MISCELLANEA NEWS

Emilio Fede torna libero

All’ex direttore del Tg4, condannato in via definitiva nel 2019 a 4 anni e 7 mesi per la vicenda Ruby bis, che riguarda il favoreggiamento della prostituzione e poi a 2 anni per il caso di un presunto fotoricatto, è stato concesso dal Tribunale di Sorveglianza «il differimento della esecuzione della pena per la durata di un anno» per le sue condizioni di salute definite «precarie e in progressivo peggioramento» e per «l’età avanzata»: Fede ha 90 anni [Sta].

Il fine pena era previsto il 12 novembre del 2025. Il differimento vale un anno e sarà sicuramente prorogato.

Indagato il rettore della Statale

Il rettore della Statale di Milano Elio Franzini risulta indagato per una storia di bandi pilotati per incarichi in università: accordi per dividere i posti da professore ordinario tra i propri protetti e due concorsi per altrettanti incarichi agli ospedali San Paolo di Milano e San Donato Milanese. Nei giorni scorsi ha ricevuto una visita dai militari nei suoi uffici di via Festa del Perdono. I carabinieri del Nas stanno ora valutando la sua posizione.

Babbo Renzi in ospedale, l’udienza slitta

L’udienza del processo d’appello che vede imputati Tiziano Renzi e la moglie Laura Bovoli, genitori dell’ex premier Matteo Renzi, assieme all’imprenditore Luigi Dagostino, accusati di emissione di fatture false, è stata rinviata al 26 aprile 2022 per legittimo impedimento. Il padre dell’ex premier è ricoverato da mercoledì all’ospedale San Raffaele di Roma [Sole].

Secondo il certificato medico presentato Tiziano Renzi si trova si trova ricoverato «per accertamenti».

Biden ha alzato il tetto del debito

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha firmato il provvedimento approvato dal Congresso per alzare di 2.500 miliardi di dollari il cosiddetto tetto del debito, la cifra massima di denaro che il governo può prendere in prestito per finanziare le proprie attività. Senza questo intervento, secondo la segretaria del Tesoro Janet Yellen, da oggi il governo statunitense non avrebbe più potuto ripagare i propri debiti. La legge firmata da Biden consentirà agli Stati Uniti di evitare il default almeno fino al 2023.

Ultime dalla Libia

I signori della guerra stanno frapponendo seri ostacoli al processo democratico e fanno parlare le armi. Nell’ultima settimana si sono verificati diversi conflitti a fuoco nei vari territori dominati da tribù e milizie. È sempre più probabile che le elezioni, previste tra una settimana, vengano rinviate [Mangani, Sole].

In Tunisia, intanto, Rashid Ghannushi, leader di Ennahda e capo del Parlamento tunisino, ha respinto la decisione del presidente Kais Saied di sospendere ancora per un anno il Parlamento per arrivare in luglio a un referendum costituzionale e a elezioni a fine 2022. Ghannushi fa sapere che il Parlamento rifiuta qualsiasi revisione della Costituzione del 2014 e denuncia come «incostituzionale e illegittima» la sospensione «per un altro anno» delle attività del Parlamento. A 11 anni dall’inizio dalla Rivoluzione dei Gelsomini, il Paese sta sprofondando ogni giorno di più in una crisi sociale, economica e sanitaria.

Ultime dal Canale di Sicilia

La Ocean Viking ha soccorso 114 migranti che si trovavano su un gommone in difficoltà al largo della Libia all’alba di ieri. Tra i naufraghi anche donne e bambini, tra i quali un neonato di soli 11 giorni, informa la Ong Sos Mediterranee che gestisce la nave umanitaria [Avv].

Sentenza storica a Belfast

Martedì l’Alta Corte di Belfast ha condannato il ministero della Difesa e la polizia dell’Irlanda del Nord a risarcire con un milione e mezzo di sterline i parenti di tre musicisti uccisi il 31 luglio 1975. È una sentenza storica: per la prima volta viene implicitamente riconosciuta la collusione tra le forze di sicurezza e i paramilitari lealisti protestanti [Avv].

Tre membri del gruppo musicale irlandese Miami Showband, di ritorno da un concerto nei pressi del confine tra la Repubblica e l’Irlanda del Nord, furono fermati e uccisi a un posto di blocco in aperta campagna da un commando di paramilitari lealisti. Le indagini hanno dimostrato in modo inequivocabile i legami tra Robin Jackson detto “The Jackal” (lo sciacallo), un famigerato capo del gruppo paramilitare lealista Ulster Volunteer Force, la polizia dell’Irlanda del Nord e i servizi di sicurezza britannici.

Il governo di Boris Johnson vorrebbe far passare all’inizio del 2022 una legge di amnistia sui Troubles nordirlandesi, che chiuderebbe tutti i processi in corso concedendo un’immunità indiscriminata e definitiva sia ai membri dell’esercito e della polizia che a quelli dei gruppi paramilitari.

Haiti, liberati i missionari rapiti

Sono stati liberati tutti i missionari rapiti lo scorso ottobre a Port-au-Prince, la capitale di Haiti. Il gruppo di ostaggi era composto da 17 persone, tra cui 16 cittadini statunitensi e un canadese. Comprendeva anche cinque bambini, uno dei quali aveva otto mesi. Due degli ostaggi erano stati rilasciati a novembre e altri tre all’inizio di dicembre. Il sequestro era avvenuto lungo una strada mentre i missionari tornavano in pullman da una visita a un orfanotrofio. Il gruppo criminale chiamato 400 Mawozo, responsabile del rapimento, aveva chiesto un milione di dollari per ciascun sequestrato. Non è chiaro se per la liberazione sia stato pagato un riscatto.

Il Fmi lascia il Brasile

Il Brasile ha annunciato che dal 30 giugno 2022 chiuderà la rappresentanza locale del Fondo Monetario Internazionale. Il Fondo, che aveva criticato il governo di Bolsonaro, ha preso atto della decisione.

Congo, l’epidemia di Ebola è finita

«Grandi notizie: la tredicesima epidemia di ebola, iniziata l’8 ottobre nella provincia del Nord Kivu della Repubblica democratica del Congo è stata dichiarata conclusa. Nessun nuovo caso è stato segnalato alla fine di un conto alla rovescia durato 42 giorni» (Oms).

Negli ultimi dieci anni è la sesta volta che un’epidemia di ebola in Congo viene dichiarata «conclusa» [Avv].

Mr Big accusato di violenza sessuale

L’attore Chris Noth, noto soprattutto come il Mr. Big della serie Sex and The City, è stato accusato di violenza sessuale da due donne, Zoe, ora quarantenne, e Lily, trentunenne. I fatti si sarebbero verificati rispettivamente a Los Angeles nel 2004 e a New York nel 2015. Le due accusatrici non si conoscono e hanno parlato separatamente, a distanza di mesi, con il sito The Hollywood Reporter. E hanno detto che il ritorno della serie Sex and the City – il cui sequel si chiama And just like that e vede sempre North tra i protagonisti, ha risvegliato in loro «dolorosi ricordi». L’attore ha negato ogni accusa.

Restituite all’Italia 200 opere antiche

Gli americani hanno restituito all’Italia 200 antichità che erano finite chissà come in importanti collezioni sia pubbliche che private – dal Getty Museum di Los Angeles alla Fordham University, dai musei d’arte di Sant’Antonio e Cleveland, fino a lussuose residenze di New York e Los Angeles. Tra esse ci sono una coppa di vino vecchia di 2.500 anni, vasi, piatti e frammenti di ceramiche greco-romane e altri oggetti preziosi. Valore complessivo: 10 milioni di dollari. Di fronte alle prove della provenienza illegale dei reperti, musei e privati hanno accettato di restituirli senza obiezioni.

Rai, cancellata l’edizione notturna dei tg

Con quattro voti a favore su sette, il consiglio di amministrazione della Rai ha approvato il piano di produzione e trasmissione 2022 della testata giornalistica regionale, che comprende la cancellazione dell’edizione notturna dei telegiornali. Un punto al centro dello scontro fra l’amministratore delegato Rai Carlo Fuortes e il sindacato dei giornalisti Rai, l’Usigrai.

Il cda Rai ha espresso anche parere positivo alle nomine dei nuovi direttori di genere proposte da Fuortes.

Nations League, girone di ferro per l’Italia

Nella fase a gironi della prossima Nations League l’Italia dovrà giocare contro Germania, Inghilterra e Ungheria. «Sarà sicuramente un gruppo divertente», è stato il primo commento del ct azzurro Roberto Mancini. La competizione si disputerà tra giugno e settembre 2022. Nel giugno 2023 è in programma la Final Four, a cui accederanno le vincitrici dei quattro gironi.

Gli azzurri si sono classificati al terzo posto nella scorsa edizione. Al sorteggio di ieri erano testa di serie.

Nuoto, tre medaglie per l’Italia

Ieri ad Abu Dhabi sono iniziati i campionati mondiali di nuoto in vasca cora. Alberto Razzetti, 22 anni, ligure, allenato da Stefano Franceschi, ha vinto la medaglia d’oro nei 200 metri a farfalla e quella di bronzo nei 200 misti.

L’Italia ha vinto l’argento nella staffetta 4×100 stile libero maschile. La formazione finale ha messo in acqua il lungagnone Alessandro Miressi, 2,02 metri (frazione da 46.12), Thomas Ceccon (45.71), Leonardo Deplano (45.98) e Lorenzo Zazzeri, l’artista Zazzart (45.80). La somma fa 3:03.61, il vecchio primato, 3:05.20, è sbriciolato [Mei, Mess].

(Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: