La Polizia di Stato arresta 43enne per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

La Polizia di Stato di Caserta ha tratto in arresto un individuo di anni 43 di Sessa Aurunca, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
In particolare, alle ore 02.35 odierne, personale della Squadra Volante del Commissariato di Sessa Aurunca, durante l’attività di prevenzione e controllo del territorio, veniva allertato dall’operatore della sala radio del Commissariato che, in prossimità del cancello d’ingresso, vi era un soggetto, in evidente stato di agitazione, che chiedeva di entrare in Ufficio per sporgere denuncia.
L’equipaggio della Volante, giunto sul posto, verificava effettivamente la presenza di un uomo che, in stato di agitazione, chiedeva di sporgere denuncia.
Al fine di procedere alla sua identificazione, gli scriventi chiedevano allo stesso di esibire i propri documenti d’identità.
Questi, nell’estrarre il portafogli, dalla tasca destra del pantalone da lui indossato, faceva cadere a terra nr. 3 palline in cellophane trasparente contenente della polvere di colore bianco, che subito cercava di occultare.
Alla luce di quanto accaduto e dell’atteggiamento sospetto, gli operatori procedevano ad una perquisizione personale che sortiva esito “positivo”, in quanto indosso allo stesso, venivano rinvenute ulteriori 8 palline (3 nella tasca destra e 5 nella tasca sinistra), analoghe, per confezionamento e contenuto, a quelle precedentemente cadutegli dalla tasca.
La sostanza rinvenuta nella disponibilità del soggetto, sottoposta ai test orientativi, da parte del personale di Polizia Scientifica, risultava essere sostanza del tipo cocaina per un peso di circa 3 grammi diviso in 11 dosi, pertanto, sottoposta a sequestro.
Per quanto emerso ed accertato dopo aver contattato il P.M. di turno, il medesimo veniva dichiarato in stato di arresto, essendo gravemente indiziato della violazione del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo i dovuti adempimenti di polizia giudiziaria, l’arrestato è stato condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari, in attesa del rito per direttissima come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria.

(Fonte: DeaNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: