21 gennaio “giornata mondiale dell’abbraccio”…ma senza abbracci.

“L’abbraccio è un ponte tra due anime”

(A. De Pascalis)

Oggi, 21 gennaio 2022, ricorre la “giornata mondiale dell’abbraccio”.

La prima Giornata mondiale dell’abbraccio fu celebrata il 21 gennaio di 36 anni fa, nel 1986 a Clio, in Michigan. A inventerla fu il il reverendo Kevin Zaborney.

Il reverendo di Clio scelse il 21 gennaio perché è una data che cade fra Natale, Capodanno e San Valentino, per lo più in inverno, quando solitamente i nostri spiriti non sono proprio nella più allegra delle disposizioni, anche per le condizioni meteo. Successivamente la Giornata nazionale degli abbracci è stata rappresentata anche come un contraltare del “Blue Monday”, il 17 gennaio, quello che sarebbe il giorno più triste dell’anno, definizione diffusasi solo all’inizio di questo secolo.

E nell’era del Covid, in cui i contatti umani sono ridotti al minimo, sembra essere una giornata ancora più triste..

Oltre agli sguardi, con i sorrisi nascosti dietro ad una mascherina, non possiamo scambiare alcun abbraccio…

Ma gli abbracci, al di là della dimostrazione d’affetto, sono una buona medicina. Avvertire il calore degli altri sul proprio corpo è una valida difesa contro ansia, stress e perfino infezioni come il raffreddore. Ad affermarlo in uno studio condotto su 404 adulti e pubblicato su Psychological Science, è un gruppo di ricercatori della Carnegie Mellon University e dell’Università della Virginia (USA).

Diverse ricerche hanno evidenziato gli effetti benefici sulla salute psicofisica di una terapia a base di abbracci. Secondo un lavoro dell’Università di Vienna, qualora si stringa tra le braccia un caro amico, viene rilasciata nel sangue l’ossitocina, un ormone che riduce lo stress e l’ansia, oltre alla pressione sanguigna, e che contribuisce a migliorare la memoria.

Ci sono abbracci e abbracci.. si può abbracciare come simbolo di amicizia, come simbolo di fratellanza e come simbolo d’amore… Non potersi stringere è una sofferenza per l’anima.

Ci auguriamo di poter tornare presto a quella normalità che permetta contatti umani, e nel frattempo ci abbracciamo con gli occhi

L’articolo 21 gennaio “giornata mondiale dell’abbraccio”…ma senza abbracci. proviene da BelvedereNews.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: