S.Maria C.Vetere. Da centro massaggi a ‘casa del sesso’ con sovrapprezzo per meretrice cinese di prim’ordine: chiuso

TeleradioNews ♥ un passo avanti, anche per te!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Agente si spaccia per cliente e smaschera un centro massaggi a luci rosse: denunciata la titolare e una ‘meretrice di primo ordine’.

È il risultato dell’operazione denominata “Peonia Rossa”, posta in essere dagli agenti del comando di Santa Maria Capua Vetere che hanno disvelato la vera natura di un centro massaggi ubicato in un edificio al primo piano di via Gran Bretagna, all’interno del Parco Aveco.

Il centro massaggi – gestito da cittadini di nazionalità cinese – era attenzionato dagli agenti della polizia locale sammaritana da qualche settimana e, grazie all’ausilio di un agente infiltrato, sono riusciti a scoprirne la vera natura di casa a luci rosse.

L’agente recatosi al centro per un massaggio, dopo aver contrattato le prestazioni con la titolare – 50 euro per “servizio pieno” o 30 euro per “mezzo servizio” – è stato indirizzato alla sua massaggiatrice.

La donna ha proposto al finto cliente un supplemento di 20 euro per una massaggio con “manuale” ma, prima che la “prestazione” venisse eseguita, è scattato il blitz dei colleghi.

La titolare del centro massaggi a luci rosse, Z. H., 41enne cinese, è stata deferita presso la Procura di Santa Maria Capua Vetere per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione.

Individuata anche la ‘meretrice di primo ordine’ Z. X., 34enne anch’essa di nazionalità cinese.

Il centro è stato posto sotto sequestro.

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

TeleradioNews ♥ un passo avanti, anche per te!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: