Maddaloni. ‘Ultimo ballo in maschera’ da sabato 23 ottobre al Museo Archeologico ‘Calatia’

Sabato 23 ottobre nel Museo Archeologico “Calatia” di Maddaloni, prende il via la Prima Edizione de’ «Ultimo Ballo in Maschera», mostra di pittura e di libri con parentesi musicali.

Nella splendida cornice del Museo Archeologico Calatia di Maddaloni, dal 23 ottobre 2021 al 12 febbraio 2022 prende vita la programmazione culturale “«Ultimo Ballo in Maschera» ritorno e presenza sul territorio”.

La rassegna “«Ultimo Ballo in Maschera» ritorno e presenza sul territorio” nasce da un’idea ed è diretta dal Maestro Michele Letizia (in arte Michail Benois Letizià), già ideatore e realizzatore di altri eventi di portata nazionale come la Rassegna Itinerante “Speculando Mare Nostrum”.

Circa la scelta del titolo, ci riferisce l’ideatore Maestro Michele Letizia: “il titolo diventa una bonaria provocazione sia come citazione al melodramma ‘un ballo in maschera’ di Giuseppe Verdi e sia come esorcizzazione alle clausure di questo periodo emergenziale ancora vivo, particolare e importante che presenta sostenuti messaggi di cambiamento etico-sociale.

L’idea della mostra accompagnata dalla presentazione di libri e dalla partecipazione di parentesi musicali vuole essere un esperimento minimo di ripresa culturale sul territorio Calatino sposando la benevola influenza della storia che in loco trova protagonisti la ricerca e le impronte presenti al Museo Archeologico Calatia”.

Organizzatori del nutrito calendario artistico culturale sono l’U.N.A.C. Regione Campania e delegazione di Maddaloni con patrocinio dell’U.N.A.C. Nazionale e il Polo Museale della Campania (Ministero per i Beni e le Attività Culturali) per il tramite del Museo Archeologico Calatia di Maddaloni.

Il cartellone della manifestazione da ottobre 2021 per tutto l’anno sociale 2021/2022 prevede molteplici appuntamenti anche mensili.

 

Oltre alle Istituzioni organizzatrici si segnala il patrocinio dell’Amministrazione Provinciale di Caserta, della Diocesi di Caserta e del Comune di Maddaloni. A questi si aggiungono le collaborazioni e patrocini del Centro Studi per il Dialogo Interreligioso e le Culture, del Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno”, della Fondazione Villaggio dei Ragazzi “don Salvatore d’Angelo”, dell’Associazione Interforze “Giordano Bruno”, della XXII edizione del Premio alle Eccellenze Europee, del Premio Letterario “Bici & Parole”, dell’Associazione CerMesFor, dei Protagonisti Ballet, della presidenza provinciale dell’A.N.I.M.I.G. e Fondazione, dell’Ass. la Voce dei Giovani, della casa editrice Giuseppe Vozza, dell’Ass. Culturale Musicale Onlus “Aniello Barchetta”, e ancora di MedImpresa, della Cartolelibreria “Il Girasole” e dell’Antica Orologeria Bove.

La sede di realizzazione della programmazione, come accennato, è quella del Museo Archeologico Calatia con accesso da via Caudina 353, e sarà consentito l’accesso solo ai titolari di Green pass, e comunque nel rispetto della normativa pro tempo a causa della pandemia.

La programmazione vedrà, oltre alla mostra, la presentazione autori e libri a cura della giornalista Lucia Grimaldi.

Si inizia a riportare i dettagli del primo evento in calendario, ovvero quello del 23 ottobre con l’apertura lavori dalle ore 16.00 fino alle ore 19.30 con l’inaugurazione e saluto delle Autorità e Presentazione Mostra d’Arte Contemporanea a cura di Luigi Fusco.

Gli artisti che espongono sono le maestranze: Beatrix Jessica Jaeger, Michail Benois Letizià, Gabriella Ciaramella, Antonio Scaramella, Anna Maria Zoppi, Luciano Romualdo, Speranza Maiello, Angelo Coppola, Aurelio Gomes, Assunta Mauro, Stefano Visco, Ivana Storto e Laura Polise.

Scopo della Mostra d’Arte, seguendo le indicazioni del Maestro Letizia e del critico Fusco, è quello di favorire l’approccio consapevole all’arte contemporanea e la consuetudine alla frequentazione dei musei d’arte e dei palazzi storici; proporre metodi e strumenti utilizzati per l’organizzazione e l’allestimento della mostra di arte contemporanea; acquisire conoscenze sulle professionalità presenti nei musei; riflettere insieme agli artisti sull’allestimento in base al progetto del curatore; visitare il percorso espositivo insieme ai turisti e agli appassionati d’arte ripercorrendone le tappe al fine di individuare gli elementi tecnici: illuminazione, pannelli didattici/informativi, cartellini delle opere.

Per la realizzazione della MOSTRA si ringraziano il Direttore Regionale Musei della Campania Marta Ragozzino, il Direttore del Museo Calatia Antonio Salerno, il Servizio Logistica Giuseppe La Ventura, la Segreteria Operativa Giovanni Sgambato, Comunicazione Social Angelo  Iannotta e Cristina Capriglione, il Personale Ufficio Accoglienza e Vigilanza; ancora l’UNAC Nazionale Dott. Antonio Savino, il Presidente UNAC Regione Campania Cav. Dott. Gaetano Letizia, il  Presidente Ufficio Stampa UNAC Michele Schioppa,  le diverse delegazioni UNAC e i volontari UNAC.

Nel corso della prima serata saranno presentate anche alcune pubblicazioni. Infatti, con la moderazione della giornalista Grimaldi saranno presentati gli autori e libri seguenti: Antonio Savino “LO STATO NELLO STATO” e  Andrea Di Lazzaro “MARIO PLACANICA IL CARABINIERE distrutto dall’atto dovuto”.

Collaboratori all’evento Lucia Grimaldi Giornalista, Giuseppe Vozza Editore, Monica Ippolito Avvocato, Monica Moraldo Coreografa, Luigi Fusco Critico d’Arte, Francesca Ottobre ref. ”IL GIRASOLE“,mentre saranno presenti Autorità politiche e Autorità religiose nonché Autorità scolastiche del territorio e gli Artisti, le associazioni partner e la cittadinanza.

(di Benedetta Terlizzi – Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: