‘Robinson, isola che non c’è’: Il testamento di James Hillman sul nuovo settimanale di Repubblica

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

A L’ultima immagine, il libro postumo scritto con l’amica bizantinista Silvia Ronchey, James Hillman ha affidato le sue riflessioni su una nuova cura per l’anima collettiva, per l’anima del mondo, affidata alle immagini. Un testamento del grande filosofo e psicologo analitico americano, scomparso dieci anni fa e considerato il più illustre erede di Jung, che viene ora edito in Italia e a cui dedichiamo la copertina del nuovo Robinson, in edicola da oggi con Repubblica. Nel brano del libro che anticipiamo, Hillman discute con Ronchey dell’arte della fine, della capacità di vivere (e di morire) con consapevolezza; del potere delle immagini di rappresentare la nostra essenza e riattivare il contatto con la nostra anima; del diluvio visuale che ha sommerso la contemporaneità e ci impedisce, oggi, di vedere chiaramente noi stessi e gli altri. Vittorio Lingiardi, psichiatra e psicoterapeuta, ripercorre le opere di Hillman, il loro peso nella sua formazione e l’unicità della sua figura nel panorama culturale contemporaneo; il filosofo Umberto Galimberti, invece, ci ricorda qual è la sua grande lezione: non guardare alla psiche in termini di malattia, ma riconoscere, per ciascuno di noi, la propria vocazione e unicità. Nelle pagine seguenti, come sempre, troverete le recensioni delle novità in libreria e il ritratto di uno scrittore da riscoprire: questa settimana Carlo Emilio Gadda in un ritratto di Piero Melati. Infine, la scrittrice Lia Levi ci regala un racconto su un secondo, complicato matrimonio in un kibbutz israeliano degli anni Settanta.

Potete scriverci a: robinson@repubblica.it e seguirci sui nostri social: Instagram (@robinson_repubblica) e Twitter (@Robinson_Rep).

Reflect della pittrice inglese Charlotte Evans

“Siamo parte di un movimento che ci comprende, apparteniamo a un sistema di relazioni. Prendere coscienza di questo credo sia il senso più profondo della nostra vita”: così il filosofo e pianista ungherese Ervin László, 89 anni, spiega la sua concezione dell’esistenza a Raffaella De Santis, che l’ha intervistato per le pagine dei Festival: László, di cui La nave di Teseo ha appena pubblicato l’autobiografia Il mio viaggio, è tra gli ospiti della rassegna Milanesiana d’autunno, di cui ci occupiamo questa settimana. Tra gli altri appuntamenti, Dedica a Pordenone: è lo stesso Paolo Rumiz, ospite d’onore di questa edizione, a riflettere sulle nostre pagine sulla sua vita di narratore: tra mappe, appunti, carte e viaggi.

Petrus Christus, Ritratto di ragazza, 1470 (dalla Gemäldegalerie di Berlino)

Al Rijksmuseum di Amsterdam, Remember me riunisce oltre cento ritratti rinascimentali, provenienti non solo dalla collezione di stato olandese, ma da tutta Europa: da Tiziano a Dürer, da Cranach il Vecchio a Holbein, da Petrus Christus al Ghirlandaio, una carrellata unica di capolavori celebra l’identità multiculturale del vecchio continente; l’ha visitata per noi Lara Crinò. Sempre nelle pagine dell’Arte, l’antropologo Marino Niola ci racconta la mostra che, al Palazzo Franchetti di Venezia, raccoglie i simboli del potere nelle civiltà oceaniche: strumenti di guerra, ma soprattutto oggetti “magici” che influenzarono l’arte occidentale, da Picasso e Giacometti.

Libri per ragazze e ragazzi

Un autoritratto di Barbara Cantini in compagnia dei suoi personaggi

Dolcetto o scherzetto? Ebbene sì, cari bambini (e cari genitori): Halloween, la festa più tenebrosa e divertente dell’anno, si avvicina a grandi passi. Per festeggiarla in anticipo, sulle nostre pagine dedicate alle ragazze e ai ragazzi, ci siamo rivolti a una narratrice e illustratrice che di atmosfere gotiche a misura di piccoli lettori se ne intende: Barbara Cantini, autrice della serie bestseller Mortina, di cui è appena uscito un nuovo capitolo. E che qui ci spiega perché amiamo tanto mostri come il Babau. Dallo stile dark alla minisaggistica, questa settimana raccontiamo anche – con Ilaria Zaffino – un volume centrato su una delle emozioni primordiali:  la rabbia. Per insegnare ai più piccini ad accettarla, ma anche a governarla.

Spettacoli

Una scena di Squid Game

Girato dopo dieci anni di rifiuti dai produttori, prima d’esplodere senza neanche il bisogno di lanci pubblicitari, ora Squid Game, survival thriller sud-coreano, è al n.1 su Netflix come serie più vista in 90 Paesi. Ha fatto impennare del 5,2% le azioni della piattaforma di streaming e se continua a crescere in visualizzazioni al ritmo attuale, a breve sarà la serie tv originale di maggior successo nella sua storia. Ma perché la Corea del Sud, dalla letteratura al cinema, interpreta in maniera più universale di altre nazioni lo spirito del tempo? Se lo chiede Carlo Pizzati analizzando nelle pagine degli Spettacoli il fenomeno Squid Game, metafora perfetta dell’eterna lotta tra ricchi e poveri che i tempi di crisi rendono ancora più feroce.

Spiderman (litografia) di Simone Bianchi

Questa settimana nelle pagine dei Fumetti presentiamo una strana coppia. Che strana però lo è solo in apparenza: Paolo Bruni detto Pau, frontman dei Negrita, una delle più longeve e coerenti band del rock italiano, e Simone Bianchi, artista di punta di due tra le maggiori case di fumetti al mondo, Marvel e DC Comics, dove ormai svolge il ruolo più prestigioso, quello del copertinista. Si sono conosciuti online e sono diventati amici. Tanto che, proprio come in una storia a fumetti, ora sembrano essersi scambiati le identità. Perché, se al momento l’attività più importante per Pau è diventata il disegno, Simone Bianchi ha da poco ritrovato il primo amore della sua vita: la batteria. Luca Valtorta li racconta in una doppia intervista in cui si mettono a fuoco due percorsi diversi che oggi si incrociano, a dimostrazione del fatto che musica e fumetto sono sempre più vicini.

Straparlando

Il filosofo Roberto Esposito in un disegno di Riccardo Mannelli

Nello Straparlando di questa settimana Antonio Gnoli incontra Roberto Esposito. Il filosofo ha da poco pubblicato Istituzioni, punto di arrivo di una vocazione per il pensiero calato nella realtà della polis. E sull’oggi dice: “La democrazia ha retto ma l’emergenza non può essere illimitata”.

Il nostro torneo letterario

Siamo arrivati alle fasi decisive del grande torneo che eleggerà il libro italiano più bello del 2020 secondo i circoli dei lettori. Sessantaquattro outsider sfidano le 64 teste di serie. Per sapere chi è ancora in gara, sfogliate fino alla fine il nuovo numero di Robinson.

Chiedilo a un libro di Michele Smargiassi – La domanda giusta

Che questi anni di pandemia siano un momento storico di trapasso, è difficile negarlo. Ma da cosa e verso cosa? Le interpretazioni sulla direzione del vettore epocale si sprecano sui giornali di ogni caratura. Ma forse la domanda è mal posta. “Una vera rottura storica non solo designa la perdita regressiva (o il guadagno progressivo) di qualcosa, ma il cambiamento della griglia stessa che ci permette di misurare perdite e acquisizioni”: questo suggerimento è di Slavoj Žižek, dal suo L’epidemia dell’immaginario. In altre parole: la nostra abitudine a concepire ogni evoluzione come una struttura narrativa (anche quando pensiamo alla storia, forse soprattutto alla storia) ci spinge a pensare che siamo di fronte a un nuovo capitolo, e a misurare cosa abbiamo guadagnato o perso rispetto al precedente. Mentre, forse, ogni nuovo capitolo costringe a ripensare tutto il romanzo. Forse la domanda giusta non è se saremo migliori o peggiori nell’era d.c. (dopo coronavirus). Forse la domanda giusta è: quali saranno le domande giuste dopo il Covid?.

Robinson - L'isola che c'è

 

(A cura di Lara Crinò – Fonte: Cronache Agenzia Giornalistica – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News ♥ Sempre un passo avanti, anche per te!

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: