fine di fruire di appositi servizi di ITS. La Smart Road oggetto dell’intervento è frutto dell’applicazione del moderno concetto di strada che pone il focus sull’utente della strada e la sua sicurezza.

Il progetto si propone infatti l’obiettivo di realizzare un sistema che sia in grado di fornire agli utenti informazioni a valore aggiunto per aumentare la sicurezza stradale ed il comfort di guida a seconda delle diverse condizioni della viabilità”.

“SMART infatti è un acronimo che in tale contesto sta per Sicura, Multimediale, Aperta, Rinnovabile e Tecnologica. L’utente che percorre la Smart Road è informato in real time delle condizioni della strada, della possibilità di percorsi alternativi e delle condizioni climatiche ed è allertato su pericoli ed incidenti in qualsiasi istante e nella propria lingua”.

Inoltre il percorso intero della rete autostradale verrà alimentato dalle “Green Island”, zone predisposte alla produzione di energia pulita tramite pannelli fotovoltaici e pale eoliche, e saranno inoltre installati sistemi di ricarica per i veicoli totalmente elettrici.

Veramente incredibile, se si pensa che tale tratto era considerato il più disastrato, e adesso diventerà il fiore all’occhiello dell’intera rete autostradale italiana ed anche europea.

(Fonte: DeaNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: