Caserta. Omelia anche politica del vescovo al tradizionale ‘Te Deum’ di fine anno

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!
Ci tengo ad iniziare la funzione porgendo un saluto ed un ringraziamento a tutte le autorità

presenti, in maniera particolare al Sindaco Carlo Marino, al Prefetto Giuseppe Castaldo e al corpo Militare di Caserta”.

E’ così che il Vescovo, Pietro Lagnese, ha inaugurato l’annuale Te Deum, tenutosi al Duomo San Michele Arcangelo il 31 Dicembre.

Nella sua Omelia, il Vescovo, predica a tutti i fedeli di riconoscersi nelle vesti di peccatori e invoca misericordia sulla diocesi Casertana.

Parla della pandemia e lancia un messaggio di speranza ai suoi fedeli, invitandoli a vaccinarsi ed a rispettare le norme anti-covid.

Ringrazia tutti i medici, gli infermieri, i farmacisti, la Caritas di Caserta e fa un sentito ringraziamento all’ Hub Vaccinale della Caserma Garibaldi, che ha prodotto ottimi risultati.

Saluta con affetto tutti coloro che ha avuto modo di conoscere in questo suo primo anno di episcopato a Caserta e ringrazia i sacerdoti e i diaconi per il lavoro svolto, grazie a loro potrà costruire una chiesa più missionaria.

Successivamente parla di temi sociali quali: Il gioco d’azzardo, la movida violenta, il Biodigestore e la situazione del Macrico.

Egli ricorda che la provincia Casertana è tra le prime in Italia per persone affette da dipendenze da gioco d’azzardo e le definisce “una piaga sociale che deve essere sconfitta”.

Si dice favorevole al Biodigestore e invita le istituzioni a disquisire su di esso.

Manda un forte abbraccio alla famiglia di Gennaro Leone, il ragazzo che rimase tragicamente ucciso in Via Vico, la notte del 29 Agosto, e lancia un appello alle autorità competenti affinché rendano la città più sicura.

Parla del Macrico, facendo presente ai fedeli che, la supervisione della sua rinascita verrà affidata a don Antonello Giannotti, che provvederà a trasformare quello che era un “Campo per la fabbricazione delle armi” in una “Terra nella quale coltivare la pace”.

Il Vescovo, riferendosi sempre al Macrico, dichiara: “E’ arrivato il momento di agire, non possiamo più nasconderci dietro ad un dito, come è stato fatto per moltissimi anni”.

L’omelia si conclude con un pensiero ai malati di cancro ed alla tragica correlazione tra rifiuti tossici e aumento dei casi di tumore; citando Don Peppe Diana, parla di Camorra invitando i suoi fedeli a denunciarla e le cariche dello stato a fermarla.

(Di Jacopo Ramondini – Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)
Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: