Confronto tra di sette sindaci candidati alla sede CISL di Caserta

Prego attendere ♥ Please whait

Caserta – Confronto tra i sette sindaci o meglio i sette candidati a sindaco alla poltrona di primo cittadino della città di Caserta, all’incontro alla presenza di cittadini simpatizzanti della CISL di Caserta con sede alla via Ferrarecce ha aperto e fatto gli onori di casa il segretario Giovanni Letizia che aperto il dibattito con il seguente intervento “Siamo circa 40.000 tra uomini e donne del mondo dei servizi siamo la prima organizzazione sindacale a Caserta, oggi ci sono i candidati a sindaco abbiamo bisogno di una città più vivibile,  ci vuole un cambio di passo il turismo da realizzare, il Policlinico la grande città metropolitana. Dobbiamo parlare di Caserta, senza strumentalizzazioni di tutti giovani donne, anziani”.

Pubblicità elettorale

Pubblicità elettorale

Ecco l’intervento del candidato n. 1 che apre il confronto Ciro Guerriero ecco le sue dichiarazioni che si riportano “Sono il sindaco da marciapiede ringrazio i presenti, lamentele continue ricevo sono un terapista domiciliare voglio soltanto una città normale, i comitati di affari sono fuori dagli schemi mi rivolgo alla gente umile, ho dato il mio contributo voglio dar voce a chi non ha voce, in questa fase di elezioni molte persone non si espongono per l’amico per i favori, si sta arrivando all’assurdo, c’è la camorra che è anche quella che chiede non solo il pizzo ma anche i voti, tu mi porti 5 tu 10 voti almeno 20, bisogna levare di mezzo i comitati di interesse gli amici che portano voti, siamo noi la vera rivoluzione di queste elezioni ognuno ha una sua visione non sono in strada gli altri candidati a sindaco come me, voglio la par condicio sono e sarò contro il malaffare qualcuno mi dice la nozione di brava persona c’è chi mi definisce DJ chi delinquente chi fisioterapista chi sono veramente ci sono persone che sono con me in squadra solo se vinco io”, io non ho mai visto un pollo che si inforna”.

Candidato n 2 Raffaele Giovine “E’ un onore stare qua bisogna combattere la povertà, educare i giovani, molta gente vive con il reddito di cittadinanza, bisogna investire in sicurezza rafforzare lo Stato coinvolgere persone convocare e formare un comitato di educazione e cultura altrimenti si è senza futuro, soprattutto per i quartieri ho fatto politica sin dalle scuole dobbiamo dare ai ragazzi la possibilità di non andarsene da Caserta, ci vogliono gli strumenti adatti per riscrivere le politiche sociali inadeguate, molti vecchi anziani hanno i figli che portano a casa medicinali e spesa altrimenti sarebbero soli bisogna riscrivere anche il trasporto, pubblico locale implementare il turismo locale abbiamo i Monti Tifatini, un offerta attraente il Policlinico, bisogna esser noi a guida di un processo delle infrastrutture, la Regione deve assicurare maggiori servizi, non bisogna farci trovare impreparati, basta con le cattedrali nel deserto, coinvolgere le imprese del territorio non siamo una terra maledetta nonostante i fatti di Teverola, i giovani della mia età 27 anni sono quasi tutti andati via, abbiamo 8 beni confiscati alla camorra si potrebbe creare una cooperativa che dia lavoro a 30 o 40 giovani con posti di lavoro creare isole virtuose, lavorative aiutare i commercianti io sono contro la biodigestore”.

Candidato n. 3 Pio del Gaudio ” Mi sono candidato con Enzo Bove, dove i ruoli sono ben definiti abbiamo liste civiche tematiche avendo già fatto il sindaco ho una squadra migliore rispetto al passato, abbiamo liste tematiche non si può esser tuttologi siamo una città complicata sono contento se viene eletto R. Giovine,  i consiglieri devono essere persone di qualità e competenti e preparate il sindaco deve essere in stretto rapporto con i Tribunali il sindaco è anche  l’autorità presente sul territorio a livello sanitario  la sicurezza le operazioni sulle strade sicure sono andati in pensione 200 persone, adesso possiamo utilizzare i percettori del reddito di cittadinanza, ho fatto io la prima delibera sul biodigestore, non si può far un impianto del genere a 400metri dalla Reggia, bisogna rafforzare i servizi sociali ho amministrato nel periodo 2011 2015,oggi ci sono i social ma i temi sono gli stessi si vivono disagi non abbiamo assistenza psichiatrica che funziona solo ad Aversa gli autistici sono sempre in aumento, bisogna condividere una serie di problematiche spero che in consiglio comunale giungano i migliori non vogliamo esser amici di tutti, dobbiamo parlare con i sindacati, il sindaco non è sindaco  ma è a capo di una connurbazione bisogna dare prospettive ai giovani”.

ITIS Liceo Scientifico Giordani Caserta 600×273

Candidato n. 4 Errico Rozzo ecco quanto dichiarato con parte del programma “Sono stato fuori da Caserta, per lavoro divenendo dirigente di banca,  non mi ritengo un politico di professione non bisogna soltanto dire ma anche fare, intercettare i fondi seguire l’esempio del governo DrAGHI, trovare i fondi anche a livello europeo,  sulla sicurezza  migliorarla. Col covid sono aumentate le violenze domestiche bisogna aumentare se necessario l’intervento dell’esercito aumentare il turismo, aumentare la  la sicurezza video sorveglianza, creare spazi per gli artisti con mostre anche per giovani migliorare la vivibilità di corso Trieste abbandonata, interventi per i diversamente abili, la sicurezza  l’anticorruzione il sindaco deve ricevere un giorno a settimana i cittadini saper ascoltare il comune è un’azienda salvaguardar la casa  comunale”.

Intervento n. 5 Zinzi Gianpiero “ Bisogna aver coraggio batter  i pugni sul tavolo prorogare le attività estrattive, nel 2017 un decreto legge della Regione di De  Luca in aula presentai degli emendamenti che mi furono bocciati, scegliamo il futuro la Regione ha stanziato dei fondi per il policlinico ma soltanto di Salerno ci vorrebbe 1 milione di euro per completarlo le cave sono ferme dall’anno 2008, il sindaco non è il presidente della provincia, personalmente sono a favore del completare il bio digestore, ho fatto delle battaglie anche a Carinaro, Gricignano dove i cittadini erano costretti a chiudere le finestre per la puzza che proveniva da quelle zone,da quei territori bisogna aver il coraggio di prender delle posizioni non bisogna aspettare le tragedie c’ è un disagio sociale, bisogna educare i ragazzi assumendo posizioni nette non voglio però in questa sede toccar l’argomento scuole. Abbiamo anche dei beni confiscati che io stesso ho inaugurato e son o124 un patrimonio da utilizzare con finalità sociali con cui si garantiscono cure continue il sindaco non è veramente libero perchè ha l’opposizione dei consiglieri “.

Candidato n. 5 Romolo Vignola ha dichiarato che   “Abbiamo tre liste civiche sono di estradizione socialista faccio  l’avvocato penalista da 34 anni non si può pensare al libro dei sogni negli anni  1970 /80 Caserta era bella pulita imparagonabile ora anche Salerno ed Avellino veniamo da due dissesti bisognerebbe utilizzare i fondi del recovery found che sono stati utilizzati male negli ultimi 25 anni i candidati di estrema sinistra ci sono nelle liste di destra e viceversa. Abbiamo di fare tre liste di candidati credibili, quello che è successo con l’omicidio di via vico è un delitto di impeto bisognerebbe usare una serie di accorgimenti, bisogna migliorare i trasporti la nostra città deve svolgere una funzione propulsiva è difficile trovare la disponibilità se nel bilancio comunale non si riescono a riscuotere i tributi

Infine Carlo Marino “La CISL è il luogo del lavoro bisogna vedere i nostri progetti tra 5 anni abbiamo i marciapiedi rotti abbiamo 32 milioni di euro in cassa stiamo cercando di ripianare i debiti, il biodigestore il policlinico bisogna guardare alla  strategia, per quanto concerne la movida bisogna guardare alle forze dell’ordine, dobbiamo far investimenti per san leucio abbiamo ripristinato settembre al borgo dovrebbero arrivare 50 milioni per il policlinico stiamo cercando di fare 150 posti letto in ospedale con la pandemia è cambiato tutto ci vuole una polticiache difenda il territori non ho approvato il PUC perchè nel febbraio dello scorso anno è scoppiata la pandemia”.

Quaranta 640×300

(Fonte: BelvedereNews – News archiviata in #TeleradioNews ♥ il tuo sito web © Diritti riservati all’autore)

Teleradio News

tel. (+39) 0823 862832; 333 148 1414 - 393 2714042 - 334 539 2935; mail to: info@tr-news.it - info@teleradio-news.it - http://teleradionews.info - web: www.tr-news.it - htps://www.teleradio-news.it e vari siti web collegati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: